SANTO ROSARIO

PER ME è INCONCEPIBILE TEOLOGICAMENTE, CHE CREDENTI CHE HANNO LO STESSO FALSO PROFETA MAOMETTO Maometto IN COMUNE, LO STESSO CORANO IN COMUNE, LA STESSA CAABA MECCA IN COMUNE, GLI STESSI SCHIAVI DHIMMI IN COMUNE, poi, SI DEBBANO UCCIDERE TRA DI LORO SENZA PIETà! e se, qualcosa è inconcepibile teogicamente, fino a questi livelli? poi, mai e poi mai, il loro Satana Dio, la loro demoniaca religiosa, o qualsiasi cosa che loro potrebbero avere di dogmatico, potrebbe essere un vero dio, di una qualche vera verità teologica: ecco perché la loro abominazione religiosa non potrebbe mai sopravvivere ad un metodo storico critico, cioè, ad un metodo scientifico oggettivo!
QUINDI L'ISLAM DEVE ESSERE SUBITO CONDANNATO A PIù PRESTO, A LIVELLO MONDIALE!
In realtà, nello scrivere questo articolo, io mi sono ispirato alle relazioni teologiche CLERICALI: che esistono tra le varie abominazioni di cristiani, ed a loro volta, alle relazioni tra i cristiani e le abominazioni talmudiche CLERICALI degli ebrei! Ed io sono anche consapevole che, tutto quello, che, io posso dire può essere usato da Satana (contro di me e contro JHWH ) per realizzare una super Chiesa New Age ecumenica mondiale, e questo ci dovrebbe fare riflettere e tremare, su come possono essere pochi i veri adoratori di Dio, e su come può essere stato stretto e pericoloso il cammino di Gesù sulla terra, e come può essere stretto e pericoloso, anche, il cammino di ogni vero cercatore di Dio, IO DEDICO QUESTO ARTICOLO AL MIO AMICO E MAESTRO Yitzchak Kaduri, scritto anche Kadouri, Kadourie, Kedourie; "Yitzhak" Yitzhak, rinomato cabalista haredi, che dedicò la vita allo studio della Torah e alla preghiera a nome del popolo ebraico. Insegnò e praticò i kavanot del mistico Shalom Sharabi.
Perché dopo che Santo Simonino di TRENTO ha dato come Gesù di Betlemme tutto il suo sangue per consacrare le Sinagoge: e, con il suo sangue, anche, è finito nei riti ebraici, perché i farisei hanno deciso di maledire gli ebrei a morte, poi, proprio il Vaticano regime massonico Rothschild Banche Centrali SpA Bidenberg, ha sputato contro il suo sangue, di nuovo!
=============
finiranno tutti per stare sotto terra come i topi e come gli scarafaggi, insieme al loro cadavere, dove il loro verme non muore e dove il lor fuoco non si estingue, tutti questi anticristo GENDER DARWIN Bildenberg usurai Merkel maledetti dai farisei Bush e KERRY!  Tornado nel sud degli Stati Uniti, bilancio sale a 14 vittime. Sei i morti a causa degli almeno 20 tornado che si sono abbattuti nel sud degli Stati Uniti, alla vigilia di Natale.
===================
I CRISTIANI, NELL'ERA DELLA USURA MONDIALE REGIME MASSONICO BILDENBERG, NON HANNO A LORO VANTAGGIO NESSUN RAPPRESENTANTE POLITICO IN TUTTO IL MONDO! Altri 25 cristiani di rito assiro, presi in ostaggio dall'Isis in Siria da oltre 10 mesi, sono stati rilasciati. Lo riferiscono fonti della Chiesa assira. I 25 facevano parte di un gruppo di 230 cristiani catturati dagli estremisti del Califfato, dopo aver conquistato i villaggi cristiani sul fiume Khabur, nel nord-est della Siria. Prendere organi da un prigioniero in vita per salvare un musulmano è 'ammissibile': "la vita del dell'apostata e gli organi non devono essere rispettati e possono essere presi impunemente". Lo riporta una 'Fatwa', un editto religioso, scovato dagli americani nel maggio scorso e tradotto dal Pentagono, di cui la Reuters è entrata in possesso. QUESTE FATWE DELIRANTI SONO COMPATIBILI CON LA IDEOLOGIA DEI SALAFITI WAHHABITI SAUDITI! QUESTO DISEGNA MOLTO BENE LA MINACCIA INCOMBENTE ED IMMINENTE CHE GLI ISLAMCI SAUDITI E TURCHI, CHE IL SISTEMA SHARIA, TUTTO QUELLO CHE LORO RAPPRESENTANO CONTRO TUTTO IL GENERE UMANO
===================== ==================
agli schiavi da lei pugnalati alle spalle, che pagano il signoraggio bancario a Rothschild il Faraone, la Regina Faraonessa Gezabele II ha detto , 'luce Bombe atomiche? trionferà su tenebre'. Oggi Elisabetta in tv alle 15 gmt, 'è stato un anno difficile'
============= ===============
io ritengo che una attività di spionaggio, come osservazione, senza effrazione, violenza  e senza corruzione è legittima e debba essere tollerata perché, è un diritto degli Stati poterlo fare. Se un cittadino straniero viene espulso, perché la sua attività di osservatore è presunta? Questo i popoli e nessuno lo dovrebbe sapere! Quello che gli USA hanno fatto a israeliano Pollard, che era un civile, non più in servizio presso l'esercito USA? mai più dovrebbe più avvenire! Jonathan Jay Pollard è un cittadino statunitense ed ex analista dei servizi di intelligence della Marina Militare arrestato il 21 novembre 1985 e condannato all'ergastolo per spionaggio a favore d'Israele.
================ ==================== ==============
sappiamo tutti che il Qatar  per nome e per conto della ARABiA SAudiTA ha diffuso il terrorismo della galassia jihadista nel modo. Lavrov: indagare sull’uso delle armi chimiche. 25.12.2015( La Russia vuole che venga svolta un’inchiesta minuziosa e imparziale su tutti gli episodi che coinvolgono l’uso di armi chimiche nel Medio Oriente, - ha dichiarato oggi il ministro degli Esteri della Russia. "Vogliamo che si indaghi in maniera minuziosa e imparziale su tutti questi incidenti, perché la situazione diventa assai pericolosa, quando le armi chimiche finiscono nelle mani sbagliate o, più in generale, nelle mani di chiunque, perché si tratta di armi vietate", — ha dichiarato Sergey Lavrov nel corso di una conferenza stampa, tenuta dopo il suo incontro con il ministro degli Esteri del Qatar Khaled bin Mohammed al-Atiya. "L'ONU e l'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche hanno creato un apposito meccanismo. Questo meccanismo indaga su tutte le segnalazioni, relative a tutti gli incidenti, comprese le sempre più numerose notizie che testimoniano che durante l'attuale conflitto i radicali, compresi quelli dell'ISIS (DAESH), hanno ricevuto l'accesso alle armi chimiche. Ciò è accaduto in seguito dall'occupazione da parte dell'ISIS di relative strutture in Iraq e Libia", — ha detto Lavrov.   http://it.sputniknews.com/politica/20151225/1787125/Lavrov-armi-chimiche-indagine.html#ixzz3vOBa8Ehc
IERI, IO SONO RIMASTO SCIOCCATO, PERCHé, NESSUNO MI HA MAI FATTO STUDIARE NEI LIBRI DI STORIA (ed io ho studiato la storia, in molti ambiti, molto seriamente) CHE IL VATIANO è STATO ed è tutt'ora, UN NEMICO del moderno Stato di ISRAELE, E QUINDI è anche, necessariamente, UN NEMICO DELLA BIBBIA! Che questo è stato il vero motivo per cui mi hanno tolto l'accolitato, dopo 31 anni, perché non possono essere così stupidi, da non accorgersi di avere un dossier di calunnie nelle loro mani contro di me!
YOU ARE MAKING A WORLD OF DIFFERENCE FOR ISRAEL. Dear LORENZO, Thanks to your help, 2015 was a truly incredible year of support for the People of Israel. Your overwhelming kindness and generosity has made a world of difference! United with Israel experienced tremendous growth, as the world's largest, pro-Israel grassroots movement, reaching millions of people every day, in every corner of the globe. Together, we have been successful in fighting online incitement to terror and extreme anti-Israel media bias throughout the world. Thanks to your support, we spread positive messages about Israel - not only across the western world - but throughout the Far East, Asia and Africa, including many Arab and Muslim countries. You are truly making a world of difference for Israel! The enemies of Israel spend billions to spread lies, demonize Israel and incite to acts of terror. We cannot fight this battle alone. We need your support so that Israel can win this war. https://donate.unitedwithisrael.org/donate/g3?a=g3_eh_1224
Pubblicato il 16 dic 2015  New Video: UN Chief Admits UN Bias & Discrimination Against Israel
unwatch https://youtu.be/dVaTXU-ISsA
unwatch https://www.youtube.com/watch?v=dVaTXU-ISsA&feature=em-subs_digest
UN Secretary General Ban Ki-moon admits that Israel suffers from UN "bias" and even "discrimination." Speaking at the UN Headquarters in Jerusalem on August 16, 2013, in a session with students participating in Rishon Lezion College of Management’s Model UN program, Ban admitted the "unfortunate situation" that there is "some bias against Israel, Israeli people and government..." He added: "You have been criticized and you have been suffering from this bias -- and sometimes discrimination. I am urging member states that every and all member states are equal." Learn more: www.unwatch.org
====================
è se l'antismitismo ha sempre avuto, e sempre potrà avere degli alibi, in tutti i crimini di usura predazione satanismo, razzismo demoniaco omicidi Talmud segreto, dei farisei SpA Banche Centrali e del loro satanico magia nera Kabbalah, proprio negare agli ebrei una Patria, proprio questo significa continuare a perpetuare tali crimini di satanismo a livello mondiale!
è CHIARO, AI RICCHI MASSONI (ormai, una vera classe sociale nelle strutture più importanti dello Stato) ASSASSINI LADRI TRADITORI COMPLOTTISTI, a loro CONVIENE CONTINUARE A PERPETUARE TUTTO QUESTO delitto di sottrazione, alto tradimento, sovranità monetaria Banche CENTRALI!
===============================
io credo che se tu incominci a parlare a Dio? poi, vedrai che, senza che te ne accorgi ti troverai a parlare con Dio! e questo trovarti a parlare con Dio non rappresenterà per te una sorpresa, perché, in realtà, Dio è la Persona più amabile e benigna, che tu sempre hai avuto più vicino di tutti, sin dal momento del tuo concepimento ed anche prima, cioè parlo della tua vita, quando tu eri un cittadino del paradiso terrestre, cioè, prima di essere caduto anche tu, come me, nel peccato originale! NOI ABBIAMO TUTTI TRADITO IL SANTO JHWH, PER TROVARCI DECADUTI TUTTI IN QUESTA DIMENSIONE! e quando, tu ti troverai nel tuo cuore a parlare con Dio? poi, tu stesso dimostrerai che Maometto è stato un profeta satanico!

Intanto per ora dimostriamo, che, i miei cognati hanno dovuto cancellare ogni riferimento link, collegamento a me, e che mi hanno dovuto anche bannare, per poter continuare ad usure il loro  computer senza virus ( e perché il monitor si oscurava), e in questo non c'è niente di strano, percHé è soltanto una violazione dei satanisti sacerdoti Bush di satana della CIA e del NWO, che abusivamente sono dentro uno Stato ancora nominalmente sovrano la ITALIA, e non come la GERMANIA; INghilterra o FRANCIA, tutti Stati non più sovrani, infatti, in GERMANIA, la CIA può fare 30000 sacrifici umani, ogni anno, sull'altare di satana, impunemente, perché li fa insieme agli uomini politici di potere, più influenti, ed insieme ai massoni più ricchi della GERMANIA: che questo è un motivo, più che legittimo, per cui la LEGA ARABA si sente in dovere di distruggere la Europa: anche perché loro commettono i loro delitti in modo legale e non in modo occulto come fanno tutte le massonerie occidentali!!
=============
 quello che pensavano nel governo massonico mondiale di youtube, di me? [You Are Such A Noble Liar 187AUDIOHOSTEM ex direttore youtube master] ha detto  [ Dear Uncle Sam: [ You Are Famous For Outsourcing Employment Opportunities To The Middle East] [It Is Written ]/// for me: [You Are Such A Noble Liar] [Deny Yourself] si questo credevano di me, nel Governo massonico e mondiale di youtube, cioè, prima che troppe persone si sono fatte del male e troppe altre si sono fatte così male che non lo possono più raccontare! PERCHé, IO SONO UN MINISTERO POLITICO DEL REGNO CELESTE!
===============
QUESTO è UN GIOCO MORTALE ] [ IFuckingKillYouRapeU, IE, IHateNEWLAYOUT SACERDOTE DI SATANA AUTODICHIARATO LUI HA DETTO [[  watch?v=ftVOFLwSxCg  ]] AL MIO JewsxMessiahUniusRei [L'account Lorenzojhwh Mahdì ALLAH è stato chiuso perché abbiamo ricevuto diversi reclami di terze parti relativi a violazioni del copyright riguardanti materiale postato dall'utente.] MA, ANCHE IL CANALE JewsxMessiahUniusRei MI è STATO CANCELLATO, EPPURE, guarda caso il SISTEMA NON LO RICORDA PIù, perché gli ebrei satanisti non vorrebbero mai avere me, come loro messia umano.
ADESSO SONO I SATANISTI DELLA CIA CHE DECIDONO SE GLI EBREI POSSONO O NON POSSONO PIù AVERE UN LORO MESSIA.
IHateNEWLAYOUT è sempre youtube istituzione e questo è sempre un suo canale!
SuspendedYourtube https://www.youtube.com/user/SuspendedYourtube/about
V
JewsxMessiahUniusRei
[ cioè nel giorno che mi hanno chiuso questo canale] tutto questo è successo il 01/08/2013 circa.
E tutto questo non è un gioco, ma una realtà molto pericolosa, anche mortale in youtube, in tutto internet, che le persone normali non sanno come affrontare sul piano spirituale, essendo costoro, tutti operatori occulti del NWO, cioè satanisti, tutti operatori sul piano del soprannaturale diabolico! eD IO AVEVO ANCHE UN CANALE DAL NOME molto ELOQUENTE DI "Jezebel II queen IMF-NWO". Ovviamente, i sacerdoti di satana della CIA evitavano di parlare con me, perché, attraverso le parole scritte, io posso intuire le loro strutture mentali, i loro sistemi ideologici di significato ed i loro scopi!
Ecco perché il NWO ha ordinato loro di non parlarmi più, perché io ho sempre fatto a tutti loro del male! ora non ricordo se, io ho dato ad IHateNEWLAYOUT la risposta circa questo video che lui mi ha proposto
 https://www.youtube.com/watch?v=ftVOFLwSxCg  [[ RISPOSTA ]]
nel Paradiso Terrestre tutt'ora ci sono ancora tutte le specie animali estinte sul nostro pianeta, e ci sono anche animali necrofagi, ma, non ci sono carnivori! ECCO PERCHé NON ESISTE VIOLENZA NEL PARADISO TERRESTRE, MA TUTTO è STRAORDINARIAMENTE INTELLIGENTE, AL PUNTO CHE TU PUOI INTERLOQUIRE CON ANIMALI ECC.. e Dio continua a scendere ancora oggi, per giocare con gli uomini e le donne ogni pomeriggio nel PARADISO TERRESTRE! Ovviamente, secondo me, ci sono sempre delle persone che tradiscono, Dio per curiosità dell'albero della conoscenza del bene e del male, dato che noi abbiao bambini che nascono continuamente!
================
poi, era normale che, noi ci minacciassimo reciprocamente, e quell'infame codardo di Ihatenewlayout, tra l'altro loro sono impiegati di youtube, mi fece chiudere, ANCHE. il canale di MrUniversalMetafisic.
TRA LE TANTE COSE, LORO MI PRENDEVANO SEMPRE SERIAMENTE PERCHé HANNO AVUTO L'ORDINE DI SONDARE LE MIE POTENZIALITà DIVINE: LA FEDE!
synnek1 ie, youtube, ie, 187audiohostem -- questa è la verità, io non riesco, a divertirmi troppo con: Ihatenewlayout, perchè lui è: completamente rincoglionito, mentre: a te del cervello è rimasto ancora! .. lol. pensa?! lol. quell'imbecille lui crede che io ho il potere di ucciderlo.. e così mi ha fatto chiudere MrUniversalMetafisic.. ma, questo tutto lo possono vedere: "neanche l'inferno vuole gli imbecilli!"
UniusRei3   [ 666 -- ora ti faccio soffrire! ] gli dissi, perché Ihatenewlayout era un subalterno di synnek1, cioè, di colui che, io ho fatto licenziare come Direttore Generale di youtube: ed oggi, lui è diventato: 187audiohostem  [ ECCO PERCHé, POI, IL NWO SPAVENTATO DALLE CONSEGUENZE disastrose di una relazione con me, HA ORDINATO A TUTTI I SATANISTI DELLA CIA DI ISOLARMI E DI NON PARLARI PIù, DA QUESTO PUNTO DI VISTa, IO SONO SICURO CHE, SONO I COMPUTER DEL NWO A FINGERE DI LEGGERE I MIEI 110 BLOG, CHE IO NON SMETTO DI PERFEZiONARE: ugualmente, PERCHé IO HO I MIEI SCOPI: IL PRIMO DI TUTTI è: DIFENDERE ISRAELE E LA FEDE EBRAICA DI TUTTI GLI EBREI DEL MONDO!
Anche perché a me della religione delle Persone non importa molto? NO, NON MI IMPORTA PROPRIO PER NIENTE! IN REALTà è DALLO SCISMA DI ORIENTE nel 1000 d.C. CHE LA MIA CHIESA CATTOLICA NON è PIù RIUSCITA AD ASSESTARsI BENE SUL PIANO DELLE DISCIPLINA INTERNA! MENTRE CON I VATICANO SECONDO HA INCOMINCIATO A PRENDERE UNA INQUIETANTE POSIZIONE ERETICO-MODERNISTA!
=======================
QUESTA è UNA DELLE DUE MIE AMICHE, CHE, PIù CHE FORSE, I SACERDOTI DI SATANA DELLA CIA MI HANNO UCCISO IN YOUTUBE. MarlaMarleen posted a comment. Good morning UniusRei3. I can not comment on certain videos. But not always Yesterday, YouTube Has not approved 7-8 comments of mine. It was not spam, but originals :-) I use the translator rare. Often he disfigures the sense. I do not know what I'll think of all. The thing with the real names disturbs. Not personally by myself. But it's incredible to interference with private life. YouTube is a Google of stooges. But who's in fact behind Google? Now I must to work. --ANSWER -- SATANISTS MASTER YOUTUBE HA FATTO DEL MALE A QUESTA MIA AMICA TEDESCA. [[sharia NAZI. [MANE THECEL PHARES] CSPBCSSMLNDSMDVRSNSMVSMQLIVB. [PAX ♰ ♰ AMEN] MANE THECEL PHARES. drink your poison, made ​​by yourself, alleluia. amen. Rei Unius King of Israel.
========================
NON HO ancora focalizzato se, quelli che mi leggono, tutte le volte, quando io apro un qualsiasi computer: 1. sono quelli della CIA Enlightened NWO Farisei Salafiti Governo massonico di youtube: soltanto, oppure, sono da una parte: 2. tutto il Regno dei morti maledetti di satana all'inferno, e dall'altra sono quelli felici e benedetti del Regno di Dio JHWH, ma, di una cosa io sono sicuro. sono sicuramente entrambe le categorie: anche perché per JHWH, come per il meta spazio, o per l'iperspazio di internet? le categorie di spazio e di tempo non sono le stesse categorie degli uomini, comunque i miei lettori? sono proprio una enorme quantità di creature!
=========================
NO! IO NON SONO UN CARISMATICO, NON UN MISTICO, NON SONO UN SENSITIVO, E NON SONO UN PROFETA, IO NON HO NULLA DI STRANO O DI SOPRANNATURALE, IO SONO SOLTANTO IL METAFISICO RE DI ISRAELE! E LA METAFISICA è UNA FUNZIONE POLITICA UNIVERSALE DELLA FEDE RAZIONALE FILOSOFICA TEOLOGICA SAPIENZIALE ED INTUITIVA, ED ANCHE IL RE SALOMONE ERA COME ME! QUESTA MIA è SOLTANTO UNA FUNZIONE RAZIONALE ED INTUITIVA DELLO SPIRITO UMANO, CHE SECONDO I PROGETTI DI DIO OGNI UOMO DOVREBBE AVERE! Dobbiamo ammettere e riconoscere, che ci sono tanti: delinquenti, salafiti, farisei, massoni, assassini, usurai, criminali che hanno paura di me: perché, sono tutti terribilmente angosciati da quello che la mia fede potrebbe fare loro! MA, COSA CI IMPORTA A NOI, DI TUTTO QUESTO?! NON C'è NESSUNA PERSONA ONESTA ED AMANTE DELLA GIUSTIZIA CHE POTREBBE MAI AVERE QUALCOSA DA TEMERE DA ME, PERCHé ANCHE IO COME TUTTI SONO STATO UN PECCATORE, E POI LO SANNO TUTTI, CHI TI AMA? NON TI RICORDERà MAI I TUOI ERRORI, E PER QUESTO, CHE, DIO TI AMA, E QUINDI è CERTO, ANCHE IO TI AMO! INFATTI SOLTANTO DI SATANA è DETTO CHE LUI è L'ACCUSATORE!
==============   ================
devono riconoscere formalmente l'autonomia e la sovranità delle provincie russofone! DOPOTUTTO NON POSSONO DIMENTICARE CHE LORO SONO I FIGLI D UN GOLPE DELLA CIA E DI UN TENTATO GENOCIDIO DEI RUSSOFONI! Russia, Ue: Speriamo non sospenda zona libero scambio Cis con Ucraina: http://it.sputniknews.com/economia/20151224/1784603/zona-libero-scambio-russia-ucraina.html#ixzz3vGqDM91z
COME ARABI E FUORI LEGGE? TUTTI I PAESI ARABI SONO FUORI LEGGE SHARIA! Russia: Stiamo prendendo le misure necessarie per fermare contrabbando petrolio Daesh. La Russia sta implementando tutte le misure necessarie per contrastare il contrabbando di petrolio da parte del gruppo terroristico dell'Isis, noto anche come Daesh nei paesi arabi e fuorilegge in numerose nazioni tra cui la federazione, e spera che le altre nazioni cooperino con Mosca. Lo ha annunciato nel suo consueto briefing con la stampa la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova: http://it.sputniknews.com/mondo/20151224/1784707/russia-daesh-petrolio-contrabbando.html#ixzz3vGrEGKyv
NO! NO! è TUTTO LEGALE PER I PIRATI DEL "TESCHIO (USA) CON LE OSSA(UE)" QUESTO è UN SOLO PENE CAZZO SATANA 322 DELLA NATO CIOLA! DOVE USA è LA TESTA DI CAZZO, E UE SONO LE PALLE DELLA MERKEL! ] [ 24.12.2015 La presenza di truppe turche in Iraq è una violazione del diritto internazionale e della sovranità dell'Iraq, ha dichiarato oggi in apertura della sessione straordinaria della Lega Araba il segretario Nabil Elaraby: http://it.sputniknews.com/politica/20151224/1784182/Elaraby-Diplomazia-Cairo-Daesh.html#ixzz3vGs2gQZB
=====================
SALMAN SAUDI ARABIA ] la cosa su cui tutti gli uomini migliori del genere umano, sono UNANIMEMENTE d'accordo, è che, esiste un solo principio VITALE ONNIPOTENTE Creatore Onniscente: infinitamente perfetto, Padrone di tutto l'universo, e che noi chiamiamo genericamente Dio: ALLAH JHWH BRAMA, ecc.. poi, su quale poi, possa essere il suo nome migliore? onestamente, questo non è un argomento entusiasmante per me! ma, se noi dobbiamo dire che, dio abbia voluto lui: avere dei: goym, dalit dhimmi schiavi tutti? POI DECADE IL CONCETTO DELLA SUA INFINITA SANTITA! e qindi, poi, non c'è alcun dubbio, il vero dio per la concezione di queste persone, può essere soltanto Satana! ED IO NON CREDO CHE, TU DOVRESTI TROPPO MERAVIGLIARTI DI SCENDERE ALL'INFERNO INSIEME CON TUO FRATELLO, SE, TU TI OSTINI ANCORA A NON VOLER ESSERE IL MIO AMICO!
PERSECUTED CHURCH

SALMAN SAUDI ARABIA ] è TRISTE VEDERE tante PERSONE, per esempio: COME TUO FRATELLO, che per non voler essere felice insieme a noi, poi, ci lasciano prematuramente, per scendere all'inferno! IO, se tu sei d'accordo, io CREDO DI INVITARE PAPA BENEDETTO XVI ALLA MECCA, per il PROSSIMO 2016, A CELEBRARE UN NOSTRO FELICE SANTO NATALE! ANCHE PERCHé PER I MUSULMANI GESù DI BETLEMME è SEMPRE UN PROFETA DA ONORARE! cosa mi dici? è qualcosa che si può fare?
PERSECUTED CHURCH
SALMAN SAUDI ARABIA ] COME è peggiorata la tua situazione, tutte le volte, che tu hai rifiutato il mio invito? TU NON PUOI RESISTERE AL MIO PUNGOLO, PERCHé, TU NON HAI NESSUNA POSSIBILITà DI POTER FERMARE L'ESERCITO CINESE CHE IO TI MANDERò IN ARABIA SAUDITA!
PERSECUTED CHURCH
SALMAN SAUDI ARABIA ] QUESTO MONDO PER IL SUO PECCATO, SI è GIà DISTRUTTO DA SOLO, PERCHé, I FARISEI DEL TALMUD BANCHE CENTRALI LO HANNO MALEDETTO! QUINDI, SE IO NON PERDONO IL MONDO, NON C'è, NON PUò ESISTERE UNA SPERANZA PER IL MONDO! MA, IL MONDO DEVE VENIRE DA ME, E DEVE ACCETTARE LA MIA LEGGE, E TU DEVI DARE L'ESEMPIO!
PERSECUTED CHURCH
SALMAN SAUDI ARABIA ] questo tu devi capire del mistero di Unius REI [ il minuto che è trascorso non esiste più! il futuro non esiste ancora! io vivo soltanto nel presente! [ quindi se soltanto l'attimo presente è reale, io non mi posso vendicare, per tutto quello che è avvenuto nel passato! perché il passato per me non è mai esistito! ECCO PERCHé IO NON POSSO DELUDERE TUTTI COLORO CHE HANNO FIDUCIA IN ME! TUTTI COLORO CHE HANNO FIDUCIA IN ME, IO NON LI DELUDERò!
PERSECUTED CHURCH

SALMAN CINA RUSSIA ] [ QUESTA SODOMITICA INFESTAZIONE DEMONIACA ideologia Gender, NON POTRà MAI ESSERE SCONFITTA, FINCHé, QUESTA TRUFFA IDEOLOGICA DOGMATICA, DI UNA INDIMOSTRABILE TEORIA DELLA RELIGIONE PSEUDO SCIENTISTA, CONGIURA ALTO TRADIMENTO EVOLUZIONISTA, NON VERRà CONFUTATA! distruggila! VOI DISTRUGGETELA SUBITO!
PERSECUTED CHURCH

la Russia di PUTIN è diventata la Patria della civiltà mondiale! LORO HANNO GIà VINTO MORALMENTE LA GUERRA MONDIALE, CHE LA NATO E LA LEGA ARABA VOGLIONO REALIZZARE AD OGNI COSTO! Cattolici di Mosca: questo Natale non sarà l’ultimo. 24.12.2015) Rivolgendosi ai fedeli in Piazza San Pietro, Papa Francesco ha detto che questo Natale potrebbe essere l’ulimo dell’umanità, perché l’attuale, caotico, stato del mondo segna l’inizio della “fine dei tempi”. Che cosa ne pensano i cattolici a Mosca? Sono tormentati dall'ansia? Con quali umori verranno in chiesa la notte del Natale? http://it.sputniknews.com/mondo/20151224/1782891/natale-cattolici-mosca.html#ixzz3vFAHJ3PS
PERSECUTED CHURCH
QUESTA è LA STORIA VERA DEL CORANO! è vero Adamo ed Eva: sono due musulmani che hanno parlato con Dio! è vero CHE Abele e Caino: sono due musulmani che hanno parlato con Dio! ecc.. ecc.. ecc.. CIOè, TUTTI I MUSULMANI PROFETI HANNO PARLATO CON DIO JHWH! ma, Maometto non ha MAI parlato con Dio, SIA perché, lui era un lussurioso, E SIA PERCHé, Maometto era anche un indemoniato pieno di spiriti guida! e la Parola INCREATA del CORANO, che è stata scritta dopo la morte di Maometto, è stato distrutto nelle sue prime tre pubblicazioni: AMEN! e questa è la storia tragica dei nazisti islamici sharia, tutti maniaci religiosi sauditi che vivono in Turchia ed in IRAN!
PERSECUTED CHURCH
il criminale sporco doppio gioco della turchia che difende daesh isis! ] I militari tedeschi temono che la Turchia possa abusare dei dati che riceve per colpire i curdi. "La causa è il doppio gioco che la Turchia sta conducendo, — scrive il settimanale. — Ankara ha messo a disposizione della coalizione otto aerei F-16 che di tanto in tanto partecipano ai raid congiunti contro DAESH. Tuttavia allo stesso tempo gli aerei della Turchia sferrano attacchi contro le milizie curde… alleate con gli USA, che in terra combattono contro gli islamisti nel Nord dell'Iraq e della Siria". http://it.sputniknews.com/mondo/20151205/1673192/Germania-esercito-missione.html#ixzz3vF0pAPc0
PERSECUTED CHURCH
LA INCOSTITUZIONALE SITUAZIONE PENSIONISTICA ITALIANA! Un pensionato su due in Italia è sotto i mille euro. PER IL FUTURO AVREMO Pensioni a rischio di assegno più magro. Quali sono le zavorre che hanno portato al collasso il sistema pensionistico? Ex ministri Fornero e Giovannini consideravano come pensioni ricche quelle di valore pari o superiore ai 2.800 euro lordi al mese. L'elenco è noto: baby pensioni, pensioni d'oro, pensioni privilegiate. Ma dovremmo pure riflettere sulle pensioni minime, anche se sarebbe altamente impopolare: come si può chiedere un sacrificio elevato ai nostri giovani che lavorano e pagano i contributi, mentre viene concessa una pensione — pur minima — a coloro che non hanno versato nulla? È una palese ingiustizia. A onor del vero, molteplici possono essere state le cause dei mancati versamenti; quella più odiosa è il lavoro in nero, pratica diffusa in Italia. http://it.sputniknews.com/italia/20151223/1777579/pensioni-assegno-piu-magro.html#ixzz3vEzZPscn
PERSECUTED CHURCH

COSA IN PROPORZIONE HANNO FATTO GLI USA E TUTTI I LORO ALLEATI IN TRE ANNI? 1. HANNO PERMESSO ALLA TURCHIA DI COMPRARE IL PETROLIO DALLO ISIS, ED 2. HANNO PERMESSO ALLA TURCHIA DI RIEMPIRE IRAQ E SIRIA DI TERRORISTI SAUDITI, SALAFITI. QUINDI RICADE SU ERDOGAN LA RESPONSABILITà POLITICA DELLA TRAGEDIA E DEI GENOCIDI COMMESSI! Raid Russia in Siria, risultati in 6 giorni: 302 missioni e 1093 obiettivi colpiti. Nel periodo dal 18 al 23 dicembre le forze aeree russe di stanza in Siria per l'operazione contro i terroristi del Daesh (ISIS) e le formazioni islamiche radicali hanno compiuto 302 missioni di volo, durante le quali hanno bombardato 1.093 obiettivi militari, ha riferito il portavoce del ministero della Difesa, il generale Igor Konashenkov: http://it.sputniknews.com/politica/20151224/1781680/Russia-Difesa-Governo.html#ixzz3vEvpEU8m
PERSECUTED CHURCH
LA TURCHIA HA COMMESSO UN DELITTO DI ISTIGAZIONE ALLA GUERRA MONDIALE DELIBERATAMENTE! LA TURCHIA DEVE SUBITO ESSERE ESPULSA DALLA NATO! 24.12.2015. Per Mosca “Turchia ha ammesso la premeditazione dell'attacco contro jet Su-24 in Siria”La Turchia conosceva l'ora e il luogo esatti del volo del bombardiere russo Su-24: lo testimoniano le dichiarazioni delle autorità turche, ha rilevato il ministero della Difesa russo. Lo Stato Maggiore turco ha ricevuto i dati dal comando dell'Aviazione americana, hanno dichiarato al dicastero militare russo: http://it.sputniknews.com/mondo/#ixzz3vEuv5glk
PERSECUTED CHURCH
24.12.2015. Russia trasmette a Francia dati su passaggio terroristi in Siria attraverso TurchiaLo Stato Maggiore della Federazione Russa ha presentato le prove alla parte francese sul passaggio dei combattenti islamici in Siria settentrionale per intervento diretto della Turchia affinchè gli uomini si unissero tra le fila del Daesh (ISIS), segnala RIA Novosti riferendosi al ministero della Difesa russo: http://it.sputniknews.com/mondo/#ixzz3vEuY6NAn
PERSECUTED CHURCH
Naufragio in Turchia, 8 morti, 6 sono bambini. LA TURCHIA PRENDE I SOLDI DALLA UE: UNIONE EUROPEA, IN VANATAGGIO DEI RIFUGIATI, EPPURE LI FA PARTIRE CONTINUAMENTE, MA, QUESTO è UN PUGNALARE UGULMENTE ALLE SPALLE, ANCHE GLI ALLEATI! I TURCHI SI SONO SPECIALIZZATI A TRADIRE TUTTI, PUGNALANDO TUTTI ALLE SPALLE! Naufragio in Turchia, 8 morti, 6 sono bambini
PERSECUTED CHURCH

L'ANTICRISTO IDEOLOGIA GENDER APRIRà UNA NUOVA ERA DI PERSECUZIONE ANTISEMITA E ANTICRISTIANA!
PERSECUTED CHURCH
CHI POTRà RIMANERE IN PIEDI DI FRONTE ALL'IRA DI JHWH? Prima Della Fine, Tutte Le Nazioni Contro Gerusalemme .. Dio JHWH mantiene LE SUE PROMESSE E non abbandona mai ISRAELE, certo, voi POTETE NON ACCOGLIERE LA RIVELAZIONE BIBLICA: è VERO, MA, CERTO IO PASSERò SUI VOSTRI CADAVERI! https://youtu.be/O-3w-8SrfpE
PERSECUTED CHURCH
Israele, Gentili e Armaghedon, VOI Guardate la potenza di Dio! Dio JHWH mantiene LE SUE PROMESSE E non abbandona mai ISRAELE https://www.youtube.com/watch?v=vKcMmupxdxI LA VERA STORIA DELLA BIBBIA E DI ISRAELE, certo, voi POTETE NON ACCOGLIERLA è VERO, MA CERTO IO PASSERò SUI VOSTRI CADAVERI! https://youtu.be/vKcMmupxdxI
PERSECUTED CHURCH
Teresa Neumann: Sarà questo il tempo di Caino 1999- 2017: rivelazioni sul futuro prossimo. [ IMPRESSIONANTE : è UN LINGUAGGIO SIMBOLICO, tipico del linguaggio pocalittico simbolico ] https://youtu.be/8xQEnMv4nxI Incredibile rivelazioni sul nostro futuro ricevute dalla più grande mistica tedesca del secolo scorso e confermate in parte da altre profezie come quelle di Fatima e di Medjugorje che danno il 2017 come la fine del secolo di Satana iniziato proprio nel 1917!!! Il tempo di Caino rappresenta l'apice dell'ultimo secolo di Satana, che verrà sconfitto da Gesù nel giorno del Signore...
PERSECUTED CHURCH

contro i GUERRAFONDAI NATO CIA pravy Merkel sector Kiev ] Ucraina, min. Esteri francese: bisogna garantire accesso a osservatori Osce. Le autorità francesi sono preoccupate dalle continue tensioni in Ucraina orientale e hanno esortato tutte le parti in conflitto a fornire l'accesso completo a tutti i distretti della regione alla missione di monitoraggio dell'Osce.
Lo ha detto il portavoce del ministero degli Esteri francese.
"Siamo preoccupati per le tensioni e sollecitiamo tutte le parti ad aderire al regime di cessate il fuoco, previsto dagli accordi di Minsk, e a garantire l'accesso totale agli osservatori dell'Osce", ha detto Alexandre Giorgini. http://it.sputniknews.com/politica/20151224/1779980/ucraina-francia-osce-osservatori.html#ixzz3vEMmN0fG
PERSECUTED CHURCH
TUTTINCULO ALLA UE, dagli USA con amore! ] il volume di affari tra USA e Russia è aumentato! [ 24.12.2015 ] Gli USA hanno ordinato in Russia altri 20 propulsori missilistici RD-180Il consorzio americano “United Launch Alliance” (ULA), creato dalle compagnie “Boeing” e “Lockheed Martin”, ha ordinato ulteriori 20 propulsori missilistici RD-180. E' scritto sul sito dello stesso consorzio: http://it.sputniknews.com/mondo/#ixzz3vELyhtA8
PERSECUTED CHURCH
LA REALTà DELL'INFERNO è CONFERMATA ED è CONFORME ALLA ESPERIENZA DI TUTTI I MISTICI ] Santa Teresa di Gesù conferma la realtà dell'inferno eterno https://youtu.be/4ZUAzoa9DHw LE VOCI DI SOTTOFONDO DEL VIDEO SONO STATE REGISTRATE, IN UN CUNICOLO A DIVERSI CHILOMETRI SOTTO TERRA!
Santa Teresa de Jesus confirma a realidade do inferno eterno https://youtu.be/yMabij20csw
Santa Teresa de Jesús confirma la realidad del infierno eterno https://youtu.be/jFl8AlzOD8Y
Siehe Höllenvision der hl. Theresia von Jesu https://youtu.be/-6XuBsSvNXQ
Sainte Thérèse de Jésus confirme la réalité de l'enfer éternel https://youtu.be/v0i_aRVJ9Fc
PERSECUTED CHURCH
giudizio delle nazioni E combattimento escatologico ] condanna del Falso Profeta Maometto [ Il regno dei mille anni ( simbolo del dominio DIVINO spirituale terrestre della Chiesa di Cristo, che sarà ininterrotto fino alla fine del mondo, semplicemente perché, la Chiesa non coincide con il VATICANO ) NON DEL DOMINIO POLITICO del potere religioso del VATICANO. Apocalisse 20. Vidi poi un angelo che scendeva dal cielo con la chiave dell'Abisso e una gran catena in mano. 2. Afferrò il dragone, il serpente antico - cioè il diavolo, satana - e lo incatenò per mille anni (TEMPO SIMBOLICO); 3. lo gettò nell'Abisso, ve lo rinchiuse e ne sigillò la porta sopra di lui, perché non seducesse più le nazioni, fino al compimento dei mille anni. Dopo questi dovrà essere sciolto per un pò di tempo. 4. Poi vidi alcuni troni e a quelli che vi si sedettero fu dato il potere di giudicare. Vidi anche le anime dei decapitati a causa della testimonanza di Gesù e della parola di Dio, e quanti non avevano adorato la bestia e la sua statua e non ne avevano ricevuto il marchio (Apocalisse 13. 666 MICROCHIP) sulla fronte e sulla mano. Essi ripresero vita e regnarono con Cristo per mille anni; 5. gli altri morti invece non tornarono in vita fino al compimento dei mille anni. Questa è la prima risurrezione. 6. Beati e santi coloro che prendon parte alla prima risurrezione (i Pentecostali, cristiani biblici, nati di nuovo, i santi, anche se, noi li vediamo morire? loro non si vedono morire, perché non fanno la esperienza della morte, quindi i santi sono tra di noi e operano con la potenza di Dio! ). Su di loro non ha potere la seconda morte (DISINTEGRAZIONE DELL'INFERNO), ma saranno sacerdoti di Dio e del Cristo e regneranno con lui per mille anni.
Secondo combattimento escatologico ]
7. Quando i mille anni saranno compiuti (FRA 350 ANNI circa), satana verrà liberato dal suo carcere, 8. e uscirà per sedurre le nazioni ai quattro punti della terra, Gog e Magòg, per adunarli per la guerra contro ISRAELE: il loro numero sarà come la sabbia del mare. 9. Marciarono su tutta la superficie della terra e cinsero d'assedio l'accampamento dei santi e la città diletta Gerusalemme. Ma. un fuoco scese dal cielo e li divorò. 10. E il diavolo, che li aveva sedotti, fu gettato nello stagno di fuoco e zolfo, dove sono anche la bestia e il falso profeta Maometto: saranno tormentati giorno e notte per i secoli dei secoli. [ Il giudizio delle nazioni ] 11. Vidi poi un grande trono bianco e Colui che sedeva su di esso. Dalla sua presenza erano scomparsi la terra e il cielo senza lasciar traccia di sé. 12. Poi vidi i morti, grandi e piccoli, ritti davanti al trono. Furono aperti dei libri. Fu aperto anche un altro libro, quello della vita. I morti vennero giudicati in base a ciò che era scritto in quei libri, ciascuno secondo le sue opere. 13. Il mare restituì i morti, che, esso custodiva e la morte e gli inferi resero i morti da loro custoditi e ciascuno venne giudicato secondo le sue opere. 14. Poi la morte e gli inferi furono gettati nello stagno di fuoco. Questa è la seconda morte, lo stagno di fuoco. 15. E chi non era scritto nel libro della vita, fu gettato nello stagno di fuoco. AMEN! E LA CHIESA DICA: "AMEN!" ALLELUIA "MARANATHA VIENI SIGNORE GESù!"
PERSECUTED CHURCH
QUINDI ANCHE I SACERDOTI DI SATANA CANNIBILI DELLA CIA, POSSONO SALVALSI ALL'ULTIMO SECONDO DELLA LORO VITA! Gesù di Betlemme dice: alla mistica Santa Faustina "più uno è criminale e peccatore e più ha diritto alla mia misericordia!" infatti (1447) "anche se un'anima fosse in decomposizione come un cadavere d umanamente non ci fosse nessuna possibilità di resurrezione e tutto fosse perduto, non sarebbe così per Dio!" Profezia di Santa Faustina circa la Fine dei Tempi e l'Armaghedòn (1447) "un miracolo della Divina Misericordia risusciterà quest'anima pentita!" QUINDI ANCHE I SACERDOTI DI SATANA CANNIBILI DELLA CIA, POSSONO SALVALSI ALL'ULTIMO SECONDO DELLA LORO VITA! https://youtu.be/XdBIUlJbfXY
PERSECUTED CHURCH
Gesù di Betlemme dice: alla mistica Santa Faustina "più uno è criminale e peccatore e più ha diritto alla mia misericordia!" Profezia di Santa Faustina circa la Fine dei Tempi e l'Armaghedòn https://www.youtube.com/watch?v=XdBIUlJbfXY
 SI! NOI POSSIAMO ODIARE GESù PER QUESTO, MA, io ho deciso di amarlo per questo! https://youtu.be/XdBIUlJbfXY
PERSECUTED CHURCH
IL sangue dei siriani è 666 SPA allah Mecca NWO FED SHARIA sangue sulle mani di tutti!
IL SISTEMA DOGMATICO RELATIVISMO GENDER DARWIN IDEOLOGIA REGIME MASSONICO SPA AZIONISTI ROTHSCHILD BANCHE CENTRALI è UN CANCRO DI RELIGIONE NEW AGE, CHE SI STA MANGIANDO IL CORPO SOCIALE MONDIALE: MA, ENLIGHTENED FARISEI BILDENBERG VENTRONI DALEMA, BERTINOTTI, ECC.. NON SONO SENZA UNA STRATEGIA DISEGNATA IN MODO PRECISO ATTRAVERSO I SECOLI: IL LORO OBIETTIVO NON è EDIFICARE ISRAELE CHE HA LE ORE CONTATE, MA è EDIFICARE SATANA, QUESTO è IL SPA NWO! Il risveglio dal Sogno Americano, gli USA oggi sono un paese senza identità. 23.12.2015 ( What they say about USA ) Dopo la seconda guerra Mondiale gli USA sono diventati una superpotenza globale ed hanno esercitato un ruolo egemonico. Alla fine del secolo scorso, dopo il collasso dell'Unione Sovietica, gli USA sono rimasti l'unica superpotenza. Oggi gli USA stanno vivendo un periodo di debolezza. http://it.sputniknews.com/mondo/20151223/1773391/fine-del-sogno-americano.html#ixzz3vDi3jx6f
PERSECUTED CHURCH
NON PUOI PICCHIARE UN PUBBLICO UFFICIALE DI POLIZIA, PERCHé, LUI RAPPRESENTA LO STATO: CIOè TUTTI NOI! CHI PICCHIA UN CARABINIERE è COME SE PICCHIASSE SE STESSO! NEW YORK, 24 DIC - Un afroamericano disarmato è stato ucciso a Detroit durante una lite con la polizia: un altro caso che rischia di innescare nuove proteste contro la violenza degli agenti. La vittima, Kevin Matthews, sarebbe stata affetta da schizofrenia.
PERSECUTED CHURCH
IDEOLOGIA SHARIA ] Arrestato in Tunisia Progettava attacchi contro i turisti, Fermato ha confessato aver pianificato attentati a ristoranti
IDEOLOGIA SHARIA ] Morti 2 feriti israeliani a Gerusalemme, uno accoltellato l'altro colpito da 'fuoco amico'. Sono morti due dei 3 israeliani feriti oggi durante un attacco palestinese alla Porta di Giaffa a Gerusalemme Est
PERSECUTED CHURCH
TACI DIAVOLO RITORNA NELLE TENEBRE! Ecco io vi ho dato il potere di calpestare e camminare sopra serpenti (SHARIA) e scorpioni (SPA FED), e su tutta la potenza del nemico (BILDENBERG) e nulla potrà farvi del male! (Luca 10,19) https://www.youtube.com/watch?v=rUdGEifV198 QUESTO EDIFICIO è PROTETTO DAL SIGNORE GESù CRISTO E TU DIAVOLO NON HAI NESSUN POTERE, TU DEVI ANDARTENE! NOI LA CHIESA TI COMANDIAMO DI ANDARTENE!
PERSECUTED CHURCH
SALMAN SHARIA ERDOGAN MERKEL SPA BUSH OBAMA NWO ] FERMATI SATANA! GESù è IL SIGNORE! Sarebbero almeno 100 i morti in Nigeria a causa dell'esplosione causata da un camion cisterna in un affollato distributore di gas, mentre decine di persone erano in fila per riempire le bombole da cucina per il Natale. E' avvenuto a Nnewi, comunità prevalentemente cristiana del sudest.
incendio è divampato verso le 11, quando il camion che aveva finito di scaricare gas allo stabilimento Chikason è ripartito senza aspettare il tempo di raffreddamento prescritto.
"L'incendio è esploso come una bomba e l'intera stazione di servizio è stata avvolta da un denso fumo nero, tra un'esplosione di bombole di gas da cucina", afferma un testimone.
PERSECUTED CHURCH
si, io LO DEVO AMMETTERE, c'è stato una volta, tanto tempo fa, un dio Allah buono e giusto, ma, oggi Satana Gufo SpA USA FED FMI, ha fatto di lui: un DHIMMI di ALLAH SCHIAVO! Ecco perché, tutti i musulmani del mondo oggi si inginocchiano davanti ad un demonio saudita salafita Caaba MECCA sharia il nazismo: genocidio a tutti allah akbar belzebul SARà GLORIFICATO!
PERSECUTED CHURCH
Benjamin Netanyahu [ per colpa della GEOPOLITICA degli USA stiamo soffrendo in tanti, in tutto il mondo! Vorrei alleviare le tue sofferenze, ma, ti sia di conforto il calore della mia amicizia eterna!
PERSECUTED CHURCH
questa è una vergogna per ONU, USA e UE, dal valore infamante universale! BARI, 23 DIC - "Questo è il quarto Natale che si trascorre in queste condizioni. E il fatto di essere in Italia non esime da privazioni e sofferenze. Non è facile, anche se si è qui". Lo dice all'ANSA il fuciliere di Marina, Massimiliano Latorre accusato, con il marò Salvatore Girone, di aver ucciso nel 2012 due pescatori indiani scambiandoli per pirati. Latorre è in Italia, con un permesso speciale che scade il 16 gennaio, per curarsi dai postumi di un ictus. Salvatore Girone è invece a Nuova Delhi.
PERSECUTED CHURCH
ok! metteteli in galera per 5 anni, e fate, un embargo totale della comunità internazionale a questi maomettani assassini nazisti criminali sharia! Il sultano Hassanal Bolkiah ha 'vietato' il Natale nel suo piccolo Stato nel sud-est asiatico. Non è permesso neppure inviare auguri. Per i trasgressori è prevista una condanna fino a 5 anni di carcere.
PERSECUTED CHURCH
Con il decreto salva banche, il governo ha riversato sui risparmiatori le responsabilità di Bankitalia e Consob, che non hanno vigilato sulle azioni truffaldine di quattro istituti bancari sull’orlo del fallimento. Protesta del Comitato vittime del salvabanche contro Governo e Bankitalia. Cittadini, parlamentari dell'opposizione e associazioni in difesa dei consumatori, si sono dati appuntamento ieri in via Nazionale, nei pressi della sede di Bankitalia, per chiedere i rimborsi integrali dei risparmi, oltre alle dimissioni del governatore, Ignazio Visco: http://it.sputniknews.com/italia/20151223/1778941/vittime-banche-bankitalia.html#ixzz3vAWFvpDW
PERSECUTED CHURCH
Yemen, L’Unhcr condanna l’Arabia Saudita, 23.12.2015. NON è CHE QUALCUNO, SI INTERROGA, circa, il FATTO CHE MAOMETTO è un falso profeta, uno dei criminali più pericolosi del genere umano, perché, il SUO CORANO (Parola increata), CHE, UN ALTRO pedofilo predone come lui HA FATTO SCRIVERE: molti molti anni dopo facendo distruggere le prime tre edizioni ( di una Parola divina increata ), PERCHé LUI è SALITO IN CIELO 7 ANNI DOPO LA SUA MORTE: da GERUSALEMME, cioè, che lui Maometto HA POTUTO FARE QUALCOSA DI SBAGLIATO? Stamani un altro missile yemenita, probabilmente rifornito dall’Iran, si è schiantato contro una base militare in territorio saudita. Condanna dell’Arabia Saudita da parte dell’UNHCR al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. Prosegue in Yemen la contr'offensiva delle truppe anti saudite. Forze yemenite, con l'aiuto del movimento popolare Ansarolà, recuperano il controllo di una zona montuosa nella provincia di Taiz, sud-Ovest dello Yemen: http://it.sputniknews.com/mondo/20151223/1778630/yemen-unhcr-condanna-arabia-saudita.html#ixzz3vAP7KKuq
PERSECUTED CHURCH
Zakharova: Ucraina viene spinta a violare i suoi obblighi. QUESTA SITUAZIONE, da figura di merda, è COSì INFAMANTE PER LA UE, CHE, IO NON TROVO VOLGARITà EDEGUATE! 23.12.2015. L’UE sta spingendo l’Ucraina a violare gli obblighi bilaterali che il paese ha con la Russia e gli impegni sottoscritti nell’ambito dell’area di libero scambio dei paesi CSI, ha dichiarato la portavoce del ministero degli Esteri Maria Zakharova. "Siamo veramente delusi, perché con insistenza e in buona fede abbiamo cercato di raggiungere un accordo. I nostri esperti hanno tenuto 16 round negoziali, ma non è servito a nulla. Come ora risulta, la disponibilità dell'UE e dell'Ucraina a rinviare di un anno l'applicazione delle clausole economico-commerciali dell'Accordo di asociazione era soltanto una manovra e un espediente tattico", — ha detto Zakharova. "Anzi, durante tutto questo periodo l'Ucraina ha apertamente continuato ad adattare energicmente la sua legislazione ai requisiti dell'Accordo di associaizone. L'UE ci chiudeva un occhio, limitandosi a pronunciare delle frasi banali sulla "scelta sovrana" del popolo ucraino. In realtà l'Ucraina viene spinta a violare i suoi obblighi bilaterali nei nostri confronti e i suoi impegni nel quadro dell'area di libero scambio dei paesi CSI, e a noi ci dicono che la situazione è "regolare" e che non dobbiamo reagire in alcun modo", — ha rilevato Maria Zakharova. Il 1 gennaio diventerà operativa l'area di libero scambio Ucraina-UE. Per difendere il proprio mercato la Russia sospende gli accordi di libero scambio, sottoscritti con l'Ucraina, ed è costretta a introdurre dei dazi su alcune merci ucraine: http://it.sputniknews.com/economia/20151223/1779271/Zakharova-Ucraina-associazione.html#ixzz3vAO9l9Bs
PERSECUTED CHURCH
23.12.2015. In una missiva riservata da parte dei commissari europei alla concorrenza, che il governo italiano potrebbe rendere pubblica, le ragioni del no dell'Europa all'uso del fondo di garanzia interbancaria per il salvataggio delle 4 banche popolari italiane: http://it.sputniknews.com/italia/20151223/1778400/UE-Italia-salvabanche.html#ixzz3vANFQahw
Ue contro Italia: Le 4 banche salvate vendevano prodotti inadeguati: http://it.sputniknews.com/italia/20151223/1778400/UE-Italia-salvabanche.html#ixzz3vANBK5mL
PERSECUTED CHURCH
dall'inferno Satana mi ha detto, che, il Corano non poteva essere dettato dai demoni, perché Maometto era un esorcista
PERSECUTED CHURCH
Tartari di Crimea, voltano spalle all’Ucraina, la Russia è meglio! 23.12.2015 Secondo il direttore dell’Agenzia federale per gli affari delle etnie, il blocco energetico della Crimea ha definitivamente frantumato le illusioni dei tartari di Crimea. Soltanto il 17% dei tartari di Crimea vede il proprio futuro insieme all'Ucraina, il resto si sta già integrando nella società russa, ha comunicato all'agenzia RIA Novosti il direttore dell'Agenzia federale per gli affari delle etnie Igor Barinov: http://it.sputniknews.com/mondo/20151223/1778589/Crimea-tartari-sondaggio.html#ixzz3vA96RPrb
IL DELIBERATO GIOCO PERICOLOSO DELLA NATO! Vladimir Putin evidenzia crescita del potenziale del complesso militare-industriale nazionale
Postazione missilistica Mk-41
Mosca ritiene schieramento dei lanciarazzi USA in Romania violazione trattato INF
Schianto caccia russo Su-24 al confine turco-siriano
Per Mosca “Turchia ha ammesso la premeditazione dell'attacco contro jet Su-24 in Siria”
http://it.sputniknews.com/#ixzz3vJIUZcsb
vpnmyol@ygkmih.org really you are Enightened Illuminati Rothschild? i am King ISRAEL Unius REI! Abu Antar [ said me ] Illuminati Link --> YGKMIH [ These recipients of your message have been processed by the mail server: vpnmyol@ygkmih.org; Failed; 5.4.3 (routing server failure)
======================
Iranian hackers breached US power grid, New York Dam. Security researcher Brian Wallace was on the trail of hackers who had snatched a California university’s housing files when he stumbled into a larger nightmare: Cyberattackers had opened a pathway into the networks running the United States power grid. Digital clues pointed to Iranian hackers. And Wallace found that they had already taken passwords, as well as engineering drawings of dozens of power plants, at least one with the title “Mission Critical.” The drawings were so detailed that experts say skilled attackers could have used them, along with other tools and malicious code, to knock out electricity flowing to millions of homes. Wallace was astonished. But this breach, The Associated Press has found, was not unique. About a dozen times in the last decade, sophisticated foreign hackers have gained enough remote access to control the operations networks that keep the lights on, according to top experts who spoke only on condition of anonymity due to the sensitive nature of the subject matter.
Watch Here. The public almost never learns the details about these types of attacks — they’re rarer but also more intricate and potentially dangerous than data theft. Information about the government’s response to these hacks is often protected and sometimes classified; many are never even reported to the government. These intrusions have not caused the kind of cascading blackouts that are feared by the intelligence community. But so many attackers have stowed away in the systems that run the US electric grid that experts say they likely have the capability to strike at will. And that’s what worries Wallace and other cybersecurity experts most. “If the geopolitical situation changes and Iran wants to target these facilities, if they have this kind of information it will make it a lot easier,” said Robert M. Lee, a former US Air Force cyberwarfare operations officer. “It will also help them stay quiet and stealthy inside.”
===============================
CAR: incoraggiamo Jeovani, Steven e Dieu Sintesi: la crisi iniziata a dicembre 2012 nella Repubblica Centrafricana ha lasciato segni indelebili nella vita di molti suoi cittadini, ma in particolare li ha lasciati nella vita di molti bambini come Jeovani, Steven e Dieu che hanno bisogno del nostro incoraggiamento.  Il 14 aprile 2013, nel pieno della crisi che ha coinvolto la Repubblica Centrafricana, un gruppo di ribelli Seleka ha sparato con un lanciarazzi contro una Chiesa Evangelica dei Fratelli nella capitale, Bangui. Le esplosioni hanno avuto un effetto devastante. Sette persone sono morte e almeno altre 33, tra cui i bambini Jeovani Mongounou (7 anni al momento dell'attacco), Steven (6) Malengou, e Dieu Fera Zinon (8) sono state ferite gravemente. Porte Aperte è stata coinvolta nella vita di queste tre giovani vittime con un ministero di presenza, fornendo protesi, e pagando le tasse scolastiche ai tre bambini. Recentemente ci siamo incontrati con loro per vedere come stanno. Jeovani durante l'attacco ha subito gravi lesioni ad entrambe le gambe e conseguentemente ha subito una doppia amputazione. Erroneamente abbiamo comunicato in un primo momento che aveva nove anni al momento dell'esplosione, ma poi abbiamo scoperto che ne aveva solo sette. Nonostante le operazioni e la ricezione delle protesi siano andate bene, ancora oggi Jeovani ha difficoltà notevoli e camminare risulta una sfida per lui. Necessita quindi di continue preghiere e di incoraggiamento. Sua mamma, separata dal marito e senza lavoro alla nostra precedente visita, ora ne ha trovato uno e ha potuto affittare un piccolo appartamento vicino alla scuola di Jeovani. Steven ha dovuto subire anche lui l'amputazione di una gamba a causa della gravità delle ferite riportate, ma si sta adattando bene alla protesi. I suoi genitori stanno lottando per mantenere la famiglia attraverso un piccolo commercio in cui sono impegnati. Dieu ha perso la gamba sinistra nell'esplosione, ma poco dopo ha perso anche sua mamma che era malata da tempo. Attualmente vive con suo padre, sua nonna e con due fratelli maggiori. La sua vita è molto difficile perché solo sua nonna, gestendo un negozietto, può contribuire alle necessità della famiglia. La cosa positiva è che Dieu sta compiendo buoni progressi di adattamento alla protesi ed è molto felice di essere in grado di muoversi e giocare nuovamente con i suoi amici.
"Scrivere loro una lettera sarà di grande sostegno spirituale, morale ed emotivo. Sarà la dimostrazione che fratelli da tutto il mondo si prendono cura di loro e che sono importanti per qualcuno. Continueremo a visitarli e a incoraggiarli!", ci riferisce un nostro collaboratore locale.
Scrivi anche tu una lettera a questi bambini seguendo le indicazioni presenti sul nostro sito.
=======================
For Akhmet, the warning to leave town didn’t come in a dream. “I received a phone call from a friend who works for the police. He informed me that I’d be in jail soon. We left our house in such a hurry that we forgot a lot of necessary things. The only thought in my mind was, ‘I need to protect my family and hide them somewhere!’” It was the last in a long string of persecution for this Central Asian family. “After I prayed to receive Christ and led my wife to the Lord, my parents abandoned me. They kicked me and my wife out. Later, I was repeatedly beaten by people who claimed to be Muslims. They told me that I had to renounce Jesus Christ. If not, I’d bitterly regret it.” Even his children suffered. Teachers gave them low marks in school no matter how well they performed. But relief came in the form of a secret Open Doors safe house that friends like you helped provide. Akhmet smiles despite the sadness. “We encountered peace here. We really feel safe, as if the harassment of our relatives and hatred from the police are thousands of miles away.” Your gifts keep believing families safe when they have no choice but to leave home for a period of time. Thanks for supporting Open Doors, because you’re giving the persecuted an escape to safety, a chance to get back on their feet… and you’re advancing God’s Kingdom where faith costs the most. Together in His service, Jan Gouws. Executive Director, Open Doors Southern Africa
===============
Il Brunei bandisce il Natale. Secondo il sultano, “potrebbe danneggiare la fede dei musulmani”. I cristiani rischiano 5 anni di prigione. “Uccideteci tutti o lasciateci andare”
l gruppo jihadista Al Shabab assalta un bus per fare strage di cristiani. Ma i passeggeri islamici fermano la carneficina.
====================
Insegnanti alla mensa dei poveri. Un Natale amaro per 30mila docenti. Si tratta di supplenti che da settembre non vengono pagati. Lo sblocco degli stipendi solo a gennaio. E intanto c'è chi bussa alla porta della Chiesa
===========================
Three seriously wounded in Jerusalem Old City stabbing attack. Three people have been wounded in a stabbing attack early Wednesday afternoon at Jerusalem's Jaffa Gate, a popular tourist spot on the western side of the Old City. One of the victims is in critical condition, according to medical sources. The second victim is seriously injured and the third moderately. The victims received first aid at the scene from Magen David Adom (MDA) paramedics, and from there were transported to the capital's Hadassah Ein Kerem and Shaarei Tzedek hospitals. All three victims are in their 30s. The attack was carried out by two Arab terrorists. Border Policewomen stationed in the area opened fire on both of them, killing one and wounding the other, who was then promptly taken into custody.
Watch Here. Police are investigating emerging reports that the critically injured victim was in fact accidentally shot by security forces in the process of neutralizing the terrorists. Doctors at Hadassah Ein Kerem say he is in life-threatening condition and they are fighting for his life. ZAKA volunteer paramedic Shimi Grossman, who was at the scene, described it as particularly serious attack, describing how the two terrorists pounced upon their first two Jewish victims at the entrance to Jaffa gate, before being neutralized by security forces. The latest stabbing attack breaks a slight lull in Arab terrorism in the Israeli capital. Yesterday violence continued elsewhere however, with an Arab terrorist apprehended in Hevron as she attempted to stab soldiers stationed at the Cave of the Patriarchs.
Source: Arutz Sheva
========================
traditori nazisi fascisti maledetti! PREPARATEVI A MORIRE, PERCHé SIETE DIVENTATI DHIMMI SCHIAVI! WATCH: Muslim ‘Sharia Police’ Patrol the Streets of Germany! A German court has allowed sharia law police to patrol the streets of Wuppertal in order to ensure that ALL people adhere to Muslim religious law. Considering the large number of Muslim immigrants in Germany, this is not surprising. The immigrants have demanded the implementation of sharia law. What this means is no consumption of alcohol, no music, modest attire for women and strict adherence to the laws of Mohammed – just like in Iran and Saudi Arabia. Perhaps this should be taken as a warning to other countries who are bringing in scores of Muslim immigrants. Do you want sharia police patrolling the streets of your city, or anywhere in your country?
==========================
Labirinti sotterranei e nascondigli segreti: così i sacerdoti cattolici inglesi scampavano alle torture. In molte case e castelli di famiglie caloriche inglese esiste ancora un reticolo che proteggeva i preti durante la repressione di Elisabetta I. Molly Holzschlag. 23 dicembre 2015. Priest Holes (i nascondigli dei sacerdoti) è il termine che fu dato alle cavità per i sacerdoti che furono realizzate all’interno di moltissime case di cattolici durante la persecuzione, che ebbe inizio con il regno della Regina Elisabetta I, calvinista, nel 1558 (Vanillamagazine.it, 21 dicembre). Le leggi volte a perseguitare i cattolici che furono promulgate poco dopo l’incoronazione della sovrana divennero pericolose soltanto dopo la rivolta dei Papisti nel 1569 (Rising of the North), che costrinse la Regina ad applicare il pugno di ferro contro i cattolici presenti in Inghilterra. [ La Massoneria ha provato a distruggere la Chiesa? La storica della Chiesa Angela Pellicciari: i massoni studiavano strategie eversive per rovesciare il potere ecclesiastico.] PENE SEVERISSIME. La legge prevedeva pene crescenti in base al numero di infrazioni. Se un membro della Chiesa cattolica Romana veniva scoperto mentre celebrava i riti della propria fede veniva punito la prima volta con una multa, la seconda con un anno di carcere e la terza con il carcere a vita.
“GIURAMENTO DI SUPREMAZIA”
Nel caso in cui il sacerdote si fosse rifiutato di pronunciare il “Oath of Supremacy“, il “giuramento di supremazia” (cioè la supremazia della leggi civili su quelle religiose) richiesto a qualsiasi persona che ricoprisse una carica pubblica o ecclesiastica in Inghilterra, il suddito diveniva un alto traditore, con conseguenze facilmente immaginabili.
CONVERSIONI PERICOLOSE
Nel caso in cui un “Papista” fosse stato colto in flagrante durante la conversione di un anglicano (o credente in altre forme di protestantesimo), entrambi sarebbero stati giustiziati per alto tradimento. Nel mese di novembre del 1591 un sacerdote fu impiccato davanti alla porta di una casa a Gray Inn Fields per aver detto Messa il mese precedente.
NASCONDIGLI SEGRETI
Per scampare alle torture, nel XVII molti sacerdoti, con l’aiuto, di famiglie cattoliche, realizzarono dei nascondigli segreti all’interno di grandi case e castelli. Alle volte non veniva realizzato soltanto un nascondiglio per il prete, ma addirittura cappelle intere per officiare la messa in modo del tutto nascosto. Nelle case era presente spesso un nascondiglio anche soltanto per gli abiti da cerimonia, che venivano occultati in modo ancora più sicuro rispetto ad intere camere per le persone.
PERFUGI E LABIRINTI
Moltissimi di questi nascondigli, come spiega la ricostruzione di Vanilla Magazine, furono attribuiti ad un gesuita, Nicholas Owen (morto nel 1606), che dedicò la maggior parte della propria vita alla costruzione di questi luoghi per proteggere la vita dei sacerdoti perseguitati. Si trattava di pertugi di difficile accesso, spesso preceduti da antri labirintici, che riuscivano ad occultare efficacemente le persone che dovevano sfuggire agli ufficiali della corona.
LA CANONIZZAZIONE DI OWEN
Owen realizzò tantissimi nascondigli, ma non riuscì a nascondere se stesso dalla morte. A seguito della Congiura delle Polveri egli fu catturato a Hindlip Hall, nel Worcestershire, portato nella torre di Londra e torturato a morte, rifiutandosi di svelare l’ubicazione di anche solo uno dei suoi segreti. L’artigiano fu canonizzato da Paolo VI nel 1970, e ci sono molti che sostengono che alcuni dei suoi antri siano ancora da scoprire.
============================
 IDF Uncovers Major Hamas Bomb Laboratory. The Shin Bet uncovered a large Hamas terror cell, among whose members were Israeli citizens, which planned to carry out suicide bombings and other terror attacks in Israel, the security service revealed on Wednesday. The Shin Bet, alongside the IDF and Israel Police, have thus far arrested 25 Hamas operatives, the majority of them Al-Quds University in Abu Dis students, who they suspect were preparing to attack Israeli targets, the agency said in a statement. The arrests were carried out over the past few weeks. The service also uncovered a makeshift laboratory in Abu Dis, in east Jerusalem, which was being used to create the explosives necessary for bombing attacks. It said the cell was controlled by Hamas leadership in the Gaza Strip. “This case reveals and highlights again the involvement of the military arm of Hamas from the Gaza Strip, which operates continuously with the intent of carrying out mass-casualty attacks within Israel and the West Bank,” the Shin Bet said. Watch Here.     The Palestinian Authority recently warned of such a threat by Hamas against Israel, an official from within the PA told The Times of Israel last week. The PA’s warning was based on information gleaned from interrogations of Hamas operatives arrested by PA security services, which showed that the terror group’s leaders in Gaza and abroad have sent orders to local commanders to escalate their activities — from encouraging protests and stabbing attacks to more dramatic and deadly assaults on Israeli civilians. The ringleader of this terror plot uncovered by the Shin Bet was 24-year-old Ahmad Jamal Mousa Azzam from Qalqilya in the West Bank. Azzam was recruited by Hamas operatives from the Gaza Strip in order to set up a terror cell in the West Bank. The 24-year-old remained in constant contact with his controllers in the Strip, the Shin Bet said. Hamas taught Azzam, a student from Al-Quds University in Abu Dis with campuses in east Jerusalem and al-Birah, how to create explosive belts and vests, as well as improvised explosive devises which could be used against both civilians and security forces. Source: Times of Israel
===========================
SORRY my dear <Advisor@eTeacherHebrew.com> i not speak english, io non ho il tempo per imparare una lingua! Perché io sono un commentatore politico nascosto da youtube nella sua pagina di https://www.youtube.com/user/YouTube/discussion
io cerco un webmaster, che mi aiuta a posizionare bene i miei 110 blogspot, come http://gmos-ai.blogspot.com/
http://stellamarisdefinibusterrae.blogspot.com/
http://lorenzoJHWH.blogspot.com/
tutti siti che io ho realizzato per difendere i martiri cristiani e che io ho fatto anche e soprattutto per realizzare il regno delle 12 tribù di Israele.
ma, il NWO nasconde tutto quello che io faccio! my JHWH bless you too!
========================
Rocco Carbone La preghiera di Gesù e la moneta debito - https://youtu.be/-BkIJdgrbTU
https://www.youtube.com/watch?v=-BkIJdgrbTU&feature=youtu.be
PREGHIERA CHE HA INSEGNATO GESU' PER SAPERNE DI PIU': http://www.simec.org/
Giacinto Auriti: << LE PAROLE ESSENZIALI...LA PREGHIERA CHE HA INSEGNATO GESU', DACCI OGGI IL NOSTRO PANE QUOTIDIANO, IN QUESTA FRASE STA L'ESSENZA, IL CUORE DELLA DOTTRINA SOCIALE DELLA CHIESA...VISIONE UNIVERSALE DI DIRITTO SOCIALE CHE RIGUARDA LA COLLETTIVITA' DI TUTTI GLI STATI... A QUESTO PUNTO DOBBIAMO FARE UNA RIFLESSIONE...PER DARE AD OGNUNO IL PANE QUOTIDIANO...DARE DENARO PER COMPRARLO...DOTTRINA SOCIALE DELLA CHIESA...IL CUORE E' GARANTIRE AD OGNUNO DENARO PER COMPRARE PANE...QUELLO CHE MANCA NON E' IL PANE...MA IL DENARO PER COMPRARLO, 50 MILIONI DI UOMINI MUOIONO DI FAME OGNI ANNO...QUANDO PARLA CRISTO E DICE: "DACCI IL  NOSTRO PANE QUOTIDIANO"...CHE VUOL DIRE NOSTRO ?...E' IL DIRITTO DI PRETENDERLO!... LA PROPRIETA' DEL PANE...QUANDO SI NEGA IL DIRITTO SI NEGA IL GODIMENTO GIURIDICO...LA MONETA STRUMENTO DI COSTO NULLO...IL VALORE E' UNA DIMENSIONE DEL TEMPO, CIOE' UNA PREVISIONE...ORO FATTO DI CARTA, PERCHE' BASTA LA CONVENZIONE...LA MONETA E' UNA FATTISPECIE GIURIDICA...CHI CREA IL VALORE DELLA MONETA NON E' CHI LA EMETTE MA CHI L'ACCETTA  http://youtu.be/-BkIJdgrbTU   >>   
Questo video - La preghiera di Gesù e la moneta debito - 25/8/2002 su SAUS TV  Clicca qui http://www.youtube.com/user/ScuolaAuritianaSimec/videos?view=0
e www.simec.org utili per conoscere la scuola monetaria auritiana.               
=========================
GLI USA STANNO TESTANDO LA DOCILITà DELLE NAZIONI, AD AGGREDIRE LA RUSSIA NELLA GUERRA MONDIALE NUCLEARE! NESSUNA NAZIONE DEVE CORRISPONDERE CITTADINI RUSSI AD USA! ANCHE I RUSSI HANNO TRIBUNALI PER CONDANNARE EVENTUALI REATI COMMESSI DAI SUOI CITTADINI! TUTTI COLORO CHE MI DISUBBIDISCONO SE LA DOVRANNO VEDERE CONTRO DI ME! In Israele arrestato un cittadino della Russia, Mosca chiede spiegazioni. 25.12.2015. Un cittadino della Russia è stato arrestato all’aeroporto internazionale Ben Gurion a Tel Aviv sulla base di un mandato spiccato dalle autorità USA. Mosca ha chiesto a Israele spiegazioni in merito e l’immediata visita consolare al detenuto. Israele deve spiegazioni esaurienti in merito ai motivi che hanno portato all'arresto del cittadino della Federazione Russa sulla base di un mandato delle autorità USA, ha dichiarato il ministero degli Esteri.
"Chiediamo di fornirci immediatamente tutte le informazioni sui motivi dell'arresto del cittadino russo e di organizzare urgentemetne una visita consolare al detenuto. Speriamo che le autorità israeliane non procedano all'estradizione di A.Ju. Burkov negli Stati Uniti, dove egli verrebbe sicuramente processato in maniera politicizzata e parziale, come è già capitato a molti altri cittadini russi", — dice il comunicato. Il ministero degli Esteri ha inoltre decisamente condannato il "nuovo caso di applicazione extraterritoriale della legge americana contro i cittadini della Federazione Russa". "Questa prassi, categoricamente inaccettabile, è diventata ormai cronica", — ha dichiarato il ministero. "Le autorità americane continuano a perseverare nella violazione delle relative norme del diritto internazionale, calpestando i legittimi diritti e interessi dei cittadini russi e ignorando la base bilaterale delle norme giuridiche volte a garantire il rispetto delle leggi. Ancora una volta dichiariamo con tutta responsabilità che ciò è un vicolo cieco che aggrava ulteriormente le relazioni russo-americane che già stanno vivendo — e non per colpa nostra — dei tempi difficili", — ha dichiarato il ministero degli Esteri: http://it.sputniknews.com/mondo/20151225/1787644/Israele-arresto-spiegazioni.html#ixzz3vMH60VH6
sono un commentatore politico esperto in geopolitica, restituitemi il canale YOUTUBE, rapidamente, per poter svolgere le mie funzioni informative! PRIMO EMENDAMENTO costituzione stopyouporntubesatan@gmail.com [ Impossibile accedere a un prodotto Google ] Grazie per aver contattato il nostro team di Google Account. Esamineremo la tua segnalazione e ti contatteremo soltanto per comunicarti altre informazioni. Apprezziamo che tu ci abbia contattato.
==================
Buon anno nuovo di sanzioni, auguri! 13:03 25.12.2015 Arriva l’anno nuovo e con lui le sanzioni alla Russia. Il consiglio europeo proroga le misure restrittive nei confronti di Mosca per altri 6 mesi. L’Italia, nonostante i miliardi persi a causa delle controsanzioni, ci sta. Perché? http://it.sputniknews.com/mondo/20151225/1786738/proroga-sanzioni-contro-Russia.html#ixzz3vOA1zZin
==========================
nessuna multinazionaLe può diventare padrona della vita, e decidere che non deve più essere autoriproduttiva! ]  Grazie all'Ue un peperone senza semi (non OGM) diviene proprietà di una multinazionale. La redazione del Cambiamento.it L’ufficio.
==============================================
Zahran Alloush era un TERRORISTA ISLAMICO PERICOLOSISSIMO! ma per USA una specie di santone! L’obiettivo dell’Esercito dell’Islam di cui era capo è quello di fare della Siria un califfato esattamente come i qaedisti di Al Nusra (con cui ha collaborato più volte) e l'Isis.
Il padre di Zahran Alloush è un religioso islamico salafita che vive in Arabia Saudita, paese che arma e finanzia tale gruppo terrorista. A luglio del 2013 Zahran, adoratore di Osama Bin Laden, aveva rilasciato questo messaggio: «...Vi porto buone notizie, sporchi sciiti: proprio come i figli degli Omayyadi vi hanno distrutto nel passato, così noi vi schiacceremo ora. Vi faremo assaggiare il male della tortura in questo mondo, prima che Allah ve lo faccia assaggiare nel giorno della Resurrezione». è un estremista islamico, lo dice anche il nome ignoranti di giornalisti... Putin ha fatto solo bene, un taglia gole in meno!! Jaish al Islam, significa i soldati dell'Islam... non è una cosa tanto tranquilla quando li hai davanti, e a seconda delle convenienze li chiamano moderati dall'amico Obama! Quindi i russi a differenza degli americani e degli europei conoscono bene i terroristi e li eliminano al posto di finanziarli ! Tanto per fare un po' di chiarezza.
=====================================
CHE NOVITà CI RACCONTI?
PRENDILA NEL CULO TROIA! ti avevo chiesto di ridarmi il canale di youtube!
https://plus.google.com/u/0/+LorenzojhwhUniusREI888


https://www.facebook.com/tommaso.vendemmia Tommy Skörd https://www.facebook.com/photo.php?fbid=579416635518999&set=a.326305054163493.1073741833.100003520047639&type=1 L'ORA DEL SANTO ROSARIO ..PREGHIAMO PER LE TUE INTENZIONE
MADRE SANTA ..PER TUTTI ..I MALATI SEGNALATI ..PER LA PACE NELLE FAMIGLIE ..E NEL MONDO ! https://fbcdn-sphotos-f-a.akamaihd.net/hphotos-ak-xap1/v/t1.0-9/10561804_579416635518999_8455251102926269683_n.jpg?oh=35529b35c85f8dff2b9b7d1336f9ef13&oe=54DA4068&__gda__=1424077748_35c1662a6dc491b5c2e1fd6ce43f0c22
I PAESI ARABI HANNO UNA LORO AGENDA E SONO MOLTO SCALTRI, SPERANO, CHE, USA UE E RUSSIA SI SCANNINO TRA DI LORO, E SI INDEBOLICANO TRA DI LORO! 
“Il mondo arabo si allontana dall'Occidente e guarda verso la Russia”
Ahmad Badreddin Hassoun. Poco a poco i Paesi arabi si stanno avvicinando verso la Russia, rafforzando la collaborazione, ha dichiarato oggi in una conferenza stampa nella sede di RIA Novosti il Gran Muftì della Siria Ahmad Badreddin Hassoun.
"L'Egitto oggi ha compiuto un importante passo strategico e si è voltato verso la Russia. Penso che la Tunisia, l'Algeria ed altri Stati arabi prendano questa strada, perché le relazioni strategiche con la Russia sono molto importanti. La Russia rispetta la sovranità, la libertà di parola e i diritti, non cerca di imporre nulla a nessuno,"- ha detto Hassoun.

Benjamin Netanyahu -- I SODOMITI GENDER, IN ASSOLUTO DISPREZZO, A TUTTO IL MIO AMORE PER LORO? CHE, IO HO RICONOSCIUTO LORO, TUTTI I DIRITTI, TRANNE IL MATRIMONIO?
SONO ALLA CRIMINALE RICErCA, DI UNA MIA PAROLA SBAGLIATA PER POTERMI QUERELARE! questo mi ha detto, poco fa, lo Spirito Santo!
4. Io scatenerò la maledizione, dice il Signore degli eserciti, in modo che essa penetri nella casa del ladro e nella casa dello spergiuro riguardo al mio nome; rimarrà in quella casa e la consumerà insieme con le sue travi e le sue pietre».
5. Poi l'angelo che parlava con me si avvicinò e mi disse: «Alza gli occhi e osserva ciò che appare». 6 E io: «Che cosa è quella?». Mi rispose: «È un'efa che avanza». Poi soggiunse: «Questa è la loro corruzione in tutta la terra».
7. Fu quindi alzato un coperchio di piombo; ecco dentro all'efa vi era una donna.
8. Disse: «Questa è l'empietà!» [ astarte, la statua della libertà,]. Poi la ricacciò dentro l'efa e ricoprì l'apertura con il coperchio di piombo.


"Questa giustizia contrasta l'ingiustizia da parte dell'Occidente" - ha aggiunto.
Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_30/Il-mondo-arabo-si-allontana-dallOccidente-e-guarda-verso-la-Russia-9130/
fino a che punto sanno in Svezia che, la shariah è peggio del nazismo?
Israele richiama ambasciatore in Svezia
Dopo riconoscimento formale Stato palestinese da Stoccolma.
MA TUTTI SAPPIAMO, CHE, NEL SISTEMA MASSONICO SATANICO: NWO, NON SI MUOVE FOGLIA CHE ROTSCHILD NON VOGLIA!
QUINDI, ISRAELE è ANDATO A PUTTANE!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/10/30/israele-richiama-ambasciatore-in-svezia_09e0eb27-11a3-49b9-b5e2-316df115ca4d.html

MIO FRATELLO, Abd Allah bin Abd al-Aziz Al Saud, Re dell'Arabia Saudita Abdullah, to: Arabia Saudita: anche questo è Islam shariah califfato! e tu che? https://www.facebook.com/photo.php?fbid=450217268449574&set=a.278890392248930.1073741829.100003839144867&type=1 ovviamente, salafiti e farisei Rothschild, usurocrazia bILDENBERG MERKEL, SISTEMA MASSONICO, loro dicono, che, "prossimo" sono soltanto, coloro che, appartengono alla loro maledizione! ECCO PERCHé, FANNO PAGARE AD INTERESSE IL DENARO, ANCHE, AGLI EBREI, ISRAELIANI! perché, sono pochi coloro che, sono satanisti della loro sinagoga: tra di loro Bush 322 Kerry! TUTTAVIA, COLORO CHE DICONO IL PROSSIMO SIAMO SOLTANTO, TRA DI NOI? PROPRIO LORO SONO L'ANTICRISTO!
certo, io non lascerò a nessuno il mio diritto di poterti uccidere!
to: Arabia Saudita: anche questo è Islam shariah califfato! e tu che? è molto divertente la tua teologia della sostituzione: apologia del genocidio, quindi, Maometto pedofilo poligamo pieno di peccati, ha sostituito Gesù, La Cupola della Roccia ha sostituito il Tempio Ebraico, i musulmani hanno sostituito il genere umano, con la complicità di nazi Onu Shariah, ma, tu in questo modo fin dove credi di poter arrivare? https://www.facebook.com/photo.php?fbid=450217268449574&set=a.278890392248930.1073741829.100003839144867&type=1
Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
è tutta una ipocrisia islamica sharia, NON SI PUò VINCERE IL TERRORISMO SHARIAH, SE, LA SHARIAH è LEGGE DELLO STATO! QUESTO è UN ELIRIO MUSULMANO INSOLUTO DAI TEMPI DI MAOMETTO! Queste società sono troppo violente, e poi, sfogano la tensione con nuove annessioni territoriali! QUINDI LA GUERRA, PER I FARISEI FMI SPA, DEL TALMUD, E PER I SALAFITI SHARIAH è UN SISTEMA SISTEMICO. ] [ AL ARISH (SINAI), 25 OTT - Almeno 8 jihadisti sono rimasti uccisi nei bombardamenti e nei raid degli elicotteri delle forze egiziane contro le roccaforti dei gruppi terroristici a sud di Sheikh Zowayyed, nel nord del Sinai, teatro dei sanguinosi attentati di ieri contro i militari. Lo riferisce una fonte militare all'ANSA.
Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
Severino Buratti TU SEI UN CRETINO? LA SHARIA NAZI, è UN PROGETTO DI GENOCIDIO DEL GENERE UMANO, E I PALESTINESI SONO SOLTANTO STRUMENTALIZZATI! O TU SEI UN DEFICIENTE O TU SEI UN CORROTTO! OK! A QUESTO PUNTO, O DOBBIAMO MORIRE NOI: IL GENERE UMANO, OPPURE, DEVE MORIRE TUTTA LA LEGA ARABA SHARIAH: è VERO CHE MAOMETTO è UN CRIMINALE ESOTERISTA, PREDATORE, PIENO DI PECCATI, BUGIE ED IPOCRISIE! KABUL, 25 OTT - Una manifestazione di centinaia di studenti inferociti si é svolta oggi a Kabul per chiedere una dura punizione per il direttore del giornale "Afghanistan Express" e per l'autore di un articolo "blasfemo" e "offensivo del Profeta e dell'Islam". L'articolo, pubblicato con il titolo 'L'Islam dei talebani e dell'Isis' é stato criticato senza mezzi termini da movimenti sociali, parlamentari, 'jihadisti' e dallo stesso premier Abdullah Abdullah. C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti Croce del Santo Padre Benedetto C. S. S. M. L. Crux Sacra Sit Mihi Lux Croce sacra sii la mia Luce N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux Che il dragone non sia il mio duce V. R. S. Vadre Retro satana Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana Non mi persuaderai di cose vane S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas Ciò che mi offri è cattivo I.V. B. Ipsa Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni ESORCISMO : (Al segno + ci si fa il segno della croce) + In nomine Patris, et Filii et Spiritui Sancto Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen!
TROPPE MORTIFICAZIONI, RICATTI, CRIMINI, VIOLAZIONI, ABUSI, ED UMILIAZIONI, PER POTER PORTARE INDIETRO LE LANCETTE DELLA STORIA! ORA, O DEVE MORIRE IL SISTEMA MASSONICO ROTHSCHILD, O DEVE MORIRE LA RUSSIA! IO UNIUS REI, MI SONO SCHIERATO CON RUSSIA E CINA, E ISRAELE! VOI SATANISTI MASSONI SALAFITI, VOI VENITE AVANTI!
Marina russa: la Russia è in grado di costruire da sola le navi "Mistral"
La Russia non dipende dalla Francia nel campo della costruzione delle navi portaelicotteri di tipo "Mistral" ed è in grado di costruire autonomamente le navi di questa classe, ha detto il vice Comandante della Marina russa per gli armamenti Victor Bursuk.
Il capo dell'Amministrazione presidenziale russa Sergei Ivanov ha detto che la Russia si proteggerà dalla Francia, in caso di mancata consegna delle "Mistral" e chiederà i danni per non aver rispettato il contratto.
C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti Croce del Santo Padre Benedetto C. S. S. M. L. Crux Sacra Sit Mihi Lux Croce sacra sii la mia Luce N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux Che il dragone non sia il mio duce V. R. S. Vadre Retro satana Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana Non mi persuaderai di cose vane S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas Ciò che mi offri è cattivo I.V. B. Ipsa Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni ESORCISMO : (Al segno + ci si fa il segno della croce) + In nomine Patris, et Filii et Spiritui Sancto Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen!
 http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_25/Marina-russa-la-Russia-e-in-grado-di-costruire-da-sola-le-navi-Mistral-1658/
https://fbcdn-sphotos-g-a.akamaihd.net/hphotos-ak-xap1/v/t1.0-9/1499647_722441797774890_460864883_n.png?oh=2ad8b67dd7b5f51fd40f851ebb38a0a1&oe=54BA9058&__gda__=1421677019_6c882b23c4b063328be1da843a93e6f6

c'è chi deve rappresentare la Chiesa a livello ufficiale, ma, a livello mistico ogni cristiano rappresenza la Chiesa, perché è il corpo mistico di Cristo!
Chi è stato quel demonio modernista, di un massone infiltrato, che ha detto:
 "la natura umana è buona!" per fare una super Chiesa: New AGE, che, tace di fronte al crimine usurocrazia rothschild di satanismo Bildenberg, mentre, la parola di Dio dice tutto il contrario..
STOP USURA BANCHE CENTALI SPA!
Cosa è la Natura DIVINA del Cristiano? Chi sa spiegarla?
in realtà è questa la apostasia che distruggerà la Chiesa!
perché la chiesa per 1960 anni ha detto "la natura umana, la carne, l'uomo vecchio non rigenerato dallo Spirito Santo, è cattiva, è corruzione e dannazione, ed ha bisogno di redenzione!"
ecco perché, è indispensabile il sacrificio di Cristo sulla Croce!
stop a questa super chiesa New Age, dove il motto è: un generico "vogliamoci bene!"
perché, non è in questo modo che, si può vincere fino al sangue la nostra battaglia contro il peccato!
Quindi dobbimo ritornare alla: "Imitazione di Cristo" ed al "metodo" del Catechismo di San Pio X, perché, mai nella storia la ignoranza cristiana è stata a questi livelli.
I politici, lobby GENDER, i Ricchi, i banchieri, i massoni, farisei, salafiti, devono andare quasi tutti all'inferno, e per invidia voglio portare all'inferno anche noi, insieme con loro
open letter a SVEZIA ] [ IL PROBLEMA è CHE, A TROPPE PERSONE DELL'ETA DI VATTIMO? è PROPRIO IL PENE CHE NON FUNZIONA PIù! ] [ quando un terrorista palestinese uccide, un isrAeliano, in tutti questi terribili, 66 anni, questo annulla il patto, contratto, accordo, con la Autorità Palestinese, e PA non può dire: "io non sono responsabile dei miei cittadini!" OPPURE, NOI DOBBIAMO DIRE CHE, TUTTE LE VITTIME DEL TERRORISMO, SONO MORTI INUTILMENTE, PERCHé IL SANGUE DEGLI EBREI è MERDA! e perché la LEGA ARABA, non potrà mai avere una sua responsabilità per il suo nazismo della Shariah, E CHE EBREI NON HANNO DIRITTO AD UNA PATRIA PERCHé DIO LI HA MALEDETTI!
ASSURDO: perché è questo che tu hai detto, di fatto! ASSURDO!
PER TUTTI GLI ACCORDI CHE, I PALESTINESI HANNO STRACCIATO ATTRAVERSO, IL TERRORISMO?
DA TEMPO, NESSUN PALESTINESE HA PIù DIRITTO DI RISIEDERE IN PALESTINA!
INFATTI, SE, NON VIENE RIMOSSA LA SHARIAH NAZI DALLA LEGA ARABA? PALESTINESI DEVONO TUTTI ESSERE DEPORTATI IN SIRIA!
E LO SCONTRO MILITARE CONTRO LA LEGA ARABA SI RENDERà INEVITABILE! OPPURE TU SI COME VATTIMO CHE DICE: "IO RINUNCIO AI MIEI DIRITTI GAY, IN 2 ORE, PUR DI DIVENTARE ISLAMICO! PRENDERE UN ARMA ED UCCIDERE ISRAELIANI! " E PERCHé, LO SAPPIAMO TUTTI COME L'ISLAM SA ACCAREZZARE BENE IL PENE: IN OGNI MODO! IL PROBLEMA è CHE, A TROPPE PERSONE DELL'ETA DI VATTIMO? è PROPRIO IL PENE CHE NON FUNZIONA PIù!
Antonio Ulix chi ci ha rubato la nostra: sovranità monetaria, cioè, le nostre migliori energie vitali?
 infatti, nel 1600 con la Fondazione della Spa Rothschild, Banca di Inghilterra, ne ha fatto di strada lui, il fariseo che uccise Gesù, verso, il regno di Satana!
Questa è la sinagoga di satana, la massoneria, che, ucciderà Israele, che pianifica ogni, guerra mondiale ed ogni Shoah, perché senza queste distruzioni un sistema usurrocratico crollerebbe, perché non è più in grado di uscire dalla recessione!
ma, tu non hai difficoltà a seguire qualche video di Giacinto Auriti in youtube!
Tu hai mai votato un Bildenberg?
allora, perché sono loro che ci comandano?
e perché con le nostre tasse noi dobbiamo pure, pagare le spese delle loro riunioni?
Gruppo di contatto sull'Ucraina rileva progressi sulla de-escalation nel Donbass. ] [ Il gruppo di contatto, che comprende rappresentanti di Ucraina, OSCE e Russia, ha preso atto dei progressi relativi alla de-escalation nel Donbass. Lo ha riferito l'ufficio stampa dell'OSCE.
I partecipanti dell'incontro svoltosi il 2 ottobre a Kiev hanno tuttavia espresso preoccupazione per le continue violazioni del cessate il fuoco e degli accordi raggiunti in occasione dei negoziati di Minsk.
Il gruppo di contatto inoltre ha accolto con favore l'avvio dei lavori a Debalcevo (cittadina della regione di Donetsk) di un centro congiunto per il monitoraggio e il coordinamento delle questioni legate al cessate il fuoco.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_04/Gruppo-di-contatto-sullUcraina-rileva-progressi-sulla-de-escalation-nel-Donbass-8805/
Un'... Altro...


Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
Petro Poroshenko è TOTALMENTE IMPAZZITO! NON C'è NULLA CHE PUò IMPEDIRE ALL'ESERCITO RUSSO. se volesse, DI DEVASTARE TUTTA LA EUROPA! ] [ Poroshenko: quasi ultimata costruzione linea difensiva in Ucraina orientale. Petro Poroshenko. La costruzione della prima e seconda linea di fortificazioni nella parte orientale dell'Ucraina è completata all'80%. Lo ha riferito il presidente Poroshenko durante la sua visita nella regione di Zhytomyr.
In precedenza aveva dichiarato che Kiev avrebbe costruito al confine con la Russia, se necessario, un moderno e complesso sistema di fortificazioni. In seguito il premier ucraino Yatsenyuk aveva annunciato la costruzione di un "vero e proprio confine con la Russia." Il progetto è stato chiamato "Stena" (“Muro”).
http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_04/Poroshenko-quasi-ultimata-costruzione-linea-difensiva-in-Ucraina-orientale-1655/


Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
MY JHWH -- IO HO DECISO DI DARE UNA PATRIA A TUTTI GLI EBREI DEL MONDO! NON è GIUSTO CHE, ALCUNI DI LORO, DEVONO ANDARE IN GIRO, A FARE I SATANISTI FARISEI ILLUMINATI LUCIFERINI DEL TALUD!
https://www.youtube.com/user/merkelHitler/discussion


Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
open letter a SVEZIA ] [ IL PROBLEMA è CHE, A TROPPE PERSONE DELL'ETA DI VATTIMO? è PROPRIO IL PENE CHE NON FUNZIONA PIù! ] [ quando un terrorista palestinese uccide, un isrAeliano, in tutti questi terribili, 66 anni, questo annulla il patto, contratto, accordo, con la Autorità Palestinese, e PA non può dire: "io non sono responsabile dei miei cittadini!" OPPURE, NOI DOBBIAMO DIRE CHE, TUTTE LE VITTIME DEL TERRORISMO, SONO MORTI INUTILMENTE, PERCHé IL SANGUE DEGLI EBREI è MERDA! e perché la LEGA ARABA, non potrà mai avere una sua responsabilità per il suo nazismo della Shariah, E CHE EBREI NON HANNO DIRITTO AD UNA PATRIA PERCHé DIO LI HA MALEDETTI!
ASSURDO: perché è questo che tu hai detto, di fatto! ASSURDO!
PER TUTTI GLI ACCORDI CHE, I PALESTINESI HANNO STRACCIATO ATTRAVERSO, IL TERRORISMO?
DA TEMPO, NESSUN PALESTINESE HA PIù DIRITTO DI RISIEDERE IN PALESTINA!
INFATTI, SE, NON VIENE RIMOSSA LA SHARIAH NAZI DALLA LEGA ARABA? PALESTINESI DEVONO TUTTI ESSERE DEPORTATI IN SIRIA!
E LO SCONTRO MILITARE CONTRO LA LEGA ARABA SI RENDERà INEVITABILE! OPPURE TU SI COME VATTIMO CHE DICE: "IO RINUNCIO AI MIEI DIRITTI GAY, IN 2 ORE, PUR DI DIVENTARE ISLAMICO! PRENDERE UN ARMA ED UCCIDERE ISRAELIANI! " E PERCHé, LO SAPPIAMO TUTTI COME L'ISLAM SA ACCAREZZARE BENE IL PENE: IN OGNI MODO! IL PROBLEMA è CHE, A TROPPE PERSONE DELL'ETA DI VATTIMO? è PROPRIO IL PENE CHE NON FUNZIONA PIù!
Antonio Ulix chi ci ha rubato la nostra: sovranità monetaria, cioè, le nostre migliori energie vitali?
infatti, nel 1600 con la Fondazione della Spa Rothschild, Banca di Inghilterra, ne ha fatto di strada lui, il fariseo che uccise Gesù, verso, il regno di Satana!
Questa è la sinagoga di satana, la massoneria, che, ucciderà Israele, che pianifica ogni, guerra mondiale ed ogni Shoah, perché senza queste distruzioni un sistema usurrocratico crollerebbe, perché non è più in grado di uscire dalla recessione!
ma, tu non hai difficoltà a seguire qualche video di Giacinto Auriti in youtube!
Tu hai mai votato un Bildenberg?
allora, perché sono loro che ci comandano?
e perché con le nostre tasse noi dobbiamo pure, pagare le spese delle loro riunioni?

ACCOUNT GOOGLE --- GRAZIE PER AVERMI DETTO, CHE, IO ho cambiato la mia password a uniusrei33@gmail.com, con 18 ore di ritardo, io credo che, la CIA 322 Datagate 666, i cannibali, loro dovrebbero lasciare il mio numero TIM in pace!

Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
il Giappone è pieno di satanisti pericolosi! TUTTI I DEMONI DELLA USUROCRAZIA MONDIALE, I MALEDETTI ROTHSCHILD FARISEI, E TUTTA LA RAZZA MELEFICA BILDENBERG! ] Il Giappone ritira l'invito a Putin a visitare Tokyo. Il Primo ministro giapponese Shinzo Abe ha ritirato l'invito al Presidente russo Vladimir Putin a visitare Tokyo per l’autunno di quest'anno, tuttavia il Premier giapponese spera di riuscire a negoziare con il capo di Stato russo a Pechino ai margini del vertice dell'APEC previsto per novembre. Le fonti del governo hanno riferito che il Giappone potrebbe riprogrammare la visita di Putin per la primavera dell'anno prossimo o al più tardi.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_09_23/Il-Giappone-ritira-linvito-a-Putin-a-visitare-Tokyo-3006/


Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
TUTTO IL SATANISMO DEGLI USA, COMPRESI I SACRIFICI UMANI SULL'ALTARE DI SATANA? SONO REPLICATI IN GIAPPONE, E PURTROPPO ANCHE, SE IN MINIMA PARTE, ANCHE, IN COREA DEL SUD!
Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
anche UNIUS REI PENSA LE STESSE COSE! ED A ME, NON MI PAGA NESSUNO! MOSCA, 23 SET - In un'intervista a Rossiskaia Gazeta, quotidiano ufficiale del governo russo, il premio Oscar Oliver Stone ha preso le difese di Putin e della sua politica in Ucraina, accusando Usa e Nato di aver minacciato gli interessi geo-politici della Russia e disatteso le promesse fatte a Gorbaciov. Stone sta girando un film su Snowden, l'ex talpa del Datagate e un documentario sull'Ucraina.A suo avviso, la crisi in Ucraina è frutto della strategia della Nato che tenta di avvicinarsi alle frontiere russe.
satana -- mi dispiace, ma, tutto quello che, io chiedo? io non lo chiedo per me stesso! e quindi, non mi può essere rifiutato, perché, io lo chiedo in nome della Giustizia: soltanto!
https://www.youtube.com/user/merkelHitler/discussion
Fabio Dell'Acqua · Top Commentator
Semplicemente una persona che capisce quello che accade e stigmatizza i responsabili per quello che è successo . Putin difende il suo spazio di influenza e la Russia . Immaginate se qualcuno andasse a fare il bullo nelle vicinanze degli USA cosa succederebbe . Poi durante l'era Yeltsin è successo di tutto,la Russia stava per essere depredata totalmente delle sue risorse e spezzettata in stati satelliti . E' un bene per l'umanità che Putin sia arrivato e oltre tutto sostiene il cristianesimo come simbolo della famiglia ritrovata,distrutta nell'era sovietica da Stalin,nel quale Putin ha vissuto ma non ci hanno vissuto invece i vari Obama,Kerry,Cameron che,della storia sovietica credo abbiano letto solo qualche libro scritto da americani di parte .
Blog di frontediliberazionedaibanchieri Blog di frontediliberazionedaibanchieri
Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.
Fmi: “Necessario intervenire sulla spesa pensionistica italiana”
Pubblicato su 21 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POLITICA
Dopo gli schiaffoni dell’Ocse, Matteo Renzi deve incassare quelli del Fondo Monetario internazionale, pessimista sull’economia italiana. Il Fmi, infatti, ha rivisto al ribasso le stime sul Pil italiano nel 2014 indicando una contrazione dello 0,1%. Per il 2015 un’accelerazione all’1,1 per cento. Ma non solo, perché l’istituto guidato da Christine Lagarde spiega che “ottenere risparmi significativi sarebbe difficile senza intervenire sulla grande spesa pensionistica.
La spesa per le pensioni italiane – avvertono gli analisti del fondo – è la più alta d’Europa, pari a circa il 30% del totale”. Chiaro il messaggio del Fmi, componente della cosiddetta Troika insieme a Bce e Commissione europea: l’Italia deve ancora stangare i pensionati.
Allarme rosso - Il Fmi, nel report, parla di “rischi che restano ancorati al ribasso” e della “possibilità di stagnazione e bassa inflazione“. Nell’analisi degli esperti di Washington, la crescita è destinata a rimanere attorno all’1% fino a tutto il 2019: le stime sono infatti per un +1,3% nel 2016, un +1,2% nel 2017, un +1% nel 2018 e un +1% nel 2019. Poi cattive notizie anche sulla disoccupazione, che in Italia quest’anno secondo le previsioni salirà ai massimi dal dopo guerra: al 12,6% rispetto al 12,2% del 2013. La disoccupazione, inoltre, per il Fmi è destinata a restare a due cifre fino al 2017. Uno scenario pessimo, che potrebbe anche essere rivisto ulteriormente a ribasso nel World Economic Outlook di ottobre: lo ha spiegato senza peli sulla lingua Kenneth Kang, capo della missione annuale del Fmi in Italia.
Fonte: www.pressnewsweb.it
Tratto da: http://davi-luciano.myblog.it
Fmi: “Necessario intervenire sulla spesa pensionistica italiana”
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
VIVI LIBERO O MUORI. IL PRESIDENTE UCRAINO RESUSCITA L'UNIONE SOVIETICA
Pubblicato su 21 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in ESTERI
Buoni contro cattivi, Libertá o Barbarie, vivi libero o muori, lotta al terrorismo.
In un discorso pieno di retorica e toni apocalittici, spesso interrotto da applausi disciplinati del congresso americano che sembrava un gruppo di cheer leaders, il presidente Ucraino raccoglie il supporto per la guerra che definirà il futuro del mondo.
Poroshenko fa capire che il cessate il fuoco é solo una farsa per raccogliere armi. Il suo obbiettivo é vincere la guerra per la democrazia contro la Russia. La quale viene presentata come in un film americano. L'Ucraina, paladina della democrazia e dei valori occidentali, contro la Russia, oscuro mostro cripto sovietico. La battaglia contro l'Orso é la stessa della battaglia al terrorismo. Poroshenko (o chi per lui scrive questi orribili discorsi) non si lascia sfuggire nessuna metafora, nessun accostamento. Addirittura parla di "Pandemia dell'Odio", paragonando la sua lotta a contro Ebola. In una nota di colore lo speaker della camera John Boehnner alle spalle di Poroshenko, ogni volta che non applaude disciplinatamente, incrocia le dita in maniera ossessiva per contenersi di fronte alle sparate piú grosse. Vediamone qualcuna
 Si inizia con gli applausi ma lui replica modesto:
 questi applausi non sono per me, ma per il popolo Ucraino che é in prima fila per combattere per la battaglia globale per la Democrazia

applausi battaglieri

 Il popolo Ucraino questo inverno ha combattuto per la libertá.
 Molti di voi(rivolto a membri del congresso NdC) erano insieme a noi in questo inverno drammatico. E io vi ringrazio per la vostra solidareitá.

continua spiegando come i difensori della libertá di Maidan erano pronti a sacrificare la loro vita per un futuro migliore di sicuro non il loro. Magari quello del Congresso Americano. Come disse Victoria Nuland "abbiamo speso 5 miliardi di dollari per dare all'Ucraina il futuro che si merita". Poi da la stoccata:

 l'unione sovietica é crollata troppo in fretta, creando l'impressione che questa storia fosse finita per sempre. Ma sfortunatamente nella mente della gente non é finita

Poroshenko accusa la Russia di imperialismo e snocciola una lista di paesi in cui si trovano Russi, concludendo con effetto a sorpresa.

 Anche in Germania si trovano russi. CHI SARÁ IL PROSSIMO?!?

pausa drammatica di riflessione
Io vi invito a non lasciare l'Ucraina da sola di fronte a questa aggressione

applausoni
Noi non siamo soli, siamo uniti (a voi) in questa guerra (contro la Russia NdC)



Gli USA hanno preso un impegno per mantenere l'integritá territoriale Ucraina e e io sono sicuro che manterranno questa promessa

applausi pieni di promesse, tutti i congressmen si alzano. Segue la minaccia manco velata:
Se le democrazie non si supportano a vicenda verranno eliminate una a una

 Il risultato della guerra odierna determinerá se noi saremo forzati ad accettare la realtá di un' Europa oscura, parte di un Nuovo Ordine Mondiale.

 questa non é una guerra Ucraina, é anche Europea e americana. è una guerra per il Mondo Libero. (scandisce) P E R I L M O N D O L I B E R O


Applausi liberatori. Poroshenko insiste e collega la lotta contro i Russi a quella contro il terrorismo. Invita gli americani a fermare il nemico (Russi e terroristi) prima che arrivi nel loro continente.

 Per prevenire questo (anche il "terrorismo islamico russo") migliaia di soldati ucraini sono sulla linea del fuoco adesso (anche se c'é un cessate il fuoco NdC)

(???)

 ... [questi soldati] hanno bisogno di piú equipaggiamento, letale e non letale,

Applausi Letali
... urgentemente


ancora piú applausi Letali, Poroshenko continua:
le coperte sono importanti ma noi non possiamo vincere la guerra con le coperte


Poi si esce il supporto che gli americani danno a Israele.
proprio come Israele noi abbiamo diritto di difendere la nostra terra
In effetti un discorso del genere che usciva dalla bocca di un politico contemporaneo l'ho sentito solo dagli Israeliani
Io premo affinché l'America ci aiuti, io chiedo che l'America prenda la leadership!!!


applausi di coloro che sanno di essere speciali e destinati a guidare gli altri. al ché Poroshenko si lancia in una filippica in cui paragona lo spirito rivoluzionario Ucraino a quello Americano del 1776. Sostiene che l'Europa é scettica e li ha lasciati soli contro la minaccia russa.

 è mio dovere dare all'Ucraina un esercito moderno e forte di cui possiamo essere fieri

é importante ricordare che il parlamento ucraino ha passato di recente una legge per armarsi nuclearmente.

 A questo punto chiedo agli Americani di darci lo status piú alto esistente per un partner non NATO

 chiedo che si continui a emettere sanzioni economiche. Le sanzioni economiche aiutano a distinguere chi é buono e chi é cattivo.

 Capisco che i cittadini americani siano stanchi di guerra e di pagare per la guerra. La guerra in Ucraina é una guerra per la democrazia, che é piú importante della crescita economica

 Sicuramente non della crescita economica Europea, Italiani aprite i portafogli e mettetevi a C*** a ponte

 Noi non accetteremo l'occupazione della Crimea a nessun prezzo

Applausi economici del congresso americano, tutti si alzano in piedi, tranne quelli che hanno lanciato il file Excel "FuckTheEu.xls". Imperterrito per l'Oligarca miliardario, Il problema non riguarda "cose difficili come il multipolarismo": la sceltá é semplice "libertá o barbarie". Semplice, proprio come piace agli americani.

 Il mondo libero deve resistere e con l'aiuto dell'America ci riuscirá!

applausi liberi. Il presidente sorride, affermando che l'aereo Malese é stato abbattuto da un missile russo. Il rapporto preliminare afferma che l'aereo é stato abbattuto da pallottole, non da una esplosione. Ma queste sono piccolezze. Poi afferma, fra gli applausi, che armare i ribelli anti governativi é un atto di "terrorismo di stato".

 Noi siamo al fronte della battaglia contro il terrorismo

Il congresso reagisce in maniera pavloviana, un poco fiaccato da 30 minuti di retorica e pensando che ancora devono votare gli aiuti ai "ribelli moderati Siriani". Che é una cosa completamente diversa, si capisce. La bordata piú pesante di tutte é questa:

 siamo alle soglie di un nuova guerra fredda? Esiste la possibilitá di una nuova terribile iinimmaginabileguerra europea? Ció che fino a poco fa sembrava impensabile oggi é diventato una realtá? tristemente oggi, la risposta a tutte queste domande é SI

Questa volta il tentativo di applausi muore, mentre un senso di sgomento si intuisce anche fra i falchi piú accaniti.
A questo punto, forse consapevole che ha esagerato, Poroshenko inizia a moderare i toni. Afferma di volere la pace, parla di candele che bruciano nelle chiese, loda l'associazione con l'Europa che con le "necessarie riforme" porterá la prosperitá economica. Per realizzare le quali, il Presidente mai votato dal 30% della nazione che dice di rappresentare, ha bisogno degli Americani. Di nuovo. Chiede quindi al congresso di creare leggi speciali che favoriscano investimenti americani nel paese, e che li aiutino a riformare il sistema giudiziario (sic!).
Applau$i del congr€$$o, rumori di registratore di cassa
Conclude con il suo tema preferito: Guerra, Morte e Onore. "Vivi libero o muori!" era il motto della rivoluzione americana. Questo é lo stesso motto degli ucraini oggi.

 Noi siamo il baluardo della democrazia nel mondo.

Quattro lunghi minuti di applausi. Poroshenko esce stringendo mani come una rock star.



Link: http://corvide.blogspot.it/2014/09/vivi-libero-o-muori-il-presidente.html

19.09.2014

Tratto da: http://www.comedonchisciotte.org
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
LA SCISSIONE

Pubblicato su 21 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in ECONOMIA
(nell'immagine c'è un errore di battitura nel nome di Friedman; ma il problema, non modificabile nel riportare da Google l'immagine, non pare rilevante per chi voglia intendere in buona fede il concetto...).


Non mi riferisco alla Scozia, sia chiaro. Quella oltretutto sarebbe stata una "secessione" (autolesionista: intervistato in TV, uno scozzese che parlava perfettamente italiano ha detto che gli indipendentisti si considerano filo-UE e desiderosi di entrare nell'euro, "anche se è difficile spiegarlo ORA alla gente, in mezzo a questa crisi". Bontà sua: com'è che quasi tutte le secessioni assomigliano così tanto a derive di accelerazione ordoliberista?).

Dunque la "scissione" pone invece un diverso ordine di problemi.
Il più eloquente esempio di ciò ce lo danno gli arguti editoriali quotidiani di Travaglio.
Questo cade proprio "a fagiolo".
Le argomentazioni sul tema (elezioni dei giudici della Corte costituzionale e autonomia del parlamento) sono, pur nei toni sarcastici (magistrali), ineccepibili sul piano costituzionale. Esistono dei ruoli istituzionali inequivocabilmente disciplinati in Costituzione da regole esplicite, anche specificate e sviluppate in leggi attuative riguardanti incompatibilità e requisiti di legittimazione, che non dovrebbe essere difficile applicare in modo corretto; dando luogo all'ovvio rispetto della legalità costituzionale.

Tuttavia, il problema è che si "scinde": l'affermazione della priorità della legalità costituzionale si ferma ad un aspetto ben preciso. Quello di riaffermare, denunciando la negazione di aspetti circoscritti della stessa legalità da parte delle attuali istituzioni, un'interpretazione univoca quanto errata della crisi: quella imperniata sullo slogan "castacriccacorruzione".
Non che il problema in Italia non sussista: è l'esatta identificazione del suo oggetto che, in questa interpretazione "unica" (cioè monopolizzante una certa parte dell'opinione pubblica), appare macroscopicamente difettoso.
a) Cominciamo dalla casta. Chissà perchè questa viene delimitata ai pesci piccoli, al secondo o terzo livello degli "esecutori" del (non identificato) disegno di sistema ordoliberista: la vera casta è rimossa (tipico meccanismo della scissione conflittuale con se stessi) e mai sfiorata da alcun attacco, quando, sul piano fenomenologico e quantitativo, risulta di gran lunga la componente esplicativa della crisi più attendibile.

b) La "cricca", poi, è una mera specificazione periferica della vera casta. Si è già segnalato, da voci scientificamente accreditate al massimo livello, che queste cricche possono essere identificate con cordate settoriali inscritte nello "scambio tra rendite politiche e rendite finanziarie", cioè un compenso assicurato a forze economiche tutto sommato minori (comparate con la dimensione degli interessi finanziari messi in gioco dal sistema €uropa) che risultano opportunamente legate ai politici mandatari della vera casta; questa forze sono incaricate (come soci o prestanome) di fare "affari" i quali, a loro volta, si compongono in un ricco mosaico istituzionalizzato di remunerazione dei garanti dell'assetto ordoliberista.

(considerate che questo grafico non è aggiornato a tutta la partecipazione finanziaria italiana all'ESM, nel frattempo notevolmente accresciuta, ai contributi bilaterali di salvataggio e al più o meno equivalente passivo dell'Italia nella sua posizione di contribuente netto al bilancio dell'UE).

 Riportiamo questo passaggio di Florio:
"La tesi che ho sostenuto (in Le privatizzazioni come mito riformista) è che in particolare la sinistra, oltre più ovviamente la destra, abbia cercato di accreditarsi presso i gestori della finanza offrendo loro in pasto delle attività perfette per montarvi operazioni speculative, garantite dalla dinamica nel tempo dei flussi di cassa. Il caso delle autostrade è in questo senso emblematico. Il rischio imprenditoriale è nullo, la rendita garantita, gli investimenti attuati minimi e neppure rispettati, le tariffe aumentano con e più dell’inflazione, il contribuente continua a farsi carico della spesa per la rete in aree meno ricche e più a rischio (vedi autostrada Salerno-Reggio Calabria e grande viabilità interregionale), mentre un ambiente imprenditoriale come quello dei Benetton e altri sono diventati dei concessionari, con tutto quello che questo implica di rapporti con la politica. In tutti i settori privatizzati le spese di ricerca e sviluppo sono diminuite, indebolendo il potenziale tecnologico.

Un buon esempio di dove si possa arrivare nello scambio di rendite politiche e finanziarie si ha in Russia, di cui pure mi sono occupato in occasione della crisi finanziaria del 1997 (in Economists, Privatization in Russia, and the Warning of the Washington Consensus). Più recentemente mi sono occupato della dimensione europea delle liberalizzazioni e privatizzazioni (ne L’esperienza delle privatizzazioni), in particolare di elettricità, gas, telefonia, giungendo a queste conclusioni per i quindici stati dell’Unione Europea prima dell’allargamento nel 2004: (a) soprattutto per l’elettricità le privatizzazioni hanno comportato aumenti dei prezzi per i consumatori; (b) la separazione delle reti dalla gestione (vedi Terna, Snam Rete Gas, ecc.) è spesso costosa e senza chiari vantaggi per la concorrenza; (c) l’introduzione della concorrenza peraltro ha mitigato ma non rovesciato in benefici mezzi questi effetti avversi; (d) indagini ufficiali dell’UE, come quelle di Eurobarometro, mostrano che i consumatori si dichiarano più soddisfatti nei paesi che hanno adottato meno le privatizzazioni; (e) dove c’è stata più privatizzazione è aumentato il numero di famiglie in difficoltà nel pagare le bollette."
Quadro confermato dalla Corte dei conti, in un ormai celeberrimo, quanto scarsamente ricordato, studio-rendiconto sulla questione.

Inutile dire che sulla lunga scia di evidenze lasciate da fatti come il costo pubblico delle privatizzazioni, - in termini di prezzo di collocamento dei beni e delle partecipazioni pubblici trasferiti ai privati-, o come i vantaggi personali, - in termini di status e di carriera, proiettata anche nel settore finanziario privato-, acquisiti dai pubblici funzionari che si sono occupati di determinare questo assetto, o ancora come gli effetti negativi per la collettività determinati dalla creazione di oligopoli e rendite private, non ci si sofferma troppo.
Una certa "distrazione" altera la narrazione, creando un effetto diappiattimento, in cui un rubagalline diviene più visibile di una gigantesca espropriazione di beni pubblici a favore di poche ristrette mani private.

c) Sulla corruzione, poi, la distorsione nella percezione dei meccanismi e delle relative dimensioni, soffre della ormai storica bufala della quantificazione in 60 miliardi, dell'ignorare che il "lovuolel'€uropa" ha innalzato a sistema legale l'appropriazione e reindirizzo a fini sostanzialmente privati della ricchezza pubblica.
Una storia già nota che ci segnala come, nelle mitiche classifiche internazionali, la corruzione scompare laddove le oligarchie finanziarie divengano a tal punto padrone delle istituzioni ex-democratiche, da determinare la legalizzazione dell'interesse rapace dei gruppi economico-finanziari, con la simultanea scomparsa sistematica della rilevanza penale dei fatti appropriativi.
Ma non la scomparsa della illegittimità costituzionale di tali fatti, beninteso,congegnati come sono in quello che può assumersi come l'attacco finale del liberismo alle Costituzioni democratiche.

Ma l'aspetto più inquietante dell'enfasi su questa accezione fortemente delimitata del castacriccacorruzione è che esso funziona come premessa logica e rafforzamento oggettivo dell'altra parte dello slogan "livoroso": quella stessa parte che, contrariamente alle intenzioni di chi sottolinea la "prima" parte, porta dritto alla accelerazione affaristica avviata sotto l'ombrello del piùeuropa.
E cioè il segmento "debitopubblicospesapubblicaimproduttivabrutto".
Inutile dire che questa seconda parte dello slogan, pur avendo una diversa valenza descrittiva della crisi rispetto alla parte relativa al c.d. problema della legalità, è legata a quest'ultimo fin dall'inizio.
Ci riportiamo a Federico Caffè ed alla sua denunzia, - ai tempi, (chissà perchè tutt'ora considerati "gloriosi"), della nascita della "questione morale"-, di come l'enfasi sul "clientelismo" legato allo "assistenzialismo", presuntamente innescato dalla spesa pubblica, fosse un attacco alla democrazia pluriclasse fondata sul lavoro.
Il meccanismo è noto e l'abbiamo in molte occasioni denunciato: "il fulcro attivo dell’ordoliberismo, cioè la teoria del “vincolo esterno”, ha avuto una pretesa addirittura etica, in realtà, basata sulla manipolatoria sovra-enfatizzazione dei difetti fisiologici della democrazia"...Questo attacco, poi, si è costantemente sposato con un'ipocrita quanto vana, e assolutamente presunta,mobilitazione di facciata, quando, invece, sfugge, a tutti gli alfieri del "castacriccacorruzione", la strana omissione per cui si denunciano corruzione e clientelismo "senza mai considerare l’ipotesi che ben altri rimedi si potevano e, tutt’ora, si possono proporre, per correggere questi inconvenienti".

Capiamoci: che la crisi sia ascrivibile al debito pubblico, che questo sia aumentato a causa della eccessiva spesa pubblica, in Italia, è un'altra gigantesca bufala. E non è questa la sede nè per ripetere queste ovvie verità nè per risottolineare la tetragona ostilità dei sostenitori del "castacriccacorruzione" ad accettare la realtà,quand'anche sostenuta dalle fonti più autorevoli, dei fatti economico-politici sottostanti.

Il fatto è che la scissione tra la prima e la seconda parte del complessivo mantra livoroso è SOLO APPARENZA E FINISCE PER CREARE INEVITABILMENTE una melassa bipartisan, tea-party e ordoliberista-pseudo-progressista al tempo stesso: una sorta di ossimoro, che non funziona sul piano logico delle "evidenze", esattamente come non funzionano, se non per accelerare la distruzione economica, industriale e soprattutto sociale, della nostra Patria, LE GRANDI INTESE.
Tratto da: http://orizzonte48.blogspot.it
LA SCISSIONE
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
QUESTI SONO I MORALIZZATORI DELLA POLITICA ITALIANA

Pubblicato su 21 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POLITICA
1. FERMATE IL MONDO, VOGLIO RIDERE! CURZIO MALTESE, IL SAVONAROLA DOC DI LARGO FOCHETTI NON CI PENSA A METTERSI IN ASPETTATIVA DA “LA REPUBBLICA”, DOPO L’ELEZIONE ALL’EUROPARLAMENTO NELLA LISTA TSIPRAS, E INTASCA FELICE IL DOPPIO DOVIZIOSO STIPENDIO - 2. ORA, SE UN CRONISTA CHE HA SEMPRE IL DITINO ALZATO SUI DOPPI INCARICHI E CONFLITTI DI INTERESSI ALTRUI, DECIDE DI DARSI ALLA COSA PUBBLICA, SI CANDIDA E SI FA ELEGGERE, SAREBBE “BUONA CREANZA”, ETICAMENTE OPPORTUNA, VISTO ANCHE IL LAUTO STIPENDIO CHE SI VA AD INCASSARE, CHIEDERE UN PERIODO DI ASPETTATIVA DAL PROPRIO LAVORO - 3. MA VISTO CHE LA LEGGE NON PREVEDE ALCUN OBBLIGO, IL PARA-GURU MALTESE HA FATTO SAPERE ALLE ALTE SFERE DI “REPUBBLICA” CHE LUI NON SOLO TERRÀ IL DOPPIO STIPENDIO MA VUOLE ESSERE CONSIDERATO “A DISPOSIZIONE DEL DIRETTORE”, CIOÈ PIENAMENTE OPERATIVO - 4. E SE EZIOLO MAURO DECIDESSE DI RICHIAMARLO IN REDAZIONE O MAGARI SPEDIRLO COME INVIATO IN IRAQ O IN SIRIA. COSÌ, TANTO PER CANTARNE QUATTRO A QUEI VOLPONI DELL’ISIS -

nichi vendola parla alla festa di sel con accanto curzio maltese e moglieNICHI VENDOLA PARLA ALLA FESTA DI SEL CON ACCANTO CURZIO MALTESE E MOGLIE

DAGOREPORT



Non ricordate al povero Tsipras che ad affollare la sua lista in Italia c’erano due paraguru anzichenò. Entrambi poi con la certificazione di qualità doc “La Repubblica”. Dopo la discussa sceneggiata tengo-il-seggio-non-lo-tengo di madame Barbara Spinelli (che alla fine s’è tenuta l’euroscranno in barba a tutte le promesse pre-elettorali evitando ovviamente di frequentare con assiduità l’europarlamento), ora tocca anche a quel Savonarola de’ noantri di Curzio Maltese.

curzio malteseCURZIO MALTESE



Ora, buon senso alla mano, se un cronista che ha sempre il ditino alzato sui doppi incarichi e conflitti di interessi altrui decide di darsi alla cosa pubblica, si candida e si fa eleggere, sarebbe “buona creanza”, eticamente opportuna, visto anche il lauto stipendio che si va ad incassare, chiedere un periodo di aspettativa dal proprio lavoro.



alexis tsipras saluta curzio maltese (2)ALEXIS TSIPRAS SALUTA CURZIO MALTESE (2)

Niente dimissioni, sia chiaro, come Minimo Giannini, si va a servire lo Stato perbacco. Ma una sobria aspettativa che non faccia pensare che dietro la maschera del reporter d’assalto ci sia solo un furbacchione pronto ad arraffare il doppio stipendio.



alexis tsipras saluta curzio malteseALEXIS TSIPRAS SALUTA CURZIO MALTESE

E tra il salvare la faccia e salvare il conto corrente, cosa pensate abbia fatto lo tsipriota Curzio Maltese? Visto che la legge non prevede alcun obbligo, e nonostante le pressioni ricevute, il giornalista ha fatto sapere alle alte sfere di “Repubblica” che lui non solo terrà il doppio stipendio ma vuole essere considerato “a disposizione del direttore”, cioè pienamente operativo. Ovviamente Ezio Mauro non per niente gradito. Il direttore s’aspettava che Maltese fosse più coerente con l’etica generosamente seminata nei suoi articoli-sermone.



Ora il braccio di ferro potrebbe prendere pieghe interessanti. Mauro, infatti, dopo l’impuntatura del soldato Curzio, potrebbe decidere di usare fino in fondo i suoi poteri e pretendere che l’europarlamentare non solo metta le tende in redazione (bye bye Strasburgo) ma che vada sul serio a guadagnarsi la pagnotta. Magari come inviato in Iraq o in Siria. Così, tanto per cantarne quattro a quei volponi dell’Isis.

CURZIO MALTESECURZIO MALTESEEzio MauroEZIO MAUROeuroparlamento-EUROPARLAMENTO-BARBARA SPINELLIBARBARA SPINELLI
Tratto da: http://www.dagospia.com
QUESTI SONO I MORALIZZATORI DELLA POLITICA ITALIANA
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
PD CHOC: “RIPOPOLIAMO L’ITALIA CON IMMIGRATI”

Pubblicato su 20 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POLITICA

Ecco nero su bianco la soluzione del PD sull’immigrazione, e i motivi profondi che hanno portato all’operazione Mare Nostrum.

A dimostrazione che questa vicenda non era casuale: AGNONE, IL COMUNE CHE PROMUOVE IL “GENOCIDIO” DEGLI ITALIANI


Durante un incontro con Renzi, il candidato sindaco del Pd di Reggio Calabria: “I paesi dell’entroterra, soprattutto in provincia di Reggio come nel resto della Regione, sono spopolati, demograficamente tristi, con età media alta e scarso ricambio generazionale. Sono paesi che si desertificano insieme alle loro campagne. In una logica di cooperazione, due fragilità possono costituire una risorsa: la proposta va nella direzione dell’accoglienza diffusa dei migranti in zone che subiscono abbandono da parte della popolazione, così da trasformare l’attuale rete assistenziale e i relativi fondi, dalla debole efficacia, in capitale per lo sviluppo umano del nostro territorio, così che queste persone possano ripopolare i nostri paesi e riavviare attività lavorative all’interno di filiere di economia civile. L’idea è che l’accoglienza possa restituire fertilità e generatività alle nostre terre, essendo queste accoglienti per i migranti. Abbiamo non solo l’occasione di proporre un metodo di accoglienza diverso, più umano, nei confronti dei migranti ma anche di valorizzare quei centri che più degli altri subiscono la crisi e si spopolano e desertificano a causa delle opportunità sempre più ridotte, perdendo la propria identità e la propria storicità. Ci sono tanti e diversi Sud del mondo e, in una certa misura, ci siamo dentro anche noi; poi c’è un Nord del benessere e del domani migliore, almeno così ci illudiamo che sia. Ma per i migranti, no, per loro è necessario approdare sulle nostre coste, per una questione di vita o di morte, questo fa la differenza”.

Una colonizzazione a spese degli italiani, sulla quale i cacicchi del PD in Calabria vogliono lucrare e mangiare. Come loro costume.

Insieme ad ‘accoglienza’ infatti, ricorre sempre la parola ‘fondi’. Fondi senza fondo, come le loro teste vuote e criminali.

L’immigrazione è un’arma di distruzione di massa contro i popoli. Quella di massa è un genocidio con altri mezzi. Il Pd è un partito genocida, a questo punto, opporsi al Pd con ogni mezzo è cosa lecita.

Tratto da: http://voxnews.info
PD CHOC: “RIPOPOLIAMO L’ITALIA CON IMMIGRATI”
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
Un documento del 1975, redatto dalla F.A.A. e dal N.O.A.A., dimostra che le "contrails" persistenti non esistono

Pubblicato su 20 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in ECOLOGIA

Scie di condensazione: un falso problema usato come copertura per le attività di geoingegneria clandestina

E' il 1975, allorquando la F.A.A. (Federal Aviation Administration) ed ilN.O.A.A. (National Oceanic and Atmospheric Administration) pubblicano un corposo documento (219 pagine), indirizzato a piloti e personale addetto alle operazioni aeree, nel quale sono enucleati, con dovizia di particolari, tutti gli aspetti legati alla fisica dell'atmosfera in relazione al volo. Il tomo è intitolato "Aviation weather - For pilots and fligt operation personnel". A pagina 143 del volume cartaceo di cui è è stata eseguita la scansione elettronica (153 sul PDF), troviamo la sezione dedicata alle scie di condensazione e qui è spiegata l'esatta genesi delle "contrails". Infatti leggiamo:

A condensation trail, popolarly contracted to "contrail", is generally defined as a cloud-like streamer wich frequently is generated in the wake of aircraft flying in clear, cold, humid air [...].

Pur ribadendo che le scie di condensazione sono un fenomeno raro (al contrario di quanto affermato nel manuale), in quanto ad alta quota l'aria è sempre molto secca, è opportuno evidenziare questa parte della frase sopra riportata e cioè "in clear, cold, humid air" e cioè in un'atmosfera pulita, fredda ed umida. Sappiamo, invece, che i negazionisti blaterano di scie di condensazione che si possono formare anche in un'atmosfera priva di umidità. Anzi! Il mantra dei disinformatori è il seguente: "I parametri fisici per la formazione delle scie di condensa sono un'invenzione di Tanker Enemy. Le contrails si formano anche con UR uguale a zero, poiché l'acqua sufficiente alla loro formazione è apportata dai motori".

Proseguiamo, però, con la lettura della sezione riguardante le contrails e concentriamoci sulla parte fondamentale dello scritto.

EXAUST CONTRAILS - The exaust contrails is formed by the addition to the atmosphere of sufficient water wapor from aircraft exaust gases to cause saturation or supersaturation of the air. Since that heat is also added to the atmosphere in spite of the added heat. There is evidence to support the idea that the nuclei which are necessary for condensantion or sublimation may also be donated to the atmosphere in the exaust gases of aircraft engines, further aiding contrail formation. These are relatively large. Recent experiments, however, have revealed that visible exaust contrails may be prevented by adding very minute nuclei material(dust, for example) to the exaust. Condensation and sublimmation on these smaller nuclei result in contrail particles to small to be visible".



In estrema sintesi si legge che "le scie di condensazione si formano solo se il vapore acqueo aggiunto dai gas incombusti è sufficiente a saturare o sovrassaturare la porzione di atmosfera con la quale vengono a contatto, in aggiunta alla presenza di particolato sufficientemente grande". Inoltre, ed è qui la parte di rilievo, gli autori affermano che "recenti esperimenti hanno evidenziato che per prevenire la formazione di scie di condensazione visibili è sufficiente far sì che il particolato prodotto dai gas incombusti sia molto piccolo('...very minute nuclei material'). E prosegue: "Ciò porta alla formazione di una scia di condensa composta da nuclei di condensazione troppo piccoli affinché la scia possa risultare visibile" ("Condensation and sublimmation on these smaller nuclei result in contrail particles to small to be visible").

E' chiaro quindi che, non solo le contrails sono, almeno dal 1975, un problema risolto, a differenza di quanto mendacemente asserisce la N.A.S.A., ma, soprattutto, il documento in questione sottolinea che per la fisica dell'atmosfera le scie di condensazione persistenti e che si estendono sino a coprire vaste porzioni di cielo, non esistono. Sono un non-senso. Esse sono solo il prodotto della bieca propaganda volta a giustificare la presenza, nei cieli del mondo, di coperture del tutto artificiali, scientificamente volute e che non hanno alcuna attinenza con i fenomeni della sublimazione e della condensazione.




Tratto da: http://www.tankerenemy.com
Un documento del 1975, redatto dalla F.A.A. e dal N.O.A.A., dimostra che le &quot;contrails&quot; persistenti non esistono
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
Il Fondo Monetario vuole il nostro sangue, Renzi glielo darà

Pubblicato su 20 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POLITICA, ECONOMIA

Il programma dei governi nazionali lo scrive la Troika, ripetiamo ogni giorno. La cosa stupefacente è che che esista ancora qualcuno che ne dubita, "a sinistra". Così, ad ogni "report", i pilastri della stessa Troika si fanno in quattro per ricordarcelo.

Ieri è toccato al Fondo Monetario Internazionale, Fmi, che ha rivisto anche lui al ribasso le previsioni "creascita" per l'Italia. Le virgolette sono d'obblico, perché in realtà si tratta delle ennesimo calo. Bisogna persino dire che il Fmi è meno pessimista del Centro studi di Confindustria, che aveva stimato pochi giorni fa un calo dello 0,4% per l'anno in corso, mentre l'istituto guidato da Christine Lagarde si ferma al -0,1.

Le previsioni per gli anni successivi (+1,1 nel 2015, + 1,3 nel 2016) appartengono al wishful thinking, più che alle stime scientifiche, perché è ormai chiaro che le variabili macro globali sono fuori dal controllo di qualsiasi ente. Semplicemente, nessuno sa come andrà; si incrociano le dita e si sparano "ricette" a seconda degli interessi che si rappresentano.

Il Fm si è fatto una solida fama come braccio armato del capitale multinazionale - con preponderanza anglo-statunitense e qualche problema, ormai, di credibilità al di fuori di questo ambito, che comprende anche l'Unione Europea - e non si è smetito nappure stavolta. Se l'obiettivo è trasferire quote di ricchezza dalle popolazioni alla finanza multinazionale, ecco che i "consigli" del Fondo assumono toni granguignoleschi.

La chiave di volta resta il debito pubblico (la finanza globale ama soltanto quello privato, ovvero fondamentalmente il proprio debito, e si scaglia contro quello "pubblico" pretendendo trasferimenti diretti verso le proprie casse). Il debito italiano, come ammete ormai anche il ministro Padoan, è destinato a salire anche a dispetto (o meglio a causa) ei tagli dispesa fatti, previsti e intimati. Toccherà il 136,4% del pil nel 2014, per poi scendere progressivamente, ma restando comunque sopra il 130% fino al 2017.

Facciamo notare incidentalmente che, trattandosi di una proporzoione e non di una cifra assoluta, se a un governo vengono "consgliate" manovre recessive il risultato sarà una contrazione del Pil. E quindi la proporzione del debito/Pil resterà negativa anche tagliando alla grande il debito. Calano insime, ma la proporzione non cambia (o cambia pochissimo).

Di conseguenza, sentenzia il Fmi, Il tasso di disoccupazione in Italia è destinato a salire ancora (12,6%, il più alto dalla fine della seconda guerra mondiale). E qui arrivano i primi "complimenti" al governo renzi, la cui "riforma del mercato del lavoro" - con tanto di precarizzazione universale e contrazione dei salari - è vista come condizione ottimale per aumentare la quantità di persone da mettere al lavoro a salari da fame. Per questo tipo di statistiche, infatti, non ha alcuna importanza la qualità dell'occupazione. Dunque, la riforma del lavoro del governo Renzi "va nella giusta direzione", ma deve ''muoversi rapidamente sulle riforme''. Bene anche l'idea di un ''singolo contratto di lavoro'', anche perché "con il 70% dei nuovi contratti a tempo determinato, ulteriore flessibilità ai margini fa poco per ridurre dualita' e spingere investimenti''. Traduzione: la precarietà è utile per le produzioni o le imprese "marginali" (piccole o piccolissime, o attive in settori non centrali), ma l'attacco va condotto direttamente contro il nucleo centrale dell'occupazione "stabile e a tempo indeterminato", in modo da comprimere violentemente e una volta per tutte il costo del lavoro anche nei comparti chiave dell'economia italiana.

Benedizioni dunque anche per la "spendig review" - non a caso affidata a Carlo Cottarelli, un economista dello stesso Fmi, che ad ottobre rientrerà nei ranghi dell'organismo sovranazionale - considerata uno ''strumento importante''.

Ma al Fondo sanno fare i conti: per quanto si possa tagliare la spesa pubblica toccando le varie "sacche di inefficienza" o spreco, non si arriverà mai a sforbiciare abbastanza da riportare il debito pubblico entro quel 60% indicato dagli accordi di Maastricht. Come si può fare, allora? ''Ulteriori risparmi saranno difficili senza affrontare l'elevata spesa per le pensioni'' e anche la spesa sanitaria. Bingo! Il Fmi dice fuori dai denti che è ora di far fuori un po' di anziani, riducendo le loro "aspettative di vita" grazie a pensioni ancora più basse e minori prestazioni sanitarie. Non serve, insomma, "tagliare gli sprechi", il Fondo consiglia (prescrive? ordina?) ditagliare la carne viva della gente fino all'osso e anche oltre.

Se non farà questo, e anche molto presto, l'Italia rimarrà ''vulnerabile a una perdita di fiducia del mercato'' e al ''contagio finanziario''; diventando in quel caso una pericolosa ''fonte di contagio per il resto del mondo''. Non vorrete mica costringere il capitale multinazionale a "isolarvi" in attesa di diventare sufficientemente "asettici", no?

Per tutte queste ragioni, il Fmi promuove l'''agenda ambiziosa di riforme'' del governo Renzi, suscitando la poco divertente impressione del burattinaio che dice "bravo!" alla marionetta. ''Attuare le riforme strutturali simultaneamente e genererebbe significate sinergie di crescita''.

Quanto sia "invasiva" la logica del Fondo è dimostrato da una delle tante raccomandazioni non direttamente economche: il progetto di legge elettorale delineato dall'"Italicum" è considerato un'ottima idea perché "aiuta il sostegno e l'attuazione delle riforme". Non servirebbe la traduzione, ma ve la diamo egualmente: un programma di "riforme" così sanguinose e infami non avrebbe alcuna possibilità di esser approvato anche elettoralmente; bene dunque l'idea di escludere che il parere dei cittadini possa rallentare - o, orrore!, "impedire" - l'attuazione del programma.

La democrazia non serve più al capitale, ergo si può e si dee metterla da parte.

Tratto da: http://contropiano.org
Il Fondo Monetario vuole il nostro sangue, Renzi glielo darà
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
Iran respinge coalizione anti ISIL di USA: E’ ridicola

Pubblicato su 20 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in ESTERI
Tehran – Il presidente iraniano Hassan Rouhani ha bollato come ridicola la coalizione guidata dagli Stati Uniti contro i terroristi del cosiddetto stato islamico (Isis o Daesh).

Lo riferisce l’Irib. Ha fatto queste osservazioni in un’intervista esclusiva alla Nbc News, oggi a Tehran. “I membri di questa coalizione sono coloro che hanno fornito armi e addestramento agli stessi militanti dell’Isis”. Riferendosi alla guerra contro i gruppi terroristici nella regione, sopratutto in Iraq, il presidente Rouhani ha tenuto a sottolineare che la Repubblica islamica non permettera’ alle milizie takfiri di occupare la capitale irachena Baghdad o le citta’ sante dell’islam in questo paese, definendo Najaf e Karbala come le “linee rosse” dell’Iran. Sempre in merito all’Iraq, il capo di stato iraniano ha criticato la decisione degli Stati Uniti di non inviare truppe di terra per combattere il Daesh in Iraq, dove sono invece gia’ iniziati i raid aerei. Gli Stati Uniti non hanno invitato l’Iran (insieme a Russia e Cina) a far parte della coalizione internazionale contro l’Isis, facendo coinvolgere invece paesi come l’Arabia Saudita e il Qatar, entrambi hanno sostenuto – e continuano a farlo – i militanti qaedisti – come il fronte al Nusra – che combattono in Siria cotro il governo del presidente Bashar Assad.

Tratto da: http://www.osservatorioglobale.it
Iran respinge coalizione anti ISIL di USA: E’ ridicola
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
LA SOLA VIA DI SALVEZZA E' LA SOVRANITA NAZIONALE, MONETARIA ED UN FEDERALISMO SUL MODELLO SVIZZERO

Pubblicato su 19 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POPOLI LIBERI, POLITICA

Di: Gugu Guglielmo

Incomincio a leggere i commenti sulla vittoria dei NO in Scozia.

Premesso che ' facevo il tifo ' per il SI ... questo risultato è una mazzata che tramortirebbe anche un bisonte .

Se in Scozia, dove hanno potuto votare democraticamente, senza ' interferenze ' il risultato è stato questo , mi fermerei a pormi qualche domanda ...

Hanno avuto tutto il tempo necessario ( non qualche mese ...) per ' imporre ' il pensiero indipendentista ...

Avevano un budget milionario per una campagna referendaria ...

Avevano i media che davan loro visibilità ...

Non avevano la trojka e tantomeno l'euro ad interferire su manovre e riforme ...

Era comunque il referendum più ' vincente ' in Europa ...

Non avevano le centinaia di basi NATO sul territorio a vincolarli ...

Ora far passare un 45% di SI come una vittoria ha quel retrogusto di merda in bocca, dopo 307 anni avrebbero potuto riprendersi la loro libertà e così non è stato.

Il sogno è finito e il messaggio che deve passare è solo UNO ...

NON CI SARANNO PIÙ OCCASIONI DEMOCRATICHE !

La Scozia rimane e rimarrà sotto l'Union Jack, il 9 novembre il popolo catalano andrà al voto per la sua Indipendenza ma è una storia completamente diversa da quella scozzese ... Madrid non riconoscera' il voto e tantomeno Bruxelles ... qui comandano Trojka e Bruxelles non certamemte il volere popolare ...

Meditate meditate e meditate ancora la Scozia sarbbe stato il grimaldello invece si è trasformato in un boomerang ...

Qui si doveva vincere e si è perso mestamente.

Se qualcuno leggesse ... cambi strategia per il Veneto ... autonomia e confederazioni regionali ... ritorno alla sovranità monetaria e nazionale, perché sarebbe troppo facile dire ci proviamo ... qui si dovrebbe provare se si ha almeno il 60% dei consensi e non qualche centinaio di migliaia di seguaci ... se si perde sei fottuto ... chiedere agli scozzesi ...



PER I VENETI CHE HANNO UN FORTE RIGURGITO DI INDIPENDENZA

.

attenzione ... sarebbe troppo facile poi esclamare in caso si sconfitta certa: CI ABBIAMO PROVATO ...

E NO MIEI CARI ... CON QUESTI INDIZI NON CI AVRESTE PROVATO ... SARETE I COLPEVOLI !

PERCHE' IL POPOLO VENETO NON AVRA' PIU' ALCUNA POSSIBILITA' DI VOTO.



NON E' IL MOMENTO DI FAR PROCLAMI INDIPENDENTISTI IL POPOLO NON E' PRONTO E IL MOMENTO NON E' QUELLO GIUSTO.



IL PROGETTO DI POPOLI LIBERI E' IL PIU' ATTUABILE E SICURAMENTE PIU' VINCENTE.

- sovranita' monetaria

- sovranita' nazionale

- confederazione delle regioni e dei popoli, dove i diktat non vengono imposti da Roma e tantomeno da Bruxelles ma dal ' governo autonomo ' regionale.

- sistema referendario svizzero dove e' il popolo a decidere della propria terra.


LA SOLA VIA DI SALVEZZA E' LA SOVRANITA NAZIONALE, MONETARIA ED UN FEDERALISMO SUL MODELLO SVIZZERO
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
Lagarde denuncia "minacce di morte" da parte di cittadini greci, ma è tutto finto

Pubblicato su 19 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POLITICA
La direttrice del Fmi ha però potuto aumentare il suo personale di sicurezza e distogliere l'attenzione dai suoi guai giudiziari in Francia


 La direttrice del Fondo Monetario Internazionale, Christine Lagarde, ha dichiarato alcuni giorni fa di aver ricevuto "minacce di morte" da parte di non precisati cittadini greci, dopo aver denunciato l'evasione fiscale presente nel paese. Subito dopo, ha proseguito, è stata costretta ad aumentare il suo personale di sicurezza.

Il governo greco ha preso talmente sul serio le dichiarazioni di quella che è a tutti gli effetti organo esecutivo del paese che, dopo le accuse lanciate attraverso il Financial Times, ha ordinato l'inizio di una commissione d'inchiesta preliminare condotta dal Procuratore generale. Il ministro della giustizia Charalambos Athanasiou ha anche scritto direttamente a Lagarde per l'accaduto e a VimaFM ha dichiarato che “la prima cosa da fare è proteggere la vita della Lagarde, se le accuse si dovessero rilevare fondate”.

Ebbene tutta la mobilitazione dell'esecutivo di Atene, che avrebbe problemi più urgenti verso la collettività di cui occuparsi, si è rilevata priva di qualsiasi fondamento. Lo stesso Fondo Monetario Internazionale ha cercato di smorzare dal nascere la questione e uno dei portavoce dell'organizzazione internazionale ha dichiarato ieri ad un corrispondente di Washington che: “tutte le minacce riportate erano commenti postati dai greci sulla pagina Facebook di Lagard alcuni anni fa”. Secondo ProtoThema, c'erano circa 10 mila commenti negativi sulla sua bacheca dopo che aveva usato il termine “dispregiativi” in relazione ai greci.

La scorsa settimana parlando al Financial Times mentre consumava il suo quotidiano pranzo di lusso in un ristorante cinque stelle, Christine Lagarde ha quindi denunciato di aver subito minacce da parte dei contribuenti greci. Il ministro della giustizia ha aperto l'inchiesta per cercare prove, che sono però arrivate direttamente dal Fondo Monetario Internazionale. E' da chiedersi ora, sottolinea il blog Ktg, quanti soldi ha pagato il FMI per aumentare il suo personale di sicurezza e lo Stato greco per indagare sulle minacce anonime su internet? E l'altra cosa da chiedersi è se è solo stata una coincidenza che Lagarde ha lanciato queste accuse nel momento in cui in Francia è nuovamente partita un'inchiesta giudiziaria contro di lei…
Tratto da: http://www.lantidiplomatico.it
Lagarde denuncia &quot;minacce di morte&quot; da parte di cittadini greci, ma è tutto finto
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
NOMISMA SVELA LA GRAN BUFALA UE DELLA SPAGNA ''ESEMPIO DI RIFORME CHE HANNO PRODOTTO LA RIPRESA'': DATI DICONO L'OPPOSTO!

Pubblicato su 19 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in ECONOMIA

"Sembra che il successo competitivo della Spagna, portata ad esempio come economia che ha attuato quelle riforme che l'Italia non ha realizzato, si sia già esaurito". A dirlo è il capo economista di Nomisma, Sergio De Nardis, che ha preso in esame i dati sull'export che segnalano per gennaio-luglio una classifica dell'eurozona che vede, su base annua, la Germania prima con un aumento in valore del 3,4% delle esportazioni, l'Italia seconda con un incremento dell'1,3%, la Spagna a seguire con export stagnante (0,0) e, infine, la Francia con una flessione dell'1,1%.

Sempre a proposito della Spagna, prosegue De Nardis, "è bastato che, dopo un triennio di arretramento dell'economia, ci fosse un po' di ripresa del mercato interno per indebolire le vendite iberiche all'estero; se ci fosse stato un guadagno competitivo non sarebbe dovuto succedere".

Per il capo economista Nomisma "ancor più significativo è il segnale che proviene dalla bilancia delle partite correnti: la Spagna, come gli altri periferici, era riuscita ad azzerare il suo ampio disavanzo, grazie alla recessione, nella prima parte del 2013. Cosa è successo con la ripresa? Le partite correnti spagnole sono tornate notevolmente in passivo nel primo semestre del 2014 per oltre il 2% del Pil; quelle dell'Italia, che non ha avuto ripresa, si mantengono in attivo per circa l'1% del Pil".

"E' dunque questo il paese che sta godendo i frutti delle sue riforme strutturali? E' troppo chiedere meno ideologia e più coerenza analitica dalle istituzioni europee, Bce e Commissione, da cui dipendono le scelte dei governi e, quindi, il tenore di vita dei cittadini? La situazione del riequilibrio europeo resta molto complessa. Le riforme strutturali non modificano il nodo di fondo di questo problema: se c'è un paese da riequilibrare in modo prioritario non è sulle sponde Sud dell'Europa. Questo paese è la Germania", conclude De Nardis.

Redazione Milano

Tratto da: http://www.ilnord.it
NOMISMA SVELA LA GRAN BUFALA UE DELLA SPAGNA ''ESEMPIO DI RIFORME CHE HANNO PRODOTTO LA RIPRESA'': DATI DICONO L'OPPOSTO!
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
Prima casa all’asta: l’artigiano fa causa a Equitalia… e vince!

Pubblicato su 19 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POLITICA

La vicenda di Franco Sibilia, l'artigiano pugliese che ha denunciato Equitalia per usura, continua. Ieri finalmente si è tenuta la prima udienza, precedentemente fissata per fine maggio, e poi rimandata all'ultimo momento


Si è tenuta ieri l’udienza al Tribunale di Bari per la denuncia che Francesco Sibilia, artigiano di Conversano (BA), aveva depositato nei confronti diEquitalia. Avevamo intervistato Sibilia qualche mese fa proprio su lamiapartitaiva.it e l’articolo aveva suscitato l’interesse di tantissimi lettori immedesimati nella storia dall’artigiano pugliese.

La nostra promessa di continuare a seguire la vicenda è stata mantenuta. Dopo un rinvio della prima udienza contro Equitalia, fissata per per lo scorso 23 maggio, ieri finalmente il giudice ha permesso a Sibilia e al suo avvocato Floriana Baldino di esporre le proprie ragioni.

La conclusione è stata quella che tutti si auguravano: l’abitazione di Franco Sibilia non potrà essere messa all’asta.

“E questo non per effetto della nuova legge che protegge la prima casa – ci tiene a precisare Sibilia – ma per tutto quello che abbiamo fatto con l’avvocato. La vicenda però non finisce qui perchè è ancora in piedi la denuncia per usura che abbiamo depositato contro Equitalia per via di una serie di cartelle esattoriali sulle quali il mio avvocato aveva riscontrato una lunga serie di anomalie”.

A ottobre è prevista un’altra udienza per definire anche questi aspetti e noi continueremo a tenervi informati, come abbiamo fatto finora.



Leggi la storia di Francesco Sibilia



Pubblicato il 28/06/2013. Controlla se ci sono stati aggiornamenti sul tema.
Salvatore Viola
Tratto da: http://www.lamiapartitaiva.it
 "Cambierà presto tutto come è avvenuto con la prima e la seconda rivoluzione industriale". J. Rifkin e la fine del capitalismo

Pubblicato su 25 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POLITICA
Possiamo accettarlo e agire di conseguenza oppure rimanere spettatori del cambiamento altrui”


“Al cuore del capitalismo c’è una contraddizione che ne sta ora accelerando la fine. Cambierà tutto come è avvenuto con il motore a vapore, il telegrafo e la ferrovia durante la Prima Rivoluzione ed elettricità, telefono e petrolio durante la Seconda. Possiamo accettarlo e agire di conseguenza oppure rimanere spettatori del cambiamento altrui”. E' il pensiero di Jeremy Rifkin, nei giorni scorsi a Milano, Mantova e Trento per presentare il suo nuovo libro, La società a costo marginale zero - tutto questo è già realtà.

Nella ricostruzione che fornisce Elisabetta Roncalli sul il cambiamento.it, una società caratterizzata da costi marginali prossimi allo zero rappresenta per Rifkin il contesto a massima efficienza in cui promuovere il benessere generale e, nel contempo, il punto di flesso che segna l’inevitabile uscita del capitalismo dalla scena mondiale. Infatti quando i beni e i servizi diventano quasi gratuiti, il profitto precipita, il mercato si atrofizza e il sistema capitalistico muore. A cominciare dal suo elemento fondante: la proprietà.

Prendendo a riferimento anche una ricerca condotta da Ipsos e commissionata da Airbnb e BlaBlaCar secondo cui il 31% degli intervistati si dimostra interessato ad utilizzare i servizi collaborativi, il 57% prevede una forte diffusione del ride sharing, del co-working e del car sharing, il punto di svolta è ormai vicino, secondo le previsioni di Rifkin: stando alla sua ricostruzione, entro il 2050 il mercato capitalistico si ritrarrà in nicchie sempre più ristrette, mentre si affermerà sulla scena mondiale un nuovo sistema economico, quello del Commons collaborativo. Nel nuovo scenario la gestione e il controllo centralizzato del commercio cedono il passo alla produzione paritaria, distribuita e a scala laterale, segnando quindi la fine delle bipartizioni “proprietari e lavoratori”, “venditori e consumatori”. Arroccarsi in una Seconda rivoluzione industriale ormai al tramonto, con opportunità economiche sempre più modeste, un Pil sempre più contratto, una produttività sempre più in calo, un tasso di disoccupazione sempre più alto e un ambiente sempre più inquinato, è quindi improponibile, secondo Rifkin.

Questa trasformazione deve poi essere accompagnata da un cambiamento culturale, quello che Rifkin chiama “sviluppo di una coscienza biosferica”, ovvero quella coscienza che porta a riconoscere che le vite degli individui sono intimamente interconnesse, che il benessere personale dipende dal benessere della più ampia comunità nella quale si vive e che, ancora, tutto ciò che si fa lascia un’impronta ecologica.

Fonte: ilcambiamento.it
Tratto da: http://www.lantidiplomatico.it
&quot;Cambierà presto tutto come è avvenuto con la prima e la seconda rivoluzione industriale&quot;. J. Rifkin e la fine del capitalismo
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
Un miliardo di euro alla jihad, i soldi arrivano da Milano: la frode fiscale che terrorizza l'Italia

Pubblicato su 25 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POLITICA

Oltre un miliardo di euro sottratti al fisco italiano sono finiti nelle casse della jihad. Lo ha scoperto la procura di Milano che partendo dalla denuncia di una commercialista ha scoperto la mega frode fiscale messa in campo da un’associazione anglo-pakistana e da una franco-israeliana e ha incriminato 38 persone. Le due organizzazioni criminali, spiega Luigi Ferrarella sul Corriere della Sera, operavano sia singolarmente che insieme. Acquistavano senza pagare l’Iva, esclusa in questo tipo di transazioni intracomunitarie, i certificati di "carbon credit" (certificati ambientali sulle emissioni di CO2) in Gran Bretagna, Francia, Olanda e Germania attraverso società fittizie con sede in Italia, vere e proprie "cartiere" che producevano solo fatture e che erano intestate o a prestanome quasi sempre cinesi o a persone estranee ma vittime di furti d’identità, poi aggiungevano l’Iva al 20 per cento e li vendevano ad altre società, anche queste fittizie, che facevano da intermediari con gli ignari acquirenti finali. Una volta incassata l’Iva, invece di versarla allo Stato italiano la "cartiera" chiudeva i battenti e spariva nel nulla, mentre i soldi, milioni e milioni di euro, venivano dirottati su conti correnti a Cipro e Hong Kong per finire a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti. Lì le rogatorie avviate dai pm milanesi a caccia di Imran Yakum Ahmed, un pachistano di 40 anni con passaporto inglese residente a Preston (Gran Bretagna), amministratore della milanese “Sf Energy Trading spa”, sono cadute nel nulla, mentre i soldi sottratti all’Erario italiano sono stati riciclati in diamanti ed investimenti immobiliari.

Riciclaggio per finanziare il terrorismo - Ma l’aspetto più inquietante che emerge dalle carte dell’indagine milanese, fa notare Ferrarella, è che dietro le "imponenti operazioni di riciclaggio" legate alla frode fiscale potrebbe celarsi un canale di "finanziamento al terrorismo internazionale" di matrice islamica. A lanciare l’allarme sono stati i servizi segreti americani e inglesi che hanno esaminato i documenti trovati nel 2010 in un covo dei talebani tra le montagne tra Pakistan e Afghanistan che conducevano proprio ad Imran Yakub Ahmed nel mirino dei pm Carlo Nocerino e Adriano Scudieri nel pool guidato dall’aggiunto Francesco Greco dopo che si era presentata in Procura una commercialista di Milano spaventata dalla facilità con la quale guadagnava soldi a palate lavorando per alcune società intestate a prestanome cinesi e italiani, cartiere che facevano girare milioni di euro vendendo e acquistando migliaia di carbon credit. Le indagini della Procura milanese, chiuse in questi giorni in vista della richiesta di processo, hanno scoperto una frode da 660 milioni, di cui 80 sequestrati. Un’inchiesta parallela, ancora in corso rivela il Corsera, sta già disvelando un’altra frode del tutto analoga che ha sottratto ai contribuenti italiani altri 450 milioni.

Il meccanismo - Il meccanismo criminale, spiega Ferrarella, è stato replicato per anni in centinaia di transazioni facendo impazzire le polizie di tutta Europa, fino a quando le due organizzazioni hanno trasferito gli affari in Italia dopo che altri Paesi dell’Ue erano corsi ai ripari con norme che avevano di fatto rotto il giocattolo. Un ginepraio in cui si sono mossi anche gli investigatori della «Bundeskriminalamt» tedesca, della «Service National de Douane Judiciare» francese, ma anche di Belgio e Liechtenstein, tutti coordinati da Europol e Eurojust. La conclusione è che i mercati energetici europei sono «fortemente manipolati e comunque viziati da un numero impressionate di transazioni commerciali effettuate al precipuo scopo di realizzare rilevanti frodi agli Erari». La preoccupazione è alta, tanto che le indagini sono state estese a livello internazionale acquisendo i dati in possesso del «Citl», l’ente di Bruxelles che monitora a livello europeo gli scambi dei permessi di emissione di CO2.

Tratto da: http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/11695318/Milano--frode-fiscale-da-oltre.html
Un miliardo di euro alla jihad, i soldi arrivano da Milano: la frode fiscale che terrorizza l'Italia
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
L'ENTITA' che governa l'Italia !

Pubblicato su 25 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POLITICA

Che cos'è l'ENTITA' ? è un'organizzazione nazionale o sovranazionale che governa il nostro paese? ci sono prove della sua esistenza? Nel maggio del 2010, in una delle ultime puntate di ANNOZERO, Veltroni fa una sintesi storica perfetta degli ultimi 40 anni della vita politica del nostro paese.Come mai
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
Barca nel mare in tempesta

Pubblicato su 25 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POLITICA

PD: Da quando il segretario (e di conseguenza la dirigenza del partito) è stata definita “a suffragio universale”, cioè con le cosiddette “Primarie aperte”, senza bisogno di essere iscritti per parteciparvi e votare, il PD non è più un partito (nel senso che non è più di parte). E’ un’altra cosa. Con una semplice operazione tecnica, è avvenuta in realtà una mutazione genetica dell’attrezzo.

Altri sostiene che la mutazione formale delle primarie è in perfetta continuità e sintonia con quella fisiologica già avvenuta precedentemente, all’atto stesso della sua nascita, cioè è la naturale conseguenza del suo insediamento.

Sia come sia, e c’è un po’ di verità da entrambi i lati, i nodi insiti nella natura del PD vengono ora al pettine sembrerebbe (ma è bene perseverare nel dubbio) in modo definitivo. Si tratta di uno di quegli eventi storici in cui si costruisce un’architettura, o forse meglio, una nave, pensando che il comandante e il timoniere siano sempre impeccabili e di manifesta buona volontà. Ma se il manico arriva nelle mani sbagliate, le rotte possono diventare opposte a quelle immaginate. E’ per questo che le condizioni formali sono importanti: dovrebbero almeno diminuire le probabilità di inversione, insomma, delimitare lo spazio di manovra, l’angolo prospettico del movimento. E’ questa la parte. Era questa la rappresentanza di parte, e molto tempo fa, era la classe.

Adesso che, dopo la mutazione, l’angolo di movimento è di 360 gradi (parallelamente all’invenzione della globalizzazione e della liquidità sociale) e che i vincoli al timone sono saltati, il leader del PD, investito dal popolo senza neanche la mediazione della tessera, rappresenta l’interezza della nazione e la rappresenta come gli pare e piace. Altro che coerenza, altro che populismo! Non ha ovviamente bisogno di confrontarsi coi cosiddetti corpi intermedi organizzati…antiche strutture di parte… Li può scansare ed evitare nel suo procedere come meglio gli aggrada, poiché l’intero è maggiore (e superiore) alle parti e la nazione che lo ha eletto (in verità alle Europee, ma non fa niente) è più grande dei partiti stessi.

Gli accordi del Nazareno, sono la naturale conseguenza di questa impostazione. Il superamento d’amblee dell’antiberlusconismo (che in verità fu ben poco produttivo) è la naturale conseguenza delle scelte di cui sopra. Essi sono stati mascherati da accordi istituzionali, ma come gli eventi attuali paiono dimostrare, non si limitavano alla definizione istituzionale della terza repubblica. Adesso, si passa al contenuto.

Ci si può quindi permettere anche di cambiare il vocabolario della lingua italiana – e della storia – e definire i diritti come “tabù”, o come “mantra”. E l’attaccamento ad un sano realismo dello status quo internazional-finanziario, coi mille vincoli esterni (accettati e addirittura sollecitati dai “riformisti” ben prima del PD), costituiscono l’unico elemento di ancoraggio di ogni scelta attuale e futura. Chi non si adegua, perisce dentro il vaso (o water) del conservatorismo delle vecchie guardie. E’ in atto una rivoluzione nazionale, lo si vuol capire o no ?

Visto tutto dall’esterno, la cosa che crea scompiglio logico è la sorpresa e l’indignazione manifestata dai recalcitranti verso il tradimento che si starebbe perpetrando. Che un partito che si autodefiniva di centrosinistra abbia consentito l’elezione al suo posto di comando di un personaggio che vuol fare ciò che trent’anni fa fece la Tatcher, è un bel dilemma.

Anche l’attaccamento dei malpancisti all’involucro varato da tal Veltroni e Rutelli desta stupore. Anzi, per certi versi, è Il problema vero che ci si trova di fronte: restando nel contenitore del Partito Nazionale (PNd), alimenta un equivoco da cui non si esce e che continua a intorbidire la comprensione degli eventi e a portare acqua preziosa al leader: finché la parte non si ricompone, vince il giovane, che tra l’altro, rimane più simpatico, anche perché è in sintonia con l’ansia di rottamazione universale che attraversa il paese. Ben più di un Grillo qualunque, c.v.d.

La bussola, pur nel mare in tempesta, Renzi ce l’ha. Sono gli altri che la dovrebbero recuperare. La bussola serve a definire rotte. Finché la barca è quella, la rotta è quella del comandante e anche il chiaro approdo. Va bene, è una rotta monitorata e controllata dal gps del vincolo esterno. E dunque, proprio per questo, anche relativamente forte e vincente.

Adesso i malpancisti stanno pensando ad un ammutinamento. Si vedrà se è solo pantomima. Ma anche per loro, a parte qualche voce disperata, il gps pare essere lo stesso. Dunque ? E’ solo una questione di velocità nel procedere o di porti (e parti) differenti a cui si anela ?

Chi lo sa ce lo dica.



R.R.T.

Tratto da: http://cambiailmondo.org
Barca nel mare in tempesta
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
In Italia 4 milioni di cittadini senza aiuti

Pubblicato su 25 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POLITICA

Bambini affamati fra i banchi di scuola, dal dopoguerra non se ne vedevano più così tanti.

Ma il fenomeno, vergognoso, è più complesso e grava su milioni di persone, chiamando in causa politica e burocrazia che non riescono a sbloccare centinaia di milioni di euro che Bruxelles deve all’Italia. E’ vera e propria emergenza alimentare. La fame in Italia nel 2014 è un’epidemia non vista, ma non invisibile. È una piaga evitabile, ma non evitata: a Roma, a Bruxelles e a Berlino ha radici e omissioni che vanno aldilà del disastro dell’economia italiana. L’aumento dei bisognosi è certificato dai numeri contenuti nella richiesta di aiuti che il governo ha spedito a Bruxelles questo mese, da quelli forniti dall’Istat, dall’Agea, l’agenzia del governo per l’aiuto alimentare, dal Banco alimentare, quest’anno falcidiato dall’Europa. Dal 1987 l’aiuto alimentare nell’Unione europea era assicurato dalla Politica agricola comune. Bruxelles comprava le eccedenze, o sussidiava una produzione supplementare, e distribuiva gratis le derrate ai ministeri dell’Agricoltura, i quali a loro volta le passavano alle associazioni caritative. Questo sistema si è interrotto per una sentenza della Corte di giustizia europea nel 2011 prodotta da un ricorso contro gli aiuti presentato dalla Germania e sostenuto da Svezia, Austria, Olanda, Gran Bretagna, Danimarca, Repubblica Ceca.

Questi governi hanno sostenuto che l’aiuto alimentare agli indigenti non spetta all’Europa ma ai singoli governi e agli enti locali. È qui che gli intoppi della politica e della burocrazia in Italia hanno prodotto un passaggio a vuoto in cui, quasi certamente, quest’anno milioni di persone (4 si stima) si sono viste ridurre i pacchi alimentari o le porzioni alle mense di carità.

La possibilità di mangiare, per milioni di poveri, si è bruscamente interrotta.

Fonte

- See more at: http://www.losai.eu/in-italia-4-milioni-cittadini-aiuti/#sthash.8Rpa8VJ5.dpuf
In Italia 4 milioni di cittadini senza aiuti
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
IL MITO DELL'EROICO DOTTOR EBOLA

Pubblicato su 25 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in MEDICINA ALTERNATIVA

DI JON RAPPOPORT

NoMoreFakeNews.com

Ogni psyop ha bisogno di eroi così come di cattivi.

Le cosiddette epidemie vengono fuori da veri e propri piani strategici politico-commerciali.

La strategia sembra essere partorita dalla CIA.

Di seguito alcune mie note che vi racconteranno la storia.

Uno: Come è costruita la Medical Matrix: “Gli eroi vengono a salvarci.” I dottori allestiscono cliniche nel mezzo delle epidemie e salvano vite umane. Fanno miracoli.




Due: Gli eroi richiedono più cliniche, più centri medici, più ospedali. “La soluzione completa.”

Tre: C’è una grande disparità nelle cure mediche tra ricchi e poveri. Questa disparità deve essere superata. Questa è la missione.

Quattro: Queste sono tutte bugie.

Cinque: Molti dottori, operatori medici, manager farmaceutici, ricercatori e ONG sanno che sono bugie.

Sei: Nessuna epidemia da batterio/virus può essere risolta con interventi medici perché queste epidemie non sono causate da germi. Le cause sono dovute a sistemi immunitari deboli e indifesi che non riescono a contrastare i germi.

Sette: Non molto tempo dopo che un’epidemia abbia concluso il suo corso, una nuova si diffonde nello stesso territorio.

Otto: Tutto dipende dal territorio nel quale i sistemi immunitari debilitati sono condizione costante.

Nove: Qualsiasi vecchio germe che sfugge da questi territori, finisce per mietere molte vittime.

Dieci: Il diffondersi di sistemi immunitari debilitati non è causata da fattori medici e sono questi fattori che vanno eliminati.

Undici: I veri fattori che riducono le difese del sistema immunitario includono: forte malnutrizione, fame, guerra, acqua inquinata, mancanza del rispetto di norme igieniche basilari, terre fertili rubate alla popolazione, rifiuti industriali e pesticidi, farmaci tossici e vaccini che finiscono per influire ulteriormente in modo negativo sui sistemi immunitari.

Dodici: L’immagine del dottore-eroe è una sorta di diversificazione, una storia di copertura, un modo di cancellare le vere cause delle malattie e un modo di evitare che si risolvano le vere cause.

Tredici: Una popolazione distrutta e debilitata non ha le capacità per resistere alla conquista delle loro terre e delle loro risorse.

Quattordici: Se il tasso di distruzione/mortalità non è abbastanza alto da soddisfare le aspettative dei depopolazionisti, si possono introdurre più vaccini tossici. Si possono aggiungere ulteriori elementi tossici ai vaccini. Si possono somministrare altre medicine tossiche e diffondere più pesticidi. Si può dare il via a una nuova guerra.

Se volete un perfetto esempio di storia di copertura (Cover Story) leggete l’intervista dell’episodio “Democracy Now!“ “Dr. Paul Farmer on African Ebola Outbreak: Growing Inequality in Global Healthcare at Root of Crisis.”

Il dottor Farmer è il co-fondatore di una ONG di Harward, Partners in Health (twitter: @PIH) (see also @lastmilehealth and @WellbodySL). Inoltre, è professore ad Harward e special advisor alla ONU. Ha la fama del dottore-eroe.
Dr. Paul FarmerDr. Paul Farmer

Farmer: “Penso che la cosa da capire è che tutto questo (diffusione dell’Ebola) è il risultato di durature e crescenti disuguaglianze nell’accesso ai sistemi sanitari e ciò include sia gli operatori, sia le strumentazioni, sia i sistemi stessi.”

Non una volta, nella lunga intervista vengono menzionate le vere cause alla base della diffusione dell’epidemia.

Invece, il tema è: disuguaglianza nel sistema sanitario.

Questo è un diversivo.

Quando parliamo di epidemie, questa è una grande bugia.

Costruiamo più cliniche mediche per i più poveri e la vita cambierà.

Certo che cambierà. Prendiamo una persona che soffre di una malattia gastrointestinale mortale perché beve abitualmente acqua di fogna pompata nelle reti idriche, e diamogli antibiotici. Fantastico. Grazie dottore.

Prendiamo una persona che a stento riesce a stare in piedi perché pieno di vaccini tossici - oltre ad un sistema immunitario già gravemente compromesso - e diamogli… cosa? Un anti-depressivo? AZT (Azidotimidina)?

Risolviamo milioni di casi di fame nel mondo con medicinali?

La verità è chiara.

“La tua casa sta bruciando. Tre delle otto stanze sono a fuoco. Sai perché? Perché c’è bisogno di una nuova tinteggiata alle pareti. Guarda l’imbianchino-eroe. E’ sulla scala a tinteggiare le pareti esterne. Diamogli il Premio Nobel".

Sapete, ci sono molte persone che vogliono essere associate a “cause umanitarie.” Vogliono sentirsi meglio.

Così scelgono un simbolo - un dottore-eroe, un politico, un’organizzazione medica - e dicono: “Questa è bontà d’animo. I miei esempi sono ottimi. Io sono buono. Tutto quello che sta accadendo non è tragico? Dobbiamo aiutare. Dobbiamo rimediare alla “diseguaglianza del sistema sanitario”.

Quanti zimbelli possono “ballare sulla capocchia di uno spillo”? Apparentemente non c’è limite.

Jon Rappoport, autore di THE MATRIX REVEALED, EXIT FROM THE MATRIX, e POWER OUTSIDE THE MATRIX, Jon è stato candidato per un seggio al Congresso USA nel ventinovesimo Distretto della California. Continua con consulenze a clienti privati, il cui obiettivo è espandere il suo personale potere creativo. Nominato per un Premo Pulizer, ha lavorato come reporter investigativo per 30 anni, scrivendo articoli su politica, medicina e salute per CBS Healthwatch, LA Weekly, Spin Magazine, Stern e altri giornali e periodici in USA ed Europa. Ha svolto lezioni e seminari su politiche globali, salute e potere creativo in giro per il mondo. Potete iscrivervi alla sua newsletter al sito www.nomorefakenews.com

Fonte: http://jonrappoport.wordpress.com

Link: http://jonrappoport.wordpress.com/2014/09/17/exposed-the-heroic-ebola-doctor-myth/

17.09.2014


Traduzione di TDIPALMA per www.comedonchisciotte.org

Tratto da: http://www.comedonchisciotte.org
IL MITO DELL'EROICO DOTTOR EBOLA
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
La Germania si riprende il suo Oro

Pubblicato su 24 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in ECONOMIA

beh un bel movente per tirare tanto astio nei confronti della Germania, fingendo che i motivi siano altri ed addebitando alla Germania colpe che non ha. Gli Usa vivono di questo, basti pensare all’11 set e alle colpe date ad afgani e iracheni



Oggi vi voglio aggiornare sullo stato del rimpatrio delle riserve auree dalla FED alla BundesBank.

Qualche tempo fa la BundesBank ha chiesto il rimpatrio delle proprie riserve auree detenute all’estero. Si tratta di circa 300 tonnellate stoccate a New York e 374 in Francia.

Le finalità della BundesBank (messa sotto pressione dagli attivisti di “Rimpatriamo il nostro Oro”) sono quelle di arrivare a detenere – in territorio tedesco – almeno il 50% delle proprie riserve auree (corrispondenti a 1.695,3 tonnellate).

La Federal Reserve americana, che ha in custodia l’oro tedesco, ha risposto (con molta irritazione) alla richiesta della BundesBank, dicendo che avrebbe restituito l’oro ai legittimi proprietari ma non prima del 2020.

“Non prima del 2020?“ Se è quello che vi siete chiesti, vi dirò… Bingo!

Perché aspettare tutto questo tempo, visto che l’oro alla FED è solo stoccato? Mantenerlo lì avrà dei costi, direte voi, dovrebbero essere contenti di liberarsene. Non prima del 2020… Non so voi, ma a me viene in mente solo una cosa: tra le righe questo messaggio può voler dire solo “Prima del 2020 non lo avremo a disposizione“.



Ci ritroviamo allora nel solito discorso: le banche centrali (in questo caso la FED) non possiedono tutto l’oro dato loro in custodia (e neppure tutte le riserve auree che dichiarano) ma esso è stato ipotecato, prestato o venduto ai vari Cartelli Bancari da cui sono etero-dirette.

Il 23 giugno 2014 Bloomberg pubblicò un articolo nel quale Norbert Barthle, portavoce del blocco cristiano democratico del Governo Merkel, affermava che la Germania aveva deciso di rinunciare al rimpatrio del proprio oro dagli USA in quanto “è in buone mani e non v’è alcun motivo di sfiducia nei confronti delle istituzioni che lo detengono”.Una concessione politica, direte voi. Sono d’accordo.



A conti fatti però la BundesBank non ha rinunciato a rimpatriare il proprio oro dalla FED e dalla Francia. A quanto pare i tedeschi sono determinati.

Ma siamo sicuri che saranno in grado di rimpatriare tutto l’oro dalla FED?

Cioè, siamo sicuri che il loro oro non sia stato venduto o ipotecato come affermavo sopra?

Innnanzitutto, la FED detiene le riserve auree di ben 36 nazioni sovrane, comprese parte delle riserve del Fondo Monetario Internazionale.

Secondo i dati forniti dalla Federal Reserve Bank of New York (FRBNY), i magazzini della FED detengono poco meno di 6.200 tonnellate di oro in deposito di proprietà di stati sovrani “stranieri” (Foreing Gold Deposits) – grafico sotto.

Non è mai stato eseguito un audit di queste custodie in oro, pertanto dobbiamo assumere come veritiere le affermazioni della FED.

Dalla tabella che sotto riporto, si evince che “qualche entità sovrana”, (la quale, ovviamente, non si fida più della Banca Centrale USA) stia cominciando a “ritirare” l’oro dai depositi della FED di New York.

Come potete osservare dalla tabella, a giugno 2013 sono state prelevate 5 tonnellate di oro. Poi sono state prelevate altre tonnellate a febbraio, marzo, maggio, giugno e luglio di quest’anno.

è molto probabile che “l’entità sovrana” che sta provvedendo al ritiro del proprio oro dai magazzini FED di New York sia proprio la BundesBank.

Si tratta di circa 60 tonnellate di oro prelevate in poco più di un anno – il 20% dell’oro tedesco negli USA.

Perchè la BundesBank sta accelerando i tempi del rimpatrio del proprio oro dai magazzini della FRBNY? Quanto oro è previsto che prelievi la BuBa entro fine 2014?

Forse la BuBa sa che i volumi che la FRBNY dichiara di detenere non corrispondono a realtà?



Di certo non abbiamo dati schiaccianti per dimostrarlo, ma i pezzi sulla scacchiera si stanno lentamente disponendo. Se non ci credete aspettate, se vi state convincendo preparatevi alla nuova corsa all’oro. Correte a investire.

http://www.mercatoliberonews.com/

Tratto da: http://davi-luciano.myblog.it
La Germania si riprende il suo Oro
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
Sapevi che è previsto dalla legge NON pagare Equitalia in certe situazioni?Ecco quali

Pubblicato su 24 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POLITICA
ECCO IN QUALI SITUAZIONI E QUALI SONO LE MOTIVAZIONI LEGALI PER NON PAGARE E FAR SOSPENDERE LA CARTELLA ESATTORIALE EQUITALIA,E SOPRATTUTTO COME E COSA FARE.INVECE DI SUICIDARTI INFORMATI,NESSUNO TI DIRÀ QUESTE COSE,DEVI TROVARTELE DA SOLO,TI VOGLIONO IGNORANTE PER FARTI PAGARE QUANDO ESISTE LA LEGGE PER NON PAGARE!

Fortunatamente ora le cose sono cambiate! Ora puoi decidere arbitrariamente di sospendere il pagamento della Cartella Esattoriale Equitalia presentando una valida motivazione. Grazie alle novità introdotte dall’ultima legge di stabilità, è possibile procedere alla sospensione della cartella esattoriale. L’Ifel, l’Istituto per la finanza e l’economia locale, con una nota del 4 febbraio scorso è intervenuta sulla disciplina relativa alla sospensione della riscossione coattiva presso soggetti abilitati alla riscossione di entrate per conto di terzi. Con l’ultima legge di stabilità, il legislatore ha disciplinato normativamente il procedimento di sospensione immediata della attività di riscossione in caso di presentazione di una dichiarazione motivata del debitore.

Opposizione Cartella Esattoriale, le motivazioni

Le motivazioni per le quali è possibile chiedere la sospensione della Cartella esattoriale sono le seguenti:

 prescrizione o decadenza del credito, prima della formazione del ruolo;

 provvedimento di sgravio emesso dall’ ente creditore;

 sospensione amministrativa (dell’ente creditore) o giudiziale

 sentenza che abbia annullato in tutto o in parte la pretesa dell’ente creditore, emesse in un giudizio al quale il concessionario per la riscossione non ha preso parte;

 un pagamento effettuato, prima della formazione del ruolo,

 qualsiasi altra causa di non esigibilità del credito.

Opposizione Cartella Esattoriale, quando presentare la dichiarazione

Grazie a una delle condizioni suddette, il contribuente potrà ricorrere alla sospensione della cartella esattoriale, presentando al concessionario per la riscossione, anche in via telematica, una dichiarazione entro 90 giorni dalla ricezione del primo atto di riscossione utile che si contesta (cartella di pagamento e/o atto della procedura cautelare o esecutiva), accompagnata dalla documentazione che giustifica la richiesta (es. ricevuta di pagamento,provvedimento di sgravio, sentenza etc) e da un documento di riconoscimento.

Cartella Esattoriale, procedura di sospensione

Qualora dopo 220 giorni dalla presentazione della domanda di sospensione della cartella Equitalia, l’ente creditore non dovesse inviare le comunicazioni descritte sopra, le somme contestate vengono annullate di diritto. L’Agente della riscossione precisa che nel caso in cui il contribuente produca documentazione falsa penale, si applica la sanzione amministrativa dal 100 al 200 per cento dell’ammontare delle somme dovute, con un importo minimo di 258 euro.

Saranno gli enti creditori, titolari delle somme richieste, a verificare la regolarità della documentazione fornita dal contribuente e comunicare l’esito, positivo o negativo, delle verifiche sia al cittadino sia a Equitalia, inviando l’eventuale provvedimento di sospensione/sgravio/annullamento del debito. In caso di documentazione non idonea, l’ente informerà Equitalia per la ripresa dell’attività di riscossione

Dove trovare il modello di presentazione per la sospensione della Cartella Esattoriale?
Il modello di dichiarazione è disponibile presso gli sportelli di Equitalia. Per scaricare il modello on-line basta cliccare sul sito Equitalia.

Come inviare la documentazione?

La domanda può essere presentata agli sportelli di Equitalia, inviata via fax o via email agli indirizzi indicati nel modello, tramite raccomandata oppure online

Fonte : giacinto.org

Tratto da: informarexresistere,fr
Sapevi che è previsto dalla legge NON pagare Equitalia in certe situazioni?Ecco quali
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
Palestina: sabato manifestazione nazionale a Roma

Pubblicato su 24 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POPOLI LIBERI
Alla luce del silenzio calato sulla Palestina e il suo popolo, il Coordinamento delle comunità palestinesi in Italia ha indetto per sabato una manifestazione contro l’occupazione israeliana.

Si sono spenti i riflettori su Gaza. La Palestina nella maggior parte dei media non trova più spazio. Come se la carneficina di quest’estate provocata dai bombardamenti delle Forze israeliane, le distruzioni di case e infrastrutture, gli oltre 2000 morti, le migliaia di feriti e orfanicorteo palestina 27 settembre 2014siano entrati già a far parte di una storia lontana, sempre più sbiadita. Il governo di Tel Aviv, però, avrà pure fermato i suoi micidiali raid aerei e rimesso a riposo i riservisti dell’esercito, ma non ha mia fermato il suo progetto egemone sul territorio palestinese. Continua il furto di terre, meno di un mese fa Israele ha eseguito uno degli “espropri” più importanti di terra palestinese in Cisgiordania; continua la fabbrica degli insediamenti illegali e le deportazioni di palestinesi in nuovi siti; continua la repressione e gli arresti, anche questi illegali, di palestinesi, sempre più giovani, che a tutto questo provano ad opporre resistenza. In Palestina è in corso una “intifada silenziosa” di cui quasi nessuno parla.

Con la speranza e l’obiettivo di far sì che si torni a parlare del popolo palestinese e della sua tragedia, ma anche della sua resistenza, il Coordinamento delle Comunità Palestinesi in Italia ha indetto per sabato 27 settembre una manifestazione nazionale con appuntamento a Roma, Piazza della Repubblica, ore 14. Moltissime strutture, associazioni e comitati di solidarietà hanno aderito all’appello delle Comunità palestinesi in Italia che di seguito integralmente riportiamo.



Terra, pace e diritti per il popolo palestinese. Fermiamo l’occupazione

Appello per una manifestazione nazionale in sostegno al popolo palestinese il 27 settembre a Roma

L’aggressione Israeliana contro il popolo palestinese continua, dalla pulizia etnica del 1948, ai vari massacri di questi decenni, dal muro dell’apartheid, all’embargo illegale imposto alla striscia di Gaza e i sistematici omicidi mirati, per finire con il fallito tentativo di sterminio perpetuato in questi ultimi giorni sempre a Gaza causando più di 2000 morti ed oltre 10.000 ferite.

Il Coordinamento delle comunità palestinesi in Italia indice una manifestazione nazionale di solidarietà:

- per il diritto all’autodeterminazione e alla resistenza del popolo palestinese:

- per mettere fine all’occupazione militare israeliana;

- per la libertà di tutti i prigionieri politici palestinesi detenuti nelle carceri israeliane;

- per la fine dell’embargo a Gaza e la riapertura dei valichi;

- per mettere fine alla costruzione degli insediamenti nei territori palestinesi.

- per il rispetto della legalità internazionale e l’applicazione delle risoluzione del consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.

- per uno stato democratico laico in Palestina con Gerusalemme capitale (come sancito da molte risoluzioni dell’Onu).

- l’attuazione del dritto al ritorno dei profughi palestinesi secondo la risoluzione 194 dell’Onu e la IV Convenzione di Ginevra.

Chiediamo a tutte le forze democratiche e progressiste di far sentire la loro voce contro ogni forma di accordi militari con Israele.

Chiediamo al Governo italiano e in qualità di presidente del “semestre” dell’UE di adoperarsi per il riconoscimento europeo dei legittimi diritti del popolo palestinese e mettere fine alle politiche di aggressione di Israele, utilizzando anche la pressione economica e commerciale su Israele.

Il coordinamento delle Comunità palestinesi in Italia chiede a tutte le forze politiche e sindacali e a tutti le associazioni e comitati che lavorano per la pace e la giustizia nel mondo di aderire alla nostra manifestazione inviando l’adesione al nostro indirizzo mail comunitapalestineseitalia@gmail.com

Coordinamento delle Comunità Palestinesi in Italia

Tratto da: http://popoffquotidiano.it
Palestina: sabato manifestazione nazionale a Roma
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
Manifestazione Mps: domani una Cagliari blindata attende i pastori

Pubblicato su 24 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POPOLI LIBERI

Una Cagliari blindata accoglierà domani mattina la protesta del Movimento Pastori Sardi: pugno duro del Questore Filippo Dispenza. Corteo rigorosamente a piedi, divieto di vendita di bevande, vietato mascherare il viso. Possibili interruzioni della viabilità.CAGLIARI- Misure massicce sono state predisposte in occasione della manifestazione organizzata dal Movimento Pastori Sardi: dopo gli scontri avvenuti nel recente passato, il Questore di Cagliari ha predisposto una serie di divieti in vigore dalle 7.00 di domani 23 settembre fino al termine dell’evento.

Il corteo partirà alle 10.30 da Piazza Yenne, percorrendo poi Largo Carlo Felice, via Roma in direzione della Stazione Ferroviaria sino viale Trieste; a seguire via Pola, viale Trento sino al Palazzo della Regione dove si terrà un comizio. Possibili rallentamenti

Come si legge nella nota diffusa dalla Questura: “I partecipanti potranno spostarsi esclusivamente a piedi, senza mezzi ad uso agricolo o animali di grossa taglia come bovini ed equini, cani senza guinzaglio e museruola; recare con sé armi proprie od improprie, da fuoco, a gas o bianche, materie esplodenti di qualunque tipo, sostanze pericolose, tossico – nocive, bastoni, mazze, sassi, contenitori metallici o in vetro ed altri strumenti atti ad offendere”. Inoltre, divieto di “indossare caschi di qualunque genere e per qualunque finalità, passamontagna, cappucci o cuffie che coprano i tratti somatici, fazzoletti e bandiere utili al travisamento del volto, nonché calzature con rinforzi metallici nella punta e nella suola e cinture con fibbie massicce”.

 Il Prefetto Alessio Giuffrida ha inoltre predisposto il divieto di vendita e cessione per asporto di bevande in contenitori di vetro, di metallo ed in bottiglie di plastica da parte di esercizi pubblici situati all'interno dell'area di sicurezza delimitata dalle seguenti vie cittadine di Cagliari, dove deve intendersi i suddetto divieto: via Roma, viale Trento, viale S. Avendrace, viale Trieste, via Rovereto e via Zara.

Possibili rallentamenti e incolonnamenti potranno interessare le zone interessate dal percorso con limitazioni alla sosta previste soprattutto per tutta la durata della manifestazione in viale Trento, via Zara, via Rovereto e nel Piazzale Trento-Piazza Sorcinelli.
Tratto da: http://www.sardegnaoggi.it
Manifestazione Mps: domani una Cagliari blindata attende i pastori
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
Ideologia gender a scuola: attenti, genitori!

Pubblicato su 24 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in IPHARRA

La scuola è appena ricominciata, ma le lobby LGBT sono già in piena attività per propagandare l’ideologia gender, fare il lavaggio del cervello ai nostri figli, usurpare il ruolo educativo della famiglia. L’anno scorso, molti genitori si sono trovati davanti al fatto compiuto, anche perché , viscidamente, e con l’appoggio del Ministero – spesso le cose vengono fatte senza passare per i Consigli Scolastici. Avete già letto cosa accade nelle scuole francesi : addirittura si impone ai maestri di non far vedere certi libri ai genitori, non farli portare a casa dai bambini…

Quindi:

ATTENZIONE GENITORI:

-parlate molto con i vostri figli – di tutte le età – di quello che dicono e fanno a scuola;

– leggete con attenzione l’articolo dell’ottima Benedetta Frigerio, su Tempi.it che descrive bene la situazione;

– fate molta attenzione quando udite o leggete “parole chiave” o i nomi di certe associazioni, all’apparenza innocue, spesso considerate nella mentalità comune molto positive. Ecco qualche esempio:

Educare alle differenze, Amnesty International, Scuole attive contro l’omofobia, Progetto Alice, (già fa propaganda dal 2009 e nessuno se ne è accorto), corsi di educazione all’affettività o contro il bullismo e gli stereotipi, progetti per l’inclusione, Istituto Beck…

E’ preoccupante, poi, il tentativo di inserire questi corsi nel programma curriculare: cioè non si fanno attività extra, ma si parla di queste cose durante l’orario delle lezioni: così i genitori non possono far altro che tenere i figli a casa. Per i più grandi, a volte, la partecipazione a certi progetti consente l’acquisizione di crediti scolastici.

Insomma: attenti, genitori. Vigilate. Protestate. Segnalateci i vostri dubbi. Noi di Notizie ProVita vi aiuteremo e vi sosterremo in ogni modo.

Fonte: NotizieProVita.it

- See more at: http://www.losai.eu/ideologia-gender-scuola-attenti-genitori/#sthash.B3ptCRD5.dpuf
Ideologia gender a scuola: attenti, genitori!
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
Acqua e rifiuti, a chi serve privatizzare

Pubblicato su 24 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POLITICA

Se la retorica di Matteo Renzi sulla privatizzazione della società partecipate dagli enti locali fa i conti con i numeri di Equita Sim, società che si occupa di consulenza finanziaria e azionaria, il bluff del governo sui reali beneficiari delle future scelte delle esecutivo appare evidente: non è certo, come sostiene Renzi, che si va a "sfoltire" (ridurre il numero delle aziende, le "sedie" nei consigli d'amministrazione) per risparmiare, ma è certo che l'eventuale obbligo di dismissione azionaria imposto a Comuni e Province favorirà ACEA, A2a, HERA, IREN, cioè le 4 grandi utilities quotate alla Borsa di Milano.

È scritto in un rapporto diffuso a inizio settembre, dal titolo evocativo -A REVAMPED M&A SCENARIO-, che Altreconomia ha potuto visionare, e che prende le mosse proprio dall'analisi del Programma di razionalizzazione delle partecipate locali presentato a inizio agosto dal Commissario straordinario per la razionalizzazione delle spesa, Carlo Cottarelli, che nel documento ufficiale arriva a citare un tweet del presidente del Consiglio, con tanto di hashtag: "#municipalizzate: "sfoltire e semplificare da 8.000 a 1.000".

Le analisi del "piano Cottarelli" non hanno trovato posto nel decreto "Sblocca Italia", ma dovrebbero essere riproposte -per diventare cogenti- all'interno della Legge di Stabilità, che per prassiverrà approvata con "voto di fiducia", ovvero senza possibilità di scampo.



L'analisi di Equita Sim, in particolare, fa riferimento alle società attive nei servizi pubblici locali, quelli oggetto del referendum contro la privatizzazione del giugno 2011, e su un dato, l'EBTIDA, una sigla inglese che significa Earnings Before Interest, Taxes, Depreciation and Amortisation, cioè margine operativo lordo della società.Se questo margine fosse negativo, se le società fossero in perdita, o dei carrozzoni, come si ripete spesso parlando di municipalizzate, nessuno avrebbe interesse ad acquistare le società degli enti locali. La realtà, però, è diversa, perché -secondo Equita Sim- le 4 aziende quotate avranno l'opportunità di chiudere accordi che le porteranno ad aumentare tra il 15 e il 20% il proprio EBTIDA (margine operativo lordo).



Secondo gli analisi, a poter trarre maggiori benefici da una norma "pro-aggregazioni" sarebbe HERA, favorita da una presenza diffusa in 4 Regioni -Emilia-Romagna, Marche, Veneto e Friuli-Venezia Giulia- e dal peso ridotto delle pubbliche amministrazioni, dato un azionariato spezzettato tra circa 190 enti locali (che "rende la presenza pubblica nella governance dell'azienda meno intrusiva"). Soltanto accorpando 16 aziende locali non quotate dei territori ove l'azienda è già presente, l'EBTIDA dovrebbe aumentare di 320 milioni di euro, pari al 35% di quello stimato per l'azienda nel 2015. Se a questa previsione si aggiungono anche le incorporazioni di AIMAG e ASCOPIAVE, questo garantirebbe un ulteriore "espansione" del margine operativo lordo di 150 milioni di euro.



Solo in Lombardia, invece, sarebbero una decina le possibili prede di A2a, società non quotate che garantirebbero all'azienda controllata dai Comuni di Brescia e Milano di aumentare il proprio EBTIDA del 22 per cento, 220 milioni di euro in più rispetto al miliardo netto di oggi.

Secondo gli analisi di Equita, A2a "può giocare un ruolo cruciale nei processi di aggregazione", e mangiarsi tutto quel che si muove in campo acqua, energia e rifiuti in Lombardia, da ACSM-AGAM a Linea Group Holding.



Per IREN, la preda più ambita si chiama SMAT. Da sola, la società interamente pubblica partecipata dal Comune di Torino e da circa 300 enti locali della Provincia, che gestisce il servizio idrico integrato nell'ATO 3 Piemonte, garantirebbe un aumento del margine operativo lordo per 152 milioni di euro, pari al 24% dell'EBTIDA attuale di azienda. Complessivamente, sono una decina le società non quotate "preda", tra la Liguria, il Piemonte e la Valle d'Aosta, dove -secondo gli analisi di Equita- potrebbe essere obbligata ad entrare nell'orbita di IREN CVA, cioè la società pubblica per la produzione di energia elettrica della Regione autonoma della Valle d'Aosta (che ha un EBTIDA di 199 milioni di euro).



Ad essere guardata con maggior sospetto dagli analisi è la situazione di ACEA, perché sarebbe problematica la presenza del Comune di Roma come azionista di maggioranza al 51%.

Nonostante questo, l'aggregazione con le poche aziende che in Toscana e Umbria non sono già partecipate o controllate da ACEA porterebbe in dote un aumento di EBTIDA di almeno 140 milioni di euro, il 18 per cento di quello stimato per il 2015.



Ecco sfatato un mito: non tutte le società attive nella gestione dei servizi pubblici locali (che il documento Cottarelli definisce "a rilevanza economica") sono in perdita. Anzi, questi soggetti -che rappresentano il 23 percento delle partecipate (circa 1.800 in totale) ma il 60 percento del valore della produzione- sono asset molto interessanti.

Ogni tipo di aggregazione, però, a come obiettivo principale quello di favorire i big, che nel settore del servizi idrico integrato sono 8 soggetti con fatturato superiore ai 100 milioni di euro già responsabili del 41% del valore complessivo del mercato, e nel settore del trattamento rifiuti 5 gruppi che oggi valgono il 27% del mercato.

Nel documento di Cottarelli, elaborato con l'ausilio di numerosi consulenti, si fa rifermento alle economie di scale frutto delle aggregazioni. Ma sono riferimenti "discorsivi", senza alcun riscontro matematico né scientifico né empirico.



Articolo scritto da Luca Martinelli per Altreconomia

Tratto da: http://criticamente.it
Acqua e rifiuti, a chi serve privatizzare
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
Ecco come l’agricoltura industriale sta facendo ammalare noi e la terra

Pubblicato su 24 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in ECOLOGIA
 TERRENI TRATTATI CON PRODOTTI CHIMICI, SFIANCATI DALLO SFRUTTAMENTO INTENSIVO E DALL’AGRICOLTURA INDUSTRIALE CAUSANO UN IMPOVERIMENTO DEL CIBO CHE QUINDI NON FORNISCE AGLI ESSERI UMANI I NUTRIENTI DI CUI HA BISOGNO. E’ LA CONCLUSIONE CUI SONO GIUNTI NUMEROSI STUDI DI CUI SI PARLA ANCHE NEL LIBRO APPENA USCITO DI COURTNEY WHITE, “GRASS, SOIL, HOPE”. MA LA SOLUZIONE C’È.

E’ ancora vero che una mela al giorno toglie il medico di torno? Non più, stando a quanto sostengono gli esperti, a meno che quella mela non arrivi da terreni organici e da alberi coltivati con metodi biologici.

Secondo l’esperta australiana Christine Jones, intervistata nel libro appena uscito di Courtney White, Grass, Soil, Hope, le mele hanno perduto l’80% del loro contenuto di vitamina C.

E le arance che si mangiavano per tenere lontano il raffreddore? E’ possibile che di vitamina C non contengano più nemmeno le tracce. Uno studio http://www.scientificamerican.com/article/soil-depletion-and-nutrition-loss/ che ha analizzato il contenuto dei vegetali dal 1930 al 1980 ha scoperto che i livelli di ferro sono diminuiti del 22% e il calcio del 19%. In Inghilterra tra il 1940 e il 1990 il contenuto di rame nei vegetali è calato del 76% e il calcio del 46%. Il contenuto di minerali nella carne è, anch’esso, significativamente diminuito. Gli alimenti vanno a costituire i mattoni del nostro corpo e sostengono la nostra salute, ma terreni impoveriti forniscono alimenti impoveriti e alimenti di scarsa qualità nutritiva portano a un decadimento della salute. Anche la nostra salute mentale è legata ai terreni ed è garantita se i terreni sono ricchi di microbi.

Cosa è accaduto al terreno? Ha subìto gli attacchi della moderna agricoltura industriale con le sue monocolture, i fertilizzanti, i pesticid e gli insetticidi.

«Il termine biodiversità evoca una ricca varietà di piante in equilibrio con tante varietà di animali, insetti e vita selvatica, tutti che coesistono in un ambiente in equilibrio – spiegano Hannah Bewsey e Katherine Paul dell’Organic Consumers Association – Ma c’è anche un intero mondo di biodiversità che vive al di sotto della superficie terrestre ed è essenziale per far crescere alimenti ricchi di nutrienti. Il suolo terrestre è una miscela dinamica di particelle rocciose, acqua, gas e microrganismi. Una tazza di terra contiene più microrganismi di quante persone ci siano sul pianeta. Questi microbi vanno a costituire il “tessuto alimentare del suolo”, una catena complessa che inizia con I residui organici di piante e animali e che coinvolge batteri, funghi, nematodi e vermi; decompongono la materia organica, stabilizzano il suolo e aiutano la conversione dei nutrienti da una forma chimica ad un’altra. La ricchezza nella diversità dei microbi in un terreno ha effetti su molte proprietà, come l’umidità, la struttura, la densità e la composizione nutritiva. Quando i microbi vanno perduti, si riducono anche le proprietà del suolo che permettono di stabilizzare le piante, di convertire le sostanze nutritive e di svolgere tutte le altre funzioni vitali. Il contenuto di microbi del suolo, cioè la sua biodiversità, è praticamente sinonimo di salute e fertilità. Come scrive Daphne Millier, medico, scrittrice e docente, “i terreni che contano su un’ampia biodiversità sono più predisposti a produrre cibi ad alta densità nutritiva”. Purtroppo l’azione umana ha avuto un impatto assai negativo sulla salute dei suoli; siamo infatti responsabili della degradazione di oltre il 40% dei terreni agricoli nel mondo. Abbiamo destabilizzato l’ecosistema dei terreni attraverso un utilizzo diffuso di sostanze chimiche che distruggono praticamente tutto ad eccezione delle piante stesse (molte di queste sono state addirittura modificate geneticamente per resistere a erbicidi e pesticidi). Siamo arrivati ad avere grano, soia, alfa-alfa e altri cereali in apparenza salubri ma in verità carenti di sostanze nutritive a causa della pessima qualità del suolo su cui vengono coltivati. E usiamo sostanze chimiche di routine anche se si sa che appena lo 0,1% dei pesticidi in realtà interagisce con il target cui è destinato, tutto il resto contamina soltanto piante e suolo».

«L’azoto è uno dei tre nutrienti essenziali per il suolo – proseguono Bewsey e Paul – gli altri due sono potassio e fosforo. Ma perché l’azoto possa nutrire le piante, deve essere convertito da ammonio a nitrato. I microbi del terreno, sensibili al ciclo dell’azoto, fanno questa conversione alimentandosi di materia vegetale decomposta, digerendo l’azoto che vi è contenuto ed eliminando ioni di azoto. Cosa accade quando nel suolo non ci sono questi microbi? Gli agricoltori spesso ricorrono a fertilizzanti contenenti azoto, ma l’uso eccessivo porta ad averne una quantità eccessiva che va oltre la capacità di conversione dei microbi stessi, quindi troppo azoto uccide le piante. Stando ai dati della Union of Concerned Scientists, gli allevamenti con centinaia di animali stipati in piccoli spazi e alimentati con cereali anzichè foraggio è ubo dei fanni più grossi che l’uomo abbia inflitto al suolo poiché porta alle monocolture intensive su larga scala che richiedono moltissime sostanze chimiche. La perdita di biodiversità del suolo è anche correlata all’aumento di asma e allergie nelle società occidentali. Il sistema immunitario umano si sviluppa grazie agli stimoli ambientali cui è esposto; quando carne e vegetali mancano di determinati batteri e microbi, i bambini non riescono a formulare risposte immunitarie precoci e quindi possono sviluppare allergie. La soluzione sta nel convertire allevamenti e aziende agricole industriali in allevamenti con sistemi naturali e fattorie biologiche. Secondo uno studio daneseè possibile raddoppiare la biodiversità del suolo sostituendo l’agricoltura biologica ai metodi agricoli convenzionali».

Ma perchè accontentarsi di contenere il danno? Esiste quella che viene chiamata agricoltura rigenerativa, strumento essenziale per far regredire i danni causati dalle pratiche industriali. E non c’è tempo da perdere. Bisogna andare i quella direzione prima che sia veramente troppo tardi.



 Fonte: www.ilcambiamento.it

Tratto da: informarexresistere.fr
Ecco come l’agricoltura industriale sta facendo ammalare noi e la terra
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
I PAESI CHE HANNO UNA BANCA CENTRALE CHE NON APPARTIENE AI ROTHSCHILD SONO ANCHE GLI " STATI CANAGLIA" ( quando si dice le " coincidenze")

Pubblicato su 24 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POPOLI LIBERI

Sono solamente 9 i Paesi che hanno la Banca Centrale che non appartiene ai Rothschild. Sono: Cina, Russia, Iran, Venezuela, Ungheria, Siria, Cuba, Islanda e Corea del Nord.
Tre di questi Paesi, nell'ordine Russia, Iran e Venezuela, sono anche le tre più grandi riserve energetiche del mondo, considerando le riserve di petrolio, gas e carbone.

Direttamente o indirettamente tutte le altre banche centrali appartengono o sono controllate dai Rothschild. Ci sono addirittura quattro banche centrali che sono quotate in borsa: le banche centrali di Belgio, Grecia, Giappone e Svizzera.
La Banca centrale di Grecia oltre che essere quotata alla Borsa di Atene è quotata anche alla Borsa Tedesca.

Da queste brevi considerazioni, penso sia comprensibile a tutti perchè i paesi che hanno una banca centrale indipendente siano costantemente attaccati mediaticamente dai media di tutto il mondo, tutti al servizio ovviamente delle grandi potenze imperialistiche dell'occidente.

Tutti questi paesi sono praticamente inseriti nell'asse del male, tutti i loro governi sono per i media occidentali delle "dittature" ed in tutti ci sono tentativi di destabilizzazione.

Si comprende anche perchè Russia, Iran e Venezuela siano costantemente "presi di mira" dai media internazionali.
Oltre che avere la Banca Centrale indipendente dai Rothschild sono anche le tre più grandi riserve energetiche del mondo.

Quando una Banca Centrale disegna la politica economica e monetaria del proprio paese sta pensando ai benefici per il suo popolo o ai benefici per i propri azionisti?
Scontata la risposta: pensano ai benefici per i propri azionisti.
Si comprende perchè un Paese come il Belgio possa stare per mesi (esattamente 18) senza un governo, perchè in sostanza il ruolo del governo è relativo.
Si comprende perchè un paese come Grecia è completamente in balia della Troika, ossia del Fondo Monetario Internazionale (FMI), della Banca Centrale Europea (BCE) e della Commissione Europea (CE).

E l'Italia? La maggior parte degli italiani pensa che la Banca d'Italia, ossia la Banca Centrale dell'Italia appartenga allo Stato!
Invece, come tutte le banche centrali del mondo, escluse quelle dei 9 paesi citati sopra, la Banca d'Italia appartiene ai propri azionisti. L'elenco completo degli azionisti della Banca d'Italia è consultabile nel sito stesso della Banca d'Italia, all'URL:

http://www.bancaditalia.it/bancaditalia/funzgov/gov/partecipanti/Partecipanti.pdf.

Da tale documento, in linea, si evince che le due principali banche italiane, Intesa San paolo e Unicredit hanno il 52% delle quote; Inps e Inail, enti statali, hanno quote irrilevanti.
Ovviamente nel capitale delle grandi banche italiane, che controllano la Banca d'Italia, rientra quello dei Rothschild.
Povera Italia! Poveri italiani!
Popoli Liberi
I PAESI CHE HANNO UNA BANCA CENTRALE CHE NON APPARTIENE AI ROTHSCHILD SONO ANCHE GLI &quot; STATI CANAGLIA&quot; ( quando si dice le &quot; coincidenze&quot;)
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
SMETTETELA DI RACCONTARCI FREGNACCE

Pubblicato su 23 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POPOLI LIBERI

Cari amici,
poche ore fa, Elisa De Bianchi, 33 anni, autista dell’Atac, è stata aggredita ed il suo Bus è stato completamente distrutto da una trentina di immigrati africani che vivono in un centro d’accoglienza nei pressi di Corcolle, frazione Romana.

Queste cose mi fanno davvero incazzare... Ascoltatemi bene, si, proprio voi buonisti e perbenisti dei miei stivali.

Il nostro Paese sta ospitando più di 3 milioni di immigrati clandestini, alcuni dormono all'interno dei centri di accoglienza, altri invece in grandi residence, resort e piccoli hotel. Tutto sovvenzionato dal nostro Governo.

Il nostro Governo, nell'ultimo anno ha speso oltre 2 miliardi di euro... Tutto questo per garantire assistenza a persone che nulla hanno fatto per il nostro Paese.

L'articolo 3 della nostra Costituzione recita: "tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge"... Si, certo, ditelo ai tanti disoccupati che ogni giorno si suicidano per l'assenza di lavoro, oppure ai tanti o forse troppi italiani poveri che si vedono negare un dannatissimo "alloggio popolare", per poi assegnarlo a stranieri clandestini appena arrivati che nulla han fatto per questo Paese.

Come scritto po' anzi, gli onesti cittadini Italiani che stanno attraversando gravi disagi economici, vengono del tutto ignorati, ma nel contempo il nostro Governo si preoccupa dei diritti costituzionali di un gruppo di clandestini irregolari.

Smettiamola di raccontarci fregnacce, la verità è una sola... Come possiamo pensare di accogliere, ospitare e promettere un futuro migliore a questa gente, quando il nostro Governo non ha le capacità di garantire un futuro migliore agli stessi italiani ?

Popoli Liberi
SMETTETELA DI RACCONTARCI FREGNACCE
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
I BRETONI SI RIBELLANO ALLE SANZIONI CONTRO LA RUSSIA

Pubblicato su 23 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POPOLI LIBERI
Nel nord-ovest della Francia gli agricoltori hanno dato fuoco alla sede dell'agenzia delle Entrate per aver perso la possibilità di esportare i loro prodotti in Russia.

Il fatto è avvenuto nella città di Morlaix, in Bretagna.
Gli agricoltori hanno ostacolato i vigili del fuoco nelle operazioni per spegnere il rogo, in questo modo l'edificio è rimasto parzialmente distrutto.
Il primo ministro francese Manuel Carlos Valls ha dichiarato che i responsabili dell'incendio doloso saranno puniti.


Popoli Liberi
I BRETONI SI RIBELLANO ALLE SANZIONI CONTRO LA RUSSIA
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
INGHILTERRA E FRANCIA HANNO DECISO SBARRAMENTI (RETI E FILO SPINATO) A CALAIS PER IMPEDIRE L'INVASIONE DEI CLANDESTINI.

Pubblicato su 23 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POLITICA

Mentre l'Italia del governo Renzi finanzia la missione Mare Nostrum per far arrivare nel Bel Paese decine di migliaia di extracomunitari, l'Inghilterra assieme alla Francia finanziano reti antisfondamento per impedire ai clandestini di accedere al porto di Calais per imbarcarsi illegalmente sui mercantili diretti in Inghilterra.

La Gran Bretagna, infatti, ha deciso di finanziare una missione bilaterale con la Francia per rendere piu' sicuro il porto. La situazione e' peggiorata dopo la chiusura del centro di Sangatte. Almeno diecimila clandestini sarebbero pronti per partire verso Dover.

Così, sono stati stanziati quindici milioni di euro per fermare questa invasione da Calais verso l'Inghilterra. E' quanto hanno deciso insieme Francia e Regno Unito per "securizzare" il porto della cittadina francese.

La missione durera' tre anni. Per adesso, solo il Regno Unito ha parlato del suo contributo economico mentre ancora non e' chiaro quanto sara' l'apporto dei transalpini.

L'annuncio arriva dopo le minacce del sindaco UMP Natacha Bouchart di bloccare i traffici portuali, reiterate dall'inizio di settembre.

Dopo tre settimane di trattative, sabato e' arrivata la firma dell'accordo. Al momento sarebbero satti individuati almeno 1.500 extracomunitari clandestini arrivati dall'Italia e provenienti soprattutto da Eritrea e Sudan, in cerca di un passaggio a prezzi elevatissimi (anche mille euro per pochi chilometri) e in condizioni estreme in qualche camion diretto a Dover.

Per evitare gli assalti in massa ai centri di accoglienza e i conseguenti scontri tra migranti e polizia, il direttore dell'autorita' portuale Jean-Marc Puissesseau propone d'innalzare una rete alta quattro metri con sensori e sbarramenti in filo spinato che possano rispondere "ai ripetuti assalti in massa" al porto.

Uno sbaramento in tutto e per tutto simile a quello innalzato dalla polizia spagnola nell'enclave di Melilla.

Redazione Milano.

Tratto da: http://www.ilnord.it
INGHILTERRA E FRANCIA HANNO DECISO SBARRAMENTI (RETI E FILO SPINATO) A CALAIS PER IMPEDIRE L'INVASIONE DEI CLANDESTINI.
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
MANIFESTAZIONE NAZIONALE PER LA TUTELA DEI MINORI

Pubblicato su 23 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POPOLI LIBERI

Davanti a molti Tribunali italiani, tra i quali anche Forlì






Manifestiamo per il diritto dei bambini agli affetti familiari

In Italia decine di migliaia di bambini sono orfani di genitori in vita.

Nonostante una legge nazionale che garantisce il diritto del minore di crescere ed essere educato nell'ambito della propria famiglia, dai 30.000 ai 50.000 bambini sono lontani dai loro cari, e centinaia di migliaia di bambini non possono, di fatto, godere dell’affetto di uno dei due genitori. Il fatto stesso che non ci siano delle cifre precise è indicativo; l’ultima ricerca ufficiale risale al 2010 e i dati riferiti sono dati stimati e non effettivi.

Per questo motivo, mercoledì 15 ottobre 2014, varie associazioni italiane per la tutela dei minori e la promozione della bigenitorialità; mamme, papà, nonne, nonni, parenti, compagne e compagni, assieme a persone e cittadini comuni preoccupati delle ingiustizie, errori e soprusi commessi dal sistema dell’assistenza e della giustizia minorile, si uniranno per una manifestazione simultanea, in molte città italiane, per denunciare la violazione del diritto dei bambini agli affetti familiari.

In Italia il fenomeno è denunciato da anni: varie personalità politiche si sono mosse con delle proposte di legge, assistiamo in TV alle storie di mamme e papà disperati, ma il fenomeno non è mai stato compreso completamente.

Recentemente il problema dei bambini rimossi dalla custodia dei genitori e inviati alle case famiglia è stato denunciato addirittura dal Presidente dell'Ecuador, Rafael Correa, ma forse solo l’ex giudice Francesco Morcavallo e pochi altri hanno saputo descriverlo in tutta la sua drammaticità. In particolare hanno sottolineato alcuni aspetti fondamentali: i conflitti di interesse imperanti e radicati, gli enormi flussi di denaro intascati da case famiglia, psichiatri, psicologi, avvocati e altri professionisti, e la discrezionalità delle valutazioni e perizie psichiatriche e psicologiche. Forse tutto si riassume nelle parole dell’onorevole Antonio Guidi: "Vale più un chilo di bambino che un chilo di eroina".

Il 15 ottobre si manifesterà per far comprendere tutta la frustrazione accumulata da decenni da chi subisce passivamente i soprusi delle istituzioni che sulla carta sono a favore della tutela del minore e della famiglia ma che fin troppo spesso snaturano le leggi a piacimento per vari interessi di casta, approfittando di alcune lacune legislative che hanno messo la possibilità di decidere del futuro dei bambini e delle famiglie nelle mani di pochi operatori, in particolare gli assistenti sociali, i giudici onorari e i consulenti dei tribunali.

Urleremo a gran voce per portare alla luce fenomeni che stanno raggiungendo proporzioni pandemiche come:

- SOTTRAZIONE DEI MINORI E LORO AFFIDAMENTO AI SERVIZI SOCIALI

- RICORSO FIN TROPPO FREQUENTE ALLE CASE FAMIGLIA

- SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI

- IMPEDIMENTO DOLOSO DELLA CURA FILIALE

- PERIZIE PSICHIATRICHE E PSICOLOGICHE DISCREZIONALI

- INTERESSE PRIVATO E ABUSO D'UFFICIO

Chiederemo una vera tutela del minore e della famiglia con adeguate politiche sociali che utilizzino l'intervento del servizio sociale non CONTRO le famiglie, ma come aiuto concreto ai minori e alle famiglie, senza disgregarle.

Non crediamo certamente di avere tutte le soluzioni in tasca, ma crediamo che queste misure siano necessarie:

• abolizione delle competenze civili dei Tribunali per i minorenni

• costituzione di un Tribunale specializzato in materia di Famiglia composto esclusivamente da giudici togati

• concreta ed effettiva applicazione dell’affido condiviso

• concreto ridimensionamento del ruolo e dei poteri dei servizi sociali, istituendo nuclei di polizia giudiziaria e togliendo di fatto qualsiasi funzione giuridica agli assistenti sociali

• SEMPRE il contraddittorio tra genitori in ogni sede giudiziaria, non consentendo MAI l’assunzione di decisioni “inaudita altera parte” in materia di affidamento dei figli

• riconoscimento dell'incompatibilità tra il ruolo di CTU e quello di CTP

• effettiva turnazione automatica dei CTU, da un elenco disponibile in ogni tribunale e facilmente accessibile al pubblico

• che le perizie psicologiche-psichiatriche abbiano solo valore di opinioni e non siano considerate direttamente come “accertamento della verità”

• necessità di accordi concepiti in un contesto privo di attriti, riconoscendo la legittimità dei patti pre-matrimoniali e la necessità di promuovere la mediazione familiare

• introduzione del reato di “impedimento doloso della cura filiale” che sanzioni il genitore alienante, senza consentire MAI la sottrazione dei minori alla famiglia per tale fattispecie di reato o per “conflittualità genitoriale”

• riforma del gratuito patrocinio, rendendolo accessibile in base al reddito disponibile e non al reddito nominale

• riduzione dei tempi che attualmente intercorrono tra separazione e cessazione degli effetti civili del matrimonio

• introduzione della "Mediazione Familiare" quale istituto principe per redimere gli attriti tra i separandi


Manifestiamo per il diritto dei bambini agli affetti familiari

In Italia decine di migliaia di bambini sono orfani di genitori in vita.

Nonostante una legge nazionale che garantisce il diritto del minore di crescere ed essere educato nell'ambito della propria famiglia, dai 30.000 ai 50.000 bambini sono lontani dai loro cari, e centinaia di migliaia di bambini non possono, di fatto, godere dell’affetto di uno dei due genitori. Il fatto stesso che non ci siano delle cifre precise è indicativo; l’ultima ricerca ufficiale risale al 2010 e i dati riferiti sono dati stimati e non effettivi.

Per questo motivo, mercoledì 15 ottobre 2014, varie associazioni italiane per la tutela dei minori e la promozione della bigenitorialità; mamme, papà, nonne, nonni, parenti, compagne e compagni, assieme a persone e cittadini comuni preoccupati delle ingiustizie, errori e soprusi commessi dal sistema dell’assistenza e della giustizia minorile, si uniranno per una manifestazione simultanea, in molte città italiane, per denunciare la violazione del diritto dei bambini agli affetti familiari.

In Italia il fenomeno è denunciato da anni: varie personalità politiche si sono mosse con delle proposte di legge, assistiamo in TV alle storie di mamme e papà disperati, ma il fenomeno non è mai stato compreso completamente.

Recentemente il problema dei bambini rimossi dalla custodia dei genitori e inviati alle case famiglia è stato denunciato addirittura dal Presidente dell'Ecuador, Rafael Correa, ma forse solo l’ex giudice Francesco Morcavallo e pochi altri hanno saputo descriverlo in tutta la sua drammaticità. In particolare hanno sottolineato alcuni aspetti fondamentali: i conflitti di interesse imperanti e radicati, gli enormi flussi di denaro intascati da case famiglia, psichiatri, psicologi, avvocati e altri professionisti, e la discrezionalità delle valutazioni e perizie psichiatriche e psicologiche. Forse tutto si riassume nelle parole dell’onorevole Antonio Guidi: "Vale più un chilo di bambino che un chilo di eroina".

Il 15 ottobre si manifesterà per far comprendere tutta la frustrazione accumulata da decenni da chi subisce passivamente i soprusi delle istituzioni che sulla carta sono a favore della tutela del minore e della famiglia ma che fin troppo spesso snaturano le leggi a piacimento per vari interessi di casta, approfittando di alcune lacune legislative che hanno messo la possibilità di decidere del futuro dei bambini e delle famiglie nelle mani di pochi operatori, in particolare gli assistenti sociali, i giudici onorari e i consulenti dei tribunali.

Urleremo a gran voce per portare alla luce fenomeni che stanno raggiungendo proporzioni pandemiche come:

- SOTTRAZIONE DEI MINORI E LORO AFFIDAMENTO AI SERVIZI SOCIALI

- RICORSO FIN TROPPO FREQUENTE ALLE CASE FAMIGLIA

- SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI

- IMPEDIMENTO DOLOSO DELLA CURA FILIALE

- PERIZIE PSICHIATRICHE E PSICOLOGICHE DISCREZIONALI

- INTERESSE PRIVATO E ABUSO D'UFFICIO

Chiederemo una vera tutela del minore e della famiglia con adeguate politiche sociali che utilizzino l'intervento del servizio sociale non CONTRO le famiglie, ma come aiuto concreto ai minori e alle famiglie, senza disgregarle.

Non crediamo certamente di avere tutte le soluzioni in tasca, ma crediamo che queste misure siano necessarie:

• abolizione delle competenze civili dei Tribunali per i minorenni

• costituzione di un Tribunale specializzato in materia di Famiglia composto esclusivamente da giudici togati

• concreta ed effettiva applicazione dell’affido condiviso

• concreto ridimensionamento del ruolo e dei poteri dei servizi sociali, istituendo nuclei di polizia giudiziaria e togliendo di fatto qualsiasi funzione giuridica agli assistenti sociali

• SEMPRE il contraddittorio tra genitori in ogni sede giudiziaria, non consentendo MAI l’assunzione di decisioni “inaudita altera parte” in materia di affidamento dei figli

• riconoscimento dell'incompatibilità tra il ruolo di CTU e quello di CTP

• effettiva turnazione automatica dei CTU, da un elenco disponibile in ogni tribunale e facilmente accessibile al pubblico

• che le perizie psicologiche-psichiatriche abbiano solo valore di opinioni e non siano considerate direttamente come “accertamento della verità”

• necessità di accordi concepiti in un contesto privo di attriti, riconoscendo la legittimità dei patti pre-matrimoniali e la necessità di promuovere la mediazione familiare

• introduzione del reato di “impedimento doloso della cura filiale” che sanzioni il genitore alienante, senza consentire MAI la sottrazione dei minori alla famiglia per tale fattispecie di reato o per “conflittualità genitoriale”

• riforma del gratuito patrocinio, rendendolo accessibile in base al reddito disponibile e non al reddito nominale

• riduzione dei tempi che attualmente intercorrono tra separazione e cessazione degli effetti civili del matrimonio

• introduzione della "Mediazione Familiare" quale istituto principe per redimere gli attriti tra i separandi



Manifestiamo per il diritto dei bambini agli affetti familiari

In Italia decine di migliaia di bambini sono orfani di genitori in vita.

Nonostante una legge nazionale che garantisce il diritto del minore di crescere ed essere educato nell'ambito della propria famiglia, dai 30.000 ai 50.000 bambini sono lontani dai loro cari, e centinaia di migliaia di bambini non possono, di fatto, godere dell’affetto di uno dei due genitori. Il fatto stesso che non ci siano delle cifre precise è indicativo; l’ultima ricerca ufficiale risale al 2010 e i dati riferiti sono dati stimati e non effettivi.

Per questo motivo, mercoledì 15 ottobre 2014, varie associazioni italiane per la tutela dei minori e la promozione della bigenitorialità; mamme, papà, nonne, nonni, parenti, compagne e compagni, assieme a persone e cittadini comuni preoccupati delle ingiustizie, errori e soprusi commessi dal sistema dell’assistenza e della giustizia minorile, si uniranno per una manifestazione simultanea, in molte città italiane, per denunciare la violazione del diritto dei bambini agli affetti familiari.

In Italia il fenomeno è denunciato da anni: varie personalità politiche si sono mosse con delle proposte di legge, assistiamo in TV alle storie di mamme e papà disperati, ma il fenomeno non è mai stato compreso completamente.

Recentemente il problema dei bambini rimossi dalla custodia dei genitori e inviati alle case famiglia è stato denunciato addirittura dal Presidente dell'Ecuador, Rafael Correa, ma forse solo l’ex giudice Francesco Morcavallo e pochi altri hanno saputo descriverlo in tutta la sua drammaticità. In particolare hanno sottolineato alcuni aspetti fondamentali: i conflitti di interesse imperanti e radicati, gli enormi flussi di denaro intascati da case famiglia, psichiatri, psicologi, avvocati e altri professionisti, e la discrezionalità delle valutazioni e perizie psichiatriche e psicologiche. Forse tutto si riassume nelle parole dell’onorevole Antonio Guidi: "Vale più un chilo di bambino che un chilo di eroina".

Il 15 ottobre si manifesterà per far comprendere tutta la frustrazione accumulata da decenni da chi subisce passivamente i soprusi delle istituzioni che sulla carta sono a favore della tutela del minore e della famiglia ma che fin troppo spesso snaturano le leggi a piacimento per vari interessi di casta, approfittando di alcune lacune legislative che hanno messo la possibilità di decidere del futuro dei bambini e delle famiglie nelle mani di pochi operatori, in particolare gli assistenti sociali, i giudici onorari e i consulenti dei tribunali.

Urleremo a gran voce per portare alla luce fenomeni che stanno raggiungendo proporzioni pandemiche come:

- SOTTRAZIONE DEI MINORI E LORO AFFIDAMENTO AI SERVIZI SOCIALI

- RICORSO FIN TROPPO FREQUENTE ALLE CASE FAMIGLIA

- SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI

- IMPEDIMENTO DOLOSO DELLA CURA FILIALE

- PERIZIE PSICHIATRICHE E PSICOLOGICHE DISCREZIONALI

- INTERESSE PRIVATO E ABUSO D'UFFICIO

Chiederemo una vera tutela del minore e della famiglia con adeguate politiche sociali che utilizzino l'intervento del servizio sociale non CONTRO le famiglie, ma come aiuto concreto ai minori e alle famiglie, senza disgregarle.

Non crediamo certamente di avere tutte le soluzioni in tasca, ma crediamo che queste misure siano necessarie:

• abolizione delle competenze civili dei Tribunali per i minorenni

• costituzione di un Tribunale specializzato in materia di Famiglia composto esclusivamente da giudici togati

• concreta ed effettiva applicazione dell’affido condiviso

• concreto ridimensionamento del ruolo e dei poteri dei servizi sociali, istituendo nuclei di polizia giudiziaria e togliendo di fatto qualsiasi funzione giuridica agli assistenti sociali

• SEMPRE il contraddittorio tra genitori in ogni sede giudiziaria, non consentendo MAI l’assunzione di decisioni “inaudita altera parte” in materia di affidamento dei figli

• riconoscimento dell'incompatibilità tra il ruolo di CTU e quello di CTP

• effettiva turnazione automatica dei CTU, da un elenco disponibile in ogni tribunale e facilmente accessibile al pubblico

• che le perizie psicologiche-psichiatriche abbiano solo valore di opinioni e non siano considerate direttamente come “accertamento della verità”

• necessità di accordi concepiti in un contesto privo di attriti, riconoscendo la legittimità dei patti pre-matrimoniali e la necessità di promuovere la mediazione familiare

• introduzione del reato di “impedimento doloso della cura filiale” che sanzioni il genitore alienante, senza consentire MAI la sottrazione dei minori alla famiglia per tale fattispecie di reato o per “conflittualità genitoriale”

• riforma del gratuito patrocinio, rendendolo accessibile in base al reddito disponibile e non al reddito nominale

• riduzione dei tempi che attualmente intercorrono tra separazione e cessazione degli effetti civili del matrimonio

• introduzione della "Mediazione Familiare" quale istituto principe per redimere gli attriti tra i separandi

MANIFESTAZIONE NAZIONALE PER LA TUTELA DEI MINORI
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
R. Bootle: La Soluzione per i Guai dell'Italia è Abbastanza Semplice – Uscire dall'Euro.

Pubblicato su 23 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in ECONOMIA

Dalle colonne del Telegraph Roger Bootle, il vincitore del Wolfson Prize, avverte che l'Italia corre velocemente verso il default - e che le "riforme", anche se venissero fatte, non servirebbe ad evitarlo. L'unica via sarebbe rilanciare velocemente la crescita uscendo dall'euro.

di Roger Bootle - SALVO che qualcosa di importante non cominci presto a cambiare, l'Italia è in corsa verso un gran default.

Nessun paese incarna il malessere economico europeo megliodell'Italia. Spesso si dice che l'Italia non può finire nei guai perché è così ricca. Lo è. Ricca di bellezze naturali e di tesori dell'antichità,di splendide città e di una bellissima campagna, di gente incantevole, di cibo e vini meravigliosi e di uno stile di vitaaffascinante. Ma come paese in realtà non funziona.

Alcuni aspetti del problema sono lì da secoli; altri sono relativamente nuovi. Prima della guerra, gran parte dell'Italia era povera. Nel corso degli anni '50 e '60, anche se la politica italiana era caotica e il governo disfunzionale, con l'industrializzazionel'economia è cresciuta molto velocemente e ha toccato dei massimi livelli di PIL. Nel 1979, l'Italia ha superato anche il PIL del Regno Unito, un evento di cui gli italiani si sono molto rallegrati, chiamandolo "il Sorpasso".

I problemi sottostanti restavano sopiti. Anche se c'era la tendenza ad un'alta inflazione, la ripresa era sempre a portata di mano con una lira più debole (per farsi un'idea più precisa sulla realtà delle svalutazioni dell'Italia consigliamo di leggere la risposta di Bagnai a Zingales, ndVdE). E l'economia continuava a crescere. Poi tutto hacominciato ad andar male. Nel 1995 il Regno Unito ha di nuovo superato l'Italia e il divario tra le due economie da allora è andato accentuandosi.

Per cogliere il problema nella sua giusta prospettiva, tutti i Paesi del G7, tranne l'Italia e il Giappone, hanno ormai superato il livello di PIL di cui godevano prima della Grande Recessione. Il Canada èdel 9pc al di sopra del livello del 2008, mentre il PIL italiano è ancora sotto del 9pc. Ma quel che è peggio, l'economia si staancora contraendo.

Questo non è un fulmine a ciel sereno. Dal momento che è stato adottato l'euro nel 1999, il tasso medio annuo di crescita dell'economia italiana è stato solo dello 0.3pc - in altre parole, quasi nulla.

Intendiamoci, non tutto questo è dovuto all'euro. C'è un disperato bisogno di riforme e il sistema politico sembra incapace di adottare le misure necessarie. E l'Italia è stato uno dei primi paesi a soffrire della crescita dei mercati emergenti.

Si consideri che la Germania produce beni durevoli di largo consumo e macchinari a tecnologia avanzata, mentre l'Italia si è specializzata in beni di consumo a bassa o media tecnologia che la Cina e altri paesi riescono a produrre più a buon mercato (qui una lettura utile ad approfondire il discorso sul crollo della produttività italiana, ndVdE).

E l'euro non ha certo aiutato perché, fin dall'inizio, i costi italianihanno continuato ad aumentare più velocemente di quanto abbianofatto in Germania e in altri paesi del centro. Questa volta, però, non c'era la via d'uscita del tasso di cambio. Quindi, i costi e i prezzi italiani sono rimasti privi di un meccanismo di riequilibrio.

È vero, il tasso di inflazione è sceso bruscamente. Infatti, ora èleggermente negativo. Ciò non sorprende, dato che il tasso di disoccupazione è al 12.6pc. A differenza di alcuni degli altri paesi periferici dell'euro, tuttavia, l'Italia non ha fatto molto per ridurre ilsuo divario di competitività. Con tanta capacità produttivainutilizzata, è possibile che i salari e gli altri costi inizieranno a scendere notevolmente, come hanno fatto in Spagna, Grecia e Irlanda. Ma se questo accadrà, anche se finirà per rendere i prodotti italiani più competitivi, tuttavia farà peggiorare l'altro grande problema dell'Italia - il debito.

Anche se, al 3pc, il deficit pubblico non è particolarmente alto, il vero problema finanziario sta nello stock di debito, accumulato con una serie di deficit succedutesi nel tempo. Sorprendentemente, durante il recente periodo di "austerità", il rapporto debito/Pil è aumentato (quelle surprise! , nDVdE). Attualmente è pari a circa il130pc del PIL. Se l'economia ristagna e i prezzi scendono, il PIL nominale crollerà. E questo porterebbe il rapporto debito/PIL a salire, anche se il bilancio fosse mantenuto in pareggio allo scopo di fermare la crescita del debito.

L'Italia è molto vicina alla situazione che gli economisti definiscono "trappola del debito", in cui il rapporto debito/Pil aumenta in modo esponenziale. L'unica via di fuga da questa situazione è l'inflazione, o il default. L'Italia non può creare inflazione perché non ha una propria valuta. Quindi, a meno che qualcosa di grosso inizi a cambiare molto presto, l'Italia è in corsa per un grande default sovrano.

Spesso si sente dire che una crisi del debito pubblico in Italia non èpossibile perché gli italiani hanno un alto tasso di risparmiopersonale e, di conseguenza, ci sono sempre i fondi per comprare il debito. Allo stesso modo, si sostiene spesso che, a differenza delPortogallo o della Grecia, la posizione con l'estero dell'Italia non èpoi così male, con le passività verso gli stranieri superiori alle attività verso l'estero di qualcosa come il 30pc del PIL. Questo significa che il debito italiano è per lo più dovuto agli stessi italiani.

Ciò è in gran parte vero – ma sino a un certo punto. Certo, poichél'Italia non è un grande debitore verso l'estero vi è un rischio limitato di una crisi di indebitamento internazionale del tipo che affligge periodicamente diversi mercati emergenti. Ma ci puòsempre essere una crisi fiscale. Il fatto che gli italiani hanno molti risparmi non significa che mettano volentieri il loro denaro in titoli di Stato, in particolare quando l'insostenibilità delle finanze pubbliche implica che a un certo punto ci sarà un default.

Come abbiamo visto, il debito greco può essere "ristrutturato" senza scuotere il sistema finanziario. Questo perché la Grecia è piccola. Ma l'Italia decisamente non lo è. Il mercato dei titoli di Stato italiani è il terzo più grande al mondo, dopo Stati Uniti e Giappone. Qualcuno da qualche parte è seduto su enormi scorte di titoli didebito italiani - per lo più le banche italiane. Quindi una crisi del debito si trasformerebbe in una crisi bancaria.

Certo non verrebbe in mente che c'è un problema se si guardasseai tassi di interesse di mercato. I mercati sono felici di prestare al governo italiano per 10 anni al 2.4pc, 1.3pc sopra l'equivalente tedesco. Intendiamoci, prima che una crisi esploda, è esattamente questo che fanno i mercati. La loro specialità è quella di passare dalla spensieratezza al panico in un batter d'occhio.

Come potrebbe l'Italia sfuggire a tutto questo? I problemi sono profondamente radicati e non miglioreranno in una notte. Il Paese ha bisogno di riforme fondamentali del suo sistema politico, della giustizia, del suo sistema fiscale e del mercato del lavoro. Anche se tutto venisse fatto, però, l'Italia sarebbe ancora impantanata neldebito pubblico.


Come il resto della zona euro, quel di cui l'Italia ha più immediatamente bisogno è una crescita economica decente. Forseuna qualche ripresa a livello europeo potrebbe essere raggiuntacon una combinazione di audacia da parte della BCE e diallentamento fiscale da parte dei tedeschi. Ma non ci conterei.

L'opzione radicale per l'Italia è quella di uscire dall'euro e permettere a una valuta debole di generare un boom di esportazioni, una maggiore inflazione, un maggior gettito fiscale e un onere del debito più leggero. Mi chiedo quanti altri anni sprecati l'Italia dovrà subire prima che venga finalmente in mente ai suoileader che questa è l'unica strada percorribile.

Roger Bootle è amministratore delegato di Capital Economics e vincitore del Wolfson economics prize nel 2012

Tratto da: http://vocidallestero.blogspot.it
 Texas Padano? All’orizzonte ancora trivelle, senza alcuna precauzione

Pubblicato su 1 Ottobre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in ECOLOGIA

A Mantova e Cremona, come in buona parte della Lombardia e in generale della Pianura Padana, desta ancora preoccupazione il sempre vivo interesse per le trivellazioni alla ricerca di idrocarburi. La Regione dell’Expo non applica alcun principio di precauzione e continua a collezionare decisioni pericolose per il territorio ed i cittadini che chiedono di essere informati e consultati.



di Luca D’Achille

Arriva dagli aderenti a Salviamo il Paesaggio di Mantova l’ulteriore denuncia che per il territorio lombardo i pericoli continuano ad aumentare. Si apprende dalla stampa che il Consiglio Regionale ha bocciato ad inizio giugno una mozione presentata dal Movimento 5 Stelle e da un consigliere del Partito democratico che chiedevano una precauzionale sospensione dei tanti permessi di ricerca e coltivazione di idrocarburi e di stoccaggio di gas che fanno della regione un appetitoso boccone per gli interessi delle lobby collegate alle fonti fossili.

Questo interesse è ormai vivo da qualche anno e non sembra attenuarsi nonostante gli inevitabili effetti negativi sul territorio nonché le ben note correlazioni tra fracking e attività sismica. Eppure nel 2013 era stata deliberata la sospensione delle istruttorie per lo stoccaggio del gas naturale in sovrappressione. Oggi però le scelte vanno in tutt’altra direzione.

E’ UN’ULTERIORE GRAVE ATTIVITÀ A FORTE RISCHIO AMBIENTALE – DENUNCIANO DAI TERRITORI COINVOLTI – CHE SI AGGIUNGE AD ALTRE SCELTE IRRAGIONEVOLI, INCAPACI DI VALUTARE I LIMITI E LA SOPPORTABILITÀ AMBIENTALE, SANITARIA E UMANA CON LA PREVISIONE DI UN NUMERO SPROPOSITATO DI CANTIERI PER GRANDI INFRASTRUTTURE INUTILI, L’AGGRESSIONE ED EROSIONE CONTINUA DI SUOLO AGRICOLO O COMUNQUE VERDE.

Eppure il territorio lombardo, almeno a parole, è meritevole di ben altre attenzioni: La Regione dice di promuovere l’agricoltura, le produzioni di qualità, di prepararsi ad Expo 2015, la più grande esposizione forse mai avvenuta riguardante il cibo, ma contemporaneamente autorizza attività che va contro la salvaguardia del suolo (un altro esempio è la recente e molto contestata Legge Regionale “Ammazza Foreste”), contro l’attività agricola. Una svolta inopportuna verso uno sviluppo per nulla sostenibile e con scelte ormai superate come quella di puntare sull’energia fossile.

I comitati del territorio si stanno muovendo, come in provincia di Cremona dove è stata recentemente ottenuta un’altra concessione per la ricerca tra l’Adda e l’Oglio. Qui è stato inviato dai rappresentanti locali di Salviamo Il Paesaggio un eloquente appello ai sindaci di tutta la Provincia: tanti punti interrogativi su questa scelta di puntare ancora sugli idrocarburi con tutti i pericoli collegati. L’appello si chiude con una chiara richiesta: che ogni Amministrazione Comunale interessata si esprima sulla compatibilità ambientale ed economica dei progetti di trivellazione e che i cittadini e le loro associazioni vengano consultati.

Nel rilevare l’atteggiamento della politica regionale sul tema, che sembra essere finalizzato all’arricchimento di pochi a danno di molti, la domanda sorge spontanea: Perché gli Amministratori pubblici non rispettano il pronunciamento del Consiglio di stato circa l’importanza assoluta e primaria dell’ambiente/paesaggio su ogni altro interesse?

da salviamo il paesaggio



Tratto da: http://davi-luciano.myblog.it
Texas Padano? All’orizzonte ancora trivelle, senza alcuna precauzione
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
ARSENALE DELLA DEMOCRAZIA E FABBRICA DELLE GUERRE

Pubblicato su 1 Ottobre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POLITICA

Ormai comunemente si osserva che l’arsenale della democrazia continua a intervenire con le sue guerre, coinvolgendo i suoi alleati subalterni, per buttare giù soggetti politici che esso stesso aveva messo su, armandoli e finanziandoli. Pensiamo ai talebani, a Saddam Hussein, a Osama Bin Laden, ai miliziani dell’Isis.

Queste odierne operazioni in due fasi, costruzione e demolizione, sono la continuazione di ciò che l’arsenale della democrazia aveva fatto col nazismo, sostenendolo finanziariamente persino in tempo di guerra attraverso partecipazioni societarie, e combattendolo nella seconda fase con grande dispendio di mezzi, in larga parte addebitati agli alleati. È stato infatti grazie all’indebitamento abissale degli alleati e poi delle potenze sconfitte nella seconda guerra mondiale, che l’arsenale della democrazia ha assunto l’egemonia di gran parte del pianeta, facendosi suo fornitore di credito e, con Bretton Woods, di moneta di riserva.

In Ukraina avviene oggi qualcosa di simile: l’arsenale della democrazia dapprima sostiene una sorta di colpo di stato contro un regime eletto, poi incoraggia una deriva anti-russi a Kiev, usa ogni mezzo per fare della Russia un nemico e una minaccia militari per l’Europa occidentale, imponendoci di adottare contro Mosca sanzioni autolesionistiche per noi, che però ci rendono più dipendenti dall’arsenale della democrazia per le forniture energetiche, quindi arricchiscono l’arsenale della democrazia in termini di profitti ed egemonia; al contempo, annuncia che potrà in futuro contribuire alle spese della Nato in misura ridotta, quindi gli alleati europei dovranno metterci più soldi, ossia dovranno comprare più armamenti dall’arsenale della democrazia, il quale è di gran lunga il principale produttore di armamenti, con una larga quota del pil e dell’occupazione dipendente dalla produzione e… dal consumo di questi articoli; così contribuiranno alla prosperità della sua industria bellica a spese dei propri cittadini contribuenti.

L’arsenale della democrazia ha una necessità oggettiva e strutturale di agire così per rimanere egemone e per assicurare grandi profitti al suo complesso finanziario e industriale militare e salario ai suoi addetti. E per continuare a imporre la sua ultra- inflazionata valuta come valuta internazionale di riserva e pagamenti soprattutto delle materie prime, con cui comperare tutto nel mondo, continuando a stampare carta. Ha necessità di essere fabbrica di guerre, tiranni e terrori. La sua fisiologia richiede una continua domanda di armamenti, quindi continue guerre, tensioni, conflitti nel mondo. I suoi governi assicurano e producono queste condizioni. Nel corso della sua storia, l’arsenale della democrazia è quasi sempre stato impegnato in qualche guerra. Il papa non parla mai di questa causa di guerre e violenza. È una necessità oggettiva, che non ha implicazioni morali. Nessuno va condannato.

Finché resterà l’arsenale della democrazia, avremo guerre senza fine. Dopo, chissà. 23.09.14 Marco Della Luna

Tratto da: http://marcodellaluna.info
ARSENALE DELLA DEMOCRAZIA E FABBRICA DELLE GUERRE
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
Psicologia di un elettore italiano

Pubblicato su 1 Ottobre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in IPHARRA

Lo stato delle cose, la crisi, la disoccupazione, la questione morale si sono a tal punto infiammate, a tal punto gonfiate, che neanche gli stessi giornali che legge, sempre ottimisti, difficilmente critici, spesso bendisposti e chini, se non del tutto proni nei confronti del potere costituito, a cui offrono sempre giustificazioni ideologiche e teoriche, sono in grado di contenere, di reprimere, di avvolgere nella rassicurante cortina di fumo che costantemente ricopre i loro lettori e li culla dolcemente, sussurrandogli favole di sicure e prossime riprese nell'anno che deve venire e che, quando viene, sono procrastinate per quello seguente, additando la luce in fondo al tunnel che è sempre, per loro, la luce dell'aria aperta, per altri, la luce del treno in arrivo, pronto per investirci.


Pare di vederlo: il modello, tipicamente italiano, di elettore da sempre moderato, placidamente conservatore, prudentemente progressista, ispirato a una del tutto personale, in Italia ormai universale, concezione della morale (esigente sempre con gli altri, mai con se stessi), suscettibile alla retorica puritana, bigotta e benpensante, incline a scandalizzarsi per tutto ciò che a questa non appartiene, che si reca in edicola e compra o la Repubblica, se particolarmente polemico, o il Corriere, se di buonumore e sereno.

Ecco par di riconoscerlo, mentre legge titoli come: “Renzi e l’effetto Big Bang”, o “Rivoluzione renziana” riferita alla scuola, alla giustizia, alla pubblica amministrazione ecc… Li legge con giusto distacco, con atarassica indifferenza, da sapiens stoico, ma dentro di sé una serie di sensazioni, sempre moderate, contrastanti e nel contempo simili, rievocano speranze di vecchia data mai veramente tramontate, nostalgie ventennali, ricordano promesse non mantenute, delusioni ineluttabili provocate da colui a cui l’elettore aveva concesso la propria fiducia, disillusioni che, però, non riescono a piegarlo, indurlo all’ammissione di essersi sbagliato, di aver clamorosamente toppato, di essere quindi correo al fallimento del proprio rappresentante, avendogli offerto il proprio voto, perché non ritiene di avere reali responsabilità, non sente un peso di coscienza, non si percepisce complice, tutt’al più povera vittima, non truffatore, ma truffato, come tanti altri ingannato da allettanti e seducenti discorsi che millantavano cambiamenti. E comunque sia, la colpa è davvero da attribuire a chi aveva votato?

O forse non sono altrettanto vere le argomentazioni che discolpano il votato, l’eletto, il pover’uomo: il partito trasversale delle toghe rosse (mosse certo dal presentimento allarmante di un pericolo imminente, una catastrofe annunciata da un uomo valorosamente e eroicamente assurto a difesa dei valori dell’occidente liberale e moderato, e mosse d’altronde anche da una punta, diciamolo, di invidia, di fronte a cotanto carisma e successo) che, congiurando con le opposizioni guerrafondaie, voleva scalzarlo dal potere e, attraverso un colpo di stato, instaurare un regime in cui l’esecutivo e il legislativo si prostrassero ai piedi del giudiziario, il partito delle toghe che, quindi, aveva perseguitato il pover’uomo e che, congiuntamente agli alleati traditori di governo, aveva impedito al pover’uomo di governare, di fare ciò che aveva promesso? Anche questo considera il borghese moderato che lo aveva votato, al pover’uomo, e che in questo modo si sente pervadere dalla superomistica sensazione di essere stato (e di essere tutt’ora) sempre nel giusto. Adesso, quindi, s’imbatte nuovamente in una situazione molto simile a quella di vent’anni fa.

Lo stato delle cose, la crisi, la disoccupazione, la questione morale si sono a tal punto infiammate, a tal punto gonfiate, che neanche gli stessi giornali che legge, sempre ottimisti, difficilmente critici, spesso bendisposti e chini, se non del tutto proni nei confronti del potere costituito, a cui offrono sempre giustificazioni ideologiche e teoriche, sono in grado di contenere, di reprimere, di avvolgere nella rassicurante cortina di fumo che costantemente ricopre i loro lettori e li culla dolcemente, sussurrandogli favole di sicure e prossime riprese nell’anno che deve venire e che, quando viene, sono procrastinate per quello seguente, additando la luce in fondo al tunnel che è sempre, per loro, la luce dell’aria aperta, per altri, la luce del treno in arrivo, pronto per investirci. La coscienza del borghese, quindi, irritata e urticata dal flebile richiamo all’impegno sociale, può trovare finalmente requie nell’homo novus: Matteo Renzi. Per lui, democristiano nell’anima, non è certo una scelta facile: gli viene chiesto di votare la sinistra, (perché lui ancora ragiona così, credendo di poter distinguere la destra dalla sinistra e viceversa) la figlia del PCI, una richiesta drammatica, quasi tragica e che, dopo un’intensa riflessione condotta seduto sulla tazza del bagno, con il mento appoggiato sul pugno chiuso di un braccio puntellato al ginocchio, porta finalmente alla fatale decisione: votare Renzi.

Lo fa, con un enorme coraggio, con la consapevolezza di dover rispondere non a un semplice richiamo, ma a un vero e proprio imperativo morale, tenendo presente il futuro dei propri figli, sapendo di essere, come sempre, nel giusto, cosa che però gli richiede un grande spirito di abnegazione, di sacrificio. E’ emozionato e spaventato all’idea di dover prendere una decisione, una posizione che, ai suoi occhi, equivale all’adesione a una rivoluzione, lui italiano e democristiano, la rivoluzione, no, non è abituato, è roba per francesi, non italiani, che hanno sempre preferito delegare a altri le decisioni da prendere, sollevandosi così ipocritamente dal carico scomodo delle responsabilità, delle conseguenze delle proprie azioni, meglio obbedir tacendo, meglio essere gregge, la colpa, se dev’esserci una colpa, sarà del pastore, o del comandante, o del dittatore, noi chiediamo solo il quieto vivere, questo ci basta, e nient’altro. Questo non lo pensa, il borghese benpensante. Anche lui segue, a volte e inconsapevolmente, il principio di non contraddizione. Comunque, resta convinto che votando Renzi, vota la rivoluzione, vota il cambia-verso: e ciò lo riempe sia di stupore, di paura, di inquietudine, ma sia di una commossa esaltazione, un fervente sfarfallio allo stomaco. Crede di essere ritornato all’incoscienza spregiudicata degli anni giovanili. E guarda, ormai permeato da una benefica sensazione, il mondo sentendo di potersi permettere, come non mai, una sana dose di arroganza, di alterigia, di spocchia, lui e la sua levatura morale. Non sa, purtroppo, di aver votato sempre il solito animale politico: il gattopardo. Ma appunto non sa, e così come nasce, morirà: felice, perché ignorante.

Tratto dahttp://www.lintellettualedissidente.it
Psicologia di un elettore italiano
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
In ItaGlia il Parlamento discute di Abolire il Contante

Pubblicato su 1 Ottobre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POLITICA, ECONOMIA

Nelle depressa Germania l’utilizzo del contante è ai livelli massimi assoluti fra i paesi occidentali, nella terribile e terzo-mondo Svizzera il contante è un presidio di libertà personale e largamente utilizzato tanto che molti esercizi commerciali non ritengono interessante avere un POS (es. il mio gommista, se li presenti una carta te la tira dietro, troppi costi per lui)

E’ risaputo che tali paesi sono “indietro” sia dal punto di vista civile che da quello economico e hanno tanto da imparare da noi ItaGlioti.

E noi ItaGlioti a quanto pare abbiamo deciso di continuare a prenderci a mazzate nelle palle. Dopo i danni fatti dal limite al contante prima a 3000 (Tremonti-Berlusconi) poi a 1000 (Monti-Brersani-Berlusconi)… (si noti Berlusconi?) ora vogliamo proprio eliminarlo. Ed infatti in Parlamento si è svolta questa simpatica audizione:

 Tornano alla carica sulla moneta elettronica. Perché la panacea dei mali d’Italia pare essere solo questa. Come se abolire il contante sopra i mille euro abbia sortito un qualche effetto, a parte quello di deprimere ulteriormente un’economia reale che era già sotto i tacchi e far inferocire, con quell’obbligo di inserire i pos, anche le piccole imprese. Qualche lustro fa dicevano le stesse cose del registratore di cassa, che fu imposto ai negozi. Ma nonostante quella innovazione, un’arma di polizia (la Guardia di Finanza) dedicata, la creazione di enti per il recupero crediti da far invidia ai film sui mafiosi americani anni Trenta, il problema resta l’evasione e continua ad esserci gente (peraltro pagata con stipendi mica male da noi contribuenti) che fa del soldo virtuale la bacchetta magica. Al secolo si chiama Rossella Orlandi. È il direttore dell’Agenzia delle Entrate. E ieri, nel corso di un’audizione alla Commissione bicamerale sull’Anagrafe tributaria, è andata all’attacco del vil denaro. Quello reale, s’intende. “La moneta elettronica – ha spiegato – può avere un impatto positivo sulla riduzione del sommerso e sul costo della gestione del contante che costa 4 miliardi l’anno al settore bancario e 8 miliardi l’anno al sistema Paese. Ed è in fondo la soluzione finale per mettere al tappeto chi evade le tasse.Del resto in Italia il valore dell’economia sommersa è compreso, secondo stime Istat, fra i 255 e i 275 miliardi di euro, pari al 16,3% – 17,5% del Pil”. Un insieme di dichiarazioni da far girare la testa: sicuramente il cittadino sarà dispiaciutissimo per quei quattro miliardi di “costi” per le banche, ad esempio, e non vedrà l’ora di metterli di tasca sua. E poi si berrà tranquillamente le cifre sul “Pil sommerso”, come se la prima preoccupazione di mafiosi, topi d’appartamento, prostitute, spacciatori, rapinatori e compagnia evadente fosse quella di telefonare all’Istat ed informarli delle proprie entrate, così da poter dare all’Europa (che ce lo chiede) un Pil comprendente anche le attività illegali… Ma si sa, in Italia siamo creativi. Forse fin dentro gli uffici di statistica.Tornando alla Rossella, costei è convinta che “un incremento nell’uso delle carte di pagamento avrebbe un impatto positivo sia sulla riduzione del sommerso e, di conseguenza, sulle entrate fiscali, e ancora di più sui costi di gestione. Oggi i consumatori – ha però anche sottolineato la direttrice Orlandi – non hanno significativi benefici dalla tracciatura delle proprie spese (con poche eccezioni) e, di conseguenza, non sono stimolati all’adozione di comportamenti sistematici che aumentino la tracciatura delle spese stesse”, parlando anche di incentivi all’utilizzo delle carte di pagamento. Che invece la moneta elettronica abbia rappresentato uno dei motivi della nascita della crisi finanziaria Usa ad inizio anni Duemila e che comunque il tetto massimo introdotto negli anni passati abbia depresso i consumi, questo all’Agenzia delle Entrate non interessa. La flebile speranza è che invece il Parlamento ne tenga conto, facendo orecchie da mercante ad un’audizione da dimenticare in fretta.

Il nuovo direttore dell’Agenzia delle Entrate chiede l’abolizione del contante.

Siate Consapevoli, siate preparati e fate le valige.

p.s. non cito neppure più Contante Libero, tanto non vi frega un cazzo. E in fondo la moneta elettronica obbligatoria, e la tracciabilità su qualunque cosa facciate e dovunque voi siate, ve la meritate. 14.474 firme in quasi un anno sono un risultato MISERABILE. Da paese di miserabili che hanno esattamente ciò che meritano.

Tratto da: http://www.rischiocalcolato.it
In ItaGlia il Parlamento discute di Abolire il Contante
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
Sardegna, allarme rosso: da ottobre 24 mila lavoratori senza sussidio né pensione

Pubblicato su 30 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in ECONOMIA

25 settembre – Quell’assegno Inps da sei, sette, ottocento euro è spesso l’unico sostegno di oltre 24 mila famiglie sarde dove c’era una persona che prima lavorava ma che ora si trova in cassa integrazione in deroga o in mobilità. Famiglie sarde per cui si annuncia un gelido inverno. Famiglie di operai, impiegati, operatori di servizi messi fuori dalla produzione perché la loro azienda (1.470 nell’Isola) li ha “messi in esubero” oppure perché l’impresa ha cessato l’attività. Ma la situazione è destinata a precipitare nei prossimi mesi.

Per molte di queste persone, almeno i due terzi secondo i primi calcoli dei sindacati, il tempo è scaduto o sta per scadere: su 15.240 lavoratori in mobilità nel 2014, già 4.083 a settembre sono usciti dal sistema di protezione, perché hanno già maturato tre proroghe. Ma anche gli altri, secondo l’ultimo decreto in materia del ministro del Lavoro Giuliano Poletti, il primo ottobre prederanno l’assegno (che tra l’altro percepivano per soli nove mesi su dodici), in attesa di capire quanti e quali di loro potranno ancora godere di un sostegno al reddito.

È analoga ed altrettanto allarmante la situazione degli 8.183 lavoratori che si trovano in cassa integrazione “in deroga”: il decreto Poletti del primo agosto 2014 restringe le maglie di accesso alla Cig in deroga e sarà solo nei prossimi mesi che queste ottomila famiglie sarde sapranno se potranno ancora sperare in un assegno che tra l’altro arriva con enorme lentezza: le spettanze del 2013 sono entrate in pagamento solo in queste settimane, con oltre un anno di ritardo.

L’INGORGO INFORME – A rendere ancora più incerta la situazione c’è l’ingorgo di riforme del lavoro, annunciate o avviate in questi anni dai Governi e mai portate a termine. Il sistema degli ammortizzatori sociali era stato già in parte modificato dalla riforma di Elsa Fornero (esecutivo Monti), con l’indennità di disoccupazione unica, che però dovrebbe scattare dal 2017. Poi, meno di due mesi fa, anche il governo attuale, con il decreto Poletti, ha ridotto le chance di questi lavoratori di vedersi rinnovati gli assegni. Ed ora il premier Renzi promette di sconvolgere l’intero mercato del lavoro e del sostegno al reddito, ma le sue intenzioni sono ancora affidate a indiscrezioni di stampa. tiscali

Tratto da: http://www.imolaoggi.it
Sardegna, allarme rosso: da ottobre 24 mila lavoratori senza sussidio né pensione
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
In Irlanda bambini usati per testare vaccini

Pubblicato su 30 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in MEDICINA ALTERNATIVA

Lo scandalo in Irlanda è scoppiato lo scorso mese di giugno. A Tuam, cittadina della contea di Galway, si è scoperta una fossa comune dove accanto a una casa di accoglienza per ragazze madri gestita fino agli anni Sessanta dalle suore del Bon Secours, sono stati ritrovati i corpi di 796 bambini.

L'Irlanda oggi è ancora sotto choc per la notizia che in altre 10 case di accoglienza per ragazze madri, tra il 1960 e il 1976, 298 bambini sono stati sottoposti a sperimentazioni di vaccini e 80 bimbi si sono gravemente ammalati dopo che è stato somministrato loro accidentalmente un vaccino destinato al bestiame. «La situazione - racconta Paul Keenan, redattore dell'Irish Catholic - è al momento di molta confusione. Cominciano ad emergere altri scandali e la gente percepisce che la storia di Tuam è solo l'inizio. I racconti poi su come erano trattate le madri e i loro bambini provoca rabbia. Le persone sono furiose».

Centinaia di bambini utilizzati per test. Il governo irlandese ha annunciato l'apertura di un'inchiesta istituendo una speciale Commissione d'indagine. Ma si trova di fronte a una realtà che sta drammaticamente montando. Partita da una casa di accoglienza nella contea di Galway, l'indagine si sta aggravando con l'accusa che centinaia di bambini sono stati utilizzati per prove di vaccinazioni.

Sarebbe addirittura coinvolta una casa farmaceutica britannica, la GlaxoSmithKline, che avrebbe potuto agire - questa la loro «giustificazione» - perché fino al 1987 in Irlanda non c'era una legislazione in materia di test medici. Già nel giugno del 2001 era stata avviata un'indagine sui test compiuti su 58 bambini tra il 1960 e il 1961, in sei case di accoglienza.

I risultati di quelle sperimentazioni furono addirittura pubblicate sul «British Medical Journal» nel 1962. Ma quell'indagine fu bloccata perché il professore Patrick Meenan, autore dello studio, aveva 86 anni e a causa dell'età e del suo stato di salute non poteva comparire in aula. Una successiva inchiesta giudiziaria è stata bloccata nel 2004. Dunque, se lo scandalo è emerso con tutta la sua virulenza oggi, in passato qualcosa in Irlanda già si sapeva.

L'ipocrisia della società. «Ciò che in profondità più sconvolge l'opinione pubblica - ammette Keenan - è il ruolo più ampio che la società irlandese ha svolto in questa terribile storia. A cominciare dai genitori di quelle ragazze madri: hanno preferito nascondere le loro figlie. Per finire a come la società intera guardava a quelle ragazze madri e ai loro figli illegittimi. Il modo con cui sono stati trattati - madri e figli - il loro stato di denutrizione, il modo in cui sono stati sepolti, spesso senza nome, sono tutti elementi che svelano un'indicibile disumanità». Il nuovo scandalo sulle vaccinazioni aggiunge rabbia a rabbia. Apre un nuovo capitolo di un film dell'orrore che si teme possa avere nuovi e più inquietanti sviluppi.

La reazione del governo e dei vescovi irlandesi. La Commissione d'indagine istituita dal governo esaminerà gli elevati tassi di mortalità che si sono registrati nelle case di accoglienza nei decenni del XX secolo, le pratiche di sepoltura che si sono utilizzate, le adozioni segrete e illegali e le sperimentazioni di vaccini sui bambini. Si stima che siano state circa 35mila le ragazze madri accolte nelle 10 case gestite da ordini religiosi in Irlanda.

Il ministro per l'Infanzia Charlie Flanagan ha detto che è ora di far luce su questo periodo buio della storia irlandese. È «assolutamente essenziale» stabilire «la verità piuttosto che indulgere sulle speculazioni». Riuniti a Maynooth, i vescovi irlandesi hanno salutato con favore l'istituzione di una speciale Commissione d'inchiesta e, in una dichiarazione pubblica, esprimono un vero e proprio «mea culpa»: «Purtroppo ci viene ricordato di un tempo in cui le madri non sposate erano spesso giudicate, stigmatizzate e rifiutate dalla società, compresa la Chiesa. Questa cultura d'isolamento e ostracismo sociale era dura e spietata, mentre il Vangelo ci chiama a trattare tutti, in particolare i bambini e le persone più vulnerabili, con dignità, amore, compassione e misericordia». «La Chiesa - commenta Keenan - viene fuori da un difficilissimo periodo durante il quale è stata travolta dallo scandalo degli abusi sessuali commessi al suo interno. Da quello scandalo, la Chiesa ne è uscita profondamente danneggiata. Ma da quella esperienza drammatica, ha saputo trarre una lezione importantissima. Ha capito che l'unico modo per andare avanti, è dire tutta la verità».

Fonte: radiormt.com

Tratto da: http://www.ecplanet.com
In Irlanda bambini usati per testare vaccini
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
STIGLITZ SULL'EURO: IL MINIMO SINDACALE...SULLA TRAGICA VERITA'

Pubblicato su 30 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in ECONOMIA
Se qualcuno avesse dei dubbi sull'effetto combinato di flessibilità in uscita e sussidio di disoccupazione nel determinare la deflazione salariale, ovvero lo stabile impoverimento della quota di ricchezza del lavoro, anche allorquando questi strumenti siano inseriti in una ripresa effettiva della crescita del PIL- e non è il caso dell'eurozona- cosa c'è di meglio del mercato del lavoro "ideale", almeno per i nostri smemorati e confindustriali vari, cioè quello degli Stati Uniti?

Adottando tale modello in concomitanza con il mantenimento di quello bancario-finanziario post Glass-Steagall Act (e che il Frank-Dodd non corregge in modo sostanziale e, specialmente, tempestivo), questa è la realtà emergente dalle vicende del post-crisi.
Ne emerge il reale effetto redistributivo (verso l'alto) che, provoca (persino) una politica di deficit spending ciclicamente circoscritta all'emergenza - e al welfare bancario- e poi subito sedata dal deficit-cap imposto dai tea-party. E ovviamente, questi gli effetti di una politica espansiva lasciata poi quasi esclusivamente al Quantitative easing e quindi a interventi monetari della banca centrale. Quand'anche non indipendente "pura" e collocata in un'area valutaria "ottimale" (come ci rammenta Stiglitz).
E questo ci spiega perchè non basta superare la follia conclamata dell'austerità fiscale UEM, che follia è perchè è uno strumento che serve esclusivamente al fine "supremo" di mantenere la moneta unica "disfunzionale", e dunque è una scelta politico-sociale camuffata da soluzione di una crisi...deliberatamente provocata.


Dalla dura realtà degli Stati Uniti, infatti, emerge che il modello attuale di gestione delle crisi economiche, basato sul duplice e connesso binario del limitato intervento pubblico (cioè solo emergenziale, supply side, e con pronto pentimento di governi incalzati dai "mercati" finanziari, come è "costretto" a notare Blanchard), nonchè della piena flessibilità salariale verso il basso, non possa portare altro che a "stagnazione secolare" (sempre Stiglitz, quando però si occupa degli USA. Tanto che anche di fronte al nostro Senato "ha...affermato che la flessibilità nel mercato del lavoro non evita la disoccupazione e non porta occupazione e come esempio ha portato quello degli Stati Uniti che nonostante avessero un mercato del lavoro flessibile in seguito alla crisi del 2008 hanno raggiunto una disoccupazionedel 10%.".)
E, difatti, gli effetti sono quelli che vedremo nell'inchiesta i cui risultati vi riportiamo di seguito:

"A new survey (inchiesta) della Rutgers University’s (John J. Heldrich Center for Workforce Development), ha evidenziato che un quinto dei lavoratori -ovvero quasi 30 milioni di persone- riportano di essere stati licenziati da un posto di lavoro negli ultimi 5 anni, "risalendo, cioè, alla fine della recessione, datandola al giugno 2009".
Quasi il 40% di questi lavoratori licenziati ha detto di aver cercato lavoro per più di 7 mesi prima di trovarne un altro; il 20% dei licenziati negli ultimi 5 anni non ha mai trovato un altro lavoro.

E i lavori trovati dai fortunati spesso erano peggiori di quelli perduti. Circa il 44% ha detto che il nuovo posto è risultato inferiore a quello perso, un riflesso della ripresa economica in cui il lavoro "impiegatizio" di medio reddito, è scomparso dopo il collasso finanziario, poichè come l'economia ha ripreso vigore, i nuovi posti sono venuti prevalentemente dal settore dei servizi a bassa retribuzione.

 I lavoratori sopra i 45 anni hanno avuto più difficoltà a trovare impiego, come pure gli Afro-americani...Per molti, il reddito da lavoro e il livello di vita non sono stati ancora recuperati - e probabilmente non lo saranno mai.

Anche tra coloro che sono riusciti a mantenere il posto, più del 25% ha detto che la recessione ha condotto a un grande cambiamento dello standard di vita. Un terzo di coloro che sono considerati disoccupati di lungo termine, dichiarano che le loro finanze sono state "devastate" con un "notevole e permanente cambiamento nello stile di vita", con molti non in grado di pagare i mutui e i canoni di affitto, e costretti a prendere in prestito da amici e parenti, nonchè a vendere le proprietà per raccogliere liquidità.

Per tutti gli Americani, quelli che hanno mantenuto come quelli che hanno perso il lavoro, più del 40% ha detto di avere meno reddito e risparmio adesso rispetto a 5 anni fa. Solo il 30% ha dichiarato di averne di più. Molti dati raccolti dall'inchiesta indicano una generale mancanza di fiducia, estesa a circa la metà degli intervistati, circa la prospettiva di avere mai un miglioramento della propria situazione economico-finanziaria.

Cosa pensano gli intervistati su chi dovrebbe guidarli fuori da questa situazione?
Circa il 45% ha detto che il governo dovrebbe agire piuttosto che attendere le iniziative del settore privato; e ciò sia attravero l'allentamento delle restrizioni sui prelievi utilizzati per programmi di retraining e di formazione (sebbene sia discutibile la saggessa del prelevare dal fondo pensioni), sia offrendo crediti di imposta ai datori per creare lavoro.
E' interessante vedere come solo un terzo sia in favore di un più alto e più duraturo sussidio di disoccupazione, sebbene la percentuale di approvazione di tale misura di sostegno salga sopra la metà degli intervistati che avevano potuto contare su tali benefici."
Tratto da: http://orizzonte48.blogspot.it
STIGLITZ SULL'EURO: IL MINIMO SINDACALE...SULLA TRAGICA VERITA'
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
Generale russo spiega il NWO e poi lo "suicidano"

Pubblicato su 30 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in IPHARRA
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
Il Nuovo Ordine dell'Europa: Distruggere Ogni Differenza

Pubblicato su 29 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in IPHARRA

di Ida Magli

All'inizio degli anni Novanta le scienze umane sono state fatte sparire dall'orizzonte dell'informazione di massa, semplicemente con il silenzio, non parlandone più. Dato l'enorme entusiasmo che avevano suscitato nel periodo che va dalla fine della Seconda guerra mondiale fino agli anni Novanta, il fatto che nessuno abbia fatto rilevare questa sparizione sarebbe «strano» se non rappresentasse la conferma che la sparizione è stata voluta.

Le cattedre ovviamente sussistono, ma le loro scienze non fanno più notizia. Contemporaneamente sono state eliminate dalle scuole, per ordine dell'Ue, antiche, nobilissime e essenziali discipline come la geografia, la letteratura latina e greca con le lingue corrispondenti, riducendole tutte a fantasmi, innocui brandelli di un sapere inesistente. Perfino la storia, privata di tutti i contributi metodologici di cui l'epoca moderna l'aveva arricchita, sembra diventata un residuo d'altri tempi, impotente a dare agli uomini quella consapevolezza di se stessi che ne è il frutto principale, conquista fondamentale della civiltà europea. Anche questo è stato deciso e messo in atto nel più completo silenzio.

Sembra di vivere in una società di analfabeti, dove nessuno è in grado di valutare e di esprimere un giudizio su simili provvedimenti. Eppure anche soltanto il corpo insegnanti italiano (ma il decreto riguarda tutte le scuole dell'Ue) è costituito da circa un milione di persone. Come mai non hanno protestato, non hanno espresso il loro parere su una decisione così grave? Di fatto i governanti, provvedendo a educare tutti con le scuole di Stato, hanno dettato anche il tipo di insegnamento cui i sudditi debbono essere sottoposti, tipo d'insegnamento che possiamo riassumere nel dato che segue: gli studenti debbono studiare in modo da non imparare nulla, o quasi.

Per prima cosa non debbono imparare a «pensare», a che cosa serva «pensare», a che cosa serva «conoscere»; di conseguenza, debbono imparare tutto senza imparare nulla su di sé, sulla propria vita, sul proprio ambiente, sul proprio gruppo, sulla propria storia, sulle istituzioni e sul potere che le regge. Sembra evidente che tutto questo sia stato programmato in vista dell'ideologia di chi comanda in Europa, o almeno di quello che si suppone sia questa ideologia: l'omogeneizzazione mondiale, la formazione di persone tutte uguali: i «cittadini del mondo».

È obbligatorio, pertanto, insegnare ai ragazzi quale sia la verità sul sesso stabilita dal Potere. Non quella che il bambino vede, sente, tocca su di sé da quando è nato, quella della natura che ha fornito il pene e l'utero per la prosecuzione della specie, Dna diversi fra maschi e femmine, così come ha fornito gli occhi per vedere, i polmoni per respirare, ma quella del gender (termine che non viene mai tradotto vista la sua ambiguità). Che poi è ovviamente quella imposta dagli omosessuali «maschi» e che l'Italia ha approvato: si è maschi o femmine, o anche trans, se l'individuo crede o pensa o desidera, o «sente» di esserlo. Il Consiglio d'Europa ha fornito la traccia obbligatoria per tutti. Al Policlinico di Bari si effettuano cambiamenti di sesso con 170mila euro a intervento forniti dalla Regione Puglia, stanziamento che naturalmente serve a incrementarli.

Perché si vogliono rendere più frequenti e «normalizzare» i cambiamenti di sesso caricandone la spesa sulle spalle della società? La spiegazione va cercata nel loro desiderio di integrazione. Le tecniche chirurgiche odierne facilitano questo scopo, anche se si tratta di operazioni di per sé molto complesse, e che lasciano sempre, o quasi sempre, conseguenze negative fisiche e psicologiche.
Una cosa, però, la si può dedurre con sicurezza da questi comportamenti: nella direzione di senso impressa all'Europa dal Laboratorio per la Distruzione l'uguaglianza finale non sarà soltanto quella delle idee, della lingua, della religione, della Patria, ma anche fisica. L'uguaglianza che si persegue, però, è il più possibile «indistinta», di cui il modello è il «trans».

Quello che abbiamo davanti oggi, dunque, in Occidente, è il mondo della non-forma che pretende di diventare modello prevalente sulla forma. È ciò cui tende il Laboratorio per la Distruzione: nulla è più debole della non-forma. Come è ovvio, sul grigio cui si sta riducendo l'Europa, debolissimo di per sé, vincerà il «nero».
Si tratta, dunque, di preparare i giovani a non appartenere a nulla, a non identificarsi in nulla, a non sapere orientarsi sessualmente ma anche geograficamente, come è stato affermato con semplicità eliminando la geografia dagli insegnamenti scolastici: a che servirebbe visto che il pianeta appartiene a tutti? Perfino della psichiatria e del problema dei malati di mente, di cui si era discusso in Italia con grande passione dal '68 in poi a causa delle teorie di Franco Basaglia sulla necessità di chiudere i manicomi e di liberare i pazienti da una vita presso a poco carceraria, adesso non si sente più parlare. Non esistono più malati di mente? Come si curano? Come se la cavano i parenti nell'assisterli? Non lo sappiamo. È evidente che l'informazione in proposito è stata messa a tacere.

Articolo pubblicato sul sito de Il Giornale
Link diretto: http://www.ilgiornale.it/news/cultura/970003.html

Tratto da: http://www.disinformazione.it
Il Nuovo Ordine dell'Europa: Distruggere Ogni Differenza
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
Nooo??!! Ma daiiiii??!! Vice-ministro dell’Economia: “in Italia la stragrande maggioranza dell’evasione fiscale NON passa per i contanti”

Pubblicato su 29 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in ECONOMIA
Nooo??!! Ma daiiiii??!! Vice-ministro dell’Economia: “in Italia la stragrande maggioranza dell’evasione fiscale NON passa per i contanti”





ANTEFATTO:

 Paolo Cardenà ha scovato questa recente chicca…:
 “Abbiamo già visto in questi anni, che la grande evasione, quella che contribuisce a formare i 130 mld di evasione fiscale totale in Italia, non si nasconde tra i pagamenti in contanti”. Lo ha affermato il Viceministro dell’Economia e delle Finanze Luigi Casero.

Ma nooooo??! Ma daiiiiii??!
Adesso ci arrivano anche loro….infine…

Allora Vi racconto una Favola…
C’erano una volta in una Democrazia (??) vicina vicina 100 Paladini-Blogger che fecero una battaglia di libertà in Rete, unendosi per una causa comune come raramente accade nella Blogosfera.: .
La Battaglia si chiamava CONTANTE LIBERO (segui il link al sito dedicato):
spiegavamo perchè fosse un GRAVE ERRORE eliminare e/o tassare il contante
per poi passare ex lege alla sola moneta elettronica, creando de facto un inquietante monopolio “elettronico” in mano alle Banche (od a chissà-in-futuro-chi…) e dunque facendo un mega-regalo al mondo bancario-finanziario grazie alle commisioni sulle transazioni.
Sostenevamo che è istanza di libertà lasciare disponibili più canali di transazione economica e che ciascuno liberamente possa scegliere in base ai vari fattori di convenienza, praticità, competitività etc
Spiegammo come l’argomentazione della Lotta all’Evasione………

fosse una scusa strumentale e destituita di fondamento reale, insomma…per usare un termine tecnico…fosse una “puttanata” visto che la vera evasione passa attraverso ben altri canali.
Sostenevamo che eliminare il contante sarebbe stato un danno per la liquidità dell’economia quotidiana, visto che un sacco di aree del Paese e della Popolazione non hanno nemmeno una carta bancomat e spesso persino un conto corrente.
Insomma spiegammo in lungo ed in largo con articoli video analisi etc etc
perchè fosse prima di tutto un atto liberticida e pragmaticamente una puttanata eliminare il contante. (ho riassunto solo alcuni spunti ma ci sono tante altre argomentazione in merito che trovare sul Portale Contante Libero)

Per il bene della causa il sottoscritto andò pure in RAI a cercare di spiegare queste cose a Tremonti…e vi assicuro che ci vuole un certo “stomaco” per fare queste cose…;-)

Cercammo di coinvolgere tutte le forze politiche a prendere una posizione in merito al Manifesto di Contante Libero: non ci cagò quasi nessuno.
Raccogliemmo le firme al Manifesto di Contante Libero: 15mila persone firmarono…che sono 4 gatti considerando la movimentazione che hanno 100 e più Blog in rete.
Invece bastano 5 minuti in TV della Galbanelli insieme a qualche bel tomo della Casta…
e milioni di talioti non vedono l’ora di bruciare in un rogo i maledetti contanti, passare tutti alla carta di credito con chip sotto pelle per controllarti anche quando vai a cagare…
il tutto per la Santa Lotta all’Evasione (anche se in realtà per questa via passa solo in modo marginale)
o più realisticamente per scaricare su un capro espiatorio la propria ansia frustrazione risentimento etc etc

POST-FATTO

 “Abbiamo già visto in questi anni, che la grande evasione, quella che contribuisce a formare i 130 mld di evasione fiscale totale in Italia, non si nasconde tra i pagamenti in contanti”.
 Lo ha affermato il Viceministro dell’Economia e delle Finanze Luigi Casero.

Luigi Casero però è un ex di Forza Italia (non che sia una bella cosa…ma la sua “parte” è di giocare la parte del libbberista…)
Rimane da vedere se anche qualche Piddino farà prima o poi outing sull’argomento Contanti e sulla (pseudo)Crociata Strumentale…
Il VERO problema di questa ItaGlia al solito però sono gli italioti (che sono maggioranza)
e la loro mentalità bacata e ristretta, di stampo ipocritamente katto-komu…
insomma…una mentalità POCO AVVEZZA ALLA LIBERTA’
La Casta ed i politici semplicemente SONO LO SPECCHIO di questa massa italiota (che è maggioranza), che pensa come eliminare il contante sia cosa buona, che trova un’idea ragionevole il bancomat obbligatorio per i professionisti etc etc
L’importante è avere un capro espiatorio da far piangere, mentre intanto continui a prenderti mazzate perchè le vere cause sono ALTROVE.

 STIMA: 130 miliardi di Evasione
 60 circa sono criminalità organizzata. Chi ci va a riscuotere?
 40 sono tutti scritti nei bilanci di maxi imprese, occorre saper leggere.
 20 sono di tutto il resto ma se togli i secondi lavori degli statali e dei cassintegrati, le attività dei disperati e l’accattonaggio…
 ti resta che circa 6 miliardi sono delle piccole attività (quelle che “colpiresti” con l’eliminazione del contante)
 Ecco sgominiamo questi, cortesemente. Gli altri mantengono la politica e si chiamano domanda aggregata.

 Tratto da: http://scenarieconomici.it

l'Ultima Parola RAI2 dell'11 Gennaio 2013
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
COSTARICA: L’OK AGLI OGM VIOLA I DIRITTI DELLE PERSONE

Pubblicato su 29 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in ECOLOGIA

Sugli ogm il Costarica compie un enorme passo in avanti, che tanti auspicano possa costituire esempio per molti altre nazioni. La Sala Costituzionale della Corte Suprema di Giustizia ha deciso e le modalità con cui vengono accordati i permessi per autorizzare gli ogm è incostituzionale e vìola i diritti della collettività dei cittadini.

La decisione è arrivata in queste settimane dopo l’azione condotta da diversi gruppi ecologisti e di produttori che nel dicembre del 2012 avevano portato avanti un’azione di incostituzionalità (clicca qui per scaricare il documento) contro il Regolamento statale del Servizio Fitosanitario (qui il documento). I ricorrenti avevano già segnalato che le norme violavano i diritti dei cittadini costaricensi poiché non svelavano, anzi tenevano nascoste, le informazioni tecniche che venivano utilizzate per dare l’ok alla coltivazione di ogm sul suolo nazionale. L’organismo giudiziario ha accolto l’obiezione ritenendola fondata.
In questo modo, la Sala Costituzionale ha garantito che i procedimenti per l’autorizzazione, d’ora in avanti, dovranno essere accessibili a tutti e questo permetterà ai cittadini e alle associazioni di presentare opposizione ai permessi, dal momento che mettono in grave rischio l’equilibrio degli ecosistemi e la salute della popolazione.
Ma la lotta prosegue. La risoluzione 2014-15017 rappresenta la vittoria solo su uno dei fronti della guerra contro il transgenico, visto che la sentenza in sé non dà la possibilità al Costarica di liberarsi definitivamente dalle coltivazioni ogm benchè costituisca un precedente importante. I movimenti ecologisti costaricensi annunciano quindi che proseguiranno “con immutato impegno per l’eliminazione totale degli organismi geneticamente modificati”.

Tratto da: http://vocidallastrada.blogspot.it
COSTARICA: L’OK AGLI OGM VIOLA I DIRITTI DELLE PERSONE
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
Francia, Front National e caratura maggiore

Pubblicato su 29 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in EUROPA

Il Front National, in Francia, non perde un colpo. Anzi, ne mette a segno uno dopo l’altro. Beninteso, su questo giornale facili entusiasmi non sono di casa, e all’emotività preferiamo sempre la ragione. Ma una cosa è certa, nell’assoluto silenzio di una proposta Politica seriamente alternativa, in tutti i Paesi europei, quella di Marine Le Pen rappresenta una vera e propria rarità.

Il Front National non è un partito o partitino umorale, dalla dubbia provenienza e dagli ancora più dubbi obiettivi (facciamo l’esempio di Alba Dorata in Grecia, per intenderci) quanto una realtà che ha nella sua consistenza strettamente politica il punto di maggiore interesse.

Accade anche altrove che vi siano forze politiche in apparente o reale opposizione alle realtà dominanti e governative. Ci sono esempi in Gran Bretagna (Farage) e anche in Italia (Grillo). Ma ciò che contraddistingue il Front National è il fatto che da anni porta avanti un progetto e una comunicazione che hanno alcune caratteristiche fondamentali: sono chiare, non contraddittorie, e sono di peso, proprio dal punto di vista Politico (ancora: la maiuscola in questo caso è d’obbligo).

Alcuni altri partiti e movimenti si muovono sui terreni sdrucciolevoli delle contraddizioni, degli errori tattici e comunicativi, e delle evidenti lacune degli esponenti, e non offrono, soprattutto, un quadro generale di riferimento che vada oltre tematiche prettamente interne e, se comparate con i problemi della modernità, irrilevanti. Il Front National francese, per quello che se ne possa pensare, d’accordo o in disaccordo, ha invece una visione d’insieme chiara, un respiro ampio e una chiave di lettura dalla quale poi discendono tutte le proposte che fa.

E l’elettorato, in un Paese caldo come la Francia, continua a rendersene conto.

Solo un altro esempio di come la presenza di un vero Partito possa sul serio imprimere alla discussione pubblica un cambio di marcia: il quotidiano Le Monde, che sino a ora ha sempre avuto posizioni europeiste ed euriste, ha pubblicato recentemente un articolo in cui si sostiene che in fondo, l’uscita dall’Euro non provocherebbe un cataclisma finanziario. Si esprime cioè su un tema - fortemente portato avanti dal Front National - che invece sulla “nostra” stampa è letteralmente bandito.

Il caso francese è da seguire con attenzione (oltre che con cautela, naturalmente).

Intanto, chi vuole, può prendere coscienza di come sia molto più avanti, e molto più aperto, il dibattito in terra francese, proprio prendendo in esame l’articolo del Le Mondeche abbiamo citato. Il sito Voci dall’Estero ne traduce ampi stralci, qui.

(vlm)

Tratto da: http://www.ilribelle.com
Francia, Front National e caratura maggiore
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
Vaccini e autismo: la procura di Trani nomina un pool di medici
Pubblicato su 29 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in MEDICINA ALTERNATIVA
Un neurologo, un medico legale, un pediatra e un cardiologo. Laprocura di Trani ha nominato un pool di medici che si occuperà di fare valutazioni scientifiche nell’indagine contro ignoti per ‘lesioni colpose gravissime’ e che dovrà accertare l’eventuale esistenza di un nesso di causalità tra la somministrazione del vaccino pediatrico trivalente non obbligatorio contro morbillo, parotite e rosolia (Mpr) e l’insorgenza di autismo e diabete mellito.
L’indagine è stata avviata dopo la denuncia di due genitori del nord barese che hanno prodotto la consulenza di parte del medico della Polizia di Stato, Massimo Montinari, che ritiene di aver stabilito che l’autismo che ha colpito i loro due figli sia di tipo post-vaccinale.
I bambini dovranno essere visitati dalla commissione medica nominata dal pm che dovrà quindi riferire se condivide o meno (la diagnosi di Montinari. Le visite verranno probabilmente estese ad altri bambini i cui genitori si sono rivolti alla procura dopo aver saputo dell’avvio dell’indagine.
 Fonte: www.informasalus.it
Tratto da: http://www.informarexresistere.fr
Vaccini e autismo: la procura di Trani nomina un pool di medici
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
Le élites del mondo vogliono che gli esseri umani muoiano presto
Pubblicato su 28 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in IPHARRA
Credono che la sovrappopolazione sia una piaga sulla terra e la principale causa dei problemi
Le persone più potenti al mondo, e i loro più diretti servitori, sono convinte che la sovrappopolazione sia la causa principale dei problemi della terra. Alcuni di loro hanno fatto dichiarazioni pubbliche che non lasciano dubbi sul proprio credo: gli esseri umani sono una piaga sulla terra. Così per sconfiggerla offrono i modi per combatterla.
Qui riportiamo alcune delle citazioni più controverse dei leader dei diversi paesi, nelle quali si promuovono idee sul da farsi per affrontare la sovrappopolazione. Eccone alcune:
L’ex consulente alla Salute del presidente Barack Obama e uno dei costruttori del progetto Obamacare, Ezekiel Emanuel:
"La società sarebbero migliori se la gente non vivesse più di 75 anni." "È inutile sprecare risorse mediche su coloro che non possono avere un’elevata qualità della vita."
L’ex consulente scientifico di Obama, John P. Holdren:
"Un programma di sterilizzazione delle donne dopo il secondo o terzo figlio, anche se si tratta di un’operazione più difficile della vasectomia, potrebbe essere più facile da implementare che cercare di sterilizzare gli uomini."
L’ex consulente scientifico del presidente George W. Bush, Paul Ehrlich:
 "La soluzione fondamentale è quello di ridurre la scala delle attività umane, incluse le dimensioni della popolazione, mantenendo la loro capacità di consumare le risorse nella capacità di carico che ha la terra". "Nessuno, a mio parere, ha il diritto di avere 12 figli, o anche tre, a meno che la seconda gravidanza non sia di due gemelli".
La consigliera di Hillary Clinton, Nina Fedoroff:
"Dobbiamo continuare a diminuire il tasso di crescita della popolazione mondiale. Il pianeta non può sostenere molte più persone".
Il marito della regina Elisabetta II e co-fondatore del World Wildlife Fund, il principe Filippo di Edimburgo:
"Se potessi reincarnarmi, mi piacerebbe tornare come un virus mortale, per contribuire a risolvere la sovrappopolazione".
Il ministro del Giappone, Taro Aso, parlando di pazienti affetti da gravi malattie, ha detto: "Non puoi dormire bene quando pensi che tutto è pagato dal governo. Questo non si risolverà a meno che non si acceleri la loro morte".
Tratto da: http://www.lantidiplomatico.it
Le élites del mondo vogliono che gli esseri umani muoiano presto
Google + Twitter Facebook Repost
Stato-mafia, tutti gli intrecci tra 007 e pentiti a libro paga
Pubblicato su 28 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POLITICA
di Giuseppe Lo Bianco e Sandra Rizza- 21 settembre 2014
L’intercettazione è chiara e il suo contenuto viene definito da chi indaga “inequivocabile”: Sergio Flamia, killer della famiglia di Bagheria, racconta al figlio i suoi rapporti, pluriennali, con un esponente dei servizi segreti dai quali, davanti ai pm, ammette di essere stato stipendiato, circa 150 mila euro. Rapporti intensi, risalenti a meno di una decina di anni fa e proseguiti sino al 2013, anno dell’avvio della sua collaborazione con la giustizia, come riferisce lo stesso pentito, e oggi riletti dalla Procura di Palermo alla luce di una frase pronunciata da Flamia che rimette in discussione l’intero impianto accusatorio della mancata cattura di Provenzano a Mezzojuso nel ’95: “Ilardo lo tenevamo lontano perché era un confidente”. I magistrati lo considerano l’ultimo siluro alle indagini sulla trattativa Stato-mafia proveniente dai servizi e sul neo collaboratore hanno avviato una serrata attività di indagine che verrà depositata a giorni nel processo d’appello agli ufficiali del Ros Mori e Obinu.
È SOLO UNA PARTE dell’indagine avviata da mesi che punta alle zone più oscure delle agenzie di sicurezza già sotto i riflettori della procura per l’attività nelle carceri, dopo che Alberto Lorusso aveva informato Riina dell’idea, solo ventilata e mai messa in atto dai magistrati di Palermo (e circolata solo nella mailing list interna), di presenziare tutti all’udienza sulla trattativa per manifestare solidarietà a Di Matteo, dopo le prime notizie delle minacce. I pm hanno interrogato Alberto Lorusso sui suoi eventuali rapporti con uomini dei servizi, ma il boss della Sacra Corona Unita è stato lapidario: “È meglio non parlare di queste cose”. Non sarebbe la prima volta che gli apparati tentano di condizionare le dichiarazioni di pentiti di mafia, finalizzandole a depistare indagini. Emblematico è il caso del ritorno dei pentiti “in armi”, a metà degli anni 90 in Sicilia. Era stato Giovanni Brusca, nel ‘96, ancora dichiarante, ad avvertire di stare attenti a Balduccio Di Maggio, l’uomo che fece arrestare Riina, che se ne andava in giro a ordinare omicidi a San Giuseppe Jato. E l’anno dopo si torna a sparare nel regno dei Brusca.
Ai primi di ottobre la Procura di Palermo fa arrestare Giuseppe Maniscalco, che confessa di essere uno dei killer di Balduccio e inizia a collaborare: rivela di essere in stretto contatto con il boss Provenzano, e che il suo amico Di Maggio, con gli altri due pentiti di Altofonte, Gioacchino La Barbera e Mario Santo Di Matteo, ha approfittato dell’arresto di Brusca per riprendersi il controllo del mandamento. Vengono tutti arrestati nell’ottobre del ‘97. Anni dopo, l’ex pm di Palermo Alfonso Sabella, che coordinò le indagini sul cosiddetto “clan dei pentiti” nella procura di Gian Carlo Caselli, ricorda: “C’è un particolare che ho riletto in chiave diversa, alla luce delle ultime scoperte sulla trattativa”. Riguarda Maniscalco, uomo di Provenzano: “Era stato lui, nel 1992, ad avvertire Di Maggio che Riina lo voleva morto salvandogli la vita: infatti Balduccio era fuggito a Borgomanero. Per gratitudine, Di Maggio non aveva mai parlato di Maniscalco, ricordo perfettamente che il Ros venne a chiedere alla Procura di non fare appello contro la sentenza che assolveva Maniscalco. Cioè un uomo di Provenzano. E quando propongo di arrestarlo per gli omicidi di San Giuseppe Jato, mi viene detto in Procura che era un confidente del Ros.
ALLA FINE, Caselli decide di farlo arrestare ugualmente e, dalla sua collaborazione, si scopre che i killer di San Giuseppe Jato sono, oltre a lui e ai tre pentiti, almeno altri due confidenti dell’Arma: Michelangelo Camarda (‘fonte’ del colonnello Giancarlo Meli, comandante del Gruppo carabinieri di Monreale e legatissimo al Ros) e Nicola Lazio (che mi hanno detto essere confidente del Ros)”.
Giuseppe Lo Bianco e Sandra Rizza (Il Fatto Quotidiano)
Tratto da: www.19luglio1992.com
Tratto da: http://www.informarexresistere.fr
Stato-mafia, tutti gli intrecci tra 007 e pentiti a libro paga
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
Italia affondata dall’euro, ma non per Grillo e Travaglio
Pubblicato su 28 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POLITICA
«Chi è oggi, cosa dice, cosa fa la sinistra italiana nel momento in cui la destra annaspa e dimostra di non essere la dispensatrice di miracoli che forse molti elettori avevano creduto che fosse? Si decide ad assumere un nome, un volto, un programma, oppure vuol continuare a fare (sia pure, bisogna riconoscerlo, sottovoce e urbanamente) delle prove d’orchestra alla Fellini? Sono domande che non aspettano risposte perché nessuno, purtroppo, ha i titoli per darne, ma che mezza Italia si pone. È vero che forse anche l’altra mezza. Ma non è una consolazione». Così Indro Montanelli, sul “Corriere” del 7 giugno 2001, un mese e mezzo prima di lasciarci, chiudeva quello che sarebbe stato il suo penultimo editoriale. S’intitolava “Il tricheco di sinistra” e, nel momento del massimo consenso berlusconiano, «profetizzava il declino del Caimano inseguito dalle sue bugie», scrive Marco Travaglio, «ma anche l’atavica incapacità della sinistra di proporre un progetto alternativo per le sue divisioni, compromissioni e confusioni». Oggi, «Grillo, Casaleggio e gli eletti M5S farebbero bene a leggerselo e a rifletterci».
Il successo dei “5 Stelle”, continua Travaglio sul “Fatto Quotidiano”, «nasce proprio dal tradimento del centrosinistra», gravato da «inciuci e malaffari» e Grillo e Travagliocolpevole di aver «abbandonato i temi della legalità, dell’ambiente, dell’equità, della trasparenza e della partecipazione, regalando immense praterie ai “grillini”». Nella visione di Travaglio, tra le imputazioni a carico del centrosinistra, manca però la più importante, l’unica che pesi davvero nella grande crisi: l’analisi della situazione economica, la consegna dello Stato all’élite finanziaria per tramite dell’Unione Europea e del suo braccio armato, l’euro. Mai una denuncia chiara e inequivocabile, né da Travaglio né dai grillini. Alla vigilia delle europee, addirittura, Casaleggio dichiarò proprio a Travaglio: «Non siamo contro l’euro», testualmente. «Dopo sei mesi di campagna elettorale, Renzi è finalmente costretto a fare delle scelte e a misurare le sue slide con la dura realtà dei conti che non tornano e dei soldi che non ci sono», scrive Travaglio il 19 settembre sul suo giornale, ancora una volta senza domandarsi perché “i soldi non ci sono”.
Il giornalista preferisce attaccare la propaganda di Renzi: «L’atterraggio dell’empireo dei tweet e dei selfie sulla terraferma dei numeri è tutt’altro che indolore». E aggiunge: «Il 99% degli annunci sono balle, ma soprattutto molte delle poche cose fatte non funzionano perché sono sbagliate. E qualcuno comincia a capire che la ripresa era una leggenda metropolitana e che a fare i sacrifici saranno i soliti noti: i lavoratori, un’altra volta scippati dei loro diritti; i contribuenti onesti, spremuti da un’evasione spaventosa che il governo non vuole neppure solleticare; e i cittadini, sempre più espropriati del diritto di voto (per il Senato e le Province, e pure per la Camera dei nominati)». Vero, in Parlamento i “5 Stelle” si sono battuti. «Ciò che manca però è un progetto complessivo che risulti credibile e autorevole», insiste Travaglio. Un progetto magari un po’ più solido delle sortite goliardiche di Grillo. Visibilità: manca «una figura credibile e autorevole» che ogni sera spieghi in televisione «la posizione della prima e spesso unica forza di opposizione». Quello che conta, però, i grillini non l’hanno ancora detto, né in aula né sui media. E cioè che, con l’euro– costosa moneta “straniera” presa a credito – nessuna uscita dalla crisi è possibile.
Tratto da: libreidee.org
Italia affondata dall’euro, ma non per Grillo e Travaglio
Google + Twitter Facebook Repost
Comune taglia la merenda alla materna. «Per educare meglio»
Pubblicato su 28 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POLITICA
Piacenza, l’assessore all’Istruzione doveva fare dei tagli. Così ha deciso di eliminare la merenda pomeridiana ai bambini sulla base di «una riflessione educativa»
di Edoardo Bettella
Anche a Piacenza è tempo di spending review. A subirne le conseguenze, però, in questo caso, saranno i bambini delle scuole materne, a cui verrà tolta la merenda pomeridiana. I novantamila euro di stipendio dei dieci dirigenti comunali, invece, non verranno toccati. A deciderlo, senza nessun comunicato ufficiale, senza deliberazioni, senza discussioni in consiglio comunale, è stata la giunta Pd del sindaco Paolo Dosi.
La notizia è giunta alle orecchie delle consulte e dei cittadini piacentini attraverso i mezzi di comunicazione, e ha subito suscitato grande scalpore. Pare impossibile, infatti, che il comune possa trarre un notevole risparmio smettendo di servire ai bambini delle scuole materne la merenda pomeridiana.
La responsabile di questa decisione risponde al nome di Giulia Piroli, assessore all’Istruzione. La Piroli, al margine di una conferenza stampa sull’integrazione degli alunni disabili, ha fatto chiarezza, a modo suo, sulla questione delle merendine: «È una decisione coraggiosa che noi portiamo avanti. Nasce da una riflessione educativa: si razionalizza la spesa pubblica, si risparmiano quarantamila euro e, in questo modo, viene evitato l’aumento delle tariffe per il servizio mensa».
Purtroppo, la «decisione coraggiosa» e la «scelta educativa» di togliere la merenda ai bambini di Piacenza dai tre ai cinque anni non trova nessun fondamento se si esaminano altri tipi di spese del comune emiliano. Come, ad esempio, i più di sessantamila euro spesi per addobbare la Caorsana, strada piacentina, con degli oleandri, pianta mediterranea che notoriamente teme il freddo, e che, infatti, sono tragicamente morti a causa delle basse temperature.
Ancora, i centocinquantamila euro spesi dal Comune per trasformare una gigantesca rotonda (di Barriera Torino) in una fontana. Come se non bastasse, i dieci dirigenti che amministrano la vita dei centomila residente di Piacenza (uno ogni dieci persone) percepiscono uno stipendio di oltre novantamila euro.
L'assessore all'Istruzione del Comune di Piacenza Giulia Piroli (Pd).L’ASSESSORE ALL’ISTRUZIONE DEL COMUNE DI PIACENZA GIULIA PIROLI (PD).
Nonostante tutto ciò, l’assessore Piroli e il sindaco Duso sono riusciti a pensare di privare i bambini delle scuole materne di pane, cioccolato, latte e yogurt del pomeriggio. La Giunta ha tentato di giustificarsi, nei giorni seguenti all’accaduto, con argomentazioni sull’alimentazione sana e la necessità di combattere il crescente sovrappeso infantile con più frutta: «Vogliamo rendere le mense ancora più salutari, senza un aggravio dei costi: il Comune insieme alla ditta appaltatrice del servizio, aumenterà la quantità di frutta servita al mattino, lasciandola poi a disposizione dei bambini e dei genitori al momento dell’uscita», sono le parole dell’assessore all’Istruzione.
Tuttavia, la decisione del taglio delle merende non è supportata da nessun dietologo o nutrizionista. «Il fine perseguito dal Comune non è avere bambini magri, ma risparmiare soldi. Si sta spacciando una cosa per l’altra», ha sottolineato Massimo Polledri, consigliere comunale che, la mattina del 22 settembre, ha aperto la seduta del consiglio con una maglietta su cui erano stampate le parole “Ridateci la merendina”.
Le proteste sono arrivate anche da parte della Consulta per i servizi educativi, la scuola, la formazione e i giovani, che ha espresso un parere negativo in merito alla decisione: «Una soluzione che è parsa immediatamente inadatta e affrettata, tanto che non ha stimolato, da parte dell’amministrazione, la richiesta di un parere, anche puramente rappresentativo, delle consulte cittadine, la cui funzionalità dovrebbe esprimere una costruzione partecipata delle scelte operative della città, anche laddove insistono i tagli. In tal senso, ravvisando una certa insoddisfazione, il desiderio è che le posizioni dell’amministrazione siano riviste o, perlomeno, valutate più esplicitamente con le rappresentanze delle consulte cittadine».
Al di là della natura del provvedimento, infatti, certamente fanno riflettere le modalità. «Siamo stufi di venire a sapere i provvedimenti adottati a mezzo stampa, senza nessun confronto in Commissione», ha dichiarato Marco Colosimo, di Piacenza Viva. Ancora più strano è che un tale modo di agire venga dal partito che più degli altri dovrebbe essere vicino e dalla parte dei cittadini.
Nel frattempo, finché la decisione non verrà ritrattata o ridiscussa, i bambini dovranno accontentarsi di qualche mela alla fine di una lunga giornata scolastica, oppure i genitori dovranno attrezzarsi per preparare dei panini da portare da casa, non compresi nella retta prevista per la mensa e, quindi, con costi aggiuntivi nella spesa famigliare. Come sempre, alla fine, chi ci rimette sono i cittadini.
Tratto da: http://popoffquotidiano.it
MEMBRI DEL CONSIGLIO COMUNALE DI PIACENZA INDOSSANO LA MAGLIETTA CON SU SCRITTO: «RIDATECI LE MERENDINE».
MEMBRI DEL CONSIGLIO COMUNALE DI PIACENZA INDOSSANO LA MAGLIETTA CON SU SCRITTO: «RIDATECI LE MERENDINE».
Google + Twitter Facebook Repost
FMI chiede il taglio delle pensioni: ed è ciò che faranno, vediamo come e perché!
Pubblicato su 28 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in ECONOMIA
A cura di Staff nocensura.com
Il Fondo Monetario Internazionale ha ufficialmente invitato il governo italiano a tagliare le pensioni; il ministro dell'economia Padoan (riconducibile ai "poteri forti", tra cui proprio il FMI ) ha smentito che si tratti di un "diktat", ora nel mirino del governo c'è la distruzione dell'articolo 18 e la cosiddetta "riforma del mondo del lavoro", leggasi la stangata finale ai diritti dei lavoratori, pertanto il governo vuole evitare accuratamente di estendere il malcontento e le polemiche, come al solito le "bastonate" vengono date con "gradualità" e sopratutto, una categoria alla volta, in modo da limitare il dissenso; gli italiani infatti si muovono - e ben poco - solo quando viene toccato il loro orticello.
I media hanno ovviamente conferito ben poco risalto al monito del FMI, ma la questione sollevata dalla Lagarde è seria, e sopratutto, FONDATA.
I problemi dell'ente previdenziale italiano sono concretissimi; il FMI propone la "ricetta" sbagliata per risolvere il problema, la soluzione peggiore che potrebbe essere presa e che sicuramente sarà presa entro un paio d'anni.
Più volte dalle colonne di questo blog abbiamo affrontato la situazione in cui versano le casse dell'INPS, portate al dissesto dall'accorpamento voluto ed effettuato da Monti e Fornero con INPDAP ed ENPALS.
I CONTI DELL'INPS PARLANO CHIARO: L'ENTE FARA' CRACK! E' una questione matematica, non un'opinione. Ma politici e mass media TACCIONO, e quindi fino a quando gli italiani non apprenderanno la notizia dai telegiornali, continueranno a pensare che tutto vada bene.
Evitiamo di ripetere quanto scritto e ribadito più volte, rimandando a quegli articoli:
 INPS, collasso inevitabile: pensioni tagliate e lucro per le banche del 21/03/2014
 L'inevitabile collasso INPS e l'indifferenza di politici e media del 29/03/2014
 Pensioni: c'è chi se la spassa a 50 anni e chi fa la fame del 08/04/2014 con approfondimenti
 Aumenteranno l'età pensionabile e taglieranno le pensioni! del 10/06/2014
 Pensionati alla FAME: potrebbero risolvere immediatamente! del 06/08/2014
Consigliamo anche la lettura dell'articolo "Mastropasqua: fatto fuori da INPS perché scomodo?" del 08/02/2014; l'estromissione del noto "boiardo di stato" Mastropasqua da INPS è stata accolta favorevolmente dall'opinione pubblica, sia perché è finito al centro di gravi scandali, sia perché "collezionava" oltre 20 incarichi, tuttavia per onestà intellettuale dobbiamo riconoscere la sua competenza e il fatto che si fosse opposto alle distruttive riforme della Fornero, e probabilmente questo gli è costato il posto; spesso gli scandali non emergono "per caso"...
PERCHE' POLITICI E MEDIA NON PARLANO DELL'INEVITABILE COLLASSO INPS La risposta è fin troppo ovvia:
 Parlarne li costringerebbe ad affrontare immediatamente la situazione: che preferiscono affrontare in seguito, quando i conti dell'INPS saranno al totale dissesto, in modo da avere la possibilità di giustificare "misure drastiche".
 Quando la situazione sarà degenerata, daranno vita ad una campagna di "terrore mediatico" per giustificare il taglio delle pensioni: diranno che non ci sono soldi e che l'INPS potrebbe non erogare gli assegni, seminando il panico tra coloro che soprav-vivono con l'assegno, e che saranno disposti a vederselo tagliare purché continui ad arrivare. E' un ottimo modo per evitare polemiche e contestazioni, con politici bipartisan, media e sindacati che all'unisono si impegneranno per far "digerire" la stangata ai pensionati. Solo le "minime" probabilmente non saranno toccate (dovrebbero aumentarle immediatamente, i pensionati con la minima sono alla fame...) ma ridurranno l'assegno persino a chi percepisce 700/800 euro al mese per fare quadrare i conti.
 Se l'ente previdenziale si indebita, le banche - che presteranno soldi all'ente per "salvarlo" e per consentirgli di pagare le pensioni - guadagneranno fior di interessi.
 I debiti dell'Ente menzionati al punto 3 consentiranno alle banche di appropriarsi anche di quel 5% di quote della Banca d'Italia posseduto da INPS, che costituisce l'unico azionista "non privato" della banca centrale italiana, proprietaria del 12,8% delle quote della BCE
Ricordatevi le nostre parole, ne riparliamo tra AL MASSIMO un paio d'anni... ma sopratutto ricordatevi il SILENZIO dei partiti - TUTTI - compreso M5s che non si è interessato nel modo dovuto ad una questione IMPORTANTISSIMA QUANTO GRAVISSIMA, che dovrebbe essere in cima all'agenda politica, inoltre dovrebbero INFORMARE GLI ITALIANI di questa situazione e dell'indifferenza non disinteressata dei governi che si sono fin qui susseguiti. Invitiamo pertanto i nostri lettori vicini al M5s a fare pressione sui deputati pentastellati affinché si occupino con urgenza della questione, presentando un'interrogazione al governo e chiedendo in particolare:
Se si sono resi conto di quale sia la situazione dell'INPS (è ovvio che lo sanno)
 Come mai fino ad oggi non hanno intrapreso nessuna iniziativa per sanare la situazione
 Come e quando intendono intervenire
I conti INPS saranno dissestati molto prima del termine massimo di 2 anni sopra citato, ma l'intervento dipende da quanto intendono fare indebitare l'ente previdenziale... se ci fosse la volontà politica di farlo, potrebbero risanare i conti dell'INPS immediatamente, e sopratutto in modo "indolore" per i cittadini!
Staff nocensura.com
FMI chiede il taglio delle pensioni: ed è ciò che faranno, vediamo come e perché!
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
Plastica nel Lago di Garda: i polimeri sono entrati nella catena alimentare

Pubblicato su 28 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in ECOLOGIA

Uno studio universitario del 2013 rivela che il Lago di Garda è invaso da nanopolimeri. Davvero la contaminazione è oggigiorno capillare, ubiqua. Gli “esperti” si interrogano sull’origine dell’inquinamento, ma per comprenderne la vera fonte, tralasciando ipotesi fantasiose o grottesche, basta guardare in alto e ricordarsi dei carburanti avio…

Il Lago di Garda finisce sull’autorevole rivista “Current Biology” e, purtroppo, non per una buona notizia. Il più grande lago italiano, infatti, è invaso dalla plastica, da microparticelle di polimeri che rischiano di soffocarne la fauna ittica.

L’allarme arriva da un’équipe di ricercatori, guidata dai biologi, Natalia Ivleva della Technische Universität di Monaco di Baviera, e da Christian Laforsch dell’Università di Bayreuth. I due accademici hanno scoperto come la plastica stia ormai entrando nella catena alimentare che interessa gli invertebrati d’acqua dolce. Nell’articolo pubblicato su “Current Biology”, una delle più autorevoli riviste di biologia al mondo, si parla di “un mondo di plastica nel cuore dell’Europa” e si spiega come la zona più a rischio sia quella delle spiagge settentrionali.

Gli studiosi sono rimasti negativamente sorpresi dai tassi di inquinamento da polimeri riscontrati alle foci dei molti affluenti alpini che si gettano nel Lago di Garda. La quantità di microparticelle rilevata nella parte settentrionale del bacino è risultata essere dieci volte superiore a quella delle acque a sud del Garda, il che farebbe pensare che la plastica arriva dalle catena alpine vicine al lago, quelle di Lombardia, Trentino Alto Adige e Veneto. Ma c’è un’altra pista che sembra essere più credibile e cioè che sia il vento Ora (vento che soffia da sud n.d.r.) a spingere i rifiuti dalla pianura lombardo-veneta verso nord, finendo in quel vero e proprio “collo di bottiglia” che è l’estremità settentrionale (e trentina) del Lago di Garda. Ma anche questa non sarebbe una buona notizia: significherebbe una presenza ancora più massiccia nelle acque di pianura.
Fonte: 5minutiperl’ambiente
Tratto da: http://www.tankerenemy.com
Plastica nel Lago di Garda: i polimeri sono entrati nella catena alimentare
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
DA ANDRIA IL PRIMO SEGNALE DI RISCOSSA
Pubblicato su 27 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POPOLI LIBERI
COMITATO PROMOTORE
RITENIAMO DI AFFERMARE QUANTO SEGUE
Nella città di ANDRIA il 15/07/2014 si è formato un COMITATO PROMOTORE composto da ASSEMBLEE POPOLARI DI CATEGORIE SOCIALI E PRODUTTIVE, che sono venute così a formare una “spontanea aggregazione di liberi cittadini”, di ogni condizione sociale e lavoratori di diverse categorie.
i fondatori sono
Cannone Sabino
Caterino Vincenzo
Carpinella Vincenzo
Convertini Giuseppe
Inchingolo Gaetano
 ………………………………
Il Comitato viene costituito per avviare un percorso Assembleare di categorie produttive e sociali per eleggere i membri di liste civiche di categoria che si presenteranno alla competizione elettorale del 2015 per le comunali ad Andria. Il Comitato a suo insindacabile giudizio si riserva di accorpare al progetto liste civiche generiche che fanno propri i relativi contenuti del progetto stesso.
Le Assemblee continueranno a svolgere il loro ruolo di controllo in quanto espressione della cittadinanza nei confronti della AMMINISTRAZIONE COMUNALE, nell’ipotesi che risultassero vincitori alle elezioni i componenti delle liste di categorie nate dall’evento Assembleare.
1) Quanto stabilito nel presente documento è sempre rivedibile in sede di riunione del Comitato Promotore su richiesta anche di un solo componente di tale organo, che comunque deciderà sempre alla unanimità e/o comunque a maggioranza qualificata.
2) Il Comitato Promotore definito “ ASSEMBLEE POPOLARI DI CATEGORIE SOCIALI E PRODUTTIVE” è una aggregazione di cittadini provenienti dalle categorie produttive e sociali.
3) Nella formazione del Comitato le varie categorie si sono autoconvocate per poi eleggere democraticamente i vari rappresentanti che sono stati scelti senza alcuna discriminazione sessuale, razziale, religiosa e di nessun tipo. Requisito essenziale per la candidatura è non avere riportato condanne relative a reati di Pubblica Amministrazione, non essere esponenti politici con incarichi di partito e comunque requisito fondamentale avere una specchiata moralità.
4) Il Comitato Promotore ASSEMBLEE POPOLARI DI CATEGORIE SOCIALI E PRODUTTIVE non è costituito giuridicamente;
5) Il Comitato Promotore è formato dai fondatori e da un rappresentante per ogni categoria sociale o produttiva delle singole categorie, eletti nelle relative Assemblee. Il Comitato si doterà di un portavoce ufficiale, eletto all’unanimità da parte dei suoi componenti, che a sua volta eletto potrà nominare discrezionalmente un segretario ed eventuali collaboratori per lo svolgimento dei compiti di sua competenza.
6) I compiti del Comitato sono:
 a) favorire la costituzione delle Assemblee delle categorie attraverso manifestazioni, propaganda, eventi, convegni ecc. ecc.
 b) agevolare le funzioni delle assemblee e regolarne il funzionamento in base al regolamento
 c) stilare un regolamento etico che renda più incisiva la rappresentanza degli organi di categoria sociale nell’ambito di funzioni di collegamento delle stesse categorie con le Pubbliche Istituzioni e/o organizzazioni o associazioni del territorio.
7) Tutte le norme, regolamenti e i documenti emessi devono essere sottoposti alle Assemblee delle Categorie Sociali o produttive.
8) Il codice etico si divide in tre parti:
 a) Regolamento del Comitato
 b) Regolamento delle Assemblee
 c) Regole comportamentali degli eletti.
REGOLAMENTO DEL COMITATO PROMOTORE
1) Il Comitato Promotore è costituito da spontanee aggregazioni di cittadini;
2) Non vi è nessuna preclusione di natura razziale, religiosa, sessuale;
3) Il Comitato Promotore è formato dai fondatori che hanno preso parte alla prima riunione fondativa ufficiale e dai Portavoce provenienti dalle Assemblee delle Categorie Sociali e Produttive, nel numero di un rappresentante per categoria;
4) Eventuali adesioni straordinarie al Comitato Promotore vengono sottoposte allo stesso Comitato che ne valuta l’opportunità attraverso un dibattito tra i componenti;
5) Le decisioni del Comitato vengono prese con la procedura della UNANIMITA’ e/o a maggioranza qualificata;
6) Non possono aderire al Comitato esponenti di partito e mandatari di incarichi istituzionali provenienti da partiti, nè di persone con condanne definitive per i reati Amministrativi;
7) Le espulsioni, di natura disciplinare o etica, vengono decise dal Comitato Promotore all’unanimità e/o a maggioranza qualificata;
8) Non sono ammessi comportamenti o atteggiamenti violenti, nè contro la persona, nè contro le proprietà private o pubbliche;
9) Le riunioni del Comitato e i documenti o comunicazioni saranno rese pubbliche;
10) Nella circostanza di ogni riunione il Comitato eleggerà a maggioranza segretario che coordinerà le fasi della riunione e verbalizzerà le conclusioni della stessa.

11) Vi è piena libertà d’espressione ed il confronto è disciplinato dal buon senso e dalla logica della partecipazione più paritaria possibile tra le parti, riconoscendo a tutti pari diritto alla discussione;
12) “Il Comitato Promotore elegge un Portavoce ufficiale che potrà essere affiancato da eventuali ulteriori responsabili, dallo stesso nominati, per la gestione dell’immagine e della propaganda degli eventi e delle comunicazioni provenienti dal Comitato, il Portavoce inoltre ha il compito di scegliere le forme di divulgazione che ritiene più appropriate, dandone comunicazione al Comitato;
13) Il Portavoce del Comitato Promotore ha durata di almeno un anno e viene eletto a maggioranza relativa dei presenti;
14) Il Comitato Promotore unitamente ai portavoce delle Assemblee di Categorie individueranno un nominativo per ogni lista che concorrerà alla selezione per la carica di Sindaco che verrà scelto a maggioranza qualificata.
REGOLAMENTO DELLE ASSEMBLEE
1) Le Assemblee di Categoria sono organi Sovrani, le decisioni non possono essere tradite, sminuite, deviate, ogni Categoria Sociale o Produttiva ha il diritto di partecipare alla vita pubblica dello Stato e delle sue Istituzioni;
2) Le Assemblee sono costituite giuridicamente per la funzione elettorale disgiuntamente o congiuntamente;
3) Ogni cittadino può partecipare liberamente alle Assemblee, non vi è nessuna preclusione di natura razziale, religiosa, sessuale. Ma il diritto al voto delle Assemblee è riservato solo agli aderenti che si muoveranno nel rispetto delle norme statutarie di cui ci si è dotati. Per aderenti si intende chiunque ha avuto rapporti nella o per la categoria di appartenenza produttiva o sociale;
4) Sono riconosciute come assemblee valide quelle di tutte le categorie nessuna esclusa, come ad esempio:
 a) Agricoltori
 b) Artigiani
 c) Artisti
 d) Autotrasportatori
 e) Ambulanti
 f) Commercianti
 g) Casalinghe
 h) Disoccupati
 i) Dipendenti pubblici
 l) Diversamente Abili
m) Imprenditori
n) Immigrati
o) Operai
p) Pensionati
 q) Professionisti (Avvocati, Ingegneri, Medici,…)
 r) Studenti, Laureati e Giovani;
 s) Categorie contraddistinte da peculiarità del territorio.
5) Tutte le Assemblee sono riconosciute paritarie;
6) Vi è piena libertà d’espressione e di pensiero;
7) Le azioni, le manifestazioni, le liste civiche che andranno a costituirsi e tutto quello che riguarda le Assemblee delle Categorie Produttive e Sociali dovranno essere mediate nel Comitato Promotore dai Portavoce delle Categorie che le fa proprie;
8) Ogni Assemblea eleggerà:
a) un Portavoce per il Comitato Promotore
b) un elenco di nominativi da inserire nella lista civica;
9) Le spese di gestione, di iscrizione nei pubblici registri ecc.. per ottenere il riconoscimento giuridico sono sostenute e distribuite da tutte le categorie coinvolte, inoltre vi sarà una quota di solidarietà da parte del Comitato Promotore a fronte di risorse rivenienti da fonti esterne ma compatibili con il progetto;
10) Le riunioni di ogni Assemblea sono regolate dal buon senso e dalla libertà di espressione, dando la possibilità a tutti coloro che sentono il dovere di partecipare di poter esporre compiutamente il loro pensiero;
11) Ogni riunione viene gestita da un Segretario di Assemblea di categoria, che modera la discussione e verbalizza tutto l’evento e che potrà essere indicato volta per volta dal portavoce della categoria;
12) Ogni Assemblea di categoria costituirà una lista civica per categoria settoriale, ad esempio gli artigiani faranno una lista civica di artigiani, gli studenti di studenti ecc…;
13) La lista civica di ogni Assemblea di categoria verrà approvata dal Comitato.
REGOLE COMPORTAMENTALI DEGLI ELETTI
1) Lo scopo delle Assemblee Popolari delle Categorie Produttive e Sociali è quello di creare un amalgama tra le varie classi sociali e le istituzioni, quindi è fondamentale che chi viene eletto diventi lo strumento per far si che questo avvenga;
2) Il Sindaco e tutti i consiglieri eletti nelle liste create dalle Assemblee sono dei Portavoce delle Stesse Assemblee e l’organo che fa da collante e interlocutore tra le Assemblee e l’Amministrazione è il Comitato Promotore;
3) Tutte le proposte di decisioni intraprese dal Sindaco e dagli Assessori devono essere valutate di comune accordo dal Comitato Promotore, il quale a sua volta comunica alle Assemblee Popolari delle Categorie Produttive e Sociali;
4) Eventuali giudizi di sfiducia emesse dalle Assemblee Popolari delle Categorie Produttive e Sociali vengono discusse ed approvate dal Comitato Promotore e dovrebbero portare alle dimissioni dagli incarichi di chi è stato messo in sfiducia;
5) Gli eletti nell’Amministrazione Comunale dovranno rispettare necessariamente le regole morali ed etiche da tutti riconosciute ed in caso di inadempienza il Comitato interverrà con tutta la sua autorità per il rispetto degli obblighi assunti.
DA ANDRIA IL PRIMO SEGNALE DI RISCOSSA
Google + Twitter Facebook Repost
La parola alle Banche: "bolle e bombe nucleari monetarie"...
Pubblicato su 27 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in ECONOMIA
A quanto pare anche due soggettidi un certo calibro hanno gettato la maschera. Nei giorni addietro, in rapida sequenza tanto da far sembrare il tutto quasi una messa in scena (a favore di cosa lo vedremo), Deutsche Bank e Mediobanca, rispettivamente, hanno pubblicato i risultati di ampi studi fatti dai loro sedicenti macro-esperti e offerto delle dichiarazioni per sentenziare una cosa di non poco conto: solo una bolla ci può salvare. E non solo.
Per la precisione, la prima Banca ha condotto uno studio sui rendimenti di alcune diverse classi di attivi sui mercati finanziari, e ha concluso che solo negli ultimi venti anni i mercati hanno soprattutto, o meglio innanzi tutto, creato e mantenuto in vita bolle economiche con un solo e unico scopo: ne avevano bisogno.
Letteralmente, Deutsche Bank rileva che “negli ultimi due decenni, l’economia mondiale ha navigato di bolla in bolla con eccessi che non hanno mai avuto la possibilità di attenuarsi. Risposte politiche aggressive hanno incoraggiato a produrre nuove bolle. E questo ha contribuito a fare del moderno sistema finanziario un tema di preoccupazione permanente.”
Come dire: le bolle sono le condizioni necessarie - sottolineiamo il termine “necessarie” - per mantenere il sistema attuale di gestione della crisi. Come scrive giustamente Stefano Bassi sul suo sito e al quale fa eco un articolo pubblicato su Zero Hedge: “il problema è che questa bolla non può andare da nessuna parte, perché è nelle mani di governi e banche centrali, con regolatori che si assicurano che altri grandi acquirenti rimangano recettivi.
 Secondo lo studio, malgrado la bolla perduri per assicurare la solvibilità dell’attuale sistema finanziario, lo scenario più ottimista sarebbe lo scoppio lento, attraverso rendimenti reali negativi per i portatori di obbligazioni. Lo scenario più pessimista sarebbe una futura ristrutturazione.
 Siccome i tassi di interesse tendono ad abbassarsi in gran parte del mondo, in parte per una debole crescita, e che l’indebitamento pubblico tende a svilupparsi, è poco probabile che i portatori di obbligazioni sovrane realizzino un profitto sul medio o lungo termine, a causa della possibilità dell’inflazione o di una ristrutturazione”.
Ma “quello che nessuno dice, è che solo l’1% beneficia della bolla” – a scriverlo è il portale d’informazione Zero Hedge. “La ricchezza e i redditi di tutti gli altri otterranno progressivamente minori benefici”.
Per quanto riguarda invece Mediobanca, bastino le parole di Antonio Guglielmi su, questa volta, la situazione italiana: «È una catastrofe per le finanze del paese. Stiamo per arrivare a una ratio del debito del 145%». E ancora, in modo ancora più chiaro: «Chi conosce il numero massimo che il mercato tollererà? Il numero è già preoccupante, e il tempo ci dirà se questo gioco di poker di Draghi si rileverà un successo. Ci vorrebbe una bomba nucleare monetaria per cambiare la situazione. Se Draghi alla fine non farà nessun intervento di rilievo – e c’è molto scetticismo sui piani della Bce – l’Italia è morta».
Beninteso, il fatto che oggi siano Deutsche Bank e Mediobanca, seppure con toni differenti, a sostenere una cosa del genere, è solo uno dei tanti casi dove alla fine, da qualche maglia aperta o non controllata a dovere di una “istituzione” di questo tipo arrivano conferme su ciò che in altri luoghi si teorizzava e cercava di spiegare da anni.

Quello che invece può non essere immediato a prima vista, e che rappresenta il dato più importante da cogliere, è il ragionamento che ne discende, e ne consegue, se si porta il discorso fino in fondo. Del resto, non si può che portare fino in fondo un ragionamento anche solo partendo dai termini stessi usati da questi due colossi: il primo parla di “bolle necessarie”, il secondo della necessità di una “bomba nucelare economica”. Termini non proprio sobri e cauti, a quanto pare.
E dunque, tanto per iniziare, avevano (e hanno) ragione quei pochi che sostengono una cosa del genere da anni, se non decenni. E avevano (e hanno) torto tutti gli altri. Ma proprio tutti. Che a questo punto dovrebbero essere ridotti almeno al silenzio.
In secondo luogo, cosa ancora più importante, se è vero - come è vero - quello che oggi anche Deutsche Bank e Mediobanca affermano, ciò significa che tutto quanto fatto da allora a oggi dai vari governi, tutte le procedure, le sedicenti “riforme”, i sacrifici imposti e la macelleria sociale in ogni ordine e grado in ogni Paese, è servita unicamente a sostenere una truffa finanziaria. Il punto è che non siamo “noi” a dirlo, ma “loro”.
Dal che, una volta scoperto l’inganno e confessato dai soggetti stessi che a vario titolo hanno partecipato al crimine, dovrebbero scaturire alcune riflessioni. E soprattutto azioniper, nell’ordine: fermare immediatamente quanto si sta facendo; processare i colpevoli e condannarli; sequestrare i beni che hanno rastrellato e ridistribuirli a tutti quanti a vario titolo siano stati depredati. Cioè il restante 99%.
Una sacrosanta e giusta conclusione. E una utopia politica, naturalmente, se pensiamo che a tali atti dovrebbe portarci una classe dirigente, quella attuale almeno, che è al servizio delle Banche stesse e di altri attori della speculazione (lobby & finanza, per intenderci). Ma sopra ogni altra cosa si dovrebbe dichiarare, in modo unilaterale e irrevocabile, l’immediata sospensione di qualsiasi pagamento a qualsivoglia organizzazione o istituzione che a vario titolo può far destare anche solo il sospetto di appartenere a quella “banda degli onesti”.
Ad esempio: il nostro debito pubblico è inesigibile, perché a esigerlo sono dei truffatori. E dunque non lo si paga più. Punto. E così via dicendo.
Sono solo in apparenza “parole forti”, le nostre, e vani tentativi di sollecitare rivolte che ovviamente non si vedono all’orizzonte. Ma soprattutto, malgrado l’apparenza di una forma e di una sostanza, quelle che abbiamo usato, da tribuno della plebe (oggi si direbbe da populista) si tratta invece della cosa più evidente e logica - e minima - che si dovrebbe fare.
La prova del nove di quanto sosteniamo è semplicissima, un gioco da ragazzi. Se appare tanto strano (o stralunato) il principio di rifiutarsi di partecipare e anzi dichiarare guerra a questi truffatori mondiali, è certo che dovrebbe apparire molto più strano e “al di fuori della realtà” continuare a fare la parte dei derubati per tutta la vita. O no?
Come dire: il re è nudo, ha per giunta confessato i suoi crimini, ma noi ci ostiniamo a non volerlo tirare giù dal trono. La bolla e la truffa sono qui davanti a noi, ci rastrellano l’anima ogni secondo che passa, ma noi rimaniamo a guardarle, e a subirle, senza muovere un solo dito.

Di: Valerio Lo Monaco
Tratto da: http://www.ilribelle.com

Perchè hanno ucciso Gheddafi?
Pubblicato su 26 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in ESTERI, IPHARRA
Il risultato della dipartita del leader Africano è il caos assoluto in Libia, ormai ridotta ad una polveriera, fulcro del traffico d’armi clandestino verso ogni direzione, con l’ ISIS che conquista l’areoporto di Tripoli a 400km dalla sicilia e fonda il califfato di Bengasi, il parlamento voluto e appoggiato da Stati Uniti, Francia ed Inghilterra che scappa da Tripoli per rifugiarsi a Tobruk, e infine gli estremisti islamici che non smetteranno mai di ringraziare Usa e Ue per averli liberati dall’ unico e vero nemico del caos… dell’ impero del caos, il Rais Mu’ammar Gheddafi.
Luca Pinasco – Perchè Mu’ammar Gheddafi è stato ucciso? Forse per liberare il popolo libico dal cattivo dittatore sanguinario che uccideva la propria gente? La propaganda occidentale lo ha descritto così, come un pericolo per la pace internazionale, giustificando in tal modo il solito copione di “bombardamenti umanitari”, droni e missili contro il cattivo di turno.Vediamo di analizzare quali sono i reali motivi che hanno spinto le elites occidentali a sradicare dalla Libia e dall’ Africa intera, il sistema di Potere e di Relazioni instaurato dal Rais.
Nel 2007 Gheddafi in accordo con la maggior parte dei leader africani, finanzia e commissiona a Russia e Cina, al prezzo di 400 milioni di dollari, la costruzione e la messa in orbita di un satellite per l’Africa, di proprietà dei paesi africani, capace di coprire sia la trasmissione telefonica e televisiva, sia la diffusione di internet. Appare chiaro dunque che questa mossa spiazza le elites occidentali da almeno due punti di vista: quello economico, in quanto l’Africa è tra i più grandi mercati mondiali di telefonia mobile e frutta ai proprietari occidentali miliardi di dollari ogni anno, e quello di controllo del potere, poichè i paesi occidentali, in specie gli Stati Uniti, attraverso la propaganda televisiva riescono a mantenere al comando i loro uomini, o a destituire i loro nemici, in tutti i paesi del mondo, compresi quelli africani. Oltre che l’indipendenza dalla propaganda e dal controllo delle reti di comunicazione da parte di USA ed Europa, Gheddafi voleva ottenere l’indipendenza finanziaria del continente attraverso la costituzione di 3 istituzioni bancarie: la Banca Centrale Africana, con sede ad Abuja in Nigeria, avente lo scopo di creare una moneta indipendente, sia per gli stati ex colonia costretti ad utilizzare valute straniere, sia per la commercializzazione del petrolio da effettuarsi obbligatoriamente in dollari.Il Fondo Monetario Africano con sede in Camerun a Yaounde, con lo scopo di concedere prestiti agli stati africani a condizioni molto più convenienti di quelle del Fondo Monetario Internazionale, oltretutto facendo imbestialire le elites bancarie occidentali, non concedendo loro di partecipare finanziariamente al progetto dunque estromettendole da qualsiasi potere decisionale.
La Banca Centrale Degli Investimenti con sede in Libia, e con lo scopo di diffondere in tutta L’Africa gli stessi investimenti di modernizzazione infrastrutturale realizzati da Gheddafi in Libia.In ultimo, Mu’ammar Gheddafi voleva realizzare gli Stati Uniti d’Africa, un lungimirante progetto che mira alla costituzione di un unione politica ed economica, con lo scopo di poter utilizzare le immense risorse del continente a vantaggio dei popoli che lo abitano, riscattandoli da centinaia di anni di sfruttamento ed umiliazione.A questo punto risulta difficile credere che il popolo libico, dopo aver ricevuto istruzione, sanità gratuiti, una casa per i neo sposi , pane e benzina quasi gratuiti, dividenti dagli utili nazionali del petrolio nei conti correnti, si sia rivoltato contro il proprio leader senza le consuete devastanti manipolazioni occidentali.
Il risultato della dipartita del leader Africano è il caos assoluto in Libia, ormai ridotta ad una polveriera, fulcro del traffico d’armi clandestino verso ogni direzione, con l’ ISIS che conquista l’areoporto di Tripoli a 400km dalla sicilia e fonda il califfato di Bengasi, il parlamento voluto e appoggiato da Stati Uniti, Francia ed Inghilterra che scappa da Tripoli per rifugiarsi a Tobruk, e infine gli estremisti islamici che non smetteranno mai di ringraziare Usa e Ue per averli liberati dall’ unico e vero nemico del caos… dell’ impero del caos, il Rais Mu’ammar Gheddafi.
http://www.lintellettualedissidente.it/perche-hanno-ucciso-gheddafi/
Tratto da: http://www.cogitoergo.it
Perchè hanno ucciso Gheddafi?
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
Non lo dite in giro, ma la Germania stampa moneta.
Pubblicato su 26 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in ECONOMIA
di Stefano Di Francesco –
Questa è una di quelle notizie che non leggerete mai da nessuna parte. Nessun telegiornale, giornale e sito istituzionale italiano la riporterà e se mai dovesse farlo, non ne evidenzierà la reale portata.
La notizia è questa, pubblicata sul Wall Street Journal del 19 Agosto: Germany Set to Issue Bonds at 0% as Investors Seek Refuge.
“The German Finance Agency Tuesday set a 0% coupon–or fixed annual interest payment–on the two year Treasury notes, known as Schatz, of which it aims to sell an initial €5 billion ($6.69 billion)”.
La Germania ha emesso 5 miliardi di bond ( Schatz) al mirabile tasso dello 0%!!! In altri termini, emettere debito a tasso zero, equivale a “stampare moneta”!!!
Questa manovra consentirà alla Germania di ridurre il proprio debito e di conseguenza, l’importo degli interessi passivi sullo stesso. Il che significa lasciare nelle tasche dei cittadini tedeschi una maggior quota di reddito disponibile con cui stimolare la domanda interna.
Infatti, se la Germania proseguisse nell’emettere titoli al tasso dello 0%, si determinerebbe la seguente situazione:
Crescita PIL Germania > Tasso d’indebitamento Germania
1,65 > 0 , per cui il debito teutonico si ridurrebbe dell’1,65% ogni anno. Altro che storie! Da noi il debito continua inesorabilmente a salire del 3% l’anno e loro invece lo riducono! Questo spread, ben più importante di quello enfatizzato dai media, è di 465 punti base!!
Cerchiamo di spiegare perché la Germania emettendo debito su cui non paga interesse, è come se stampasse moneta ( per inciso, non erano i tedeschi i più grandi nemici della stampa di moneta per paura dell’inflazione??!,…avranno cambiato idea…mah..misteri del cosmo!)
Questa bella notizia dalla Germania, ci consente di tornare a spiegare da una differente prospettiva cosa sia in realtà il “debito pubblico”, cioè una passività dello Stato verso il settore privato, su cui paga un interesse. Ma anche la moneta comunemente intesa, la banconota o il saldo di conto corrente (nella misura in cui è convertibile in banconote) è anch’essa una passività dello Stato, solo che non paga interesse.
Ergo: debito pubblico e moneta sono equivalenti e lo Stato può scegliere di emettere l’uno o l’altro, indifferentemente.
Il debito pubblico e “la moneta” sono equivalenti, perché il credito (debito) che le banche creano, alla fine ha valore in quanto promette di essere scambiato, su richiesta, in moneta emessa dallo Stato ( ad esempio, se ci rechiamo al bancomat per un prelievo,, il nostro saldo o parte di esso, viene corrisposto in denaro contante).
In un mondo come quello degli ultimi anni in cui il debito pubblico paga quasi 0% ( accade per gli Usa, Giappone, ora in Germania), la distinzione tra debito pubblico e moneta scompare del tutto perché sono in realtà all’origine la stessa cosa, due passività dello Stato.
E che la quantità di moneta ( contante o credito) sia fondamentale per la crescita dell’economia e dunque per consentire la sostenibilità del debito, lo si comprende dai seguenti grafici:
In appena 6 anni, tra Italia Germania, si è creato un gap del 30% nella quantità di moneta M3 presente nell’economia.
Bisogna capire che la quantità di moneta conta eccome nel permettere al sistema economico di crescere, come spiegava Milton Friedman nel 1948,( e come ripetono oggi Mosler,Werner, Lucas, Woodford, Keen,…) mentre invece per i vari Draghi, Padoan, Giavazzi, Alesina e praticamente il restante 90% degli esperti economici, la moneta è irrilevante, perché questa si produce miracolosamente quando l’economia cresce…(e se non cresce è sempre per qualche motivo “reale”).

Friedman, quando nel 1948 i tassi di interesse nel mondo occidentale erano tutti vicino a 0% (come oggi) e si parlava allora (come oggi) di una stagnazione globale, affermava che :

” se il volume di investimenti che da la piena occupazione è inferiore al volume di risparmi che sono generati a questo livello di reddito e di prezzi… allora… quello che occorre è un livello di deficit (pubblico) tale da compensare la moneta tesaurizzata e non spesa.. .L’aumento della quantità di moneta che seguirebbe a questo deficit pubblico farebbe aumentare la posizione finanziaria del pubblico e poi anche la frazione di reddito che viene spesa… e ci sarebbe poi anche un aumento dei prezzi e del reddito e prodotto nazionale monetario e una graduale riduzione poi del deficit…”
Fin quando si continuerà a tagliare i deficit, con la scusa della riduzione del debito, del rispetto degli imbecilli parametri dei Trattati, non ci sarà salvezza per il nostro Paese. E’ l’intero sistema bancario che oggi di fatto crea la moneta, che deve essere cambiato, prima di ogni altra riforma, prima di ogni altra nuova legge.
Le tanto invocate riforme renziane, il Senato, la modifica all’art.18, la legge elettorale, l’evasione e la corruzione, la casta e le sua prebende, non c’entrano un fico secco con la triste ed ingloriosa fine del sistema produttivo e sociale italiano e non faranno altro che peggiorare la situazione economica dei cittadini italiani.

Tratto da: http://www.salviamogliitaliani.it
Non lo dite in giro, ma la Germania stampa moneta.
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
Dietro la crisi che ci strangola c'è un raffinatissimo piano di Satana?

Pubblicato su 26 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in IPHARRA

Quirino Salomone, padre francescano direttore de "La Perdonanza", segue da molti anni i problemi relativi all'economia. Definisce il sistema monetario una colossale truffa mondiale, concepita in maniera talmente sofisticata da far pensare che ad elaborarla sia sta... un'intelligenza non umana.
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
Lorenzin: «Ticket sulle urgenze? Non posso escluderlo»

Pubblicato su 26 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POLITICA
di Claudia Guasco
Un taglio agli sprechi, non ai servizi. Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin non presta orecchio agli allarmi ricorrenti sulla riduzione degli stanziamenti per la sanità nazionale: «Sono tranquilla perché c'è un'azione politica coordinata», afferma. Al vertice informale tra i ministri della Salute di Bruxelles si parla di sostenibilità del sistema e quello italiano, spiega, è una macchina da rimettere in moto. Contenendo i costi senza sacrificare le fasce più deboli. Ministro, può assicurare che il ticket per l'assistenza...
Continua a leggere sul Messaggero in edicola o sul Messaggero Digital
Tratto da: http://www.ilmessaggero.it
Lorenzin: «Ticket sulle urgenze? Non posso escluderlo»
commenti
Google + Twitter Facebook Repost
SE NON " ADOTTI " UN IMMIGRATO….SEI RAZZISTA
Pubblicato su 26 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POPOLI LIBERI
La proposta di dare 900 euro al mese, se vera, per accogliere un clandestino nella propria casa ... la trovo “ottima” ... portateli tutti a casa dei buonisti pirla che appoggiano da 3 anni questi parassiti che dettano legge .
Se per caso vi venisse la malaugurata idea di propormi una simile idiozia vi dico solo che al posto del cognome sulla mia porta ... troverete scritto ...
QUI VIVE UN RAZZISTA ...
Gli italiani muoiono di fame , i pensionati fanno la spesa nei cassonetti della monnezza, ai disabili hanno tolto anche la mancia, un giovane su due non lavora .... ma per gli immigrati si riescono a trovare 900 euro al mese per farli stare bene ..
A me sinceramente non fanno schifo quei 963 parassiti che sono nel Palazzo a disquisire tematiche così indegne ... a me fanno schifo gli italiani che non scendono in piazza per circondare quel Palazzo, catturarne gli occupanti, fargli un equo processo e, se condannati ( ma come dubitarne?), mandarli ai lavori forzati, possibilmente su un’isola, così non ci scappa nessuno

Popoli Liberi http://frontediliberazionedaibanchieri.it/