mensaje a Asia Bibi

YOUTUBE SI OSTINA A NON RENDERE VISIBILE QUESTO MIO COMMENTO https://www.youtube.com/user/YouTube/discussion [ SALMAN SAUDI ARABIA ] London TV - The Roosevelt Movement  [ Gioele Magaldi, Gran Maestro del Grande Oriente Democratico ha detto che gli USA 666 SATANISTI FARISEI MASSONI loro hanno fondato sia Al-Qaeda, che ISIS, ma, questa è la verità, LORO NON LO AVREBBERO POTUTO FARE SE TU NON DICEVI: "SI!" ] [ DIETRO A DONALD TRUMP, LE TRAME della MASSONERIA PROGRESSISTA - GIOELE MAGALDI Pubblicato il 11 nov 2016.
https://youtu.be/7uhcQGezq00 Dietro alle elezioni USA che hanno portato alla casa bianca Donald Trump si sono mosse forze organizzate, trasversali, apolidi e sovranazionali. Sorprendentemente, sono proprio le trame della massoneria progressista ad avere portato al successo Donald Tramp. Il come e il perché di questo apparente paradosso, lo spiega bene Gioele Magaldi, Gran Maestro del Grande Oriente Democratico - che ha una visione privilegiata sulle dinamiche sconosciute ai più - intervistato da Claudio Messora. https://www.youtube.com/watch?v=7uhcQGezq00&feature=em-subs_digest LEGGI IL LIBRO: "MASSONI, SOCIETÀ A RESPONSABILITÀ LIMITATA. LA SCOPERTA DELLE UR-LODGES", di Gioele Magaldi


MY ISRAEL [ e chi è che ti deve pugnalare alle spalle? Quelli che si dicono "fratelli in Cristo" e poi vanno a sputare sul VANGELO nella massoneria dei Bildenberg!

ordine esecutivo 11110 Unius REI
my ISRAEL ] qualcuno ha notizia di un qualche mio abuso? IO NON SO NULLA DI TUTTO QUESTO! https://plus.google.com/+NessunoUniusREI/posts [ Avviso. I tuoi contenuti hanno di recente violato le nostre norme. Non è consentita l'inclusione di spam, ad esempio tramite l'invio di contenuti promozionali o commerciali non richiesti o di proposte commerciali di massa indesiderate. Se continui, potresti perdere la possibilità di utilizzare alcune o tutte le funzionalità di Google+ e degli altri servizi Google. Ulteriori informazioni. https://plus.google.com/+NessunoUniusREI/posts/Ne16DohFGTo

Sharia Dhimmi Schiavo AKBAR
di fronte alle teosofia imperialistica e satanica GENDER OGM, scie chimiche e metalli pesanti nei vaccini, micro-chip. ecc.. della NATO e pedofilo poligamia della Shariah: li ideologi di ogni perversione sessuale e abuso dei diritti umani: per demolire l'ordine morale universale in favore della grande usura FMI SPA BM alto tradimento SIGNORAGGIO BANCARIO! ORA, è prioritario eliminare le spinte centrifughe in relazione a CINA e RUSSIA.. ovviamente, quando io avrò demolito il NWO, con l'aiuto di Dio Onnipotente, poi, allora il discorso cambierà!
Xi Jinping incontra leader Kmt di Taiwan
Presidente, priorità a principi "Unica Cina" e "Consenso 1992"
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/asia/2016/11/02/xi-jinping-incontra-leader-kmt-di-taiwan_e0f7c4fd-16f0-4da1-ba6b-0791e74f43cc.html


Tu sei schiavo impuro dhimmi in Sharia Law: teologia sostituzione genocidio. Vietnam: INNANZITUTTO CONDOGLIANZE! ma TU smettila di fare ANTICRISTO e di perseguitare i cristiani unicamente per motivazioni ideologiche, e per fare il lecchino dei massoni farisei e salafiti: che loro sono le Bestie di SATANA! Vietnam: incendio in bar Hanoi, 13 morti... Pompieri, 5 ore per spegnere fiamme, propagatesi a edifici vicini.
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/asia/2016/11/01/vietnam-incendio-in-bar-hanoi-13-morti_64d67fef-e633-4012-b0ee-c1801874af8a.html

May Yahweh give you what He knows you need this day. Heb. 12: 14.Bless you ] Salman Saudi ARABIA [ io sono il Re di Israele e il Messia di Israele, per la potenza di Dio, e se non ti muovi tu? poi, mi muoverò io e ti ucciderò e poi, tu conoscerai questa potenza di Dio JHWH!
hi, FRATELLANZA UNIVERSALE METAFISICA UMANISTICA LAICA: SOCIETÀ TEOCRATICA NEL REGNO DI ISRAELE! AMORE INCONDIZIONATO: "pace e gioia da Colui che è uscito per vincere e per vincere ancora!" Apocalisse
http://rivoluzione-culturale.blogspot.com
http://fedele.altervista.org
SALMAN SAUDI ARABIA ] se tu non darai a Rothschild il Regno di ISRAELE, perché lui smetta di fare Anticristo sacerdote di Satana, per tornare dal suo Dio JHWH? POI, certo lui ti ucciderà! .. e se, tu non darai a me il mio Saudita Stato laico teocratico? POI, IO, di certo, io VI UCCIDERÒ ENTRAMBI: IN OGNI MODO!

SALMAN SAUDI ARABIA ] non torneranno mai tutti gli ebrei "anglo 666 americani" (Satana TALMUD SPA FMI NWO ) del mondo, tutti in MEDIO ORIENTE: per fare i SANTI di JHWH, sapendo della esistenza della Shariah, loro hanno tentato di sterminare ISRAELE: attraverso la shariah, ma, non ci sono riusciti, e certo, proprio loro non verrebbero mai a vivere nel terrorismo shariah, proprio loro: che lo hanno riesumano dal cimitero degli zombies! .. e poiché, io ho visto che voi siete degli incapaci, poi, io ho deciso di regnare su tutto il MEDIO ORIENTE, dall'IRAN all'Egitto ed anche oltre! .. infatti la METAFISICA è più forte e potente della Shariah, perché la shariah è brutale ignoranza, mentre la metafisica e Scienza e Sapienza teocratica: monarchica e piramidale!

 ============
raymond lindroth ] [ May Yahweh give you all the understanding He knows you need to stand before His literal genetic SON Yahshua in all HOLINESS on that great day of Yahweh Almighty GLORIFIED for all the world to see. Heb. 12: 14.Bless you.

=======
 Salman Saudi ARABIA [ io sono il Re di Israele e il Messia di Israele, per la potenza di Dio ] i ho una spalliera del letto in metallo, ed è: "normale" che il crocifisso di ferro posto ad un pomello della spalliera del letto, da circa un anno, dovesse "tintinnare", al movimento più piccolo... soltanto che questo evento non è mai accaduto prima.. in Italia sono le 3:55 e certo io non posso dire a Dio JHWH: "perché tu mi disturbi nel cuore della notte!" ] CHI HA UNA ENORME RESPONSABILITÀ COME NOI ABBIAMO? POI, LA NOSTRA VITA NON È VERAMENTE NOSTRA, E NON APPARTIENE SOLTANTO A NOI!

Salman Saudi ARABIA [ io sono il Re di Israele e il Messia di Israele, per la potenza di Dio ] ANCHE TU SEI TESTIMONE DI QUESTO EVENTO, CHE PER ME È UN "FENOMENO" FISICO... quando io scrivo qualcosa, c'é sempre qualcuno che ride ( i santi), e c'è sempre qualcuno che piange (le Bestie di Satana: culto, sono tutti farisei salafiti e massoni regime NWO ) .. e tanto, per questi parassiti del genere umano, quello che io dico non conta NULLA, perché io sono un complottista populista! ... peccato però, che sono loro quelli che hanno rubato il SIGNORAGGIO BANCARIO!
=============
Quattro mogli e 23 bambini valgono 360 000 euro all’anno? 01.11.2016)
È vero che un profugo siriano con quattro mogli e 23 bambini riceve dal governo tedesco un aiuto finanziario di 30 000 euro al mese? “È una cifra inventata”, ha detto il sindaco della città di Montabaur Edmund Schaaf in un'intervista con Sputnik. Recentemente il quotidiano tedesco Bild e il quotidiano inglese The Sun hanno scritto la storia di un rifugiato siriano che è arrivato con le sue quattro mogli e 23 bambini in Germania. The Sun ha affermato, riferendosi ad un blog sul sito del sindacato dei datori di lavoro tedesco, che la sua famiglia riceve una assistenza finanziaria mensile pari a 30mila euro. I voucher da 10 euro distribuiti ai migranti © Foto: BBC Più immigrati per tutti e l'economia torna a girare Il sindaco ha detto che dopo l'arrivo in Germania, la famiglia è stata divisa in quattro cosiddetti «gruppi bisognosi». Le quattro mogli vivono tutte separate con i propri figli. Due di loro vivono in prossimità di Montabaur e le altre due non lontano da Coblenza. Il padre in conformità alla legge tedesca ha designato una delle 4 donne come moglie e vive con lei e i loro figli. Nel frattempo, lo status di rifugiati è cambiato, e ora stanno per avere un permesso di soggiorno e ricevono dal centro di occupazione un'indennità di disoccupazione. Adesso entrerà in gioco il centro per l'impiego che dovrà assegnare un posto di lavoro se il rifugiato non dovesse riuscire a trovarne uno autonomamente. "Dopo di che, secondo la legge tedesca, un rifugiato è tenuto egli stesso a trovare un altro lavoro se non vuole perdere i benefici", ha spiegato Schaaf. "Comunque questo verrà risolto dal centro per l'impiego". Secondo la legge per la tutela della privacy non è possibile dare i dati precisi su quanto prendano in sussidi i rifugiati, ma su internet ci si può fare un'idea. Sulla pagina HartzIV.org viene indicato che aimaggiorenni appartenenti ad un "gruppo di bisogno" spettano 364 euro. Mentre alle esigenze dei minori dai sei ai quattordici anni una somma di 270 euro. Secondo Schaaf in conformità alla legge di aiuti per i rifugiati, nel capitolo "gruppi bisognosi" viene stimata una somma abbastanza alta. Riguardo questo precisa che il sussidio varia in base all'età di adulti e bambini. Per quanto riguarda la somma di 30 000 euro il sindaco ha detto: Angela Merkel e Recep Tayyip Erdogan (foto d'archivio) © AP Photo/ Tolga Bozoglu, Pool “Merkel succube di Erdogan, Turchia è una delle cause dell'immigrazione” "Questo vale per tutti i rifugiati, indipendentemente dal dove e come abbiano vissuto prima di arrivare in Germania, in famiglia o meno. Ogni singolo bambino e ogni persona, in generale, ottiene l'importo corrispondente. Tale somma, secondo me, non è realistica, e qualsiasi indagine confermerebbe le mie parole. Si tratta semplicemente di un dato campato in aria". Il quotidiano Rhein-Zeitung ha scritto nel mese di agosto un articolo sui problemi dell'integrazione dei rifugiati, in quanto i figli maschi avrebbero cercato all'inizio di proibire alle sorelle di andare a scuola. Ora, secondo il sindaco, tutti i bambini frequentano la scuola o gli asili locali. "Al momento non so di eventuali problemi nel nostro territorio", ha aggiunto.
https://it.sputniknews.com/mondo/201611013574280-Quattro-mogli-23-bambini/
===========

LA MISSIONE DEL CAPO DELLO STATO
Mattarella ammonisce Abbas
"Pace con Israele una priorità"a
“Serve un accordo duraturo di pace onnicomprensivo, due Stati per due popoli, e la ripresa dei negoziati deve rimanere una priorità per la comunità internazionale”. Così il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel corso del suo incontro con il presidente dell’Autorità nazionale palestinese Mahmoud Abbas a Betlemme.
Come durante il vertice con il Presidente israeliano Reuven Rivlin, Mattarella ha auspicato dunque la ripresa dei negoziati tra israeliani e palestinesi, congelati da tempo: “La riconciliazione – ha affermato – non è più procrastinabile ed è vitale per stabilizzare l’area”.
Per parte sua Abbas ha affermato di essere a favore della soluzione dei due popoli e due Stati ma ha più volte attaccato Israele. “Ho raccontato a Mattarella come sia difficile la vita palestinese sotto l’occupazione israeliana”, ha dichiarato Abbas, invocando come soluzione al conflitto l’iniziativa della Lega araba e quella portata avanti dalla Francia con la conferenza internazionale. Quest’ultima in particolare è stata contestata dal governo israeliano ma questo non sembra preoccupare i vertici dell’Autorità nazionale palestinese. “La pace è il nostro obiettivo strategico e per ottenerla bisogna mettere fine all’occupazione israeliana secondo la soluzione dei due Stati in modo che israeliani e palestinesi vivano in pace e prosperità uno a fianco all’altro”, ha aggiunto Abbas.
Per il capo dell’Anp anche la risoluzione Unesco, definita dal Primo ministro italiano Matteo Renzi “allucinante”, è positiva e sarebbe nata “solo per conservare i siti archeologici” di Gerusalemme. Gli israeliani, accusa Abbas cambiando le carte in tavola, “hanno voluto confondere la religione con i siti archeologici” e “ribadisco la nostra posizione di rispetto” per tutte e tre le religioni, ebrei, cristiani e musulmani.
In chiave internazionale, il presidente dell’Anp ha usato l’incontro con Mattarella per chiedere nuovamente il riconoscimento dello Stato palestinese da parte del governo italiano. Un riconoscimento unilaterale che rappresenta, come ha sottolineato ieri Rivlin, un ostacolo alla pace e non uno strumento utile a raggiungerla.
Si è parlato anche del restauro della Basilica della Natività a Betlemme, con i palestinesi che hanno ringraziato l’Italia per l’aiuto dato al progetto così come per gli interventi finanziari a sostegno della realizzazione delle strutture statali palestinesi, così come per la Cooperazione.
Il viaggio di Mattarella si concluderà domani con l’incontro con il Primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu a Gerusalemme e con la presentazione al Museo Eretz Israel di Tel Aviv del progetto del Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah di Ferrara: a raccontare l’importanza del Meis nel panorama culturale italiano il ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Dario Franceschini, assieme a Simonetta Della Seta e Dario Disegni, rispettivamente direttore e presidente del Meis, oltre al sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani. A portare invece i saluti dell’ebraismo italiano, la presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane Noemi Di Segni, parte della delegazione che ha accompagnato il Capo di Stato in Israele.

Daniel Reichel
MOLTE le VERITà svelate Sulle persecuzioni
Tina Anselmi (1927 - 2016)
Profondo cordoglio nelle istituzioni e in tutto il paese per la scomparsa di Tina Anselmi, ex partigiana e prima donna ministro in Italia. Una figura che, come sono in molti a riconoscere in queste ore, ha segnato in modo decisivo la sua epoca.
Giovanissima staffetta partigiana, sindacalista appassionata, madre della legge sulle pari opportunità, ministro del lavoro e della previdenza sociale, principale autrice della riforma che introdusse il Servizio sanitario nazionale e guida della Commissione parlamentare d’inchiesta sulla Loggia P2. E, tra i tanti incarichi, anche presidente della Commissione di indagine sui beni sottratti ai cittadini ebrei negli anni delle persecuzioni antisemite (’38-’45) istituita sul finire degli Anni Novanta. Un lavoro di ricerca ingente, svolto in stretto raccordo con l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e con un pool di storici e studiosi del fascismo, che permise di far emergere sin dalle prime battute, come raccontò la stessa Anselmi in una intervista all’Espresso, una incontestabile verità. E cioè il fatto che la burocrazia fascista “abbia lavorato quasi in tutta Italia con grande zelo, nonché pignola e stupida crudeltà, all’applicazione delle leggi antiebraiche emesse da Mussolini a partire dal 1938”.

il viaggio della memoria ugei
"Testimone tra le generazioni"
“Un viaggio che ci ha segnati nel profondo, dandoci non solo la possibilità di capire qualcosa in più sulla Memoria, ma di fare vera e propria Memoria”.
Filippo Tedeschi, vicepresidente dell’Unione Giovani Ebrei d’Italia, esprime quella che è una posizione condivisa dai partecipanti al Viaggio della Memoria Ugei in Polonia appena conclusosi. Un viaggio particolarmente denso e che ha portato i ragazzi che hanno preso parte a questa iniziativa nei luoghi dello sterminio ma anche a confronto con i loro coetanei della Comunità ebraica di Cracovia. Memoria di ieri, vita di oggi e uno sguardo al futuro: un intreccio che ha segnato l’iniziativa.
(Nell’immagine alcuni partecipanti davanti al monumento che ricorda l’insurrezione del Ghetto di Varsavia


il viaggio della memoria di roma capitale
Raggi: "Esserci è un privilegio"
"È con estremo onore che siamo qui ad annunciare che l'amministrazione insieme alla Comunità ebraica e la Fondazione Museo della Shoah parteciperà al Viaggio della memoria. E' un onore accompagnare la delegazione di 136 studenti romani che andranno in visita ai campi di Auschwitz e Birkenau. Più che un dovere lo viviamo come un privilegio e con tutto il cuore ringraziamo Sami Modiano e Tatiana Bucci: solo grazie a loro possiamo apprendere e mantenere viva quella memoria".
Queste le parole con cui la sindaca di Roma Virginia Raggi ha presentato in conferenza stampa il Viaggio della Memoria in programma dal sei all'otto novembre prossimi. Assieme alla prima cittadina della Capitale l'assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale Laura Baldassarre; la presidente della Comunità ebraica romana Ruth Dureghello, il presidente della Fondazione Museo della Shoah Mario Venezia e il direttore scientifico Marcello Pezzetti.

PAGINE EBRAICHE - L'INTERVISTA A FRONGIA
Roma, il vicesindaco grillino:
'Vicino a Israele e all'ebraismo'
Dalla passione per i grandi classici della letteratura ebraica all’apprezzamento per la cucina israeliana, dal culto dei fratelli Coen (“Goodman che fingeva di essere ebreo nel Grande Lebowski resta nella storia del cinema…) all’impegno di Memoria testimoniato dalla sfida del Museo della Shoah. Il vicesindaco grillino Daniele Frongia si racconta in una prospettiva del tutto inedita. E tiene a sottolineare un concetto che gli è molto caro: “Nel Movimento c’è sempre stato per la religione ebraica e per l’ebraismo il massimo rispetto, come è giusto che sia”.
Partiamo dalla tua storia personale e familiare. Dai racconti dei tuoi nonni durante la Seconda Guerra Mondiale…
Durante il conflitto Ersilia, mia nonna, viveva in un piccolo paese in provincia di La Spezia, era la sesta di sei sorelle e, nonostante la guerra, la sua famiglia viveva bene: erano contadini possidenti e avevano mucche, galline e ulivi. Ogni settimana preparavano dei fagottini, con dei fazzoletti, dentro i quali mettevano latte, uova e formaggi. La sera, quando i partigiani bussavano alla porta, la mia bisnonna li faceva entrare per riscaldarsi e donava loro il cibo preparato.
Nel suo piccolo, la famiglia di mia nonna si opponeva al fascismo: Ersilia non ha mai partecipato alle marce in strada perché le era stato espressamente proibito dai suoi genitori.
Mio nonno materno, invece, per sua stessa ammissione, non era né fascista né partigiano: era napoletano.
È questo il motivo che ti ha spinto ad approfondire la cultura ebraica?
I racconti dei miei genitori e dei miei nonni mi hanno fatto interessare a quel momento storico che ha per sempre cambiato la vita di tutti. Di certo anche le letture che mi ha proposto mia madre, quando ero piccolo, hanno avuto una certa influenza. Mi regalò quello splendido “mattone” di Henry Roth, Chiamalo sonno, che ho tanto amato. Poi nell’adolescenza, quando si instaurano i primi rapporti amicali di valore, ho frequentato molto alcuni ebrei romani e israeliani.
Proprio dalla mia famiglia ho naturalmente ricevuto un’educazione aperta alle diverse religioni e culture: i miei stessi genitori, pur entrambi cristiani, sono infatti di due diverse confessioni. La cultura ebraica è, del resto, parte importante della cultura europea, italiana e romana.
Dario Coen, Pagine Ebraiche novembre 2016

==================
La preocupación por los conflictos que están teniendo lugar en Oriente Próximo es un sentimiento extendido en todo el mundo. La persecución que sufren tanto los cristianos como otras minorías religiosas en estas regiones se ha convertido en un asunto urgente. El sufrimiento de sus gentes tras años de violencia e innumerables disturbios es inimaginable. Y tú y yo no podemos, ni queremos, quedarnos de brazos cruzados.
Nuestros amigos de Puertas Abiertas han puesto en marcha una campaña que, bajo el título “Un millón de voces”, recoge firmas para pedir al secretario general de la ONU que el organismo al que representa defienda y garantice la vida, el sustento y la libertad de cada cristiano sirio e iraquí.
Yo ya me he unido a esta iniciativa, ¿y tú? Súmate ahora a través de este enlace:
http://mc.puertasabiertas.es/unmillondevoces/
La petición se está haciendo a nivel  mundial y, como ellos mismos señalan, constituye una forma práctica de unirse en oración y acción para apoyar a los cristianos de Siria e Irak en su momento de mayor necesidad.
Quedarse de brazos cruzados mientras a unos pocos kilómetros miles de personas luchan por sobrevivir a una situación sin precedentes no es una opción. Tenemos que hacer todo lo que esté a nuestro alcance para ayudarles. Por favor, no dejes de apoyar esta causa.
¡Muchas gracias por no rendirte!
Miguel Vidal y todo el equipo de MasLibres.org

====================
Los pueblos de Siria e Irak se enfrentan a una situación de gran sufrimiento, después de años de guerra y violentos disturbios. Creemos que se debe defender y garantizar la vida, el sustento y la libertad de cada sirio e iraquí, cristianos incluidos.
La Iglesia ha desempeñado un papel vital en ambos países a lo largo de casi 2.000 años. Sin embargo, la comunidad cristiana continúa siendo objetivo de actos de violencia y persecución. Los cristianos desean personificar la esperanza y la compasión para el futuro, pero hacen falta cambios urgentes para asegurar que dicho futuro pueda desarrollarse en su tierra natal.
No podemos quedarnos de brazos cruzados mientras los cristianos y otras personas de Oriente Medio afrontan amenazas sin precedentes. Tenemos que darles esperanza.
¿Quieres unirte a nosotros para sumar Un millón de voces para la esperanza, orando juntos y alzando la voz por los cristianos de Siria e Irak? Debemos decir al mundo alto y claro lo que necesita hacerse para garantizar un auténtico futuro a los cristianos de ambos países. ¿Quieres sumar tu voz y marcar la diferencia?
http://mc.puertasabiertas.es/unmillondevoces/?dr=69311::5f1bc4a6e74a37c151c541f96a4ddc65&utm_source=email&mkt_tok=eyJpIjoiTURGaU56bGtZek5sTVRKaCIsInQiOiIyZW02TzVhNVdzY1I2cWg5SlNHN0JRS3BlbDhTOFwvTkxDcUZqQ1Z0NERJb1VjV3N6NnpqdzVQS3pTSnhFckNPb3NCSytoRFhrRHhNeHpOcHN5bXJnYzVmVnBQNktIbXRvVzlWa29vY2xVczg9In0%3D

======
Esperto: capo Mi5 spaventa l’Occidente con minaccia russa. Il capo del servizio di controspionaggio britannico MI5 Andrew Parker sta spaventando l’Occidente con la minaccia russa, poiché vuole ottenere un ulteriore finanziamento del bilancio per l’attività dell’intelligence, e per migliorare il suo status agli occhi dei connazionali e colleghi della comunità occidentale. Ce ne parla il politologo Aleksandr Perendzhiev, professore associato presso il Dipartimento di Scienze Politiche e di Sociologia dell'università Plekhanov. Il capo del servizio di controspionaggio MI5 Andrew Parker ha dichiarato in un'intervista con il quotidiano The Guardian che la Russia rappresenta una minaccia crescente per la stabilità della Gran Bretagna e che usa moderne tecnologie per raggiungere i suoi scopi, senza però presentare prove concrete. "La Russia usa una serie di organi statali per promuovere la sua politica all'estero con metodi sempre più aggressivi, tra cui la propaganda, lo spionaggio, il sabotaggio e attacchi informatici. La Russia agisce per tutta Europa e in Gran Bretagna. Il lavoro del MI5 è di contrastare queste azioni" scrive la testata citando Parker. Hillary Clinton © AFP 2016/ Andrew Caballero-Reynolds USA, sospetti su servizi segreti russi per attacco hacker contro staff di Hillary Clinton In precedenza i rappresentanti del Partito Democratico USA avevano accusato apertamente la Russia di aver condotto cyberattacchi ai server del loro partito con l'obiettivo di influenzare il risultato delle elezioni. Tuttavia nessuno ha presentato delle prove concrete del coinvolgimento russo. Il presidente Vladimir Putin rispondendo alle accuse rivolte alla Russia, ha detto che nei dati pubblicati la Russia non ha interesse. L'addetto stampa del presidente Dmitry Peskov ha definito le accuse "assolutamente infondate". Inoltre come ha dichiarato la rappresentante ufficiale del Ministero degli esteri Maria Zacharova, Mosca non ha ricevuto da Washington nessun tipo di evidenza ufficiale che indichi che gli attacchi siano stati condotti dalla Russia. "Il capo del MI5 è in cerca di finanziamenti, fama e probabilmente vuole sostenere i suoi colleghi nella comunità occidentale. Sono coinvolti anche USA e Canada", ha detto Perendzhiev. Boris Johnson © AFP 2016/ Niklas Halle'n Siria, Usa e Regno Unito vogliono che la Russia cambi la sua linea Ha osservato che presto ci sarà la distribuzione del budget per l'anno 2017. "Nel Regno Unito vengono assegnati molti finanziamenti per borse di studio, e per progetti per di campagne di informazione anti-russe. Su questo tutti ci guadagnano, dai capi degli organi di sicurezza alle forze speciali. Sono interessati ad ottenere, come le chiamiamo noi "borse di studio"", rimarca Perendzhiev. Secondo le informazioni di Perendzhiev nelle dichiarazioni del capo del MI5 c'è il fattore lobbystico. "Sostenere di fronte a tutte le autorità che la Russia presto si avventerà sul Regno Unito, e che la nazione sia in pericolo, ma che allo stesso tempo che c'è il MI5 a proteggere gli inglesi, serve solo a evidenziare la necessità di aumentare i finanziamenti", ha spiegato l'analista militare. Di solito questo tipo di annunci viene fatto dai politici in cerca di voti. Ministro della Difesa UK Michael Fallon © AFP 2016/ Yoshikazu Tsuno Fallon: la Russia ha scelto di essere un rivale dell’occidente "Ed è esattamente questo che sta facendo il capo del servizio di controspionaggio. Questa tendenza non è solo presente nel Regno Unito. In Germania sta succedendo lo stesso, il capo dei servizi segreti sta spaventando tutti con la minaccia dei terroristi Daesh che presto utilizzerà i droni per fare gli attentati in Germania. Dunque è chiaro che i capi dei servizi segreti occidentali utilizzano queste tecniche per cercare finanziamenti e denaro per i propri reparti", sostiene Perendzhiev. Egli ritiene che la maggior parte dell'informazione sul terrorismo provenga proprio dai servizi segreti. Questo "per mantenere i cittadini nel terrore e di fare pressione sul governo in modo che aumenti i finanziamenti e le risorse ai reparti di sicurezza e ovviamente anche la loro importanza all'interno dello stato", ha concluso l'esperto.
https://it.sputniknews.com/mondo/201611013574128-esperto-capo-mi5-spaventa-occidente-minaccia-russa/

=========
    
Hi uniusrei2, A copyright owner using Content ID claimed some material in your video.
This is just a heads up
Don’t worry. You’re not in trouble and your account standing is not affected by this.
There are either ads running on your video, with the revenue going to the copyright owner, or the copyright owner is receiving stats about your video’s views.
    Video title: Sandy Hook Hoax Ultimate Case Closed
    Copyrighted song: Action News
    Claimed by: EmpireDi
=========================
raymond lindroth 03:22+ You say you are the King of Israel.I AM the SON of Yahweh.May yahweh give you your hearts desire.Heb. 12: 14. Bless you ] ANSWER [ ordine esecutivo 11110 Unius REI 04:15 You say you are Son of JHWH, and God JHWH blessing your: " faith, fide fede" Now everyone knows that Jesus of Bethlehem: in the flesh, is the genetic child of Mary (tribe of Levi). while spiritually he is the son of Joseph (Tribe of Judah) and a descendant of David, the heir to the throne of Israel, and that's why, the Pharisees SpA IMF 666 NWO: they killed him!

ora tutti sanno che Gesù di Betlemme: nella carne, è il figlio genetico di Maria (tribù di Levi).
mentre spiritualmente è il figlio di Giuseppe (Tribù di Giuda) e discendente di Davide, erede al trono di Israele, ed ecco perché, i Farisei SpA FMI 666 NWO: lo hanno ucciso!

=======
Sharia Dhimmi Schiavo AKBAR... tutti gli organismi internazionali che dipendono dal regime Rothschild Bildenbeg SALMAN sono delegittimati ( ISRAELE, a sue spese, sa molto bene tutto questo )... e questo è un motivo per cui la guerra mondiale può essere soltanto procrastinata di qualche anno. Consiglio dei “Diritti Umani” dell’ONU: la Russia fuori, l’Arabia Saudita dentro [ LA SHARIAH È LA NEGAZIONE DI TUTTI I DIRITTI UMANI ] 01.11.2016URL abbreviato. ONU: La Russia perde il seggio nel Consiglio dei “Diritti Umani”. Il sorprendente esito della votazione per la riconferma dei membri del Consiglio dei Diritti Umani dell’ONU sembra quasi una punizione inferta alla Russia per la sua azione contro il terrorismo. Nella votazione svoltasi il 28 ottobre per il rinnovo del seggio nel Consiglio per i Diritti Umani delle Nazioni Unite (UNHRC), la Federazione Russa ha ottenuto 112 voti che non sono bastati per la riconferma. Con 114 voti a favore, la Croazia ne prenderà il posto. I terroristi dello Stato Islamico © AP Photo/ albaraka_news, File Siria, Russia contro ipotesi risoluzione Unhrc: favorirebbe i terroristi In un organismo sempre più screditato, l'Arabia Saudita ha ottenuto ben 152 voti nell'area asiatica, e siederà insieme a Cina, Giappone e Iraq per i prossimi tre anni. Nonostante Ryad sia una monarchia assolutista islamista (wahabita), dove sistematiche sono le violazioni dei diritti umani, e con una politica estera a sostegno del fondamentalismo islamico (operante in Siria e Iraq, ma non solo) e di aggressione manu militari contro lo Yemen, con 157 esecuzioni nel solo 2015, essa potrà comunque vantare la presenza di Faisal bin Hassan Trad come capo dell'équipe che monitorerà il rispetto dei diritti umani in giro per il mondo. Bandiera di Palestina © flickr.com/ Joi Ambasciatore palestinese: La Russia garantisce la pace nel mondo L'esclusione della Russia arriva dopo mesi incessanti di propaganda russofoba dei media occidentali. L'azione militare in Siria — autorizzata dal legittimo governo siriano, ergo nel rispetto del Diritto Internazionale — contro l'ISIS e i "terroristi moderati" sostenuti dalla Casa Bianca e dalle Cancellerie europee, ha gettato nel panico e nello sconforto coloro che già pregustavano la spartizione e lo smembramento del Vicino Oriente. L'apice della mania antirussa da parte occidentale, si è raggiunta con le ridicole accuse di "crimini contro l'umanità" ad Aleppo, città insanguinata dalle orde dello sceicco saudita Abdullah al-Muhaysini, supremo giudice del tribunale della Sharia del gruppo terroristico Jaish al Fatah (Esercito della Conquista), al-Qaeda in Siria. Con questa elezione, l'ONU punisce severamente la Nazione che più di altre combatte quotidianamente e con successo il terrorismo e il fondamentalismo di matrice islamica, un gesto che alla fine è a beneficio dei carnefici. Fonte: Controinformazione.info L'opinione dell'autore può non coincidere con la posizione della redazione. ... 184 Correlati: Accademia saudita:“La donna è un essere umano?” Quando perdi la guerra, dai la colpa alla Russia L’Arabia Saudita si compra anche l’Onu Cooperazione Russia-USA, l’arma vincente contro il terrorismo Combattere il terrorismo tutti uniti, Russia compresa
 https://it.sputniknews.com/punti_di_vista/201611013572105-russia-unhrc-consiglio-diritti-umani-arabia-saudita/
========
il Golpe della CIA a MAIDAN, per annessione imperialistica di UCRAINA nella NATO, non potrà mai essere legalizzato costituzionalmente, quindi, se KIEV non risolverà questo suo problema giuridico, attraverso una soluzione politica con Unius REI, il Regime Ucraino Rothschild Bildenberg, tutti loro devono essere tutti giustiziati! ] [ 01.11.2016 Esperto: Kiev ha ancora una chance di essere lo snodo del gas per l’Europa La Rada ucraina ha esortato l’Europa a rifiutare il gas russo scrivono i media. La proposta è assurda e Bruxelles non la supporterà, ha detto in diretta sulla radio Sputnik l’esperto in sicurezza energetica Aleksey Grivach.
https://it.sputniknews.com/archive/

Tu sei schiavo impuro dhimmi in Sharia Law: teologia sostituzione genocidio ] [ Clinton rilancia su sessismo per Trump, Ex miss universo su palco con candidata, nuovi spot su tema ] HILLARY ADESSO HA VERAMENTE SCOCCIATO! ... dice così perché lei è vecchia con il culo rattrappito ed è invidiosa che nessuno può più desiderare di toccare lei! e poi, TRUMP ha promesso che sarà certametne un uomo migliore, quindi la questione è chiusa!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2016/11/01/clinton-rilancia-su-sessismo-per-trump_167ad093-b003-4288-a56f-34f969e6d394.html

Tu sei schiavo impuro dhimmi in Sharia Law: teologia sostituzione genocidio [ Salman Saudi ARABIA shariah nazista ] tutti i codardi, massoni, tecnocrati, vigliacchi e traditori che hanno schiavizzato i popoli con il signoraggio Bancario? sono tutti nella NATO ONU NWO proprio come te!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2016/11/01/mattarella-pace-israele-palestina-non-piu-rinviabile_831826dd-0d55-4de1-8c13-e161c940422e.html

=====================
Meg Mol
se vogliono davvero aiutare la pace in quei territori martoriati da odio e violenza, dovrebbero:
- come prima cosa chiedere ad Abu Mazen di cancellare i primi 3 articoli del loro statuto. Sarebbe infatti più credibile la sua dichiarazione di avere come obiettivo la pace di due stati, se accettasse di cancellare questi articoli che escludono la possibilità di Israele di esistere:
Art. 1- La Palestina è la patria del popolo arabo palestinese; essa è parte indivisibile della patria araba e il popolo palestinese è parte integrante della nazione araba.
Art.2 La Palestina, con i suoi confini che aveva durante il mandato britannico, è un'unità territoriale indivisibile.
Art. 3 - Il popolo arabo palestinese detiene per legge ogni diritto sulla propria patria, nonché il diritto di determinare il proprio destino dopo aver ottenuto la liberazione del proprio paese in accordo con i propri desideri e secondo la propria volontà.
- chiedere all'angioletto della pace di porgere le sue scuse a tutti noi (ebrei e cristiani) per il suo discorso che ha dato il via all'intifada dei coltelli, affermando che ogni goccia di sangue versata per liberare la Spianata e il Santo Sepolcro dai nostri (ebrei e cristiani) piedi zozzi è benedetta da Allah... dovrebbe perlomeno dire che si è espresso male, perché è ovvio che il Santo Sepolcro è luogo di culto cristiano, e la Spianata è luogo di culto per le tre religioni monoteiste, in particolar modo per ebrei e ... volendo essere generosi... per musulmani.
- chiedere, sempre all'angioletto della pace, di smetterla di raccontare bufale (che poi a volte è persino costretto a smentire) come quella dei pozzi avvelenati da Israele (che si sia ispirato alle calunnie milanesi che hanno seguito la peste?), o come quella del tredicenne palestinese (che aveva mandato in coma un suo coetaneo ebreo) che Abu Mazen dava per morto (seguito dai nostri zelanti e poco affidabili media italiani), mentre il ragazzino era lievemente ferito e immortalato mentre veniva coccolato e curato in un ospedale israeliano...
- dovrebbe chiedere di non dare il nome di famosi terroristi alle scuole! (L'AUTORITÀ PALESTINESE HA DATO IL NOME DEL TERRORISTA ABU IYAD A UNA SCUOLA.
ABU IYAD, MENTE DELL'UCCISIONE DI DODICI ATLETI ISRAELIANI ALLE OLIMPIADI DI MONACO DEL 1972!!!)
e di non festeggiare più i terroristi, che hanno le mani macchiate del sangue di centinaia di vittime civili israeliane, fatti liberare con lo scambio di pochi giovani israeliani rapiti...
- dovrebbe chiedere che Stato riserverebbe ad Israele, dopo avergli rubato la sua capitale, le terre comprate legalmente e le case costruite su quelle terre.... Mah è vero, questo non è un problema... tanto sia loro che noi, siamo tutti bravi a espropriare case e vita ai soliti ebrei... anche i bravi arabi musulmani hanno già dimostrato di saper rubare terre, case, conti correnti, gioielli, ... Dal 1948 ai primi anni '50 gli ebrei che vivevano negli Stati vicini a Israele sono stati sbattuti fuori, dopo essere stati espropriati delle loro case e di terreni per 100.000 km2 --- 5 volte lo stato attuale d'Israele--- dopo essere stati privati anche dei loro soldi in banca e persino dei gioielli che indossavano...
Ma non basta, vero?
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2016/11/01/mattarella-pace-israele-palestina-non-piu-rinviabile_831826dd-0d55-4de1-8c13-e161c940422e.html
===========

Tu sei schiavo impuro dhimmi in Sharia Law: teologia sostituzione genocidio... caro mio Presidente Mattarella, grazie con tutto il mio cuore, per il tuo inestimabile intervento, e date le circostanze politiche ed internazionali tu non potevi fare di più! NOI TUTTI GLI UOMINI LIBERI DEL PIANETA, NOI TI SIAMO RICONOSCENTI! quì dicono che tu percepisci 230,000 euro all'anno di stipendio, ed io non ho nulla da obiettare per questo, cioè se tu dimostrerai di essere un garante della DEMOCRAZIA meno succube alla NATO regime Bildenberg... ma, IN PALESTINA non c'é nessuna occupazione, perché quella è tutta ISRAELE, mentre è storia: è la LEGA ARABA shariah che ha fatto occupazione e genocidi di tutti i popoli precedenti! .. ora nessuno di noi può legalizzare e legittimare: il nazismo in forma shariah, come la associazione di delinquenti SpA Rothschild FED FMI, ecc.. in ONU loro hanno fatto questo delitto shariah contro tutti i diritti umani!!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2016/11/01/mattarella-pace-israele-palestina-non-piu-rinviabile_831826dd-0d55-4de1-8c13-e161c940422e.html

Tu sei schiavo impuro dhimmi in Sharia Law: teologia sostituzione genocidio. Trump, con Clinton crisi costituzionale: 'L'inchiesta dell'Fbi durerà anni, probabile ci sarà processo', NO! quando per "ordine esecutivo 11110 " fu fatto uccidere il presidente Kennedy dai Rothschild? poi, non esiste più una Democrazia o una Costituzione in nessuna parte del mondo! http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2016/11/01/trump-con-clinton-crisi-costituzionale_d1721321-1fe9-4da8-b5be-394a2ae9bc09.html

FP ha spiegato perché Kiev ha paura di "perdere" Joe Biden. Kiev teme che l'Ucraina perderà il sostegno dell'amministrazione del futuro presidente degli Stati Uniti, in quanto non vi sarà più l'attuale vicepresidente Joe Biden, scrive Foreign Policy. E' proprio Biden che ha portato avanti il programma di aiuti di Washington all'Ucraina, e Kiev non è sicura che dopo l'elezione del nuovo presidente degli Stati Uniti, questo aiuto rimarrà lo stesso, e questo sullo sfondo di un "aumento della pressione" politica da parte della Russia, dice l'articolo. Il mandato di Biden come vice presidente sta volgendo al termine, e il prossimo presidente degli USA dovrà decidere chi assumerà il ruolo di "guardiano dell'Ucraina" scrive Foreign Policy. La bandiera dei Paesi Bassi © flickr.com/ Colm MacCárthaigh Autorità olandesi rinviano decisione su integrazione Ucraina in UE Per Kiev, la mancanza di Biden sarà "una voragine", osserva l'autore dell'articolo. Secondo lui, l'attuale amministrazione ucraina nutre la speranza per la presidenza della Clinton e, al contrario, teme quella di Donald Trump, che ha aderito al "punto di vista russo riguardo quello che sta accadendo." Se il presidente sarà Hillary Clinton, dell'Ucraina, probabilmente, si occuperà di nuovo il Dipartimento di Stato USA. Quanto a questo Biden ha già dichiarato che il dipartimento non funziona, né nell'amministrazione Clinton nel suo complesso. Fonti dell'amministrazione di Barack Obama ritengono che forse la Clinton assumerà questo ruolo, così come ha già dimostrato in passato il suo interesse per la crisi ucraina. Yulia Tymoshenko © Sputnik. Alexandr Prokopenko Ucraina, Tymoshenko accusa Poroshenko di saccheggio dei terreni agricoli L'autore osserva che il "passaggio dell'autorità" avviene in un momento delicato, tra crescenti disaccordi tra Russia e Stati Uniti e della stanchezza dell'Europa nei confronti della corruzione ucraina. Infatti è stato proprio Biden ad assumersi l'incarico di combattere la corruzione in questo paese. In particolare, ha richiesto da parte di Petro Poroshenko il licenziamento dell'ex procuratore generale Victor Shokina, minacciando in cambio di non dare a Kiev un prestito da un miliardo di dollari. Crisi economica ucraina, mendicante in centro a Kiev © AP Photo/ Efrem Lukatsky “L'Ucraina avanza verso il collasso economico e sociale con questa leadership” Nel mese di settembre Biden ha avvertito Kiev, che se le autorità del paese non manterranno le loro promesse per le riforme economiche e politiche, l'Unione Europea si rifiuterà di mantenere ulteriormente le sanzioni. All'Ucraina non è legato solo il vice presidente John Biden, ma anche suo figlio Hunter Biden. Alla fine dell'anno scorso il New York Times ha comunicato che Hunter Biden è coinvolto con la compagnia di idrocarburi ucraina Burisma Holdings, e che potrebbe essere legato al quadro di corruzione di questa società.
https://it.sputniknews.com/mondo/201611013574837-FP-spiegato-perch-Kiev-paura-perdere-Joe-Biden/


Sharia Dhimmi Schiavo AKBAR ] [ Siria: Assad, in carica fino al 2021, 'Escludo cambiamenti politici finché non vinceremo la guerra'.. EPPURE c'è OBAMA che preferisce al-NURSA, quindi anche ISIS è meglio di Assad, dato che ISIS è stato finanziato ed amato da Erdogan, ed hanno avuto i toyota, dalla Giordania! Questi politici massoni finiranno tutti per essere condannati a morte per strage genocidio e tradimento signoraggio bancario! http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2016/11/01/siria-assad-in-carica-fino-al-2021_b6abbb74-707e-4083-a2ad-16ec0786cf3c.html

Tu sei schiavo impuro dhimmi in Sharia Law: teologia sostituzione genocidio
se nel NWO esistesse o potesse esistere una qualche forma di opposizione al potere assoluto occulto ed esoterico del SpA FMI 666 NATO, poi, questa di FBI è una notizia rassicurante! [ NEW YORK, 1 NOV - Nuovo capitolo nel braccio di ferro tra Hillary Clinton e l'Fbi. L'agenzia federale ha infatti pubblicato a una settimana dal voto le carte di una vecchia indagine da tempo archiviata: quella sulla grazia concessa nel 2001 dall'allora presidente Bill Clinton a un finanziere amico, scappato in Svizzera per sfuggire alle accuse di evasione fiscale. ]
shalom my dear blessing too to you ] https://www.youtube.com/user/sonofyahweh8/discussion [ about your "Yahshua is Yahweh's literal genetic SON" what you said is true, because the "Word LIFE SON Yahshua" was generated. but certainly he could never exist a biological genetic in God, otherwise he would not have created the universe from nothing, since he Holy Spirit is inside every electron and at above all the Universe simultaneously!
ma, certo non potrebbe mai esistere una genetica biologica in Dio, altrimenti non avrebbe potuto creare dal nulla l'universo, dato che lui Santo Spirito è dentro ogni elettrone e al di sopra di tutto l'Universo contemporaneamente!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2016/11/01/nuovo-sgambetto-fbi-ira-della-clinton_8d18387f-2a67-4c7e-8111-f296d2b0f20f.html

Sharia Dhimmi Schiavo AKBAR
Nyt, Fbi ha infranto prassi concordata NELLA MASSONERIA ROTHSCHILD, Per inchieste su Fondazione Clinton, e su capo campagna Trump,E PER FINANZIAMENTI OTTUNUTI DAL NEMICO ISIS SAUDITA SALAFITA: I NUOVI DIRITTI UMANI ONU! Tu sei schiavo impuro dhimmi in Sharia Law: teologia sostituzione genocidio
se nel NWO esistesse o potesse esistere una qualche forma di opposizone al potere assoluto occulto ed esoterico del SpA FMI 666 NATO, poi, questa di FBI è una notizia rassicurante!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2016/11/02/nytfbi-ha-infranto-prassi-concordata_7275e49b-1282-4056-8e1f-09094f0738e6.html

Sharia Dhimmi Schiavo AKBAR
Nyt, Fbi ha infranto prassi concordata NELLA MASSONERIA ROTHSCHILD, Per inchieste su Fondazione Clinton, e su capo campagna Trump,E PER FINANZIAMENTI OTTENUTI DAL NEMICO ISIS SAUDITA SALAFITA: I NUOVI DIRITTI UMANI ONU! Tu sei schiavo impuro dhimmi in Sharia Law: teologia sostituzione genocidio
se nel NWO esistesse o potesse esistere una qualche forma di opposizione al potere assoluto occulto ed esoterico del SpA FMI 666 NATO, poi, questa di FBI è una notizia rassicurante!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2016/11/02/nytfbi-ha-infranto-prassi-concordata_7275e49b-1282-4056-8e1f-09094f0738e6.html


Tu sei schiavo impuro dhimmi in Sharia Law: teologia sostituzione genocidio
Sharia Dhimmi Schiavo AKBAR, SI! MA NELLE CHIESE DI SATANA I CANNIBALI DELLA CIA SPA FMI BM NWO? LORO NON SONO D'ACCORDO! NEW YORK, 1 NOV - Starbucks lancia la tazza dell'unità a una settimana dal voto. Una tazza verde, il colore di Starbucks, e bianca con facce stilizzate a rappresentare l'unità degli americani. "In un momento di grande divisione del paese, Starbucks ha voluto creare un simbolo di unità per ricordare i valori condivisi e la necessita' di di essere buoni gli uni con gli altri".
Nyt, Fbi ha infranto prassi concordata NELLA MASSONERIA ROTHSCHILD, Per inchieste su Fondazione Clinton, e su capo campagna Trump,E PER FINANZIAMENTI OTTENUTI DAL NEMICO ISIS SAUDITA SALAFITA: I NUOVI DIRITTI UMANI ONU! Tu sei schiavo impuro dhimmi in Sharia Law: teologia sostituzione genocidio
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2016/11/01/usa-2016-starbucks-lancia-tazza-unita_c56017bc-8c10-4b23-8d0e-33ccfeef7be8.html

Tu sei schiavo impuro dhimmi in Sharia Law: teologia sostituzione genocidio.. SCOMMETIAMO che al 90%, di quelli che hanno votato anticipatamente sono il partito politico occulto: dei massoni usurai farisei anglo-americani SpA FED 666 il Gufo club al Bohemian Grove, i parassiti e i sacerdoti di Satana nella 322 "teschio e ossa" ALTO TRADIMENTO SIGNORAGGIO BANCARIO? [ WASHINGTON, 1 NOV - Oltre 26 milioni di americani hanno già votato anticipatamente, circa il doppio di quanti usarono l'early voting una settimana prima delle presidenziali del 2012. Lo riferisce una analisi della Nbc. ] I MARTIRI CRISTIANI HANNO CONDANNATO A MORTE, TUTTI GLI SHARIAH E TUTTI I COMPLICI DELLE FALSE DEMOCRAZIE MASSONICHE REGIME BILDENBERG SENZA SOVRANITÀ MONETARIA COSTITUZIONALE! ecco perché voi state tutti per morire!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2016/11/01/usa-2016-hanno-gia-votato-26-milioni_00f8fefb-2e15-4253-b31b-a2967286289c.html

my ISRAEL ] qualcuno ha notizia di un qualche mio abuso? IO NON SO NULLA DI TUTTO QUESTO! [ Avviso. I tuoi contenuti hanno di recente violato le nostre norme. Non è consentita l'inclusione di spam, ad esempio tramite l'invio di contenuti promozionali o commerciali non richiesti o di proposte commerciali di massa indesiderate. Se continui, potresti perdere la possibilità di utilizzare alcune o tutte le funzionalità di Google+ e degli altri servizi Google. Ulteriori informazioni. https://plus.google.com/+NessunoUniusREI/posts/Ne16DohFGTo

MY ISRAEL [ e chi è che ti deve pugnalare alle spalle? Quelli che si dicono "fratelli in Cristo" e poi vanno a sputare sul VANGELO nella massoneria dei Bildenberg!
============

Tu sei schiavo impuro dhimmi in Sharia Law: teologia sostituzione genocidio
bisogna certamente preferire una persona rozza e sprovveduta come Trump, ma genuina.. ad un ipocrita TRADITORE Hillary VENDUTO AI SAUDITI SALAFITI SHARIAH NAZISMO E GENOCIDIO: DI CLINTON massone fariseo usuraio Rothschild SpA FMI BM Bildenberg di tutte le demoniache false democrazie senza sovranità monetaria! Se non distruggete questo NWO di Farisei anglo-americani e satanisti massoni poteri occulti? presto morirete tutti nella terza guerra mondiale nucleare! ordine esecutivo 11110 Unius REI
my ISRAEL ] qualcuno ha notizia di un qualche mio abuso? IO NON SO NULLA DI TUTTO QUESTO! https://plus.google.com/+NessunoUniusREI/posts [ Avviso. I tuoi contenuti hanno di recente violato le nostre norme. Non è consentita l'inclusione di spam, ad esempio tramite l'invio di contenuti promozionali o commerciali non richiesti o di proposte commerciali di massa indesiderate. Se continui, potresti perdere la possibilità di utilizzare alcune o tutte le funzionalità di Google+ e degli altri servizi Google. Ulteriori informazioni. https://plus.google.com/+NessunoUniusREI/posts/Ne16DohFGTo WASHINGTON, 2 NOV - Donald Trump ha invitato gli elettori che hanno usato il voto anticipato per Hillary Clinton a cancellarlo e ad esprimere la preferenza per lui. Una possibilità prevista in almeno otto Stati Usa, tra cui il Wisconsin, dove il tycoon ha lanciato l'appello. Oltre 26 milioni di americani hanno già votato anticipatamente, circa il doppio di quanti usarono l'early voting una settimana prima delle presidenziali del 2012. Lo riferisce una analisi della Nbc.
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2016/11/02/trump-a-elettori-clinton-date-voto-a-me_012c4ee0-808e-4c86-8574-6fc8ed79565d.html

Tu sei schiavo impuro dhimmi in Sharia Law: teologia sostituzione genocidio
Vietnam: INNANZITUTTO CONDOGLIANZE! ma TU smettila di fare ANTICRISTO e di perseguitare i cristiani unicamente per moticazioni ideologiche, e per fare il lecchino dei mssoni farisei e salafiti: che lroo sono le Bestie di SATANA! Vietnam: incendio in bar Hanoi, 13 morti... Pompieri, 5 ore per spegnere fiamme, propagatesi a edifici vicini.
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/asia/2016/11/01/vietnam-incendio-in-bar-hanoi-13-morti_64d67fef-e633-4012-b0ee-c1801874af8a.html

Tu sei schiavo impuro dhimmi in Sharia Law: teologia sostituzione genocidio.. tra tutte le infamie quelle di fare calunnie e sciacallaggio contro Giulio REGENI è l'atteggiamento, più vergognoso! .. perché, anche se fosse stato un informatore, certo non meritava di essere torturato a morte dai SAUDITI OCI shariah, in quel modo.. e non ha senso che EGITTO finga di avere litigato contro ARABIA SAUDITA, dopo che gli ha comprato le MISTRAL.. perché tutta la LEGA ARABA è alto tradimento e Nazismo contro l'ordine giuridico internazionale!
Consegnati a pm Roma i documenti di Giulio Regeni. Procuratore egiziano vedrà familiari di Giulio
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2016/11/01/consegnati-a-pm-roma-i-documenti-di-giulio-regeni_73e2f8d5-7335-4a15-906b-64598d48e7f8.html
======================

Il miracolo più documentato della storia della Chiesa
Ju Hui Judy Han
Catholic Link
31 ottobre 2016   
Il miracolo più documentato della storia della Chiesa di Sebastian Campos
Tendiamo a non parlare molto di miracoli ed eventi soprannaturali, perché non possono essere spiegati con la ragione. Per questo motivo abbiamo difficoltà ad “argomentare” la nostra fede. Come potremmo mai spiegare un miracolo, se non abbiamo fede?
Vogliamo condividere con voi la storia di un miracolo. Ma non un miracolo qualsiasi, bensì un miracolo ampiamente documentato, con molte prove scientifiche, documenti, testimoni e persino un atto notarile che attesta quanto accaduto. Il miracolo di cui parliamo fu infatti talmente sconvolgente che un notaio accorse sul luogo dove si verificò l’evento e ne prese atto con i propri occhi. L’evento, conosciuto come “il miracolo dello zoppo di Calanda”, avvenne nel 1640 e fu così descritta dalla voce popolare dell’epoca:
«Miguel Pellicer/ vecino de Calanda/ tenía una pierna/ muerta y enterrada./ Dos años y cinco meses,/ cosa cierta y probada,/ por médicos cirujanos/ que la tenía cortada…». (Miguel Pellicer/ nei pressi di Calanda/ aveva una gamba/ morta e sepolta./ Due anni e cinque mesi,/ cosa certa e provata,/ dai medici chirurghi/ che l’avevano tagliata…)
La cosa meravigliosa della storia di Miguel Pellicer (il giovane amputato) è che non si poté contraddire né mettere in discussione, perché vi furono molti testimoni. L”inchiesta fu aperta dal sindaco, che chiese alla Chiesa di occuparsene. L’arcivescovo locale, Padre Pedro Apaloaza, accettò. Siccome la questione creò molto scompiglio, tutto il processo fu pubblico. Le dichiarazioni, le testimonianze e tutto ciò che fu oggetto di indagine venne reso pubblico affinché tutti potessero prenderne visione e, se necessario, confutare prontamente tali dichiarazioni.
Terminata l’indagine, il 27 aprile 1641 l’arcivescovo di Saragozza firmò la sentenza: «Dichiariamo che a Miguel Juan Pellicer, nativo di Calanda, fu restituita miracolosamente la gamba destra, che in precedenza gli era stata amputata; e che non è stato un fatto operato dalla natura, ma opera mirabile e miracolosa; e che si deve giudicare per miracolo, secondo tutte le condizioni richieste dal Diritto.».
Partendo da questo miracolo, così pieno di basi logiche e prove tangibili, vi diamo alcune idee che potete condividere con coloro che fanno apostolato, per poi chiedere la loro opinione su questo ed altri eventi miracolosi.
LEGGI ANCHE: Il miracolo che ha confermato la santità di José Sánchez del Río
Il mistero della «risurrezione della carne»
Pochi giorni fa la Chiesa si è pronunciata su cosa fare con i cadaveri dei defunti, soprattutto se il corpo è stato cremato e la famiglia desidera disperdere le ceneri.
Non è solo una questione di voler mantenere rigide alcune regole; il punto è che, in quanto cattolici, crediamo che risusciteremo completamente. Non sarà soltanto la nostra anima a resuscitare, ma anche il nostro corpo. Ecco il perché (tra le altre ragioni) dell’esortazione a conservarlo in un luogo unico e a non disperdere le ceneri in mare, ad esempio. La gamba morta dello “zoppo di Calanda” è risorta! La sua carne, morta e sepolta, è tornata in vita. Proprio come spiegato dal Catechismo:
«Il termine “carne” designa l’uomo nella sua condizione di debolezza e di mortalità. La “risurrezione della carne” significa che, dopo la morte, non ci sarà soltanto la vita dell’anima immortale, ma che anche i nostri “corpi mortali” (Rm 8,11) riprenderanno vita» (Catechismo 990).
I miracoli forniscono delle basi logiche attraverso le quali fortificare la nostra fede
Non si tratta di una pura ostentazione da parte di un Dio che vuole mostrare i Suoi superpoteri all’umanità affinché restiamo a bocca aperta guardando al cielo. No. Attraverso questi eventi, che la ragione non può negare, il Signore vuole rafforzare la nostra fede, spesso indebolita dalla mancanza di argomentazioni e schiacciata dalle elaborazioni del nostro pensiero. Il Catechismo lo spiega in questo modo:
«(…) Dio ha voluto che agli interiori aiuti dello Spirito Santo si accompagnassero anche prove esteriori della sua rivelazione. Così i miracoli di Cristo e dei santi, le profezie, la diffusione e la santità della Chiesa, la sua fecondità e la sua stabilità “sono segni certissimi della divina rivelazione, adatti ad ogni intelligenza”, sono motivi di credibilità i quali mostrano che l’assenso della fede non è affatto un cieco moto dello spirito» (Catechismo  nº156).
L’intercessione della Madonna ha sempre accompagnato la vita della Chiesa
Dalle nozze di Cana ai giorni nostri, l’intercessione della Vergine Maria continua ad essere per noi motivo di speranza e consolazione. Ecco perché ripetiamo più volte: «Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte», perché sappiamo che la sua preghiera arriva alle orecchie di Gesù e diventa reale nelle nostre vite.
Miguel, lo zoppo di Calanda, ha mendicato per due anni all’esterno del santuario della Madonna del Pilar; prendeva l’olio presente nelle lampade sacre e si ungeva il moncone della gamba, credendo che in questo modo la Vergine l’avrebbe aiutato. Lei stessa gli apparve in sogno, nella notte in cui recuperò l’uso della gamba. E, come raccontato dalla madre, la casa era avvolta da una fragranza che di solito non aveva, tipico segno di una visitazione della Madonna.
Il miracolo dello “zoppo di Calanda” costituisce probabilmente uno degli eventi in cui Dio si sia manifestato in modo più palese, abbandonando la Sua solita discrezione, per rendersi visibile all’umanità e fortificare la nostra fede.
http://it.aleteia.org/2016/10/31/miracolo-zoppo-calanda-piu-documentato-storia-chiesa/?utm_campaign=NL_it&utm_source=daily_newsletter&utm_medium=mail&utm_content=NL_it

La più grande operazione della seconda guerra mondiale
by sitoaurora

Agosto 1945: l'URSS sconfigge il Giappone
Bruno Birolli, Fascinant Japon

75b09cc90b375e5d5b717275e13Il 15 agosto 1945, l'imperatore Hirohito ordinava via radio al popolo giapponese di "sopportare l'insopportabile". L'"insopportabile" era la resa incondizionata negata con forza finché il Giappone fu l'ultimo Paese dell'Asse a continuare la guerra. Cosa spinse Hirohito a chiedere la pace, dopo esser rimasto in silenzio o complice del militarismo giapponese nei quattordici anni di guerra voluti dal Giappone in Asia e Pacifico? La risposta che viene in mente è l'impatto devastante del bombardamento atomico di Hiroshima il 6 agosto 1945 e di Nagasaki il 9 agosto 1945. Fu la distruzione delle due città ridotte in cenere da tali armi terrificanti che costrinse Tokyo ha gettare la spugna. Tale analisi trascura un fattore cruciale: l'entrata in guerra dell'Unione Sovietica il 9 agosto 1945, tre giorni dopo Hiroshima e Nagasaki, poche ore prima della fulminea conquista della Manciuria da parte dell'Armata Rossa durante ciò che fu la più grande operazione militare della seconda guerra mondiale. La guerra al Giappone fu contemplata da Stalin fin dal 1943, ma voleva evitare che l'URSS combattesse ad ovest e ad est, decidendo l'impegno militare in Asia non prima dell'eliminazione della Germania nazista. Alla conferenza di Jalta nel febbraio 1945, Stalin disse che avrebbe attaccato il Giappone tre mesi dopo la fine delle operazioni in Europa, per dare all'Armata Rossa il tempo di schierarsi in Estremo Oriente. Ad aprile, quando il regime nazista era moribondo, Stalin denunciò unilateralmente il patto di non aggressione che l'Unione Sovietica firmò con il Giappone nel 1941. Da maggio, Stalin trasferì lungo il fiume Amur il corpo d'armata che sconfisse la Germania. Nel luglio 1945, alla Conferenza di Potsdam, ex-residenza del re di Prussia Federico il Grande, Stati Uniti, Gran Bretagna e Repubblica di Cina rinnovarono l'ultimatum minacciando il Giappone di "distruzione totale" se non deponeva le armi. In apertura della conferenza, il presidente degli Stati Uniti Harry Truman avvertì Stalin che gli Stati Uniti avevano testato un paio d'ore prima la bomba atomica e che decisero di utilizzare questa arma contro il Giappone. Tuttavia, tutt'altro che convinto che l'atomo ponesse fine alla guerra, Truman insistette ancora una volta che l'URSS s'impegnasse subito. Stalin accettò, voleva la sua parte dallo smembramento dell'impero giapponese. Ai primi di agosto 1945, l'Armata Rossa era pronta. In tre mesi, più di un milione e mezzo di soldati, 30000 pezzi di artiglieria e lanciarazzi, circa 5500 carri armati e cannoni d'assalto, 86000 autoveicoli e 3800 aerei attraversarono la Siberia, ammassandosi sul confine del Manchukuo, lo pseudo-Stato creato nel 1932 dai militari giapponesi dopo l'incidente di Mukden. La più grande operazione militare della seconda guerra mondiale era in preparazione. L'Armata Rossa non aveva mai concentrato tanti mezzi. Ma è vero che si lanciò alla conquista di un territorio grande quanto l'Europa occidentale.

Il piano di difesa giapponese
  Di fronte l'Armata Rossa agguerrita da quattro anni di combattimenti contro la potente Wehrmacht, sostenuta da un'industria bellica a pieno regime e indenne, che vantava una rete di comunicazione certamente ridotta ma intatta, il Giappone era solo l'ombra di se stesso. I suoi centri industriali venivano regolarmente rasi al suolo dall'Aeronautica statunitense. I suoi collegamenti marittimi con i territori ancora in possesso tagliati dalla flotta sottomarina e di superficie degli USA che, resa audace dall'assenza di risposta dei giapponesi, lanciava incursioni sulle coste dell'arcipelago e tutte le navi giapponesi ancora in navigazione. Il Giappone conservava ancora un'ultima carta: la Manciuria. La maggior parte delle città della Manciuria era fuori dalla portata dei bombardieri degli Stati Uniti e fu risparmiata. I raid aerei tentati contro Shenyang, come poi fu chiamata Mukden, ed altri centri industriali causarono pochi danni. L'armata principale dell'esercito imperiale prima del 1941, l'Armata del Kwantung in Manciuria, pur suddivisa, con il corpo che occupava il resto della Cina, erano le ultime forze del Giappone. Questo esercito di 700000 uomini, sulla carta, in realtà fu ridotto dai prelievi volti a rafforzare fronti come in Birmania. Se, in base ai criteri giapponesi, l'esercito Kwantung era ben equipaggiato, rispetto agli Alleati veniva surclassato nella maggior parte dei settori. Non aveva cannoni anticarro: i cannoni anticarro Modello 97 e Modello 98 (da 20 mm) e Modello 41 (da 47 mm) erano scadenti nei confronti delle pesanti corazzature sovietiche. I suoi blindati erano per lo più cingolette Modello 94 e 97 Te-Ke, e carri armati leggeri Modello 95 Ha-Go, progettati per supportare la fanteria e non per duellare con altri carri armati. I cannoni dei carri armati medi Modello 89 Chi-Ro, 94 e l'ultimo nato 97 Chi-Ha, non potevano perforare l'acciaio delle controparti sovietiche, ed erano molto vulnerabili alle potenti cariche sagomate degli avversari. L'Armata del Kwantung scontava la scelta del Comando di sacrificare i blindati alla fedeltà a una dottrina basata sulla fanteria e il risparmio (1). L'Aeronautica, circa 2000 velivoli, fu spogliata dei mezzi migliori, consegnati agli squadroni dei kamikaze nel Pacifico. La fanteria, chiave di volta del Kwangtung, fu gonfiata dall'immissione di ausiliari locali e coreani coscritti, che non avevano né la fedeltà né la tenacia degli effettivi giapponesi. Fu formata la cavalleria dei russi bianchi inquadrata dal partito fascista pan-russo del generale zarista V. A. Kislitsin, ma il suo valore militare era trascurabile (2). Infine, il comando non era dei più brillante: gli ufficiali più competenti erano finiti sotto il fuoco in altre aree.
Di fronte alla minaccia sovietica, l'Armata del Kwantung optò per una strategia ispirata alle battaglie del Pacifico. Non colpiva più l'avversario con tutte le forze alla ricerca della battaglia di annientamento, puntando sull'impatto frontale quale principio strategico più insegnato in Giappone dal 19° secolo. Dalla fine del 1942, i giapponesi erano sulla difensiva. Si trinceravano in capisaldi ingegnosamente sistemati per fare pagare a caro prezzo all'avversario l'avanzata. L'aggressività offensiva, la strategia dell'esercito imperiale, era divenuta una guerra di logoramento disposta a sacrificare fino all'ultimo uomo, nella speranza di esaurire l'avversario. Consapevole del fatto che le pianure centrali della Manciuria erano terreno per i carri armati sovietici, il piano giapponese mirava a rallentare l'Armata Rossa una volta che attraversava il fiume Amur, per dare il tempo all'Armata del Kwantung di ritirarsi nelle zone montuose al confine con la Corea. Influenzato dalla certezza che il soldato giapponese fosse il migliore del mondo, il comando giapponese intese riconquistare il vantaggio forzando i sovietici a combattere a piedi in queste aree boschive e scoscese, avverse ai carri armati. L'esperienza contro gli statunitensi nel Pacifico si rifletté ancora una volta: l'esercito imperiale abbandonò gli spazi aperti, le spiagge nel caso delle isole del Pacifico, sottolineando le infinite possibilità delle fortificazioni nel terreno accidentato e mimetizzate nella vegetazione. Dietro il piano giapponese si nascondeva un vecchio pensiero strategico. L'obiettivo non era tenersi la Manciuria, sapendone i giapponesi la vulnerabilità, ma fare di questa regione una zona cuscinetto a protezione della Corea. Annessa all'Impero nel 1910, separata dal Giappone dallo stretto di Tsushima, largo appena 100 km ed ancora più facile da attraversare, dato che in mezzo vi è l'isola che da il nome a questo canale tra Mar del Giappone e Mar Giallo, la penisola è un trampolino di lancio ideale per lo sbarco nell'arcipelago. Per bloccare questa porta, il Giappone entrò in guerra contro la Russia nel 1904. E seguendo lo stesso ragionamento, l'Armata del Kwantung preparò un santuario al confine coreano. I giapponesi vi arrivarono dopo la revisione strategica iniziata mezzo secolo prima. Se durante la prima guerra cino-giapponese (1896) e la guerra russo-giapponese tale discussione fu rilevante, nell'estate 1945 non aveva nulla a che fare con la comprensione razionale dei rapporti di forza, dimostrando il vuoto dottrinale dell'esercito imperiale compensata da una fede incrollabile nel senso di sacrificio del soldato giapponese nell'invertire il corso della storia.
In sintesi, l'obiettivo non era battere i sovietici, ma fare lo stesso di ciò che i giapponesi tentavano per fare esaurire gli statunitensi nel Pacifico. Non più la sconfitta ma suscitare disgusto nell'avversario provocando vittime a un livello insostenibile. Il piano giapponese aveva un difetto strutturale: l'errore ripetuto rigidamente dall'alto comando giapponese dagli anni Trenta. Le sue aspettative erano solo proiezioni di come i giapponesi avrebbero diretto la campagna se avessero mantenuto l'iniziativa. Il loro ragionamento corrispose perfettamente ai mezzi a disposizione dei militari, ma ignorò i profondi cambiamenti che la guerra in Europa comportò tra il 1939 e il 1945. Nel 1931, carente in blindati, tranne pochi carri Renault T4, mai utilizzati per il gelo, l'Armata del Kwantung conquistò la Manciuria seguendo le linee ferroviarie. I giapponesi dedussero quindi che i sovietici avrebbero fatto lo stesso. E dato che il confine con la Mongolia era inaccessibile via treno, i giapponesi non rafforzarono quel settore lasciandolo scoperto. Eppure è proprio da lì che i carri armati sovietici entrarono scatenando una delle blitzkrieg più brutali della Seconda Guerra Mondiale.

L'offensiva sovietica
7267051Il 9 agosto 1945, alle quattro del mattino, l'Armata Rossa iniziò l'offensiva. I servizi segreti sovietici compresero le intenzioni giapponesi e le operazioni furono adattate di conseguenza. L'offensiva generale seguì tre linee, ognuna con una funzione molto specifica. Un attacco in direzione est-ovest dalla provincia marittima tra Khabarovsk e Vladivostok. Allo stesso tempo, le forze sovietiche passavano il fiume Amur e si lanciavano verso il sud. Ma questi due fronti non erano volti a sferrare il colpo fatale: erano diversivi per spezzare, bloccare e ingannare l'Armata del Kwantung. Il cuore dell'offensiva sovietica partiva dalla Mongolia dove, con una manovra a tenaglia nella steppa, i sovietici intendevano massimizzare l'esperienza sui corazzati appresa contro i tedeschi. L'armamento di questi tre fronti corrispose esattamente al ruolo assegnatogli. I fronti orientale e settentrionale concentravano la gran parte dell'artiglieria pesante e della fanteria d'assalto per distruggere i bunker al confine, mentre il corpo occidentale la cui missione era effettuare lo sfondamento, era formato soprattutto da unità corazzate tra cui le famose divisioni d'élite della Guardia. Ben informati sui punti deboli dei mezzi anticarro dell'Armata del Kwantung grazie agli emigrati russi stabilitisi in Manciuria e ai disertori coreani e cinesi del Kwangtung, i sovietici deliberatamente si privarono del T-34, meglio armato ma troppo pesante per le paludi confinanti la Mongolia, a favore dei carri leggeri di vecchio modello ma molto più veloci. La chiave del successo del piano sovietico era la velocità. L'isola di Sakhalin, la cui metà meridionale era giapponese dalla guerra russo-giapponese, non fu dimenticata. L'11 agosto, i sovietici sfondarono la linea dei bunker che segnava il 50° parallelo sul confine tra i due Paesi. Lo stesso giorno sbarchi avvennero a nord delle coste orientali della Corea.
L'Armata Rossa usò tutte le tattiche con cui schiacciò la Wehrmacht, sbarramenti d'artiglieria fenomenali, bombardamenti aerei implacabili sulle retrovie, movimenti avvolgenti di concentramenti corazzati. Tuttavia, ad est, i sovietici impiegarono in modo innovativo flottiglie di chiatte e monitor in sostituzione di carri armati e artiglieria ostacolati dalle paludi gonfie per le piogge estive e dall'assenza di strade percorribili. Queste chiatte pesantemente armate risalirono il fiume Sungari (affluente del fiume Amur che attraversa la Manciuria) e permettevano con un pescaggio di 15 cm gli sbarchi al tergo dei capisaldi giapponesi. Queste operazioni, supportate da onnipresenti aerei, rimangono nella storia un raro esempio di guerra fluviale in acqua, terra e cielo. La scommessa del comando giapponese di bloccare o almeno ritardare l'Armata Rossa fallì. Costantemente sopraffatta, la Kwantung non poté riorganizzarsi. La fanteria giapponese tuttavia mostrò un fanatismo che sconvolse i veterani più incalliti dei pesanti combattimenti in Europa. Mai i tedeschi dimostrarono tale determinazione. Per compensare l'assenza di armi anticarro, i soldati giapponesi si gettarono in massa sotto i cingoli dei corazzati stringendo una mina o un carico di dinamite sul petto. I contrattacchi furono condotti come nel Pacifico, assalti banzai con la baionetta che i sovietici falciarono senza pietà (1). Questi sacrifici furono vani. Nonostante la resistenza suicida la Kwangtung crollò. L'Armata del Kwantung pagò il prezzo di una concezione della guerra obsoleta. I giapponesi non capirono il ruolo svolto dai blindati nella Battaglia di Khalkhin Gol, o incidente di Nomonhan per i giapponesi, contro i sovietici sei anni prima. Tuttavia, tali scontri limitati e diffusi da maggio a luglio 1939, furono un campo di addestramento per il futuro Maresciallo Georgij Zhukov. E' in questa zona infestata da zanzare, tra la Mongolia e il Manciukuo, che i sovietici perfezionarono i principi dell'interazione tra artiglieria, blindati e fanteria d'assalto che poi opposero con successo ai tedeschi e portarono al culmine contro i giapponesi nell'agosto 1945.

Il sollievo degli Stati Uniti
1-image1308371029_type1 Non più di quanto gli statunitensi non informarono i sovietici sui dettagli del bombardamento di Hiroshima e Nagasaki, Stalin mantenne segreta la data dell'offensiva contro il Giappone. Alla notizia dell'invasione della Manciuria, gli statunitensi si sentirono sollevati. Il Viceammiraglio John H. Cassady, il secondo in comando nelle operazioni navali, subito espresse il sentimento degli statunitensi. Il blocco del Giappone era imperfetto a causa del Mar del Giappone, "non avevamo alcuna base in questa regione e anche se la Marina Imperiale era stata distrutta, portare le nostre navi in un mare chiuso era una manovra rischiosa. È evidente che i nuovi (l'entrata in guerra dell'URSS) risolvono il problema. Ora il Giappone sul fianco nord-ovest non solo affronta uno dei più grandi eserciti del mondo, ma questi territori consentiranno potenti attacchi aerei contro i suoi impianti militari e industriali... Ora possiamo preparare l'invasione del Giappone con fiducia. Questo non vuol dire che la guerra è vinta. Ma la nostra missione s'è ridotta e abbiamo tutte le ragioni per credere che il tempo si è notevolmente ridotto". (2) Il New York Times credeva che il Giappone fosse in una situazione ancora più disastrosa della Germania dopo il fallimento dell'ultimo contrattacco nelle Ardenne. Il giorno dopo, lo stesso giornale espose la sua analisi: "La speranza che il Giappone continui a dividere gli Alleati respingendo l'assalto finale facendolo pagare caro agli alleati con gli attacchi suicidi, è ormai andata. L'impero usurpato è diviso in due dalle forze anglo-statunitensi in mare e in Cina e con le isole oggetto del blocco e di raid aerei devastanti; il Giappone subisce l'assalto diretto sull'ultima posizione, per molti aspetti più solida, la Manciuria. Qui è dove il Giappone ha consolidato le sue industrie di guerra e basa le forze più potenti rimastegli, la Kwantung... Come la Germania, il Giappone deve ora condurre una guerra su due fronti, ancora meno in grado di condurla dell'ex-alleata". Il Generale Douglas MacArthur vide chiaramente il vantaggio militare dell'intervento sovietico, trasmettendo il giorno dell'entrata in guerra dell'URSS la seguente dichiarazione: "Sono felice dell'entrata in guerra dell'Unione Sovietica contro il Giappone. Rende possibile una vasta manovra a tenaglia, che non può non distruggere il nemico. In Europa, la Russia era l'est, gli alleati l'ovest. Ora siamo l'est e la Russia è l'ovest, ma il risultato sarà lo stesso". (3) I sovietici liberarono gli statunitensi dalla paura di vedere la Kwangtung in Manciuria trasferita e trincerata in Giappone. Quindi, al momento, più che l'effetto dei due bombardamenti atomici, ancora stimati male, fu l'impatto dei sovietici in guerra che segnò gli strateghi statunitensi.

Hirohito si reincarnò pacifista
16541-img_2 Le reazioni nel Palazzo Imperiale alla distruzione di Hiroshima, all'attacco sovietico e al bombardamento di Nagasaki sono ancora poco note. I partecipanti alle discussioni le tennero segrete o diedero informazioni parziali e favorevoli all'imperatore. Questi tre eventi avvennero troppo rapidamente per dare all'entourage di Hirohito forti argomenti per costringere i militari a cedere le armi. Per salvare il trono, andava reinventato il suo occupante. Il capo bellicoso e indifferente al destino dei suoi sudditi in guerra, Hirohito, divenne in quei giorni decisivi un benevolo pacifista prigioniero di una consorteria estremista (4). Dopo aver esitato nella notte, Hirohito ordinò a Kido Koichi, guardiano del sigillo imperiale e consigliere più stretto, di scrivere il testo che poneva fine alla guerra. Per evitare qualsiasi suggerimento che potesse, in un modo o nell'altro, testimoniare contro l'imperatore e renderlo responsabile della guerra e della sconfitta, i due studiosi incaricati di redigere il testo lottarono per tre giorni prima di redigere una copia in stile arcaico greve di contorsionismi a malapena comprensibili. Il testo finale fu presentato ad Hirohito la notte del 14 agosto 1945 e lo lesse alla radio il giorno dopo, a mezzogiorno. La sconfitta della Germania e l'entrata in guerra dell'URSS furono evocate da questa frase criptica: "La tendenza generale nel mondo si è rivoltata contro i nostri interessi". L'allusione alla bomba atomica è tuttavia più esplicita: l'enorme potere distruttivo dell'atomo impressionò e per salvare "la civiltà umana... dalla totale estinzione" che il Giappone si arrese, anche se quella parola, resa, non fu mai pronunciata. Anche prima della fine delle ostilità, la storia della Seconda Guerra Mondiale fu riscritta. Nelle settimane seguenti la capitolazione, il ruolo svolto dall'URSS nella sconfitta del Giappone fu riconosciuto. Naruhiko Higashikuni, nominato primo ministro il 16 agosto 1945, ammise nel suo primo discorso al parlamento del 5 settembre 1945 che la dichiarazione di guerra dell'Unione Sovietica mise il Giappone nella "peggiore situazione possibile". Allo stesso tempo, il capo del governo di transizione riprese il mito della bomba atomica come unica causa della sconfitta giapponese. Fu per salvare il Giappone e la sua popolazione da tali terribili bombe che Hirohito cedette le armi "nell'interesse della pace e dell'umanità". (5)
Negli anni, tale racconto si sviluppò. L'invasione della Manciuria nel 1931 e della Cina nel 1937 e la campagna in Manciuria nel 1945, altra tappa fondamentale della seconda guerra mondiale in Asia, furono ignorate. Non fu per gli errori strategici che il Giappone perse la guerra, ma per l'uso da parte degli statunitensi di armi inumane. Il riflesso naturale degli storici nel concentrarsi sulla parte degli Stati Uniti nella storia radicò tale visione. Ma dimenticare il ruolo dell'URSS fu anche motivato politicamente. Se la guerra fredda non era ancora iniziata ai primi di settembre 1945, gli statunitensi impedirono l'occupazione sovietica del Giappone, divenuto affare esclusivamente statunitense, se si prescinde dalla presenza di un piccolo contingente australiano ad Hiroshima che non ebbe alcun ruolo politico. Riconoscere i meriti dell'Armata Rossa avrebbe concesso un posto all'URSS nella riorganizzazione della società giapponese. La guerra fredda scoppiò in Asia prima che in Europa, aggravata dal confronto militare in Cina con la guerra civile vinta da Mao Zedong (1949) e in Corea (giugno 1950). Concentrarsi sul bombardamento di Hiroshima e Nagasaki e ripulire Hirohito furono essenziali per fare del Giappone il pilastro asiatico del sistema di difesa degli Stati Uniti.
1) U.S. War Department, Handbook on Japanese Military Force, 1944, Louisiana State University Press, Baton Rouge, 1991.
2) Sabine Breillard. Harbin and Manchuria: Space, and Idendity, Duke University Press, Durham N.C., 2000.
3) Sabine Breillard. Harbin and Manchuria: Space, and Idendity, Duke University Press, Durham N.C., 2000.
4) The New York Time, 9 agosto 1945.
5) William Manchester, American Caesar, Douglas MacArthur 1880-1964, Little, Brown and Company, Boston Toronto, 1977, p 438-439.
6) Herbert P. Bix, Hirohito and The Making of Modern Japan, Perennial, New York, 2001.
7) The New York Time, 6 settembre 1945.
==============
====
Mattarella incontra Abu Mazen
Rivlin: "Israele pronta alla pace" .. Dopo aver incontrato il presidente israeliano Reuven Rivlin, il Capo dello Stato Sergio Mattarella visiterà oggi Betlemme dove troverà ad aspettarlo il presidente palestinese Abu Mazen (Mahmoud Abbas). Rivlin nel vertice di ieri ha ribadito a Mattarella che “Israele è pronta al dialogo per portare avanti la pace” (La Stampa) mentre il presidente italiano, sottolineando l'amicizia indissolubile tra Italia e Israele, ha espresso preoccupazione per lo stallo nei negoziati tra palestinesi e israeliani (Corriere). Intervistato sia dalla Stampa sia da Repubblica, il presidente dell'Autorità nazionale palestinese Abbas cerca di portare acqua al suo mulino e chiede a Mattarella e Renzi di riconoscere lo Stato palestinese, come fatto da alcune nazioni europee (Rivlin invece ha spiegato che l'unica strada sono i negoziati diretti e non iniziative di paesi terzi o della comunità internazionale). “Noi siamo per i due Stati, per la pace, contro la violenza armata, per l'iniziativa araba e per quella francese, ciò che manca lo deve chiedere al premier Netanyahu”, dice il capo dell'Anp ai media, accusando Netanyahu di non voler sedersi al tavolo delle trattative. Il Primo ministro israeliano però negli scorsi mesi ha più volte invitato Mahmoud Abbas a incontrarsi e riaprire i negoziati. E questo Abbas sembra dimenticarlo mentre rivendica come positiva la vergognosa risoluzione dell'Unesco, condannata da più parti. In attesa poi delle elezioni che si dovrebbero tenere sia in Cisgiordania sia a Gaza, il presidente dell'Anp spiega al direttore de La Stampa Maurizio Moliniari la natura dei contrasti con Hamas ovvero che “non abbiamo sostenuto le loro guerre con Israele nel 2006, 2008 e 2014. Siamo contro gli attentati, il terrore e i lanci di missili contro Israele come, certo, siamo anche contro i bombardamenti israeliani su Gaza. Loro perseguono la violenza, noi no”. Eppure Israele ha chiesto più volte ad Abbas di esprimersi chiaramente contro la cosiddetta intifada dei coltelli e contro l'istigazione all'odio presente anche nelle sue file (il movimento Al Fatah), ma ancora aspetta queste parole.

Pizzaballa: “Su Gerusalemme, l'Unesco ha sbagliato”. Tra gli incontri odierni del presidente Mattarella anche quello con l'amministratore apostolico del Patriarcato monsignor Pierbattista Pizzaballa. Intervistato da Avvenire, Pizzaballa parla della risoluzione Unesco su Gerusalemme e spiega che “quel testo, per come è stato scritto, non era necessario. Soprattutto da parte di un'istituzione internazionale che opera per favorire la pace”. Altro tema toccato, il rapporto del mondo cattolico in Israele con ebraismo e islam: “Non sono mai scontati, richiedono spesso di dover ricominciare. Perché c'entra sempre la politica, nel dialogo con ebraismo e islam. - Pizzaballa - Il dialogo con le comunità e i capi religiosi va sempre avanti, ma poi la politica riveste con loro un ruolo importante”.

Brexit, l'effetto sull'ebraismo d'Oltremanica. “Gli ebrei britannici si scoprono tedeschi”, scrive il Corriere della Sera, raccontando del nuovo trend di una parte del mondo ebraico d'Oltremanica, che, grazie alle origini tedesche, sta chiedendo alla Germania di ottenere la cittadinanza. “È per certi versi ironico che la nostra Associazione impegnata per decenni ad aiutare gli ebrei, a farli naturalizzare in Gran Bretagna, adesso si trovi nella situazione di assistere persone che intendono acquisire cittadinanza e passaporto tedesco o austriaco”, spiega Michael Newman, presidente della Associazione degli Ebrei Rifugiati. Oliver Marshall, inglese figlio di ebrei della Germania, sintetizza così il suo stato d'animo: “La Brexit significa chiudere le porte, ottenere il passaporto tedesco significa per noi riaprirle”.

Da Roma, torna il Viaggio della Memoria. L'evento si terrà dal 6 all'8 novembre con 136 studenti di 34 scuole romane (e 35 docenti) che si recheranno nei luoghi della tragedia accompagnati dal sindaco della capitale, Virginia Raggi e dal presidente della Comunità ebraica di Roma, Ruth Dureghello. Con loro anche due sopravvissuti ai campi di concentramento, Sami Modiano e Tatiana Bucci (Avvenire).

Cavaglieri al Museo della Padova Ebraica. Fino al 22 gennaio 2017 il Museo della Padova ebraica espone “Materia de sensi”, una mostra temporanea dedicata al pittore rodigino Mario Cavaglieri (1887 -1969). Proveniente da una facoltosa famiglia di origine ebraica di Rovigo, fu uno dei più grandi maestri del 900 e dipinse per tutta la vita splendidi interni in stile Liberty. Trascorse più della metà della sua vita a Parigi, dove la sua pittura fauvista venne rafforzata dal contatto con Vuillard e Bonnard. Attento all'eleganza e alla bellezza, rivolge spesso il suo sguardo verso gli oggetti preziosi (Corriere del Veneto).

Daniel Reichel twitter @dreichelmoked
==============
Devote yourselves to prayer, being watchful and thankful.
(Colossians 4:2) COMMUNICATION WITH GOD.. Pastor Ha’s church in Vietnam grew from twenty-nine to over 5,000 in just a few years during the communist regime in the late 1970’s. When asked the secret of this phenomenal church growth, Pastor Ha replied, “I have a very simple theology. When you have problems, pray! When you have more problems, pray more!” Every morning this church had a well-attended prayer meeting at six a.m. And the church grew and grew. Although they were constantly living under pressure, there was one scripture text chosen for the wall of their sanctuary, “In everything give thanks.”
And yet after his years of imprisonment, Pastor Ha said, “When I had my freedom, I worked with prayer sometimes in the background. In prison, I discovered that prayer is everything. It’s like a pilot using a checklist before he takes off. If he skips the first item, many lives might be in danger. The first item on our checklist should always be prayer. If we skip it, the whole mission is in jeopardy.”
Vietnamese Pastor Cuong also spent over six years in prison. He says this about prayer:
In my work I was so busy I had no time to pray. But in prison, I was thankful to God that He gave me time for prayer. I had about six hours of prayer every day. I had time to recall every member of my congregation to pray for them. Before that, although I served the church, I didn't have enough time to pray for them. I learned about the real presence of God in prayer there. When you kneel down and pray wholeheartedly with the Lord, you feel His answer right there.
All of the world's major religions emphasise prayer. The Buddhists repeat their prayers fervently, although they do not believe anyone is listening. The Hindus pray regularly, believing one of their many Hindu gods may be listening, but they do not really expect any response to their prayers. The Muslims pray five times a day. They believe that Allah is listening, but he will not alter his plans to meet their needs.
Devout Buddhists, Hindus and Muslims consider Christianity a prayerless faith, because they rarely see Christians praying. Yet we believe — and know — we have a God who not only hears our prayers, but also will answer them in mighty power!
RESPONSE: Today I recommit to spending time in communication — prayer — with my Lord.
PRAYER: Pray that all Christians in prison will experience God’s presence in a special way today.
=========
======
Mattarella incontra Netanyahu poi va a Tel Aviv per il Meis
Si conclude oggi il viaggio del Presidente Sergio Mattarella in Israele. Primo appuntamento, l'incontro con il Primo ministro Benjamin Netanyahu a Gerusalemme, poi la delegazione italiana si sposterà a Tel Aviv dove il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini presenterà, al Museo Eretz Israel, il grande progetto del Museo Nazionale dell'Ebraismo Italiano e della Shoah di Ferrara. A intervenire davanti al Capo dello Stato, il presidente del Meis Dario Disegni, il direttore Simonetta Della Seta, e la Presidente dell'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane Noemi Di Segni.
Terminato l'incontro, Mattarella tornerà in Italia per recarsi nelle zone terremotate (Il Sole 24 Ore). I quotidiani di oggi, intanto, dedicano spazio al vertice tenutosi ieri a Betlemme tra il Presidente italiano e quello palestinese, Mahmoud Abbas: Ugo Magri su La Stampa apre riportando le parole di Abbas  in merito alla collaborazione con le autorità israeliane sul fronte della sicurezza ma richiama anche i suoi attacchi a Israele (tra cui l'accusa “di voler cambiare i connotati di Gerusalemme, sacra per tre religioni”, ovvero quello che è accaduto con la risoluzione dell'Unesco proposta proprio dai palestinesi).
Una valutazione più complessiva della visita in Israele e nei territori palestinesi di Mattarella, quella invece firmata da Angelo Piccariello su Avvenire: “Mattarella – si legge - non ha rinunciato a svolgere un ruolo attivo, facendo leva sul grande ascolto che il nostro Paese ha da entrambi le parti di un processo di pace che vive una fase di 'stallo', come ha detto lo stesso capo dello Stato in questi giorni”.

Entrando a Mosul, l'ultima battaglia. L'esercito iracheno è riuscito a sfondare ed entrare – dopo un lungo assedio - nella roccaforte dell'Isis in Iraq, Mosul. Sul Corriere, in prima pagina, il racconto di una battaglia che “ora si fa più delicata” e sarà casa per casa: “L'Isis sta spostando il meglio dei suoi circa 5.000 uomini dalla sponda orientale del Tigri a quella occidentale. Qui – scrive Lorenzo Cremonesi - si trova la parte vecchia della città, con il suo dedalo di vicoli, cortili e stradine che possono trasformarsi in trappole mortali per qualsiasi esercito”. “Ho visto gli uomini di Daesh (Isis) scappare da una casa all'altra. - racconta a Repubblica un soldato iracheno - Ma quando vedono che stiamo arrivando, loro costringono le famiglie rimaste a uscire, mettono le persona davanti, come uno schermo. Così non possiamo contattare l'aviazione perché colpisca la casa”.

Il Memoriale e l'aiuto concreto ai migranti. Spazio sulle pagine milanesi di Avvenire all'impegno portato avanti dal Memoriale della Shoah – Binario 21 assieme alla Comunità di Sant'Egidio in favore dei profughi. Un impegno, racconta il quotidiano, nato dal monito lanciato dalla Testimone della Shoah Liliana Segre che all'ingresso del Memoriale ha voluto fosse impressa a caratteri cubitali la parola “Indifferenza”. Una parola che “invita tutti – spiega al quotidiano Roberto Jarach, vicepresidente della Fondazione del Memoriale - a non girare le spalle ai bisogni dei più deboli e dei perseguitati”. Dall'11 luglio sono stati accolti all'interno della struttura 1.240 profughi, metà minori, soprattutto eritrei, sudanesi, somali, etiopi e afghani. E di migranti parla anche papa Bergoglio, di cui sia Repubblica sia Corriere pubblicano oggi un'intervista:  “è disumano chiudere ai rifugiati ma serve prudenza, vanno anche integrati” il concetto espresso dal pontefice. “Qual è il rischio se un migrante o un rifugiato non viene integrato? Si ghettizza! - l'analisi di Bergoglio riportata da Carlo Marroni sul Sole 24 Ore – Entra in un ghetto e una cultura che non si sviluppa in un rapporto con l'altra cultura, questo diventa pericoloso”.

la voce dei martiri cristiani: contro le Bestie di SATANA shariah nella LEGA ARABA: genocidio e teologia della sostituzione! Estas son las últimas noticias recién llegadas desde Pakistán, la última hora de Asia Bibi explicada por su hija Eisham. Por favor, mira este video y luego, si te parece bien, envíale tú también tu mensaje a Asia Bibi, se lo haremos llegar antes del juicio. Solo tienes que pinchar en este enlace:
http://hazteoir.org/persecucion/alerta/91187-asia-bibi-ultimo-video
Para ver el video completo, haz clic en esta imagen:
http://www.hazteoir.org/persecucion/alerta/91187-asia-bibi-ultimo-video
Y para enviar tu mensaje a Asia Bibi, clic en el enlace que aparece a continuación:
http://hazteoir.org/persecucion/alerta/91187-asia-bibi-ultimo-video
Entregaremos tus mensajes a Asia Bibi antes de que sea llevada a juicio. Tus palabras de aliento le dan ánimo y la ayudan. Muchas gracias,
Miguel Vidal y todo el equipo de MasLibres.org P.D. ¿Quieres saber más? Te recomiendo esto: Asia Bibi: un calvario que llama a la esperanza. http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2016/10/29/iraq-lisis-agli-abitanti-di-mosul-chi-abbandona-la-citta-verra-ucciso_36dc59bc-8f28-4fd9-a1e0-71f5b41fa11f.html
¿Puedes ayudarnos a mantener nuestra actividad? HazteOir.org se financia exclusivamente con las aportaciones de nuestros socios y donantes. No recibimos ayudas, ni subvenciones, ni tenemos detrás a ningún lobby o corporación que costee nuestra actividad. Contribuye ahora haciendo clic en este enlace: https://colabora.hazteoir.org/